Citroën C3 Aircross - La pazienza del cliente e Dolce Vita come soluzione

È lunedì mattina. Le bandiere Citroën sventolano al vento invernale davanti alla filiale Stellantis di Neu Isenburg. La Saab 9-3 Aero Hirsch Performance è parcheggiata davanti all'ingresso. È ora? Riceviamo oggi il nostro C3 Aircross che abbiamo ordinato un anno fa?

O cos'altro ci conduce a Stellantis?

Una revisione dell'introduzione! La Citroën ordinata si è gradualmente trasformata in una storia senza fine. Quello era il mio giusto dichiarazione a gennaio. Inoltre, l'Aircross era già stato prodotto e immagazzinato da una società di logistica, ma non è stato completato come originariamente ordinato. Il cambio dell'anno modello ha portato modifiche e tagli, abbiamo accettato questo rospo a gennaio. Abbiamo deciso di essere pazienti e aspettare. Perché c'erano buone ragioni per farlo.

Da un lato la situazione del mercato delle auto nuove in generale e anche il fatto che Citroën ci piace e non vogliamo passare a un concorrente del mercato. Le cose hanno finalmente iniziato a muoversi nelle ultime settimane.

Tuttavia, diverso dal previsto.

Saab 9-3 Aero Hirsch Performance davanti all'ufficio di Stellantis
Saab 9-3 Aero Hirsch Performance davanti all'ufficio di Stellantis

Febbraio 2023 - stiamo aspettando il C3 Aircross

Febbraio è arrivato e con esso la speranza della nostra nuova auto. Ma ciò che non è arrivato è stata la chiamata di riscatto del nostro spedizioniere di Neu-Isenburg. Ciò ha portato a conseguenze. Il livello dell'umore all'interno della famiglia si stava lentamente ma inesorabilmente avvicinando a un pericoloso punto critico. Uno che è irreversibile e la ricerca di un'alternativa ha preso velocità.

La ricerca non ha avuto successo, ovviamente. Perché la gamma di auto compatte che non sono del tutto noiose è poca e lontana tra loro. Dopo circa 48 ore di crisi e il rischio di un punto critico, le cose si sono lentamente calmate. Non c'era alternativa alla C3 e un'altra chiamata al nostro nuovo spedizioniere è stata messa all'ordine del giorno.

Ciò ha portato a una sorpresa. E a un punto di svolta.

Il nostro spedizioniere, cordiale e sempre rilassato, aveva lasciato la filiale. Per sempre sembra. Invece, la direzione della filiale ha preso in carico il file C3 Aircross, una telefonata tra il cliente (mia moglie) e il direttore della filiale hanno portato a un'intesa amichevole da entrambe le parti.

Una parte non ottiene le nuove auto nella misura di cui ha urgente bisogno. Che spetta sicuramente al logista e non solo a Stellantis. L'altra parte vorrebbe essere mobile con una macchina nuova dopo un anno di pazienza e comprensione. Finalmente!

La soluzione provvisoria?

Troviamo un'auto sostitutiva

Il direttore di filiale promette aiuto e chiarimenti immediati. Se non c'è una soluzione rapida e vincolante per quanto riguarda l'ordine del nuovo veicolo, riceveremo un veicolo sostitutivo. Pochi giorni dopo è chiaro. Il C3 Aircross non può essere promesso entro un termine vincolante.

La soluzione dell'auto a noleggio invece funziona. cosa sarà Un'altra Citroen? Sostengo qualsiasi cosa con una Dodge Hemi V8 sotto il cofano e ricevo l'applauso della famiglia per questo. Schivare appartiene alla famiglia Stellantis dopo tutto.

Ma non lo sarà neanche.

Torniamo a lunedì mattina a Neu-Isenburg. IL ufficio ha ora fornito un'auto a noleggio per colmare il divario. Niente Citroën, niente Dodge. Invece una Fiat 500. Anzi una 500C, una decappottabile, che registriamo solo standoci davanti. Spero non sia rosso, ho sentito dire prima da mia moglie. L'entusiasmo è evidentemente limitato.

Ma questo cambierà presto.

La 500 viene consegnata e istruita nel modo in cui un cliente vorrebbe che fosse. Sono diventato un osservatore critico delle auto in più di 12 anni di SaabBlog. Ma qui e ora tutto è assolutamente giusto. Un giovane impiegato competente e amichevole prende abbastanza tempo per i clienti sconosciuti. Spiega, espleta le formalità, ci mostra la decappottabile italiana, che è un'auto nuova, e richiama l'attenzione sui dettagli.

L'umore migliora notevolmente.

Fiat 500C ibrida dolcevita
Fiat 500C ibrida dolcevita

Dolce Vita-Fiat 500C

Perché quello Fiat 500C ibrida dolcevita Cabriolet è selezionato come se Stellantis stesse leggendo SaabBlog. L'esterno porta il melodioso nome “Di Pinto Di Blu”, mentre l'interno è in beige chiaro. Quindi il mio piano di bottino. Osservo il giovane impiegato che ci sta istruendo con sospetto. Finora ho ipotizzato che il blog non voli più sotto il radar di Citroën Germania, ma non sia ancora atterrato sullo schermo radar della filiale.

