Volvo presenta la C40 Recharge

Le auto nuove dalla Svezia sono (quasi) sempre interessanti. Perché le innovazioni non arrivano così spesso. Oggi Volvo presenta la C40 Recharge. Un SUV Coupé completamente elettrico che, a seconda della lettura, è una XC40 Recharge con un tetto diverso o il modello compatibile con il Polestar 2. Il fatto è: tutti i veicoli condividono la stessa tecnologia e piattaforma.

Volvo presenta la C40 Recharge
Volvo presenta la C40 Recharge

Ricarica Volvo C40

La nuova C40 Recharge è il secondo veicolo completamente elettrico di Volvo. Non ci saranno motori ibridi o a combustione. Viene prodotto nello stabilimento di Ghent, parallelamente alla XC40 Recharge. Quando si tratta di design, Volvo non corre rischi e segue la tendenza generale. Diversi produttori stanno elaborando concetti di crossover simili, chiunque si aspettasse le tipiche auto Volvo oggi potrebbe essere deluso.

La trazione è fornita da due motori elettrici a magneti permanenti sugli assi anteriore e posteriore, che sviluppano una potenza del sistema di 300 kW (408 CV) e 660 Nm di coppia. L'energia necessaria per questo è fornita da un pacco batteria da 78 kWh, che può essere caricato all'40% in 80 minuti nei punti di ricarica con l'infrastruttura appropriata.

L'autonomia prevista è di circa 420 chilometri (WLTP). Secondo Volvo, è probabile che gli aggiornamenti software lo migliorino nel tempo.

La Volvo C40 Recharge rappresenta il futuro di Volvo e mostra dove stiamo andando afferma Henrik Green, Chief Technology Officer (CTO) di Volvo Cars. È completamente elettrico ed è disponibile solo online a condizioni all-inclusive interessanti e con tempi di consegna brevi. Guidare una nuova Volvo non è mai stato così attraente.

La ricarica C40 sarà disponibile solo online. Volvo vuole ridurre drasticamente il numero di possibili varianti, una questione entusiasmante. Perché dove, questa è la domanda, sarai diverso da Lynk & Co in futuro? La filiale di Volvo Geely fa affidamento sullo stesso pacchetto tecnologico, lo confeziona in modo diverso e lo vende anche online.

La produzione della C40 inizierà in autunno, Google sarà sempre a bordo e gli aggiornamenti arriveranno online. Fino ad allora, Volvo comunicherà anche i prezzi e la molto più importante tariffa fissa mensile.

17 pensieri su "Volvo presenta la C40 Recharge"

  • vuoto

    @StF

    Molto ben riassunto, è così!

  • vuoto

    @ Driver Volvaab

    Ma la colpa è dei produttori stessi. Qualcuno ricorda l'obiettivo di 1 milione di auto elettriche entro il 2020? Datato intorno al 2010, o anche prima. Quindi era chiaro da tempo in quale direzione generale dovesse andare.
    E se avessi fatto un favore al governo e avessi giocato, la curva di apprendimento sarebbe iniziata prima, avresti potuto cuocere l'argomento a fuoco lento e probabilmente avere più influenza sull'implementazione.
    Ma il prezzo era semplicemente troppo alto per i produttori, anche se visto alla luce probabilmente andava bene per tutte le misure di accompagnamento adottate dal governo (in retrospettiva si è certamente sempre più intelligenti).
    Probabilmente avrebbe funzionato anche se non fossi stato così stupido da dare agli avversari con lo scandalo diesel il bastone che ora stanno usando per picchiarti.

    Come automobilista puoi ovviamente chiederti se devi soffrire di tali giochi di potere? La risposta a questo dipende quindi da come valuti il ​​cambiamento climatico e da come ti influenza.
    Non intendo dire che il nostro governo stia combattendo il cambiamento climatico con tutte le sue forze, ma almeno lo ha notato.
    Il potenziale per un cambiamento più silenzioso era certamente presente, ma a quanto pare non volevano. E così siamo qui e ora.

  • vuoto

    Grazie Tom,

    è esattamente così: la curva di apprendimento è solo ora all'inizio. La decisione che la strada è quella giusta e che non ci sono alternative è stata presa da tempo.

