Auto elettrica invece di Saab? Il risultato del sondaggio!

Tutti parlano di mobilità elettrica. In pubblicità, in concessionaria e comunque in campagna elettorale. Sembra che tutti nel quartiere avrebbero dovuto firmare un contratto per una nuova auto elettrica. Quindi l'onda elettrica sta correndo. Ma è davvero questa la verità? Quanto è grande il divario tra realtà e sentimento? Abbiamo chiesto ai lettori a livello di base.

Auto elettrica Saab

Certo, c'è stata un'auto elettrica nel mio quartiere per molti anni. Ora è stato aggiunto un secondo, almeno a giudicare dalla targa E. Ma non è una "vera" auto elettrica. È un ibrido plug-in sovvenzionato di un fornitore tedesco che è sempre stato caricato sulla wallbox, almeno inizialmente.

Nel frattempo, il fascino della novità è svanito, l'auto è appena attaccata alla spina. I combustibili puramente fossili sono più convenienti di quelli puramente elettrici. Tanto per la realtà. Come appare nel mondo Saab? Alcuni conducenti di auto elettriche sono già tra noi, ma quanto sono davvero popolari le auto elettriche? Il risultato del sondaggio mi ha sorpreso.

Stai già guidando esclusivamente elettricamente?

Poco più di ogni 10 partecipanti al sondaggio ora guida un'auto elettrica. Sembra che, a causa delle e-mail che arrivano qui, sia una percentuale bassa. Mi sarei aspettato una proporzione maggiore di primi veicoli puramente elettrici.

Guidi già un'auto elettrica?

  • no (89% Voti 284)
  • Ja (11% Voti 34)

Totale Votanti: 318

Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...

Guidi ancora Saab?

La domanda numero 2, che in realtà è stata rivolta solo al gruppo delle auto elettriche, non è stata formulata perfettamente da me. La domanda è stata risolta troppo spesso per produrre un risultato utilizzabile. Se vuoi, potresti almeno dedurre una certa tendenza. Passare a un'auto elettrica non significa necessariamente dire addio a Saab.

Guidi ancora Saab?

  • Sì, la Saab può rimanere! (86% Voti 115)
  • Lo stock Saab è stato ridotto! (7% Voti 10)
  • No, la Saab doveva andare! (7% Voti 9)

Totale Votanti: 134

Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...

Hai intenzione di passare a un'auto elettrica?

La grande sorpresa è stata la domanda numero 3. I valori hanno oscillato nel corso del sondaggio. Quasi un partecipante su quattro non ha ancora preso una decisione quando si tratta di auto elettriche, meno del 4% sta pianificando un cambiamento nei prossimi 10 mesi. Ciò che sorprende, tuttavia, è una grande maggioranza che ovviamente non è dell'umore giusto per una guida puramente elettrica.

Hai intenzione di passare a un'auto elettrica?

  • Per me un'auto elettrica non è un problema (70% Voti 211)
  • non ho ancora deciso (23% Voti 69)
  • Sì, entro i prossimi 3 mesi (4% Voti 12)
  • Sì, entro i prossimi 6 mesi (4% Voti 11)

Totale Votanti: 303

Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...

Circa il 70% dice di no, indipendentemente dalle allettanti sovvenzioni sullo sfondo. È una cosa specifica per Saab o riflette la realtà? Il passaggio alla guida puramente elettrica verrà aggirato dalla maggior parte delle persone nonostante gli enormi sussidi e la penetrazione dei media?

Torniamo all'origine della discussione e all'imminente decisione sull'auto aziendale nella mia azienda. Questo non mi riguarda, i veicoli vanno ai dipendenti. Perché è chiaro per me che passerò da un moderno motore a combustione a una Saab 9-5 OG in inverno.

Penso che sia una soluzione sostenibile.

Indipendentemente da ciò, anche la discussione sulle future auto aziendali in azienda prende una piega sorprendente. Dopo che l'euforia iniziale, basata sull'ingente finanziamento, si è placata, è seguita la disillusione. La decisione finale è ancora in sospeso, il risultato è aperto.

13 pensieri su "Auto elettrica invece di Saab? Il risultato del sondaggio!"

