Il classico più popolare in Svezia è un Saab

Indipendentemente dalla pandemia della corona, l'industria automobilistica d'epoca continua a crescere. Non sta andando bene solo in Germania, ma anche in Svezia. La scena risente della cancellazione di fiere e grandi eventi. Ma questo non toglie nulla all'amore per il vecchio metal. Ora una Saab ribalta una Volvo dal trono della classica nazionale più popolare. C'è un rinascimento Saab ora?

Saab 96 - il classico più popolare in Svezia
Saab 96 - il classico più popolare in Svezia

Saab 96 sostituisce Volvo 120 (Amazon)

Il portale Blocket.se pubblica regolarmente un elenco dei classici più popolari. L'anno scorso, la Volvo 120 (Amazon) ha guidato la classifica. Quest'anno la Volvo si schianta all'8° posto, subentra il marchio di Trollhättan. La Saab 96 è attualmente la classica più popolare del paese e quella con i tempi di fermo più brevi. Ci sono ragioni nostalgiche, dice blocket.se, che guidano gli svedesi a Saab. Molti sono cresciuti con Saab e ora stanno riportando i loro ricordi dell'infanzia e della giovinezza.

Volvo 120 (Amazon) - scivola all'8° posto
Volvo 120 (Amazon) - scivola all'8° posto

Al secondo posto segue il Maggiolino Volkswagen, da anni leader di mercato anche in Germania. Dietro finalmente arriva una Volvo. È la 142 e quindi una berlina uscita dalla linea di produzione dal 1966 al 1974. La Volvo è il nuovo arrivato quest'anno e un segno che un cambio generazionale è incombente. 142 invece di Amazon, la scena si fa più giovane. Al quarto e quinto posto ci sono la Chevrolet Bel Air (4) e la Cadillac De Ville (5). Rappresentano il tradizionale amore degli svedesi per lo stagno americano.

I prezzi sono bassi

Blocket.se pubblica anche i prezzi medi ai quali vengono scambiati i classici più popolari in Svezia. Per gli standard tedeschi, questi sono bassi. Tuttavia, si deve notare che i beni medi con necessità di azione dominano il portale pubblicitario. Gli esemplari migliori del restauro sono rari.

Volvo 142, esordiente al 3° posto
Volvo 142, esordiente al 3° posto

La Saab 96 viene scambiata per una media di 29.500 corone, che corrisponde all'equivalente di 2.900 euro. Un Maggiolino VW del 1967 costa 45.000 corone svedesi (circa 4.400 €) e una Volvo 142 30.000 corone (2.950 €). Per quanto attraenti possano sembrare i prezzi, tanta è la cautela che si richiede quando si acquista un classico del nord.

Per quanto riguarda la carrozzeria, gli svedesi mostrano un alto livello di tolleranza. Ciò che a prima vista può sembrare fantastico, spesso si rivela una tomba per molti € e un impiego a lungo termine per il bodybuilder.

Con immagini di Volvo Cars (2)

6 pensieri su "Il classico più popolare in Svezia è un Saab"

  • vuoto

    Con tempo asciutto sono felice di guidare il mio 96iger OGNI giorno, non sei affatto un ostacolo al traffico ...
    E le vecchie signore salutano

  • vuoto

    Informazioni sulla Volvo 142: le berline di tendenza tra i giovani. Il SUV di papà è fuori. Proprio come il furgone di famiglia del nonno. Questo è il passare del tempo.

    • vuoto

      È un po' più speciale. Oggi la 142 è percepita più come una classica, grande coupé che una berlina...

      Se ai giovani svedesi piacessero le berline e le auto a 4 porte, la 144 sarebbe davanti alle 142 in classifica, ma è un po' diverso...

      LA berlina svedese di questo tempo sarebbe la Volvo 164. Tuttavia, ci sono diverse conversioni alla “162”, che - a parte un solo prototipo - non è mai esistita.

      È una sorta di brama fantasia dei giovani svedesi e anche degli uomini maturi che la loro industria automobilistica avrebbe potuto teoricamente costruire auto a due porte che non sono inferiori a qualsiasi pony car sul quarto di miglio.

      Lo sforzo che viene messo in evidenza è a volte grottesco. Come ho detto, una 142 viene fusa con una 164 per formare una 162 e poi viene buttata via un'intera macchina.

      Chiunque sia meno severo riguardo alle prove butta via entrambi i loro motori e mette altre marche sotto il cofano.

      Ma c'è anche la fazione meticolosa che vuole assolutamente fornire le prove con il blocco motore originale e non si sottrae a nessuno sforzo.

      Entrambe le fazioni hanno in comune il fatto che preferiscono prendere auto a 2 porte e, se necessario, saldarle da sole. Questo ha poco a che fare con la preferenza per le limousine...

      C'è un film completamente diverso e davvero unico in Svezia...

      • vuoto

        Questa è un'interpretazione speciale ma emozionante. Le limousine a 2 porte erano una volta il risparmio di denaro tra le limousine. La possibilità di vederla oggi come una coupé è comprensibile. A proposito, mi piace la 142a più della 164. Il 142 è più pulito 🙂

        • vuoto

          È così che la vedo io...

          Ad essere sincero, ho pensato di convertire io stesso il mio 164 in un 162 ...

          Le linee laterali sono molto più belle, "più pulite" come dici tu. La divisione di finestre e porte nella 144 e 164 è semplicemente troppo piccola, il montante B è troppo avanzato, le porte anteriori sono troppo corte, le porte posteriori troppo lunghe. Tutto sembra molto, molto meglio sul 142. A volte meno è di più.

  • vuoto

    È un bel sviluppo. Speriamo che aiuti a mantenere molto Saab.

    Un problema sono i “giovani selvaggi”, i tanti timidi, i lunghi inverni ei bassi prezzi d'ingresso a S. Inoltre c'è un certo orgoglio nazionale e l'alta tolleranza delle autorità e delle compagnie assicurative.

    Spero che alla 96 venga risparmiato il destino di molte Amazzoni e Volvo 142, alcune delle quali sono grottescamente ricostruite e messe a punto. In S è una specie di sport nazionale mostrare i fanali posteriori con i vecchi svedesi, i nuovi veicoli tedeschi e le muscle car statunitensi.

    Queste conversioni non possono essere approvate in Germania e sono definitivamente perse nella scena delle auto d'epoca.

    Come berlina a 142 porte, la Volvo 2 era in realtà e originariamente il modello entry-level economico, dove dovevi piegare i sedili anteriori per salire sul sedile posteriore. Oggi la sua percezione da parte dei giovani selvaggi è completamente diversa.

    Come modello a 2 porte, è visivamente più simile alle muscle car statunitensi. Una parte della scena mette i turbocompressori davanti ai motori originali e spreme circa 500 CV da un B20 (che aveva un massimo di 125 nell'originale) e un'altra semplicemente butta via i motori. Sono installati V8 dagli USA e occasionalmente motori BMW più recenti. Il fatto che la Volvo sia quindi solo metà Volvo non sembra essere un problema per questa parte della scena.

    Niente contro il tuning e il divertimento di guida, ma trovo deplorevole la perdita di sostanza storica. Come ho detto, spero che la Saab 96 venga risparmiata.

I commenti sono chiusi