Progetto o rottame? Reliquia Saab Sonett II!

I capisaldi: un'auto sportiva, piuttosto rara, tradizionale marchio europeo. Fatti chiari che potrebbero far sembrare desiderabile un incidente automobilistico. Se la reliquia di una delle prime Porsche 911 fosse in vendita al posto di una Saab Sonett II, le cose si chiarirebbero rapidamente. Ma un sonetto? Ha quello che serve per il progetto?

Saab Sonnet V4 1968
Saab Sonnet V4 1968

Mancato di comprensione

Il progetto Sonett II non è stato una stella fortunata sin dall'inizio. C'era un design migliore di Sixten Sason, che ora si trova nel museo di Trollhättan. E c'erano voci di avvertimento all'interno di Saab. Nonostante tutte le indicazioni, il consiglio ha deciso a favore del design di Björn Karlström. E contro il tuo designer e una migliore conoscenza.

In un ultimo, disperato tentativo, Björn Envall e Sixten Sason hanno disegnato un altro progetto. Una piccola coupé sportiva formosa. Ma neanche questo ha aiutato, il consiglio di amministrazione dello Stallbacka si è attenuto alla sua decisione. In linea di principio, come si dice oggi.

E i problemi sono arrivati ​​rapidamente. La mancanza di esperienza di Karlström, è stata la prima bozza del designer che è diventata realtà, è diventata un problema. Inoltre, ASJ di Malmö è stata incaricata di costruire l'auto sportiva Saab. L'azienda aveva già prodotto vagoni ferroviari e non aveva esperienza nella produzione di automobili. Puoi fare il thriller poliziesco sulla realizzazione di Sonett II qui leggere.

Miscela tossica

Con questa miscela tossica, non c'è da meravigliarsi che i commenti sulla stampa automobilistica siano stati costantemente ostili. Assemblato con noncuranza, che ricorda un'auto inglese, era comunque carino. I clienti non la vedevano diversamente, il numero di pezzi è sempre stato inferiore alle aspettative.

Inoltre, la Sonett sarebbe dovuta arrivare sul mercato come Targa. Ma questo dettaglio è stato cancellato, così come il grande portellone apribile. Entrambe le caratteristiche, parte delle specifiche originali, si sono rivelate troppo complicate nella produzione e avrebbero avuto un effetto negativo sulla stabilità della carrozzeria.

È andata davvero male con il passaggio al motore V4. Il sofisticato motore a due tempi aveva precedentemente conferito al Sonett II un carattere sportivo e nervoso. Rispetto al due tempi, il tranquillo V4 ha privato l'auto sportiva di qualsiasi ambizione sportiva. Ha letteralmente messo Sonett II a dormire. Con il V4 è cambiata anche la già negativa distribuzione del peso. Il 60% del peso era già sull'asse anteriore del motore a due tempi, ora è ancora di più.

Progetto o scarto

A Dallas, in Texas, la reliquia è un Sonnet II V4 spuntato. E qui sorge la domanda: progetto o rottame? Costruito nel 1968, è uno degli 899 V4 che hanno lasciato lo stabilimento ASJ di Malmö quell'anno. Un piccolo numero di coupé sportiva di un marchio che ha un grande nome.

Questo trasforma la reliquia in un progetto? Le condizioni sono più che buone, il che non sarebbe un problema con una Porsche 911. Al contrario, un 911 dello stesso anno ha sei cifre. Come una Targa con un premio sostanziale. Anche come un relitto porterebbe molte volte il sonetto.

Sì, Saab ancora una volta non era riuscita a sfruttare un'opportunità negli anni '60. Targa era nelle specifiche e non è stato consegnato. Poi, come sappiamo, è diventato un cult a Stoccarda e in Porsche, celebrano la loro storia Targa in versioni sempre nuove e fantasiose fino ad oggi. Ai clienti piace pagare generosamente.

Allora che aspetto ha? Non una Porsche, ma una Saab. Un marchio perduto e un'auto sportiva che non è uno dei punti salienti di Trollhättan. La reliquia di un veicolo, ma in gran parte completa. Motore in condizioni sconosciute e molta ruggine sotto la carrozzeria in plastica. I finestrini anteriori e posteriori con crepe e quasi tutto in condizioni che richiedono lavori.

Uno su 899: ha una possibilità o no?

12 pensieri su "Progetto o rottame? Reliquia Saab Sonett II!"

