Nel mezzo della crisi - Saab 93 alla Mille Miglia 2011

10 anni fa c'erano due cose strane su Saab. A Trollhättan le immagini erano ferme e il futuro del marchio era incerto. Allo stesso tempo, Saab ha mostrato la sua bandiera in Italia. Con tre Saab 93 del museo della fabbrica, il produttore ha preso parte a quello che è probabilmente l'evento classico più famoso al mondo. Mille Miglia e crisi, come sono andate insieme? Parecchi critici hanno visto questa combinazione con un grande punto interrogativo.

Saab 93 Mille Miglia 2011
Saab 93 Mille Miglia 2011

Saab e la Mille Miglia 2011

Inoltre, una fabbrica Saab 93 è stata guidata da Victor Muller e suo figlio. Il sospetto del viaggio di lusso a spese dell'azienda è stato espresso in modo subliminale. Un presupposto infondato. Saab aveva prenotato la performance molto prima che si verificasse la crisi e la decisione era corretta al 100%.

Perché la Mille Miglia era ed è un incontro dell'alta nobiltà automobilistica. Le automobili che non sono state costruite tra il 1927 e il 1957 devono rimanere all'esterno. Si possono vedere automobili di prima classe sulla rotta tra Brescia e Roma e l'evento gode di un alto livello di attenzione da parte dei media. Il fatto che Saab Automobile e Victor Muller abbiano scelto questa tappa e abbiano mostrato la loro presenza con tre veicoli storici può essere visto come una mossa brillante.

Il diamante grezzo svedese

Se la crisi non si fosse verificata contemporaneamente a Trollhättan, le linee di produzione non si sarebbero fermate e il piano avrebbe potuto funzionare. Saab sarebbe tornata nella coscienza di un pubblico benestante, e questa era esattamente l'intenzione. Ma così com'era, i titoli della Svezia hanno oscurato la performance in Italia. Ciò che era ben pianificato si è perso nel dramma 10 anni fa.

Ma Muller, come puoi vedere un decennio dopo, ha riconosciuto il valore del marchio. Saab, il diamante grezzo che martellava sotto GM da molto tempo, che doveva essere macinato. Molto sarebbe stato possibile con il marchio a lungo termine se le circostanze fossero state solo un po 'migliori.

Dalla Mille Miglia Nel 2011 rimane solo il ricordo. Alla comparsa di Saab in uno degli eventi più eccitanti per automobili di prima classe, e nel mezzo della peggiore crisi dell'azienda.

6 pensieri su "Nel mezzo della crisi - Saab 93 alla Mille Miglia 2011"

  • Qualcosa per i cosiddetti consumatori normali, con SAAB in mente, si spera arriverà con l'aiuto di Königsegg. Sarebbe completamente sbagliato se in futuro ci fossero solo veicoli per clienti super ricchi in cantiere. SAAB prodotto da Königsegg suona davvero abbastanza bene e non sarebbero nemmeno prodotti Evergrande puri.

    Nuovi veicoli con il marchio SAAB (e ovviamente con i geni SAAB!) Avrebbero senso in particolare per l'area europea - con il flusso di nuovi nomi e prodotti, dovrebbe diventare ancora più difficile stabilire nuove creazioni sul mercato .

    4
    3
  • @ Bergsaab,

    Lo vedo in modo simile e in alcune parti un po 'diverso.

    In Saab, molto è venuto fuori tutti i tipi di scaffali. Motori uniformi e dritti (ogni diesel, ogni V6 o anche intere auto come il 9-7) ...

    Penso che il tuo suggerimento che l'interesse di Evergrande per Koenigsegg possa essere inteso solo come una strategia di rianimazione per Saab sia estremamente inverosimile.

    Saab non tornerà. E se Saab provenisse da Evergrande, questo mi avrebbe piuttosto scoraggiato ...

  • Muller l'aveva già preso sulla strada giusta. Sfortunatamente, non aveva i soldi per mettere in pratica i suoi piani. Presumibilmente aveva scommesso sui soldi cinesi, o qualcosa di Mosca del suo amico Antonov.

    È un peccato, perché c'è un sogno di auto in meno. Almeno una Saab è ancora in piedi davanti alla finestra del mio ufficio.

  • piccola aggiunta: grazie VM per l'ottimo 9-5NG aeroxwd, altrimenti non avrei potuto comprarlo. Su Spiegel online c'è stato di recente un rapporto di guida per Opel Insignia GrandeSport, e guarda il grande portellone posteriore è tornato! Quindi mi chiedo, era quello per 9-5 in cantiere (non c'erano le foto di Erlkönig ??) o Opel ci ha ancora armeggiato. Un peccato, con quel SAAB si sarebbe spostato un po 'più vicino al 9000er.

    https://www.spiegel.de/auto/fahrberichte/opel-insignia-grand-sport-im-test-es-gibt-sie-noch-die-guten-diesel-a-7e0cc5c8-f55b-4f52-b4b1-0a4a38293bc8?sara_ecid=soci_upd_KsBF0AFjflf0DZCxpPYDCQgO1dEMph

    • @Bergsaab Le foto erano lì, ne avevamo alcune su Blog. Ufficialmente, è sempre stato negato che questi veicoli esistessero. Saab non ha mai pianificato un'autovettura a tre oa cinque porte per 9-5 NG.

  • Sì, è davvero un peccato che VM non abbia avuto la resistenza finanziaria per separare correttamente SAAB da GM e metterlo in piedi da solo. Forse Evergrande ne ha riconosciuto il valore ... in qualche modo non riesco a spiegare l'impegno di Evergrande nei confronti di Königsegg. Una SAAB prodotta da Königsegg suona molto diversa da una SAAB con parti Opel. La prima è una salita, l'altra è una discesa. Non che la tecnologia Opel sia cattiva, ma semplicemente non funziona come vettore di immagine per un prodotto premium desiderato. Bene, aspettiamo e vediamo se Evergrande ha un grande piano anche lì. Non esiste ancora un marchio automobilistico che abbia un'immagine così rilassata, tecnicamente lungimirante ma non distaccata come SAAB. Nessuno sfarzo, niente esibizionismo, solo un veicolo tecnicamente di alta qualità a un prezzo ragionevole (alto).

    17

I commenti sono chiusi