Evergrande Auto - parcheggio automatizzato per Hengchi 1

Evergrande Auto rivela sempre più dettagli sulle prossime auto elettriche. A poco a poco hai lasciato cadere il sipario. Si può dire che Evergrande fa molte cose nel modo giusto. Il mercato cinese è probabilmente il più difficile al mondo per le auto elettriche. Se vuoi competere, devi essere molto intelligente.

Parcheggio automatizzato - Hengchi 1 riconosce pedoni e ostacoli
Parcheggio automatizzato - Hengchi 1 riconosce pedoni e ostacoli

Mentre in Germania è sufficiente consegnare un'auto a trazione elettrica anziché a motore a scoppio per considerarsi progressista, in Cina la situazione è più ambiziosa. I clienti cinesi hanno aspettative più alte, un'esperienza che Volkswagen sta attualmente facendo a proprie spese. La Volkswagen ID.4, una semplice auto elettrica, sta iniziando con un debole inizio in Cina. A maggio sono state vendute 1.213 copie, circa 200 in meno rispetto al mese precedente. Numeri negativi per gli standard VW.

Dove sta il problema è ovvio. Bloomberg analizzato: L'ID.4 non è abbastanza intelligente. La nuova VW completamente elettrica non ha assistenti olografici a bordo. Non può parcheggiare in autonomia, non ha un alto livello di guida autonoma.

Diversi sistemi radar e una telecamera a 360 gradi garantiscono un parcheggio autonomo
Diversi sistemi radar e una telecamera a 360 gradi garantiscono un parcheggio autonomo

Parcheggio automatizzato

Il parcheggio custodito automatizzato secondo SAE Level 4 è una buona cosa per le nuove versioni al di sopra di una certa fascia di prezzo. I clienti cinesi possono ora scoprire come funziona presso Evergrande Auto nel "China Economic Weekly". Avviato tramite un'app, Hengchi 1 guida autonomamente in un parcheggio sull'isola di Hainan. L'auto elettrica riconosce pedoni e ostacoli e trova un parcheggio. Dopo che il parcheggio è stato completato, l'app segnala che il processo di parcheggio è stato completato con successo.

Hengchi 1 riconosce l'Audi che esce dal parcheggio e si ferma
Hengchi 1 riconosce l'Audi che esce dal parcheggio e si ferma

Anche il parcheggio fuori da un parcheggio è completamente automatico. Quando richiesto tramite l'app, Hengchi 1 parte in autonomia. L'auto elettrica riconosce un'Audi fuori dal parcheggio, si ferma, poi mantiene la giusta distanza e arriva al suo utente. Lo scanner facciale riconosce l'utente e consente l'accesso all'interno. Il sistema si basa su una combinazione di radar a ultrasuoni, radar a onde millimetriche, una telecamera a 360 gradi e materiale cartografico ad alta risoluzione.

Alta pressione per innovare

Il sistema di parcheggio automatizzato utilizzato da Evergrande Auto potrebbe essere del partner tedesco Continentale da consegnare. Ma Bosch ha anche sviluppato un sistema simile in collaborazione con Daimler.

Evergrande Auto racchiude nei suoi prodotti tutto ciò che è tecnicamente fattibile. Esatto, perché concorrenti come Xpeng, Li Auto e NIO stanno dettando il ritmo. La pressione per l'innovazione è alta in Cina, così come la velocità con cui le nuove tecnologie vengono utilizzate nelle auto elettriche. La Cina ha assunto un ruolo guida nella tecnologia degli azionamenti elettrici. L'industria automobilistica, un tempo tranquilla, sta cambiando rapidamente con l'elettrificazione.

Se vuoi sopravvivere in futuro, devi essere intelligente. E veloce.

6 pensieri su "Evergrande Auto - parcheggio automatizzato per Hengchi 1"

  • vuoto

    GRAZIE per l'interessante articolo e la discussione!
    Il blog è vivo….
    Saluti André T.