Sono beccato? In tal caso, il dipendente lo gestisce con sufficiente sicurezza. E in realtà lo escludo fino al post di oggi.

Rimangono due domande alla fine dell'aggiornamento. Come si guida la Rolling Dolcevita? Segue il rapporto. E, forse ancora più importante, chi paga il conto della dolce vita? La filiale Stellantis copre tutti i costi compresi 1.000 chilometri al mese, solo il combustibile fossile è sul nostro conto. Tuttavia, segnali che il numero di chilometri non è necessariamente scolpito nella pietra e che puoi parlare se il cliente deve guidare ulteriormente.

Ottimo servizio clienti Grazie Mille! La primavera può arrivare, con la Fiat aperta!

13 pensieri su "Citroën C3 Aircross - La pazienza del cliente e Dolce Vita come soluzione"

  • Chapeau per l'impiegato Stellantis... che offerta affascinante :-).
    Che bello che la "famiglia" Stellantis abbia delle scelte...
    Dopotutto, è l'auto sostitutiva per tua moglie, fornita a colpo sicuro. Perfetto. Un'affascinante offensiva.
    Ti avrebbero sicuramente fornito una Fiat Abarth o un'Alfa Romeo... 😉
    Goditi il ​​tempo nella piccola 500 quando tua moglie ti consegna le chiavi.... 😉
    Il tempo di attesa a volte può essere davvero fantastico!
    Divertiti con il "piccolo"!

  • Questo è davvero un servizio, soprattutto se pensi a come operano alcuni altri produttori attivi.

  • Questo è ciò che mi piace. Sei giusto e comunichi anche una buona notizia. Questa è la migliore pubblicità di Stellantis, non scrivere sempre solo le cose negative che non hanno funzionato.

    Ottima macchina comunque, mi piace la 500C!

  • Soluzione affascinante! Ma penso che Tom, sei rimasto senza parole 🙂

  • Mia moglie guida la 500C Hybrid (seconda batteria dell'auto sotto il sedile del conducente) con tale amore e devozione che a volte sono geloso del piccolo. E in effetti ha qualcosa. Soprattutto quando il tempo è bello, spesso cerco la chiave e cambio i momenti svedesi con quelli italiani. La capote è adorabile e la 2C è difficile da battere in città. Anche guidare con quattro persone su brevi distanze non è un problema. Quindi buon viaggio con la FIAT per tutta la primavera!

    • Il piccolo ha davvero qualcosa. Ieri non ho resistito e ho preso in prestito la chiave della macchina. Una vera delizia sotto il sole, penso che mi piaccia la 500!

    • Posso capire.
      Guida tu stesso una 500E e ha una piattaforma diversa ed è costruita a Torino.
      Piccolo, maneggevole e nitido, niente sonagli e assolutamente affidabile.
      E la porta in più ha già raccolto molti applausi.
      La ricarica rapida funziona alla grande.
      Solo noi tedeschi pensiamo di nuovo che dobbiamo costruire auto elettriche che pesano più di 2 tonnellate.
      Tutti dovrebbero guidare la Fiat.
      Anche il software funziona in modo super fluido,
      Applausi.

  • Mi piace perché è un tipo migliore di design retrò. Sono sempre affascinato da quanto sia piccolo l'originale. La Fiat è riuscita bene che si tende a dimenticare...

    Gli attuali mini mi deludono in questo servizio e trovo maldestri i tentativi dei progettisti di ridurre il veicolo con grandi loghi e grandi luci.

    • La Fiat è piuttosto elegante lì. E la 500 è veramente piccola, ferma.

      • Sì, è ben fatto. E sì, gli italiani sono alla moda. È anche fantastico il modo in cui hai ricordato le tue radici e la tipografia classica quando si è trattato del logo...

        C'è anche un 500 nell'immediata cerchia familiare. Anche con cappuccio. Non è del tutto chiaro chi possiede quale macchina. A donna e uomo piace "litigare" strizzando l'occhio su chi deve prendere il grande SUV (!) e chi può indossare la scarpa italiana su misura.

  • Come auto compatta, posso consigliare caldamente la Suzuki Swift. Quattro ruote motrici, mild hybrid e semplicemente di altissima qualità. Il prezzo è giusto e il consumo è più vicino a 3 che a 5 litri e questo è nella Foresta Nera collinare!

    • Sì, la Suzuki Swift è una super macchina!
      Nel 2, ho utilizzato poco meno di 2010 litri con uno Swift del 4 in una sfida di CO2010 dell'Autozeitung e della Suzuki, e quindi ho ottenuto il secondo posto.
      La fornitura di pezzi di ricambio alla Suzuki è probabilmente molto migliore che alla Fiat. Ma come auto a noleggio non importa. Probabilmente tutti si divertirebbero con la Fiat 500... bel design, la piccolina!

  • Beh, mi piace molto, congratulazioni, continua a farlo in modo amichevole, questo è esattamente il mio motto nella vita, non mollare, andrà tutto bene e porta Citroën a un livello molto rispettabile, perché sanno come avere a che fare con persone buone, leali, clienti pazienti e rendersene conto in modo intelligente. Guida così felice nella decappottabile, il cielo è super blu senza nuvole qui a sud dell'Alto Reno. Viva Citroën, ma certamente anche Saab, e tanti saluti, Ulrich

I commenti sono chiusi