La crisi di Evergrande (immobiliare) sta andando verso un altro climax

Dopo essere stato sospeso dalle negoziazioni per 3333 giorni, il titolo Evergrande (HK 17) ha riaperto ieri. La carta è stata subito sottoposta a forti pressioni e ha perso oltre il 12%. Le ragioni sono varie, la crisi di Evergrande si sta dirigendo verso un nuovo climax. I prossimi giorni saranno decisivi, perché scadrà il primo periodo di grazia per il mancato pagamento degli interessi sui titoli statunitensi. Un problema che a quanto pare è stato disinnescato solo all'ultimo minuto. Si può anche guardare con entusiasmo cosa sta succedendo a Evergrande Auto. A Tianjin prosegue il percorso verso la produzione. Una data (non ufficiale) è già stata fissata.

Hengchi 7 - sullo sfondo Hengchi 5
Hengchi 7 - sullo sfondo Hengchi 5

La crisi di Evergrande sta per raggiungere un nuovo punto culminante

Se qualcosa va storto, di solito accade completamente. La situazione del Gruppo Evergrande può essere descritta in modo simile. Tutte le trattative, che dovrebbero portare denaro fresco nelle casse vuote di China Evergrande, sono state concluse senza successo. del Vendita del 50,1% di Evergrande Property Services a Hopson Development, che avrebbe potuto portare miliardi, non si materializza. I colloqui sono stati ufficialmente dichiarati un fallimento.

Anche la ricerca di un nuovo proprietario della sede di Evergrande a Hong Kong, la cui vendita avrebbe dovuto generare 2 miliardi di dollari, non ha avuto successo. L'immobile non è in vendita alla tariffa desiderata nella situazione attuale. Mentre il prezzo è stato ridotto a 1,7 miliardi di dollari USA nel corso della negoziazione, anche questo prezzo sembrava essere Proprietà Yuexiu essere troppo.

Un dettaglio delicato a lato: la Yuexiu Property è di proprietà maggioritaria del governo provinciale locale, che fino a poche settimane fa era sostenitore delle ambizioni di Evergrande. E che ora sorprendentemente si rifiuta di aiutare.

Il crollo delle vendite immobiliari sta esacerbando la crisi. Da settembre al 20 ottobre, le vendite di Evergrande Group sono crollate del 97% rispetto all'anno precedente. La società sembra essere completamente tagliata fuori dall'afflusso di nuovi fondi.

Le scadenze importanti stanno per scadere

Una data cruciale è il 23 ottobre. Un periodo di grazia di 30 giorni per il primo pagamento di interessi non rispettato di 83.5 milioni di dollari USA per obbligazioni in dollari termina sabato. Se questa scadenza viene infranta, il default è ufficiale e China Evergrande è considerata una procedura fallimentare secondo le regole consuete.

Anche qui c'è un dettaglio marginale: mentre Evergrande non gestisce più tutti i pagamenti degli interessi sulle obbligazioni statunitensi, i pagamenti degli interessi sulle obbligazioni domestiche in yuan continuano a funzionare.

Apparentemente all'ultimo minuto, Evergrande ha i fondi oggi trasferito, riporta un mezzo statale. Si attende una conferma ufficiale.

Il totale dei pagamenti non conformi è cresciuto fino a 279 milioni di dollari nelle ultime settimane, compreso il pagamento che potrebbe essere stato effettuato ora. Le scadenze continuano, l'eventuale pagamento è solo un breve ritardo. E nuovi pagamenti di interessi sono dovuti per novembre e dicembre.

Non si possono escludere ulteriori momenti salienti della crisi di Evergrande.

Evergrande Auto continua ad attenersi ai piani

Mentre la divisione immobiliare continua a scrivere nuovi titoli, la divisione automobilistica (HK 0708) sembra essersi disaccoppiata da essa. Il titolo è stato scambiato a un livello basso con un leggero aumento negli ultimi 30 giorni. Evergrande Auto ha ricevuto nuovi finanziamenti a settembre, a seguito di segnalazioni non confermate. Il lavoro a Tianjin è nei tempi previsti e anche i fornitori sono invariati a bordo.

Si dice che le quantità degli ordini siano state ridotte, ma Evergrande Auto si attiene all'inizio della produzione e al marchio Hengchi. La data di inizio non ufficiale è il 10 gennaio 2022 presso lo stabilimento NEVS di Tianjin.

Allo stato attuale delle cose, il crollo del gruppo immobiliare sembra più probabile che mai. Il futuro dei progetti automobilistici e quindi anche il destino futuro delle proprietà europee rimane aperto.

4 pensieri su "La crisi di Evergrande (immobiliare) sta andando verso un altro climax"

  • vuoto

    Ebbene ci sono gli agenti immobiliari in Cina, non diversi da qui, pagano all'ultimo minuto, e solo con i propri soldi se nessuna banca o stato dà loro altro.
    Il PCC ha l'esperimento con l'economia di mercato gestita come una grande incognita. Dopo l'economia pianificata nel Comecon e l'economia pianificata con aziende private come produttori nel Terzo Reich, questa è una variante diversa.
    Quello che ne sarà della divisione auto è davvero eccitante, sono davvero curioso di sapere se gli Hengchi sono bravi!

  • vuoto

    Ancora una volta ben studiato e scritto in modo fattuale e informativo ...
    È così che i media sono divertenti. Grazie ! !

    PS
    Leggendo velocemente, mi sono imbattuto solo in "Nivea". Mi sembra sempre positivo quanto sia alto il livello linguistico, quanto basso sia il quoziente di errore qui. Anche i supporti di stampa modificati difficilmente possono tenere il passo. Per non parlare dei formati online usati frettolosamente e della parola parlata nell'ÖR ...
    In termini di contenuto e linguaggio, inciampi da un bastone o da una pietra all'altra. Qui è piacevolmente diverso: un rifugio mediatico con viste interessanti sul bordo degli occhiali Saab. Semplicemente buono.

    • vuoto

      Nivea, almeno qualcosa con il senso dell'umorismo. Il blog “produce” (ancora per qualche giorno) in condizioni difficili di trasloco, e questo a volte accade.

      • vuoto

        Il blog è fantastico! !
        "Nivea" lo rende solo umano. Se il blog dovesse affrontare le insidie ​​dell'auto-correzione, mi insospettirei lentamente ma sicuramente...

I commenti sono chiusi