Sei pronto per i momenti francesi della vita?

Ci sono tre Saab parcheggiate davanti a casa mia. Un 9000, un 9-5 e un 9-3. E questo nel 2022. 11 anni da quando il marchio non esiste più. Una prenotazione Saab che si spera mi accompagnerà per molto tempo. Ma la monocultura delle auto svedesi sta lentamente volgendo al termine. Quei momenti francesi rivivono. Sotto forma di una nuova auto intelligente, questo è certo. Forse un classico della lunga stirpe di antenati del marchio Citroën arricchirà anche la mia riserva svedese nel prossimo futuro.

Citroën - Momenti francesi

Ho in mente, nel vero senso della parola, una Citroën CX, BX o XM. L'idropneumatica è indispensabile quando si tratta di Citroën. Forse, se oso, proverò anche un DS. Aspetta, un modello è già parcheggiato sulla scrivania. Mi avvicino all'argomento con attenzione e lentezza e, sulla base di molti anni di esperienza, metto le briglie al cavallo da dietro. Ciò significa che cerco prima il cacciavite giusto e affidabile che possa usare l'argomento.

Quindi seleziona l'auto giusta per questo.

La mia idea in sospeso sfida le storie di Saab, questa riserva e il blog? Non lo farà, anzi. Tutto è in continuo mutamento, si muove e cambia. Gli aspetti freschi portano nuove idee, aiutano la creatività e sono corroboranti. Ciò che è buono per me è positivo anche per il blog e le storie quotidiane di Saab.

Citroën ed io abbiamo una storia più lunga che con Saab, la simpatia è sempre stata lì e non è mai andata via. Quindi un po' di Francia si sta spostando sul blog. Una leggera brezza di raffinata cucina francese che non sostituirà nessun tema Saab.

Va bene per niente?

Qualche settimana fa c'era già il tema Citroën. Inteso solo come una breve apparizione come ospite, perché ho la posta dell'altro mio marca preferita ricevuto. Mi ha stupito quanti lettori abbiano un legame con l'avanguardia francese.

E come i gusti siano simili ea volte anche i CV automobilistici. Non solo sono arrivato a Saab via Citroën come scalo, ma alcuni lettori si sono sentiti allo stesso modo. Dal momento che il marchio fa di nuovo parte della famiglia da alcuni anni e, insieme a Saab, fa parte della nostra vita automobilistica quotidiana, c'è ovviamente sempre una storia da raccontare.

Cultura automobilistica francese del presente e del passato e qualsiasi altra cosa mi venga in mente. Un cambiamento rispetto alla saga svedese di un marchio eccezionale, con testimonianze di un altro grande marchio europeo che è anche notevole.

Ad essere onesti, di certo non avrei implementato questa idea qualche anno fa. Ai tempi in cui Saab offriva ancora veicoli usati giovani ed era in concorrenza con altri marchi. Questo è passato. Nel frattempo siamo diventati uno spettacolo giovane e classico, ma purtroppo non del tutto volontariamente. Chiunque voglia ancora guidare la Saab oggi lo fa semplicemente per amore e convinzione, e Citroën non è in alcun modo in competizione con le reliquie Saab.

I nostri momenti francesi inizieranno con un reportage nei prossimi giorni. 50.000 chilometri con la Citroën Berlingo, che dicono di guidare, è come fare una vacanza in Francia. È davvero così?

Il resoconto dell'esperienza è entusiasmante perché autentico. Perché in Citroën siamo stati solo un cliente normale per 3 anni, nessuno sospettava nulla del background mediatico.

Altrimenti certe cose non sarebbero certamente accadute come sono.

Naturalmente, non tutti i lettori apprezzeranno il mio debole per il doppio angolo. Anche questo è chiaro, e quindi nessuno che si è iscritto a una newsletter se ne preoccuperà. Puoi iscriverti alle mie storie personali Citroën, ma non è necessario.

Se non lo fai, la casella di posta rimane vuota e tutto è come sempre.

25 pensieri su "Sei pronto per i momenti francesi della vita?"

  • vuoto

    ……l'ho notato solo ora, sì citroen in ogni caso, più alfa e lancia.
    basta……pasta.
    tutti i marchi sono stati realizzati da pilastri intelligenti e avidi della società
    derubati della loro identità finché non rimase solo il prezioso logo aziendale.
    il mio consiglio per l'acquisto di una citroen:
    Anatra da 6 volt......brillante
    dyane…….invece della moda, contemporanea 2 cv 6
    ds as id .... con cambio manuale un bissle sportivo (anche Montesieger come il 96er).