  • vuoto

    @ StF (bycatch),

    suona bene, come se il servizio fosse gratuito per le persone e l'ambiente. Temo che non sia così ... e il recupero in frenata non è così facile.

    Il C40 non ha nemmeno i suoi freni a disco (distruzione termica dell'energia cinetica) per scherzo.

    Per quanto ne so, lo stato di EV e stoccaggio oggi è che l'energia di frenata viene utilizzata solo in modo molto complesso e solo parzialmente. I sistemi soffrono già di una ricarica rapida regolare e reagiscono con una vita utile ridotta.

    Il picco di corrente di una frenata di emergenza convertito esclusivamente in energia elettrica sarebbe un multiplo di ciò che i sistemi sono comunque più dannosi che giusti
    fronteggiare.

    Lo stesso vale per la scarica rapida. Le auto elettriche si sentono davvero a proprio agio solo quando viaggiano a una velocità costante di 20 km / ha 70 °. Velocità più elevate o addirittura sprint (intermedi) e manovre di sorpasso non solo riducono l'autonomia, ma anche la durata delle batterie controverse dal punto di vista ecologico ed economico. Si dice che l'effetto negativo sulla batteria corrisponda a diverse ricariche rapide.

    Per questo motivo, i produttori si affidano già o in futuro ai respingenti per il recupero (frenata). Chiunque abbia mai pensato che costruire un veicolo elettrico sostenibile ed ecologicamente vantaggioso fosse un gioco da ragazzi, è stato a lungo ingannato e ne ha insegnato uno migliore.

    Le cose stanno diventando sempre più complesse (e pesanti). Con il livello di sviluppo odierno, sviluppatori e ingegneri hanno parlato a lungo di "EV convenzionale". Non avrei mai pensato che una "tecnologia del futuro" potesse svalutarsi linguisticamente così rapidamente. Solo 2 anni fa si parlava di "motori a combustione convenzionale" ...

    • vuoto

      @Volvaab Driver - Dovrai imparare molto quando si tratta di auto elettriche. Ad esempio il termine "Consumo di vampiri"Non lo sapevo prima, ma è molto interessante.

  • vuoto

    Una nota sulla potenza dei cellulari elettronici: la potenza di 300 kW è in realtà solo un accorgimento, poiché la trazione elettrica è progettata per un elevato livello di recupero energetico. Come freno, presumibilmente può persino convertire 400 kW di potenza meccanica in energia elettrica.

    E una volta che la trasmissione ha queste prestazioni, il marketing ovviamente vede come una potenziale promozione delle vendite se il veicolo offre anche prestazioni elevate, almeno sulla carta.
    È divertente, ma morde con la gamma.
    Esiste quindi sicuramente un pulsante Eco o un corrispondente sottomenu che strozza la potenza disponibile a valori più civili e può portare il raggiungimento della gamma specificata con guida cauta nell'ambito del possibile.

  • vuoto

    @ Hans S.,

    anche un adesivo BioPower dovrebbe essere attaccato al deambulatore ...
    Se non tutto ciò che si muove senza elettricità o combustibili fossili, da dove viene?

    Quando ci penso, ne faccio uno sulla mia bici da corsa e poi sul deambulatore. E quando sorpasso un compagno di stanza in EV (sedia a rotelle a batteria) nel corridoio, allora celebro una grande vittoria per l'ambiente - con una potente scoreggia.

    Si spera che tu possa permetterti così tanto metano se sei ancora rispettoso del clima nella casa dei tuoi anziani.

    3
    1
  • vuoto

    @Volvaab Driver, 2040… .., ben scritto!
    Potresti quindi andare in Svezia, probabilmente trascorrerò il mio 2040, se non lo sarò, in una casa di riposo, rendendo i corridoi e i corridoi non sicuri lì con il mio deambulatore e la maggior parte dei visitatori sarà stupita dal mio adesivo "I love Saab" sul deambulatore!

  • vuoto

    Vision 2040

    Il ponte sull'Øresund è chiuso ai veicoli elettrici. Come altrove e in tutta Europa, tutti i ponti e le gallerie hanno una lunghezza superiore a 5 km. Troppi veicoli elettrici sono rimasti con batterie scariche, creando un caos pericoloso e senza precedenti.

    Prendo la calma, ho sempre preferito i collegamenti in traghetto e scendo a bordo a Trelleborg con circa 300 altri veicoli elettrici rispetto al numero 127.

