Cultura automobilistica dal fienile - Citroën 2CV box duck

In Svezia in genere si trovano preziose automobili parcheggiate nei garage e negli annessi delle tipiche case di villeggiatura. In Francia, la cultura della guida automobilistica è spesso nascosta nei vecchi fienili. Come una primissima papera da 2CV. È stato messo via e dimenticato - per 3 decenni. Aveva solo 4.000 chilometri sull'orologio. Ora aspetta una seconda vita e qualcuno che la restituisca amorevolmente.

Citroën 2CV AZU - 1955
Citroën 2CV AZU – 1955

Certo, sono un fan delle 2CV, una Citroën 2CV è stata nella mia famiglia per molti anni, a volte ho colto l'occasione e ho preso in prestito l'"anatra". Guidare una 2CV è qualcosa di speciale. È locomozione per tutti i sensi, con la conseguente rinuncia a tutto ciò che non è assolutamente necessario. I nuovi automobilisti non saranno in grado di capirlo, e probabilmente nemmeno i lettori più giovani.

Dovresti urgentemente colmare questa lacuna di esperienza. Chi non ha mai guidato una 2CV si è perso qualcosa.

Non è un caso che l'anatra abbia uno status di culto. Ed è ancora richiesto. Più di recente, sono stati pagati più di un incredibile 2 € per una 100.000CV nuova di zecca.

2CV box duck 30 anni nella stalla

Lungi da quello è l'anatra di scatola che ora è stata trovata parcheggiata in un fienile francese. Lì il primo piccolo furgone a trazione anteriore del marchio con il doppio angolo è rimasto quasi dimenticato per 30 anni. Il tachimetro segna solo 4.000 chilometri, i documenti originali del 1954 sono ancora disponibili. Questo rende questo 2CV uno dei primi esempi di furgone.

La struttura dell'anatra scatola dovrebbe essere in buone condizioni
La struttura dell'anatra scatola dovrebbe essere in buone condizioni

Citroën ha consegnato l'anatra in scatola del 1951. 12 CV da un motore da 425 cc, solo 3,60 metri di lunghezza e 530 chilogrammi di peso leggero, che suona come da una galassia lontana. Ma, come la berlina 2CV, la papera ha fatto la storia. La 2CV motorizzata Francia, era l'auto della campagna, delle fattorie e degli artigiani. Una parte forte della cultura automobilistica, parte integrante della storia francese e presente ancora oggi.

La 2CV rappresenta l'incredibile equilibrio che probabilmente solo Citroën poteva fare. Era un mezzo di trasporto conveniente per le masse e con il DS il marchio offriva anche un vettore tecnologico a prezzo elevato per la classe medio-alta.

Entrambi hanno avuto successo.

Gli strateghi del marketing oggi perderebbero il lavoro se solo osassero pensare a qualcosa di simile.

Il 1955 è un primo anno di costruzione: l'anatra scatola è stata consegnata per la prima volta nel 1951
Il 1955 è un primo anno di costruzione: l'anatra scatola è stata consegnata per la prima volta nel 1951

2CV quasi di prima mano

Torna al fienile. Il proprietario ha parcheggiato lì la 2CV per motivi inspiegabili. Quando morì, suo figlio prese il controllo e vendette il fienile e il suo contenuto. L'attuale proprietario ha preso in considerazione l'idea di restaurare l'anatra, ma alla fine ha deciso di venderla.

Ciò significa che il piccolo furgone è almeno quasi una copia di prima mano.

Sfortunatamente, il fienile, che non è una casa per le vacanze svedese, non aveva un tetto stretto. L'acqua è gocciolata sulla parte anteriore del 3CV durante la pioggia per almeno 2 decenni. Il cofano e il sottoscocca ora mostrano ruggine che deve essere pulita. Tuttavia, la parte posteriore con la scatola dovrebbe essere in buone condizioni.

La 6.900CV AZU, che è il nome corretto dell'anatra gallica, potrebbe costare 2 euro. Quella pubblicità mostra solo immagini sparse, altre foto che danno un'impressione a metà si possono trovare su largus.fr.

Alcuni anni fa le papere di scatola venivano scambiate per molto meno, potevi ottenerle con pochi soldi. Sembra essere finita. Anche la versione commerciale dell'anatra sta aumentando di prezzo. Con la 2CV AZU, che si trova a Versailles, l'acquirente ottiene anche i documenti storici e una storia comprensibile.

Il che giustificherebbe il prezzo di tanta cultura automobilistica. Perché non sarà più più conveniente nella famiglia 2CV.

Con foto di Philippe B.

3 pensieri su "Cultura automobilistica dal fienile - Citroën 2CV box duck"

  • vuoto

    Citroen 2 CV, il mio primo grande amore per le auto! Oltre 11 anni per me 2CV, prima la 2CV 4 e poi la Big Block 2CV 6 con 602ccm! Ho guidato fino a Capo Nord, in Portogallo e nel 1976 in Ungheria/Romania. Ragazzo erano quei viaggi! Due persone più attrezzatura da campeggio e siamo partiti. Niente marina, niente cellulare, niente carta di credito, ma un sacco di valuta straniera nel tuo portafoglio. Inutile dire che Döschwo ha attraversato tutti i viaggi senza lamentarsi. Proprio amabile.
    Anche nei miei due anni in Ghana ho guidato una 2CV. Grandi ruote, buone sospensioni e raffreddamento ad aria, giusto per le piste africane.

    Rispondere
    • vuoto

      Le vecchie scatole e le piste

      Semplicemente fantastico, come naturalmente molte costruzioni più vecchie hanno preso buche, lavabi e dossi ...

      La corsa delle sospensioni e l'altezza da terra di una 2CV mettono in ombra il 99% degli attuali SUV e una R4 non è inferiore ad essa in pista. Anche i vecchi svedesi si sentono a proprio agio lì. Una volta ho visto un vecchio spot pubblicitario in b/n per la Volvo Amazone e il mercato statunitense sulla DuRöhre. È girato esclusivamente in pista. Oggi impensabile...

      Nella pubblicità odierna, la libertà dell'automobile si realizza nelle grandi città, sulle strade di campagna e sulle autostrade. Le strade sono sempre nere come la neve con accenti bianchi come la neve, sono appena asfaltate e la segnaletica orizzontale è stata applicata un'ora fa. Miracolosamente, queste strade sono sempre vuote, un tappeto rosso steso a costi incredibili appositamente ed esclusivamente per gli acquirenti del modello pubblicizzato di ogni marchio. Ma la realtà oggi è l'ingorgo o almeno il traffico lento...

      Ma sto divagando. Nello spot, il narratore elenca una serie di vantaggi dell'Amazzonia. Circa miglia per gallone. Balbetta e balbetta sul motivo per cui uno amerebbe la sua Amazone mentre viene vista a rotta di collo attraverso i pendii e persino lo sci di fondo. E poi alla fine dice che forse ciò che ami di più della tua Amazon è che puoi guidarla come se la odi!
      Che affermazione...

      Una volta avevamo macchine che passavano (quasi) senza strade. Oggi abbiamo auto che trovano ovunque strade vuote e scivolose e una connessione internet perfetta e chi ci crede è beato...

      Rispondere
  • vuoto

    Un bell'esempio di cultura automobilistica. Si spera che ci sarà qualcuno che darà nuova vita alla 2CV.

    Rispondere

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.