    Rispondere
  • vuoto

    Quindi mi orienterei verso la BX, io stesso ho una BX 19 GTI dal 1991. Qualsiasi cosa senza elettronica nelle sospensioni è la migliore.
    A CX, DS, GS piace arrugginire, Xantia, XM... hanno già troppa elettronica a bordo. Tuttavia, Saab 901 e DS hanno caratteristiche di guida simili a causa del peso sull'asse anteriore.

    Rispondere
    • vuoto

      Certo, la BX 19 GTI è un sogno. Se la mia memoria mi serve bene, il fantastico motore arriva dalla 205 GTI. Vediamo cosa accadrà 😉

      Rispondere
  • vuoto

    Vai avanti, un amico si è interessato a un XM proprio mentre di recente ho acquisito il mio nuovo SAAB, ora anche più vecchio. Ovviamente l'ho sconsigliata XM, troppo insicura, l'idropneumatica, la fornitura di pezzi di ricambio, la mancanza di officine con esperienza e, e, e. Ma le Citroën sono sempre state affascinanti, ma anche affidabili? Più come italiani? Sono eccitato!

    Rispondere
  • vuoto

    Ho visto due C6 in un parcheggio privato durante il fine settimana... in realtà è un peccato che non esistano più. Sapevi anche che l'autista ticchettava in modo leggermente diverso...
    .. e per favore continua a riferire su NEVS, nessun altro lo fa. Ho sempre trovato i rapporti e gli sfondi dalla Cina molto eccitanti!

    Rispondere
    • vuoto

      Temo che nei prossimi giorni potrebbe esserci una delusione. L'argomento NEVS è nell'elenco di uscita (tra le altre cose).

      Rispondere
  • vuoto

    Trovo davvero interessante che alcune persone ci siano abituate con Saab e Citroen! Sono venuto anche in SAAB dal francese, ma da 2CV a 900 i! Quello era già un mondo, già quando si chiudevano le porte...

    Rispondere
  • vuoto

    Lo vedo con scetticismo. Quando Tom inizia a scrivere di limoni, diffonde l'infezione da limone come l'infezione da Saab. Posso già vedere cosa sarà parcheggiato davanti alla mia porta tra un anno. 😉

    Ma preferirei di gran lunga avere il limone come argomento piuttosto che NEVS, devo dirlo. Meglio guidare la cultura dalla Francia rispetto agli speculatori dalla Cina.

    Rispondere
    • vuoto

      Sì. Quello che Tom sta facendo qui è davvero brutto. Ho già alcune Citroen sulla fatidica nota "Dovresti guardare".

      Il Lizi

      Rispondere
  • vuoto

    Probabilmente è a causa della mia giovane età che preferirei i modelli più giovani come il C6, DS5 o ora solo il DS, il DS9. Non riesco davvero a identificarmi con i modelli più vecchi

    Rispondere
    • vuoto

      Posso capire. La CX e la BX (ne avevo diverse) sono le auto della mia giovinezza. Ho guardato un DS5 nella filiale di Francoforte. Ottima macchina con un design notevole. Ma poi è diventata di nuovo una Saab.

      Rispondere
  • vuoto

    Sì, ci sono sempre più amori nella vita. Le mie preferite sono Saab, BMW, Jaguar e Citroën. Una miscela forse del tutto insolita, ma ad esempio Lancia o Alfa Romeo, Audi, Volvo e Co. - lì non mi accendono scintille...

    Rispondere
  • vuoto

    Oserei una scommessa: alla fine sarà solo un CX dei 3 modelli citati in origine (se non finirà per essere un DS). Oltre alla Saab, sono anche molto affezionata alla Citroën e alla Francophile, ma una BX o una XM non sono proprio la mia tazza di tè... poi ancora di più una C6...

    Rispondere
    • vuoto

      Forse si. Ci sono sempre CX molto carine e ben tenute sul mercato, la tentazione è grande. Vediamo come va la scommessa.

      Rispondere
  • vuoto

    sì, DS / ID era in anticipo sui tempi, purtroppo è rimasto poco. Esperienza con DS Break per diversi mesi, sfortunatamente non così affidabile, respinta e finita in SAAB.
    Mi sono imbattuto casualmente nel Museo Citroen durante le vacanze in Provenza il mese scorso Castellane Route Napoléon N 85. Da vedere, ma solo veicoli (100!) fino alla fusione con Peugeot (www.citromuseum.com) (1936 – 1976). Tutto ancora percorribile, con pochi chilometri e tutto nelle condizioni originali, come acquistato. C'è anche Wankel.