    Per evitare che i veicoli elettrici rimangano bloccati, il caos a Trelleborg e sulle altre autostrade, nessun veicolo elettrico con uno stato di carica inferiore al 50% può lasciare il terminal dei traghetti, non entrare a S. Questo è nuovo per me e mi prende freddo.

    Siamo tutti sotto il 50% dopo il viaggio sul traghetto. Senza eccezioni. Dopotutto, ci sono 20 stazioni di ricarica disponibili sul terminale e non ci vorrà molto tempo, almeno penso ...

    Ma si scopre che le auto al di sotto del 50% possono continuare il viaggio solo quando hanno raggiunto l'80%. Peggio ancora, gli svedesi attenti all'ambiente hanno vietato i processi di ricarica rapida perché riducono la durata della batteria e rappresentano un inutile spreco di risorse e inquinamento, oltre a promuovere il lavoro minorile.

    Dopo 36 ore finalmente viaggio verso S con le batterie cariche all'81% e sono molto più povero ma anche più intelligente. C'è il 45 SEK per kWh che viene addebitato al terminal, ma anche una brochure sulle mie ginocchia. Mi spiega come posso e devo spostare il mio veicolo elettrico in modo responsabile e che funzionerebbe in modo sicuro, economico e rapido con la voce successiva.

    È semplicemente stupido che dovrei quindi pianificare 36 ore (compresi i tempi di carico) per raggiungere il traghetto in Germania. Ma hey, i metodi di ricarica rapida sono ancora comuni in D. A Greta piacciono davvero
    no, ma decido di approfittarne. Il prossimo viaggio verso la casa vacanze sarà di almeno un giorno più breve. Dopotutto, non ho mai voluto l'EV e entro il 2040 non dovrò più indossare tutte le scarpe.

    "Come osi?" è il titolo della brochure che mi è stata regalata a Trelleborg e che finisce nel caminetto della casa vacanze con un giorno e mezzo di ritardo - con la massima fiducia che l'editore e ministro dell'Ambiente (G..T.) lo avrà prodotto privo di inquinanti e CO2 neutro.

    E mentre guardo tra le fiamme, penso alla vacanza in Svezia nel 2019. Con una Saab. Con un BioPower. Con E85 nel serbatoio. Mi sorprendo con la frase che tutto era migliore, in qualche modo più facile, più onesto, più chiaro, mi sento infinitamente vecchio, non più di questo mondo, vado a dormire e attendo con ansia la passeggiata la mattina dopo ...

    I piedi sono ancora piedi e la ghiaia è ghiaia. I pini odorano ancora come il 2019 e si spera che la spiaggia sia ancora una spiaggia. Vedrò una mattina del 2040.

    8
    1
  • vuoto

    @Francesco
    Con un peso a vuoto di 2,2 tonnellate, il pilota EV inclinato ha bisogno di questa potenza per la città. Altrimenti ogni turbo-bruciatore meglio motorizzato e pesante la metà andrà via Ciò rosiccherebbe enormemente l'ego 😉
    Se la tariffa forfettaria è scaduta, i rifiuti pericolosi vengono raccolti, fuori dalla vista, lontano dal cuore ...

    4
    1
  • vuoto

    "Non è mai stato così attraente guidare una nuova Volvo."
    Sono preoccupato per il futuro della mobilità elettrificata.

    7
    1
  • vuoto

    Grazie per la segnalazione. Ma…

    Phew, quella cosa è semplicemente orribile. Fortunatamente, Volvo ha ancora delle belle station wagon. Sembra che in Volvo tu stia inseguendo lo spirito del tempo a tutti i costi e che il tuo stile venga dimenticato. È quello che voleva la Cina (Geely)? O dimentichi le tue radici a Göteborg?

    E seriamente, chi ha bisogno di 400 cavalli? È questa la rivoluzione della mobilità? Non posso crederci.

    8
    1
  • vuoto

    È orribile quello che sta rotolando verso di noi. Nel frattempo, anche gli scienziati hanno disperato questa politica (economica) e non hanno alcuna comprensione per essa. È ormai indiscusso che questo percorso verso l'impasse non aiuterà in alcun modo il pianeta, è vero il contrario.