  • vuoto

    Mio figlio Daniel ha convertito una Saab 900 in elettrica. Il veicolo è omologato TÜV. L'accelerazione del veicolo è sorprendente.

    • vuoto

      Molto, molto cool.

      Per favore, per favore, dai un contributo. Sono sicuro che Tom sarà felice di pubblicare questo e che molti vorranno leggere e vedere (foto)...

  • vuoto

    Mio figlio Daniel ha già convertito una Saab 900 in una trazione elettrica. È un'esperienza speciale viaggiare in silenzio con una Saab 900.

    • vuoto

      Puoi anche leggere opinioni contrarie, forse anche da più ricercatori, allungare il tempo era troppo bello per scrivere una lettera. Ad esempio questo:

      https://teslamag.de/news/falsche-co2-werte-fuer-elektroautos-deutsche-studie-ist-laut-forscher-reine-desinformation-38329

      E come sempre, quando si tratta di grosse somme di denaro, puoi chiederti chi è bravo e poi devi rispondere da solo. Il che non dovrebbe essere affatto facile. Ma ciò che è facile è rendersi conto che la vita rimane difficile.

    • vuoto

      Stampa?

      Bene, forse puoi chiamare questa pubblicazione così. Ma dov'è il valore della notizia?

      Sappiamo tutti da molto tempo e da fonti affidabili che lo zaino di CO2 di un veicolo elettrico è in primo luogo più grande di quello di un motore a combustione comparabile e in secondo luogo, nell'attuale mix di elettricità, è difficile usarlo a proprio vantaggio.

      Trovo eccitante una discussione vivace e realistica sulle alternative sia ai veicoli elettrici che all'olio minerale. Perché al congiuntivo?

      Perché una discussione del genere non è né giornalisticamente né politicamente guidata né dalla lobby automobilistica un tempo rumorosa e così potente. Questo è sorprendentemente impotente quando si tratta della domanda.

      svogliato? Perché? Il presupposto è che l'attuale architettura della transizione energetica e dei trasporti non sia affatto scomoda per i grandi marchi e le multinazionali.

      Dopo oltre 100 anni di industria automobilistica, fanno parte e beneficiano di un progetto del secolo con corrispondenti prospettive di vendita e profitto e prodotti meno attuali. Da tempo volevano farlo da soli e pensare all'ambiente come facevano 10, 20 o 30 anni fa...

  • vuoto

    Ciao a tutti,

    I seguenti punti parlano per me personalmente - attualmente - contro l'uso di un e-mobile:
    - Il profilo di guida (anche per lo più a lungo raggio e "solo per la città" ancora un altro cellulare per 3 Saab è un po' troppo per una buona cosa)
    - Opzioni di ricarica: vivo in una grande città in un condominio. Il TG non è attrezzato per questo e per il momento non lo sarà, né lo saranno i posti auto in cortile
    - Costi di acquisizione: sussidi o meno, le auto elettriche non sono ancora disponibili per pochi soldi.
    - Valore di rivendita: poiché la tecnica (ulteriori sviluppi) avanza rapidamente, è difficile prevedere la stabilità dei prezzi.
    - "In linea di principio": la discussione è troppo unilaterale per me. L'attenzione si concentra solo sulla CO2 durante la guida, ma non viene presa in considerazione alcuna valutazione del ciclo completo. Inoltre, la padella è troppo veloce e troppo assoluta per me. Esclusivamente E, mM non è la strada verso il futuro, ma piuttosto "diversità e inclusione" è anche la chiave per azionamenti e fonti di energia.

    Anche i sussidi sono una spina nel fianco; certo, un eccellente lavoro di lobby, che deve essere riconosciuto.

    Un piccolo aneddoto sulle auto aziendali. In effetti, i destinatari di un'auto aziendale di una nota azienda farmaceutica con sede qui erano già stati avvisati al momento della consegna del veicolo che al momento della restituzione del veicolo, si prega di riporre il cavo di ricarica nel bagagliaio, idealmente disimballato. Questo dice tutto.