    Rispondere
  • vuoto

    Ancora oggi mi pento di essermi separato dalla mia Xantia V6. Sospensione, sedili, automatico e il design sobrio. Soprattutto all'interno: un sedativo estremamente efficace. E Citroen potrebbe anche in pelle.
    Sfortunatamente, comprendiamo solo alcune cose con l'aumentare dell'età e una certa maturità.
    La paura giovanile di apparire soffocante e noiosa vorrebbe essere scontata dai primi anni '30. Dopo di che, la situazione si calma.
    Non posso che essere d'accordo con Aero50: alcune marche di auto funzionano sempre. E forse troverai davvero il paradiso Citroën. Diverse volte sono stato vicino a mettere una CX, una XM o - la mia preferita - una C6 nel mio garage. Finora, la ragione ha sempre trionfato. Anche se lo definirei comunque panico prima delle riparazioni. Tengo gli occhi aperti mentre guido Saab.

    Il Lizi

    Rispondere
    • vuoto

      È il panico della riparazione che ci trattiene...

      Rispondere
  • vuoto

    Citroen, Lancia e Saab funzionano sempre! Sono in qualche modo spiriti affini. La trazione anteriore si collega.
    ed ovviamente; Tutto tranne che ordinario!

    Rispondere
  • vuoto

    Prima della SAAB avevo due Citroën. Entrambi C5 Tourer, uno con sospensioni in acciaio, uno con Hydractiv 3+, il successore della classica idropneumatica. Ho ancora un vago confronto con il BX dei nostri vicini di allora, che era notevolmente più morbido del C5. Era... più sportivo. Che mi ha deluso. Un XM è ovviamente molto chic. Ha anche già la sospensione Hydractiv, ovvero l'idropneumatica a controllo elettronico. Ma è notevolmente più comodo degli ultimi modelli Citroën. Che ne dici di Xantia? Era disponibile con idropneumatica e sospensione hydractiv.

    Diventa un po' problematico con i pezzi di ricambio. I Citroënisti non sono così benestanti come te in SAAB.

    "The Grand Tour" ha portato un bel omaggio al CX lo scorso anno: https://www.youtube.com/watch?v=VTHJ7G8J8OE

    😉

    Rispondere
    • vuoto

      Sì, la Xantia. Ne ho guidato brevemente uno con sospensioni idrauliche ai tempi in cui la mia concessionaria Citroën esisteva ancora. Ho trovato la sospensione così perfetta che la Xantia era noiosa. Preferisco i modelli più vecchi, meno perfetti ma carismatici come BX, CX e forse XM. Ma la tendenza (interna) è più verso BX e CX, per cui è quasi più difficile ottenere un buon BX che un CX.

      Ovviamente lascio il paradiso Saab con il tema dei pezzi di ricambio, per me è chiaro. Ma non è così male, la Saab guida sempre 😉

      Rispondere
  • vuoto

    Ridden CX Break ("Tin Camel") e CX per anni e mi è piaciuta molto la planata della portantina, ma come posso dirlo? DS è bello dall'esterno ma ancora piuttosto vecchio e poco pratico, e quindi hmnaja per l'uso quotidiano. Tutto sommato, sarei tornato con la Jaguar del marchio, cosa che la Brexit mi ha rovinato un po'. E come decappottabile, l'unica opzione per me è Saab e nient'altro, quindi la questione con i marchi automobilistici è stata chiarita per me. un focus è su Saab, la mia seconda macchina è una MB e se mai trovo un 9-5 NG adatto ....

    Rispondere
    • vuoto

      È sempre emozionante leggere di altri marchi automobilistici nelle nostre vite Saab. Penso che sarebbe una buona idea se il blog riprendesse l'argomento, solo per vedere quali altre identità di marca scaldano i nostri cuori. Forse si può scorgere una tendenza, da quale angolo d'Europa il secondo, il terzo... sta arrivando la cultura dell'auto.

      Rispondere
      • vuoto

        @Flens99 Iniziamo un sondaggio? Quale altro amore automobilistico c'è oltre Saab (o qualcosa del genere)?

        Rispondere
      • vuoto

        Sono stupito di quanto siano simili i percorsi di molti fan di SAAB. Dopo GSA con boxer e doppio carburatore, AX, CX, la famosa Xantia V6 Break, un intermezzo con Renault VelSatis, qualche anno fa volevo effettivamente acquistare una C6. Ho sempre avuto SAAB sul mio radar e quando i cancelli sono stati chiusi a Trollhättan, ho avuto la sensazione di doverlo accedere ora o mai più.
        Non riesco ad abituarmi agli attuali modelli Citroën. Vanno sotto nella monotonia automobilistica.
        Sarei felice dell'una o dell'altra storia di una Citroën luminosa.

        Rispondere

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.