Christian von Koenigsegg sulle auto elettriche e cosa deve a Tesla

Koenigsegg è considerato uno dei bastioni che non si affidano all'auto elettrica pura. Nel “Framgångspodden” svedese di Alexander Pärleros, Christian von Koenigsegg (CvK) parla della prospettiva delle auto elettriche per il suo marchio. E su ciò che deve a Tesla. “Framgångspodden” è un formato di successo in Svezia con un pubblico di 2,5 milioni di persone al mese.

Koenigsegg Regera
Koenigsegg Regera

Koenigsegg e l'auto elettrica

Finora, Koenigsegg ha rifiutato di fare affidamento su azionamenti puramente elettrici. Il mix di un motore a combustione ad alte prestazioni e motori elettrici sembra essere il modo migliore e più economico. Koenigsegg lo celebra in modo convincente con la nuova Regera. Funziona con combustibili rinnovabili (E85), che Christian von Koenigsegg considera ottimale per prestazioni e divertimento, senza perdere di vista le considerazioni ambientali.

Ma questo potrebbe cambiare.

Come ammette Koenigsegg su “Framgångspodden”, in tedesco “Success Podcast”, Koenigsegg potrebbe essere costretta a cambiare strategia tra 5 o 6 anni. Per legge, la luce potrebbe essere espulsa dal motore a combustione, cosa che Koenigsegg non accetterebbe senza resistenza.

Costruire un'auto elettrica sarebbe facile per Koenigsegg. 700 cavalli elettrici sarebbero già in Regera presente, il motore a combustione V8 verrebbe rimosso. Più motori elettrici e più batterie e avresti 2000 CV. Ma il peso sarebbe molto alto, cosa che CvK è visibilmente restia a proporre come soluzione per le sue hypercar. Ed è la componente emotiva che mancherebbe. Il sound originale del motore V8 di casa.

CvK e collaudatore Sonny Person davanti alla Regera
CvK e collaudatore Sonny Person davanti alla Regera

Tra 5 o 6 anni, Koenigsegg potrebbe dover ancora percorrere questa strada. O vuoi anche quando le batterie sono diventate molto più leggere e potenti.

Ciò che Christian von Koenigsegg deve a Tesla

Koenigsegg ha compiuto l'impresa di costruire dal nulla un produttore redditizio. I suoi prodotti realizzano i sogni, Koenigsegg guadagna con loro. Ma non tanto quanto Christian von Koenigsegg (CvK) ha guadagnato finora con Tesla.

Elon Musk, dice in “Framgångspodden”, è il suo grande idolo. Quando Musk ha venduto il servizio di pagamento PayPal, si è interessato alle sue idee. Il giorno dopo l'IPO, CvK ha preso i suoi risparmi dalla banca e li ha investiti in azioni di Tesla. Il prezzo a quel tempo era di 23 dollari USA per azione. Le prime azioni, che CvK continuava ad acquistare, ora valgono circa 2.000 dollari americani ciascuna, frazionamento compreso. Come CEO di Koenigsegg, non avrebbe mai potuto pagare così tanti soldi.

il Podcast dura più di un'ora e purtroppo non è disponibile in tedesco o inglese.

Con immagini di Koenigsegg

3 pensieri su "Christian von Koenigsegg sulle auto elettriche e cosa deve a Tesla"

  • Christian aveva un buon fiuto quando decise, proprio all'inizio, di investire in Tesla.

  • Addio al motore a combustione

    Mi consolo con il fatto che il valore emotivo e forse anche di mercato di tutti i motori a combustione aumenterà probabilmente non appena non se ne potrà più acquistare.

    Un'intera specie soffre il destino di Saab. E questo a un ritmo mozzafiato. A Daimler, il motore a combustione sarà interrato già nel 2025. Questo è praticamente dopodomani e, soprattutto, alla Benz, che ha il motore a combustione nel suo nome ...

    Non vedo l'ora che arrivi la celebrazione.

    Prevedo che tutti i MB immatricolati con motori a combustione tra il 2010 e il 2025 avranno almeno un alto valore intrinseco per molti anni, soprattutto perché nel 2025 e molto oltre, sarà ancora più facile per la maggioranza organizzare benzina o diesel rispetto a un carico. ..

    I politici rimarranno a corto di argomenti anche con il divieto e, in alcuni casi, la rinuncia anticipata volontaria da parte dei produttori, per limitare ulteriormente il funzionamento dei motori a combustione, per renderlo più difficile da un punto di vista fiscale e per la promozione della mobilità elettrica incontrerà limiti finanziari e sociali.

    È completamente diverso influenzare la scelta della guida per una nuova immatricolazione - che è socialmente immortale - con dei bonus che privare le classi socialmente più deboli della loro (auto)mobilità.

    Coloro che vogliono o non possono fare diversamente finanziariamente saranno in grado di guidare i motori a combustione per un tempo molto, molto lungo. Forse è proprio il ritmo frenetico di salutarlo che farà in modo che i più giovani, attuali e gli ultimi della loro specie ci sorprendano con una durata di vita e un valore intrinseco inimmaginabili.

    2
    1
    • innocuo invece di "immortale"
      Correzione automatica

I commenti sono chiusi