    Solo i miei 2 centesimi

  • vuoto

    In termini di lavoro, non sono estraneo all'elettromobilità, utilizzata con successo nella produzione in serie da oltre 100 anni. Questo vale anche per la cosiddetta guida "elettrica a batteria". In breve: con i vagoni ferroviari a batteria, che erano già sulla ferrovia prussiana nel 1913. Ecco perché sono molto interessato a tutto questo. L'argomento sta prendendo nuovo slancio, le batterie possono essere caricate anche tramite la linea aerea della ferrovia. Qualcosa che era già preparato negli anni '80, ma poi è sparito nei cassetti.

    Ho votato "no". Come mai? Perché il mio profilo di guida - percorro il 90% di lunghe distanze oltre 250 chilometri (solo andata), non si adatta.
    Secondo motivo: da dove dovrebbe venire l'elettricità? Se guardi i dati ufficiali e fai un po' di conti, ti chiedi da dove possa avere origine questo stato d'animo euforico. Se alimentiamo tutte le auto elettriche con elettricità "verde", questa deve essere detratta dalla quota generale di elettricità e abbiamo bisogno di importazioni di elettricità o dobbiamo sfruttare o avviare altre fonti di elettricità con breve preavviso. Non va bene. Non ancora.

    Dal mio punto di vista, il tema dei combustibili sintetici nelle sue varie forme sarebbe il modo migliore sullo sfondo degli effetti a breve termine necessari per la protezione dell'ambiente, l'uso economico e continuato del parco veicoli esistente e le opportunità di ricerca e sviluppo. Tuttavia, questo viene respinto. Ma questo è - per dirla con Fontane - un campo ampio.

    11
    • vuoto

      L'ultima serie 515 di automotrici a batteria è stata ritirata nel 1995. Anche questi provenivano dagli anni '50 e '60. Con oltre 200 veicoli hanno percorso 15 milioni di chilometri. I veicoli erano silenziosi e molto confortevoli, ma in inverno venivano riscaldati con gasolio.
      Era troppo costoso per la ferrovia (società statale) sviluppare qualcosa di nuovo! Dopotutto, il cittadino dovrebbe operare e pagare per la tutela dell'ambiente! La società statale DB ha invece acquistato unità multiple diesel classe 628.
      Le automotrici diesel non si sono avvicinate all'accelerazione. La cosa principale è più conveniente!
      La DB disponeva anche dell'infrastruttura giusta per la ricarica e la manutenzione dei vagoni a batteria.
      La maggior parte dei cittadini non ce l'ha.

      Un'automotrice a batteria è ancora oggi nel Museo ferroviario di Bochum Dahlhausen!

  • vuoto

    Bene Penso che il risultato sia realistico. Un numero sorprendente di persone rifiuta completamente un'auto elettrica, il che mi sorprende sempre molto. Il 70% è già lì, anche perché molti non osano più esprimere pubblicamente un'opinione contro il mainstream.

    La cultura della discussione in questo paese è generalmente diventata (al di fuori del blog) molto intollerante. 🙁

  • vuoto

    Chi non carica il proprio ibrido è uno sciocco!
    Penso che il sondaggio non possa essere paragonato al mondo reale (non infetto da Saab). Così come l'ex pilota Saab non può essere paragonato a quello di oggi. O solo una piccola frazione.

    6
    1
  • vuoto

    È davvero emozionante...

    Non vedo l'ora di vedere come decidono Tom e lo staff. Tutto mi sembra possibile se il capo sceglie un'auto d'epoca, che penso sia piuttosto interessante.

    Chi sa cosa sta arrivando? Dai piccoli veicoli elettrici relativamente ragionevoli alle auto d'epoca, tutto mi sembra possibile. E quanto sarebbe bello?

    Secondo la regola dell'1%, i dipendenti difficilmente avrebbero un vantaggio monetario per pagare le tasse sulle auto d'epoca e, in cambio, auto davvero fantastiche.

    2
    1
  • vuoto

    Grazie per il sondaggio con risultati molto interessanti.
    Anch'io posso osservare il fenomeno nei miei parenti che l'ibrido inizialmente molto apprezzato ora è appena caricato, con il risultato di un elevato consumo di carburante correlato al peso (XC 90 e XC 40).
    mondo aggrovigliato...

I commenti sono chiusi