Taglio netto a Trollhättan - 300 posti di lavoro potrebbero essere persi

Taglio netto a Trollhättan. Ieri pomeriggio, NEVS ha annunciato la riduzione fino a 300 posti di lavoro. Alcuni dei circa 650 dipendenti fino ad oggi lasceranno lo Stallbacka. NEVS giustifica il duro taglio con un piano per trasformare l'azienda. Le vere ragioni, però, potrebbero avere origine completamente altrove.

Deforestazione NEVS a Trollhättan
Deforestazione NEVS a Trollhättan

Taglio netto a Trollhättan

300 dei circa 650 posti di lavoro da eliminare in futuro. I parcheggi davanti all'ex stabilimento Saab saranno un po' più vuoti in futuro. I sindacati ieri sono rimasti sorpresi dall'entità dei licenziamenti. Si aspettavano un minor numero di licenziamenti. La riduzione interessa 200 dipendenti negli uffici e sviluppo, 100 nelle officine e nei laboratori. NEVS giustifica lo smantellamento con la trasformazione dell'azienda verso veicoli autonomi, lontano dalla classica costruzione automobilistica.

L'azienda vede la ristrutturazione come una “giornata difficile per i dipendenti”, ma anche come un investimento nel futuro della mobilità. Come motivo vengono citate anche misure immediate di riduzione dei costi. È proprio qui che potrebbe risiedere la vera causa della perdita di manodopera.

NEVS dipende quasi interamente dai trasferimenti dalla Cina. La posizione di Evergrande Auto non è chiara e gli sviluppi futuri non sono stati chiariti. Miriamo ad attirare nuovi investitori. Se e quando avrà luogo è nelle stelle. La direzione di Trollhättan reagisce allo sviluppo con misure rigorose e si adatta alla situazione tesa.

Nessuna produzione automobilistica (attualmente) pianificata

Interessante è una nota di ieri, al contrario Sveriges Radio. Di conseguenza, non ci sono piani per Trollhättan di "avviare immediatamente" la produzione di automobili. Nessuna sorpresa, perché i piani di Evergrande Auto sono limitati alla sola Cina. Almeno per il momento e per un periodo di medio termine.

Tuttavia, c'è una prospettiva e il ruolo di NEVS come produttore a contratto sembra essere ancora presente. Perché l'azienda sta parlando con varie aziende della produzione a contratto. Ovviamente non sono stati menzionati i nomi dei possibili partner. Se l'attuale sviluppo sia utile per i colloqui è un'altra questione.

Correzione: nella prima versione del testo, 800 dipendenti di NEVS sono stati nominati erroneamente. Ma ci sono solo poco più di 650 persone impiegate presso NEVS.

3 pensieri su "Taglio netto a Trollhättan - 300 posti di lavoro potrebbero essere persi"

  • vuoto

    Tutto ciò che abbiamo appreso su Evergrande nel recente passato mostra chiaramente che si tratta di riduzione dei costi e non ha nulla a che fare con un investimento nel futuro. Il futuro di Evergrande è molto oscuro. È discutibile se ci sia ancora un futuro nella mobilità per loro.
    Spero che ci possa essere un datore di lavoro migliore e più sicuro per i dipendenti di NEVS.

  • vuoto

    Nessuna buona prospettiva per i dipendenti, la città, la regione.
    Come sempre, la restante speranza per campi di attività innovativi a Trollhättan.
    La cosa con Evergrande z. Sta andando via in questo momento, è l'orrore più puro...
    Sono curioso di vedere come andranno le cose in futuro, se l'allineamento pianificato diventerà effettivamente una realtà o sorgerà una fossa comune pecuniaria automobilistica ...
    Grazie per le informazioni sempre veloci!

  • vuoto

    Pura miseria che dipende dalla flebo cinese. Altro non mi viene in mente. BMW una volta voleva rilevare lo stabilimento, cosa che non era voluta in Svezia. Se avessero fatto meglio, saremmo stati tutti risparmiati dalla miseria.

I commenti sono chiusi