Volvo 945 2.3 Turbo: un classico che corre e corre

La buona vecchia Volvo 240 è stata a lungo un classico ambito. La grande serie 900 ha avuto un periodo difficile finora, ma è riconoscibile lungo la strada. Cresce la voglia di esemplari ben tenuti, i prezzi salgono lentamente. Chiunque abbia sempre avuto una grande station wagon svedese nella propria lista dei desideri non dovrebbe aspettare troppo a lungo prima di prendere una decisione di acquisto.

L'abitacolo della 945: professionale e tipicamente Volvo
L'abitacolo della 945: funzionale e tipicamente Volvo

Robusto e un po 'ruvido

Volvo ha offerto la serie 900 dal 1990 al 98. La station wagon era vista come un'alternativa ai fornitori tedeschi affermati, e chiunque pensasse che una Opel Omega fosse troppo borghese e un modello T Mercedes troppo lussuoso si rivolse agli svedesi. Il 945 offriva una generosa quantità di spazio di carico, l'utilità era alta. Anche l'immagine di sicurezza del marchio ha avuto un ruolo nell'acquisto. Si è sempre pensato che la grande serie potesse anche avere una lunga durata. La Volvo ha fatto un'impressione onesta, era più ruvida e ruvida che elegante, ma aveva in sé il gene della longevità.

La Volvo corre e corre

Anche i motori a benzina e turbo non erano particolarmente economici con l'energia fossile. Ma estremamente durevole se consenti loro una fornitura minima. L'elevato chilometraggio, anche oltre i 700.000 chilometri, è un'eccezione meno della regola.

La serie 900, ultima rappresentante dell'era della trazione posteriore in casa Volvo, negli ultimi anni ha navigato sulla scia della 240. Il classico per eccellenza, con prezzi in aumento e popolarità crescente. La 940 la tappezzeria forse troppo grande, troppo moderna e troppo seria per il vero amore.

Ma i tempi cambiano. I prezzi sono ancora sul fondo, ma la tendenza è in aumento. In Svezia, una 945 Turbo è stata messa all'asta a un prezzo quasi sensazionale, ma è ancora economica al di là di ogni romanticismo. La Volvo può essere considerata una rarità, il che spiega anche il suo prezzo. Meno di 100.000 chilometri come chilometraggio, non lo trovi quasi mai.

Raramente e i prezzi salgono

Essendo costruita nel 1997, la station wagon con l'enorme volume di carico è un successivo rappresentante della sua classe, che proviene di prima mano, conta anche. 1 corone svedesi, più il premio dell'acquirente, lo riferiscono Casa d'aste. € 12.800 per una vecchia station wagon di Göteborg, che gioca con il suo valore di utilità ogni SUV di classe media e alta sul muro.

I prezzi rischiano di aumentare ulteriormente, il problema sarà trovare una copia da soli. In Germania, solo una Volvo 945 è attualmente elencata su un grande portale. Uno! Ha anche meno di 100.000 chilometri sull'orologio.

È un carro funebre. Devi prima piacerti.

Immagini: PN Trading AB

7 pensieri su "Volvo 945 2.3 Turbo: un classico che corre e corre"

  • Uno di questi, ma come 960 3.0 24V, è stata la mia prima "esperienza in Svezia", ​​che avrebbe plasmato la mia futura vita automobilistica.

    Era l'autunno del 1995: avevamo ordinato una BMW Serie 5 da Hertz per visitare le fabbriche di tessitura in Belgio in un giorno dall'ufficio di Düsseldorf, ma il nostro ordine era stato incasinato lì. Con un corrispondente ritardo - il mio collega stava già girando in modo molto irregolare - il miglior pezzo che Hertz aveva nella stalla in breve tempo è stato poi consegnato alla porta - ha detto Volvo. Ho ripreso il viaggio di andata - siediti (è così che deve essere un seggiolino per auto), chiudi la portiera (è così che deve suonare la portiera di una macchina) e poi si parte - l'auto è stata meravigliosa da guidare e nonostante a volte pesante traffico mi sentivo molto rilassato e al sicuro. Ciò è cambiato solo durante il viaggio di ritorno, in cui il mio collega ha preso il controllo del volante 😉 Con quello al volante di un'auto a noleggio, ogni viaggio è diventato un orrore. Come l'indicatore del carburante, circa 20 litri per 100 km arrivavano alla "centrale elettrica".

    Due anni e mezzo dopo entrò in casa il mio primo svedese: la V40 (la Saab 900 II non aveva superato il giro di prova sulla mia "pista di prova" sul Gaisberg vicino a Salisburgo). Era un'auto molto piacevole e penso ancora che sia bellissima oggi. Sei anni dopo, ero nel mondo di Saab.

  • Grande classico dall'elevato valore di utilità. Mi piacciono queste linee semplici e tranquille.

  • Mi piacciono le vecchie Volvo e penso che si adattino bene al blog. Perché sono una risorsa culturale svedese minacciata. La mia simpatia per i China Volvo, invece, è limitata. Volvo è troppo grande e fuori dall'angolo bizzarro della Svezia per ignorare i proprietari cinesi.

    Il fatto che abbiano salvato Volvo era valido qualche anno fa, Saab (molto più piccola) avrebbe avuto una protezione simile per i cuccioli. Nel frattempo, Volvo appartiene a un conglomerato cinese in espansione, il mio amore per esso è pari a zero.

    Quindi, caro Tom. Se l'opinione del lettore conta, a questo punto sarei sempre felicissimo di un classico Volvo qui.

    • @L'opinione libera conta sempre! Al momento sto sperimentando gli argomenti e le possibilità di Volvo, potresti notarlo. Un test di ciò che viene letto e di ciò che non lo è. I classici tendono ad essere più vicini a me rispetto ai modelli attuali.

  • In passato, mi è sempre piaciuta l'ottica delle Volvo "più vecchie" - come mostrato sopra - (soprattutto le station wagon ... e in qualche modo, ad esempio, qualcosa di esotico come la 262 C {Bertone}). Avevano un contorno e un "bordo"! 🙂

    Ma quello che in qualche modo non mi è mai piaciuto a Volvo dalla mia infanzia sono stati gli accessori (interni; console centrale) dei Volvo. Bah. 😉 ;-(

    Negli ultimi anni (intorno al 2010-1014) con il mio 9-5 SC, sono stato anche più spesso a Möhler per ispezioni / riparazioni minori.
    Lì ho potuto dare un'occhiata più da vicino alle attuali Volvo mentre aspettavo. Ho trovato gli allestimenti anche peggiori rispetto ai precedenti. Soprattutto la strana console centrale con navigazione / suono / 4 pulsanti rotondi spessi.

    D'altra parte, di solito mi piacciono molto le Volvo di oggi dall'esterno (anche la Polestar2), ma generalmente non voglio guidare un'auto cinese (per diversi / diversi motivi). 🙁

    E gli accessori e soprattutto la console centrale (questa strana miscela di ventilazione e touchscreen) trovo ancora crudele.

  • Quando sono tornato dall'Africa dopo molti anni con un bambino piccolo nel mio "bagaglio" nel 1993 e ho pubblicizzato Volvo con lo slogan "E improvvisamente uno vale una Volvo", ho comprato una 940 station wagon.
    Conclusione; spazioso, robusto, affidabile e anche molto stabile nel valore. Non ricordo esattamente, ma sono rimasto molto sorpreso dal ricavato della vendita!

I commenti sono chiusi