  • Bene, penso che il sonetto, soprattutto il numero 2, sia molto bello e potrei anche ottenere qualcosa dal V4. Ma sfortunatamente tutto è perduto in questo stato, credo. Alla fine non c'è niente che non sembri in qualche modo rotto o che non abbia bisogno di essere saldato o riparato e anche il motore avrà bisogno di parti nuove e beh ... È un peccato, ma non credo che nessuno vorrebbe occuparsene. quanto dovrebbe costare ancora?

    4
    1
    • @Tim Weber costa $ 1.999

  • Se salvabile, allora progetto (e nel processo dire addio all'idea di vedere di nuovo tutti i soldi del progetto). Sonett è fantastico, sfortunatamente un ramo di sviluppo di Saab che non è stato più continuato dopo il numero 3.

  • Inoltre, non sono molto entusiasta di Saab Sonett II e III. Trovo solo Sonnet I notevole. Preferirei tenere questo sonetto come spazzatura e metterlo via come "ritrovamento di un bar". Forse qualcuno sarà ancora in grado di usare qualcosa come pezzo di ricambio.

    4
    2
  • Piuttosto negativo ...

    quanto è stato commentato qui finora. E ora sta peggiorando e migliorando allo stesso tempo.

    Da un lato, vedo tutto in modo molto simile. D'altra parte, vedo il sonetto come un autentico figlio del suo tempo con lo status di una rarità.

    Tra il 1950 e il '70 e oltre, furono costruiti numerosi derivati ​​della tecnologia di serie come auto sportive. Quello che hanno in comune è che hai meno utilità per più soldi.
    A volte i marchi automobilistici hanno spremuto 5 CV in più dai motori, ma spesso hanno persino rinunciato a tali misure cosmetiche.

    Si affidavano completamente a pesi ridotti e resistenza al vento per superare la concorrenza interna sulla scheda tecnica. A volte bastavano 155 km/h invece di 150 per qualificarsi come “auto sportiva”.

    La maggior parte delle "auto sportive" di allora non può essere misurata con gli standard del nostro tempo. Anche ai loro tempi erano irrimediabilmente inferiori a molte limousine. Questo vale anche per le Porsche, che hanno fatto stappare i tappi di champagne quando hanno rotto i 190 km/h - anche se erano ancora appesi solo alla schiena di alcuni pezzi grossi che leggevano un giornale sul sedile posteriore a 193 km/h e fumavano un sigaro nel suo l'autista ha soffiato il collo.

    Un sonetto è un sonetto. Non devi volerlo da solo e puoi comunque essere felice di ciascuno se ne rivedi uno. Questo ha la sua giustificazione (storica).

    10
    1
  • Decisamente difficile. Penso che Saab abbia davvero perso un'opportunità all'epoca. Non importa come lo giri, il sonetto non è molto carino. Temo che la reliquia non avrà futuro. Per quanto grave sia. 🙁

    4
    1
  • Penso che il commento di Hans S. arrivi al dunque, anche per me.
    Thrash metal.

  • I Sonett, non importa quale, sono modelli che non identificherei mai come Saab senza l'emblema Saab.

  • Un progetto a lungo termine

  • Emotivamente, il sonetto evoca immediatamente l'associazione di una scatola di sapone pericolosa per la vita, traballante e furiosa. Catharina sarebbe stata molto meglio. Per me personalmente, Saab rappresenta comunque i modelli successivi, che sono caratterizzati da sicurezza, design pratico e ingegnoso con un alto valore di utilità e motori turbo.

    Ma ogni animale ha la sua piccola sorpresa! 🙂 Allora era una generazione diversa. Sarebbe bello se si potesse trovare un amante con la necessaria grande porzione di passione, entusiasmo, coraggio e denaro.

  • Difficile, non ho mai voluto il sonetto. Li ho sempre trovati brutti e lontani dall'estetica di altri modelli Saab. Ai miei occhi spazzatura, senza possibilità.

    8
    1
  • La mia ammirazione sarebbe un "project manager" per questo progetto, probabilmente un disastro! Devi avere molta comprensione, conoscenza, abilità e resistenza, anche finanziariamente.

    Sonnet, non lo so. Non tutto ciò che è scritto con Saab deve essere apprezzato. Non mi piace la Sonett e non vedo nemmeno questa macchina come un'auto sportiva.
    Vediamo cos'altro ha la comunità Saab per le opinioni sul sonetto?!

I commenti sono chiusi