NEVS alla ricerca di investitori per il dopo Evergrande

NEVS afferma che l'azienda ha le 9 vite di un gatto. Se questo è vero si vedrà nei prossimi mesi. Ci sono state abbastanza situazioni difficili dal 2012 e la crisi dell'Evergande potrebbe essere la sfida più grande di tutte. È vero che attraverso la vendita del "Meneko“Condivide un margine finanziario che potrebbe essere sufficiente per diversi mesi. Tuttavia, come misura preventiva, la Stallbacka presume che Evergrande Auto non sarà in grado di sopravvivere alla crisi. E preparati per il momento successivo.

Impianto NEVS Trollhättan, visto dall'aerodromo
Impianto NEVS Trollhättan, visto dall'aerodromo

Colloqui con gli investitori

NEVS ha tenuto colloqui da tempo con potenziali nuovi proprietari e investitori, come ha fatto il CEO Stefan Tilk in un'intervista Bloomberg segnalato. Non ha ancora fatto nomi, fa riferimento ad accordi di riservatezza. Sta facendo ciò che avrebbe voluto fare da molto tempo e ciò che ora viene accelerato dalla crisi di Evergrande, afferma Tilk.

La sua strategia non è solo finalizzata al cambio di proprietario. Riguarda anche il finanziamento di progetti e diventa chiaro che NEVS vorrebbe reggersi da solo in futuro.

Patrimonio di NEVS

NEVS non possiede solo le vaste eredità di Saab nella Stallbacka. Lì potrebbe essere costruita una fabbrica di batterie, un piano a lungo accarezzato. Le attività includono anche una partecipazione nel produttore di auto sportive Koenigsegg. Almeno come valore di speranza, puoi prenotare l'eventuale produzione a contratto per Sono Motors. Porterebbe a Trollhättan posti di lavoro e l'agognato ruolo di produttore a contratto.

Anche lo stabilimento di Tianjin appartiene ancora a NEVS e con esso la preziosa licenza di produzione. Ora è comprensibile il motivo per cui Evergrande Auto ha tutte le attività a Tianjin gruppi e il ritiro di lavoratori e macchine da altre fabbriche.

NEVS Stabilimento di Tianjin (Credito fotografico NEVS)
NEVS Stabilimento di Tianjin (Credito fotografico NEVS)

Ruolo chiave per Evergrande

NEVS svolge un ruolo cruciale nella sopravvivenza dell'investimento nell'auto elettrica. Le altre fabbriche Evergrande sono in costruzione, o quasi finite. È improbabile che a una di queste fabbriche sia stata concessa una licenza di produzione, che può essere ottenuta solo in Cina attraverso un lungo iter burocratico. E, nella situazione attuale, nemmeno capito.

Il ruolo chiave di questa licenza è la carta vincente e la difficoltà riunite in una. Rende NEVS prezioso e indispensabile per Evergrande nella situazione attuale. Lasciar andare l'azienda significherebbe il fallimento dei piani di Hengchi, almeno a medio termine. Ma la vendita potrebbe gettare il capitale tanto necessario nelle casse cinesi vuote.

5 pensieri su "NEVS alla ricerca di investitori per il dopo Evergrande"

  • vuoto

    PS
    Se Evergrande raggruppa personale e strumenti a Tianjin, questo parla contro una vendita, non è vero?
    Il lavoro e la licenza potrebbero anche essere più attraenti come tabula rasa per altri produttori e marchi. La carta bianca è più preziosa della carta straccia.
    Chissà cos'altro sperimenteremo lì?

    Capitale e know-how sono sostanze volatili. Se il PCC esagera gli ostacoli in Cina, la conseguenza logica è in realtà una produzione al di fuori delle pubbliche relazioni. Sarebbe un capovolgimento del familiare e potrebbe essere ancora più eccitante di quanto non lo sia già...

    • vuoto

      È un gioco di poker di alto livello. Con esito incerto.

  • vuoto

    È probabile che la vendita sia solo una goccia nel mare di debiti di Evergrande. Il tipo di finanziamento per i progetti di costruzione e l'ammontare del debito non hanno senso per me. A differenza della Germania, dove gli acquirenti di appartamenti o case chiavi in ​​mano pagano il progetto passo dopo passo, cioè sempre per servizi parziali completati, qui è detto che l'acquirente cinese paga tutto in anticipo. Come in Germania, i progetti non dovrebbero essere finanziati dall'agenzia esecutrice del progetto tramite credito. Da dove viene il debito? I progetti a metà non dovrebbero essere perché sono pagati dal cliente e Evergrande non ottiene più soldi quando sono finiti.

  • vuoto

    Puoi solo incrociare le dita per NEVS! Per un po' in Cina e con un proprietario migliore!

  • vuoto

    Trionfi inaspettati

    Questo è eccitante. Apparentemente NEVS ha cattive carte e ha ancora una buona mano nella mano, se ho capito bene?

    Non ho familiarità con i giochi di carte, sappi solo che nel poker o nello skat c'è anche la possibilità di vincere con una mano "debole". "Null Hand" e "Null Ouvert" sono ancora oscuri nella mia memoria dalla lunga pausa nel settimo anno scolastico da Skat in inverno. È un'analogia adatta?

    Se così fosse, sarei felice per Trollhättan. A volte devi avere un maiale...

I commenti sono chiusi