  • vuoto

    ...Penso anche che i valutatori negativi non considerino l'intero spettro. Finora, ogni progresso tecnologico ha mietuto le sue vittime fino a quando il sistema non è stato messo in sicurezza o si è arrivati ​​a un certo numero di vittime. Non importa quale sistema, che sia una bicicletta, un razzo spaziale, un treno, una macchina utensile o un'auto. Anche il nostro Kaiser Guglielmo II si sbagliava, l'auto non è solo un fenomeno passeggero, altrimenti oggi torneremmo a guidare. Al momento, il tentativo è osservare per ottenere esattamente questo. Non a cavallo, ma in bicicletta. Mi piace anche guidare tutto ciò che si può fare in bicicletta, ma sotto la pioggia, le lunghe distanze, molti bagagli, la neve e il freddo, mi piace prendere una SAAB. In aggiunta, i sistemi autonomi sono sicuramente un contributo per rendere più sicuro il traffico automobilistico e si svilupperanno molto rapidamente. E se non in Germania, poi in Asia, non lo fermeremo.

  • vuoto

    Penso che un'auto senza conducente a bordo sia generalmente spaventosa. Tutti i componenti tecnici non sono assolutamente esenti da errori al 100%: se la tecnologia non riconosce un ostacolo come previsto, non c'è conducente che possa intervenire in caso di necessità. Finché è solo un'Audi fuori dal parcheggio, non succederà molto: con un bambino piccolo che viene da qualche parte, l'intera cosa sembra diversa.

    Non bisogna credere troppo nella tecnologia: purtroppo il futuro riserverà una moltitudine di incidenti che ci mostreranno i limiti delle possibilità tecniche.

    Ad esempio, 30 km/h in città o un limite di velocità in autostrada è un contributo molto più sensato in termini di guida rilassata e maggiore sicurezza nel traffico.

    3
    1
  • vuoto

    Mentre dall'altra parte del globo le innovazioni stanno entrando nella produzione di serie, si parla di 30 km/h nelle città. Sono anche dell'opinione che non tutte le innovazioni abbiano senso, ma l'ostilità verso la tecnologia e la sonnolenza che è visibile in Germania è spaventosa.
    Ma poiché alcune delle tecnologie provengono già dalla Germania, sorge la domanda se le condizioni quadro non siano mature qui o se l'automobilista tedesco debba semplicemente essere derubato con un'auto elettrica di base.
    Non vedo l'ora che arrivino i primi rapporti di guida indipendenti, molto può essere fatto e trasformato nel video promozionale.

    2
    2
    • vuoto

      Video promozionali

      Ho una bella storyboard alternativa nel mio cassetto. Tutti eventi veri. Eventi individuali, ovviamente, ma potrebbero essere perfettamente condensati in un clip.

      Un veicolo parzialmente autonomo viene tagliato ed effettua un arresto di emergenza non necessario. Qualcuno si precipita dietro. Registrazione degli incidenti. Il viaggio continua e si trasforma in una strada laterale. Lì i giovani guidano gli e-scooter in curve sinusoidali su entrambe le corsie e prendono in giro il fatto che tutti i veicoli sono dietro di loro e
      frenata di emergenza automatica in arrivo e maledicendo ad alta voce i loro guidatori impotenti. Che divertimento. Che grande slalom. Chi altro sta facendo scherzi al campanello? Lo pensa anche un fratellino, si nasconde tra le auto parcheggiate, sopravvaluta i sensori e sottovaluta la fisica, corre sulla corsia e muore.

      1
      2
      • vuoto

        Forse sono stato frainteso/mi sono espresso in modo fuorviante?

        Se la guida semi-autonoma e autonoma si afferma, e lo farà e lo sta già facendo, osserveremo nuovi comportamenti di pedoni, pattinatori, e-biker, adolescenti e così via che non rientrano nel concetto.

        In termini puramente teorici, potrebbe essere possibile costruire auto più predittive, più fluide e più sicure di un guidatore che guida autonomamente. Ma gli esseri umani sono anche molto adattabili e capaci di apprendere. Ci sarà una moltitudine di "idioti" che si divertiranno ad esplorare i limiti di questo concetto, a giocare con loro, ea dare fastidio a detenuti e proprietari.

        Un ballo nel parcheggio, per esempio. Cosa fa l'auto autonoma che finalmente ne ha trovata una ed è in seconda fila? Esce da solo e spaventa i jolly? Blocca il traffico e aspetta che il gioco diventi troppo stupido per i giovani?

        C'è ancora molto davanti a noi che non è stato nemmeno preso in considerazione in modo rudimentale.

I commenti sono chiusi