Saab, Saab o Saab: la via del ritorno

Per quelli di voi che non hanno letto i miei post precedenti, "What Happened So Far". Quindi la mia primissima macchina era una Saab 99 GL usata e di conseguenza la mia seconda era una Saab 900 GL nuova di zecca. Certo, una volta Saab, sempre Saab. Quasi. Entrambe le auto che io o mia moglie abbiamo guidato fino a quando purtroppo non è stato più possibile con uno sforzo ragionevole.

Saab 9-3 - ovviamente in nero
Saab 9-3 - ovviamente in nero

Poi seguì - perché Saab era GM all'epoca - come city car una Fiat Uno nuova di zecca e come tempo libero una Volvo 1800 ES un po 'guidata e infine un'Alfa Romeo Giulia nuova di zecca fino alla sua arrugginita fine della vita.

L'Alfa Romeo Giulia 156 è stata molto divertente alla guida per 155 chilometri fino a quando non ha superato quasi tutti gli italiani e lentamente si è sbriciolata sotto le ossa nude.

Ora che cosa?

Soprattutto perché non c'erano più nuove Alfas nella celeste celeste chiamata Azzuro Tazio Nuvolari. Ho chiamato anche Torino perché una volta ho letto in un depliant che tutte le Alfas possono essere ordinate in tutti i colori aziendali, e dato che la Fiat 500 era ancora disponibile in questo azzurro in quel momento ...

Come copywriter all'epoca, credevo ingenuamente a quello che aveva scritto uno dei miei colleghi. In breve, non c'era. Niente da fare. E quindi non ero più io come pilota Alfa. Perché, se il colore che ho scelto non è nemmeno disponibile fino ad oggi, di certo non correrò il rischio di arrugginire.

Potete ordinare un'Alfa Romeo in un colore Fiat? Purtroppo solo una promessa pubblicitaria. Nessuna realtà.
Potete ordinare un'Alfa Romeo in un colore Fiat? Purtroppo solo una promessa pubblicitaria. Nessuna realtà.

Ma così com'è, invecchiando inizi a ricordare la tua giovinezza. Dove tutto era presumibilmente migliore.

Quindi torniamo a Saab.

Fortunatamente, Saab si era già staccata da GM ed era quindi di nuovo un'opzione. Ed ecco, una berlina Saab 9-3 II usata era lì presso il rivenditore Saab di fronte allo showroom ad un prezzo interessante. Colore nero, che sta sempre bene su una Saab, e non ancora metallizzato, che non mi è mai piaciuto. E poiché ho sempre preferito i motori da 2 litri e la trazione anteriore, il giorno dopo ero di nuovo un guidatore Saab, nonostante l'impopolare automatico e gli interni in pelle.

A proposito, ho ricevuto 500 franchi per il triste gruppetto dell'Alfa.

La Saab 9-3 II si è rivelata un'auto da turismo estremamente confortevole con un ottimo comfort di seduta e tutti i dettagli. Il cambio automatico è stato, come previsto, un sollievo per la gamba sinistra in città e negli ingorghi, ma il quadro quando proprio non si vuole è piuttosto fastidioso.

Certo, potrei anche usare i paddle al volante per cambiare marcia, ma non è proprio la verità, anche se viene cambiata così solo in Formula 1. E i sedili in pelle? Ebbene, d'estate ti attacchi con la schiena fradicia sul sedile nonostante l'aria condizionata e d'inverno congeli i primi chilometri. E quando il riscaldamento del sedile inizia davvero a funzionare, devi stare attento a spegnerlo per tempo, altrimenti ci saranno uova fritte, se puoi scrivere qui.

Non ho mai veramente capito perché la pelle dovrebbe essere così tanto migliore.

Forse più elegante, ma sicuramente non più funzionale.

Ma 9-3 II non era esattamente l'auto dei miei sogni. Ogni volta che vedevo una decappottabile Saab sul ciglio della strada, il mio polso aumentava e ho configurato la decappottabile di mia scelta sul sito Web di Saab. Mi sarebbe piaciuto avere una decappottabile blu scuro con sedili in pelle nera (non c'era tessuto) e una capote marrone.

Bene, la capote marrone non era effettivamente intesa in questa combinazione di colori, ma a mio parere conferisce alla Saab convertibile un aspetto audace come una Ford Mustang negli anni settanta. Rispettivamente, perché da un lato i circa 70 franchi non sono stati semplicemente pagati con le spese di spedizione e dall'altro nel frattempo, sai, Saab purtroppo non esisteva più.

Ma il pensiero non mi ha lasciato andare ...

Cosa c'è dopo sulla via del ritorno? La finale di venerdì nella parte 2.

Testo: Gigi

Immagini: Saab Automobile (1), FCA (1)

Parti precedenti:

Fiat, Volvo o Alfa? Che guida Saab davvero convinto.

Volvo o Saab o mezzi pubblici?

Volvo o Saab o Alfa Romeo?

Volvo, Saab o Volvo - copywriter presso Volvo

Volvo 940, 960 o la nuova 850?

 

5 pensieri su "Saab, Saab o Saab: la via del ritorno"

  • vuoto

    Sono anche curioso di sapere come continuerà.

  • vuoto

    Grazie Gigi

    Per me i contributi dei lettori sono il sale nella (ma anche altrimenti e sempre gustosa) zuppa ...

    E rivederti è un piacere. A proposito, ho quasi menzionato il P1800 in uno dei miei ultimi commenti. Riguardava il sonetto. A mio parere, la P1800 è chiaramente l'auto migliore e più attraente. Ma non avrei mirato a quello ...

    Al contrario, l'avrei usato come esempio (da parata) di come anche altri marchi realizzassero "auto sportive" contemporaneamente a Saab basate su motori, trasmissioni e Brema usati in serie. Perché entrambi hanno in comune e avrebbe aiutato a salvare l'onore del sonetto se fosse stato attaccato anche a questo bellissimo esempio.

  • vuoto

    Scritto bene.

    3
    1
  • vuoto

    Comprendo appieno il desiderio di una decappottabile blu scuro, ma niente affatto per i sedili in pelle nera. Allora cercavo da tempo un'auto dimostrativa per procurarmene una con la pelle color sabbia.

    Basta lasciare la decappottabile aperta al sole per un quarto d'ora per arrivare alle uova fritte di cui sopra (- se puoi scriverlo qui 😉

  • vuoto

    Vita di guida attiva con buon gusto! La mia passione per le auto italiane è vissuta con Lancia, o è ancora viva.

    Non vedo l'ora che arrivi il sequel.

I commenti sono chiusi