    Di recente ho superato una Tesla che veniva caricata rapidamente in una stazione di ricarica. La colonna era quasi incandescente, il raffreddamento stava funzionando a tutta velocità. Quale rete elettrica nella nostra infrastruttura desolata dovrebbe essere in grado di farcela? I blackout sono preprogrammati. Ovviamente, questo non confluisce nel consumo energetico totale di un EV ben calcolato! Il calcolo viene effettuato solo dopo la presa - emissioni ZERO ... hahaha

    Il nostro SAAB autosufficiente sta diventando più prezioso ogni giorno 😉

    10
    2
  • vuoto

    400 CV, hai assolutamente bisogno ... .. Ai miei occhi nel modo completamente sbagliato. Ma la follia è che tali veicoli sono ancora sovvenzionati.

    Non ci sono (pochi) soldi per il fioraio, il libraio e per il piccolo negozio di biciclette di quartiere dietro l'angolo, ma per questi smartphone mobili puoi attingere molto. Chi vuole capirlo, io non sono uno di loro!

    12
    1
  • vuoto

    PS

    Una potenza di oltre 400 CV per una city car relativamente piccola? Questo lo rende peggiore piuttosto che migliore ai miei occhi ...

    Re del semaforo sprint. Priorità piuttosto strane quando ci si dedica al futuro e alla salvezza di questo mondo. Così tanto egoismo e così poca utilità non meritano un futuro né fuori né dentro. Vergogna, vergogna, vergogna, vergogna ... vergogna per te.

    Non avrei mai immaginato che Svezia e Volvo avrebbero mai preso questa strada. Ho un residente a Göteborg che ha più di 50 anni e ha un'autonomia di oltre 500 km - sia in estate che in inverno - e che potrebbe fumare le gomme in città ogni volta che voleva.

    La cosa ha solo 160 CV. Di quanto abbiamo bisogno domani quando la city car di oggi ne ha 400? ? ?

    11
  • vuoto

    Oltre ai veicoli elettrici Volvo (già più spesso), anche Opel E-Mocca (unico) era un argomento qui.

    Quest'ultimo è stato il gancio per la politica di sussidi e le opzioni di leasing assurdamente a buon mercato e di conseguenza anche per mettere in discussione la sostenibilità di tali modelli nel loro complesso.

    Questo è stato un ottimo articolo che mi ha fatto riflettere e ha fatto le mie ricerche. Mi sono imbattuto in un calcolatore di autonomia con una commedia involontaria che Opel aveva messo volontariamente su Internet. Sono arrivato alla stessa valutazione che credevo di aver sentito tra le righe.

    Era (almeno così l'ho percepito) qualcosa del genere: "Attenzione, attenzione, è qui che i rifiuti elettronici di domani arrivano senza valore utile, residuo o di rivendita ..."

    La Opel aveva una batteria da 50 kW / he dovrebbe essere buona per più di 300 km di autonomia. Ciò si adatta perfettamente alle informazioni sulla Volvo, sulla sua capacità e autonomia leggermente maggiori.

    Il calcolatore dell'autonomia di Opel dalla commedia involontaria sarebbe quindi probabilmente arrivato a risultati molto simili o risultati adattati alla capacità della batteria per questa Volvo. Con la Opel, a 0 ° C e alla moderata velocità consigliata di 130 km / h, l'autonomia era di soli 147 km.
    Anche questa Volvo, svedese o no, è probabilmente un proiettile morto e offre ben poco che la eleverebbe al di sopra dello stato dei rifiuti elettronici di domani con qualsiasi probabilità.

    Senza alcuna formazione preliminare, potrei capire l'articolo di oggi come se Volvo fosse su una strada promettente e questa nuova presentazione è un successo accettabile. Questo mi irrita un po ', soprattutto perché non vedo progressi significativi rispetto alla E-Mocca. Per me, questi SUV elettrici da città sono semplicemente una schifezza: costruiscili chi vuole ...

    15
  • vuoto

    Ho trovato entusiasmante l'escursione Volvo di oggi e sono felice di ripeterla. Il C40 ora non è veramente il grande successo. Non brutto, ma nemmeno un successo. Volvo è stata in grado di fare meglio in passato. Ma questa è solo la mia impressione soggettiva.

    10
    1

I commenti sono chiusi