Un uomo, un cane e spazi infiniti

Novembre. Le giornate si sono accorciate, le temperature notevolmente più basse. Il blues di novembre è nell'aria. I contatti sociali si riducono, ristoranti e caffè restano chiusi. Se vivi in ​​campagna come me, allora sono anche le conversazioni tra vicini sulla recinzione che diventano meno frequenti.

Sera: la nebbia si insinua dalla valle
Sera: la nebbia si insinua dalla valle

Gli appezzamenti sono abbastanza grandi e gli spazi tra le case sono generosi. Può succedere di non vedere nessuno per giorni. Ad un certo punto si passa alla sostanza. Rode la psiche. Non tanto che devi andare senza mangiare al ristorante. O non incontrare gli amici per un caffè.

È come il piombo nell'aria

Ma la situazione in linea di principio. L'eterna cautela, il mantenimento delle distanze. La disciplina con cui si osservano le norme igieniche. Già per autodifesa. Lockdown 1.0 è stato ancora più giocoso. Una nuova esperienza mista a curiosità e avventura.

Lockdown 2.0 è più oscuro, più duro, come il piombo nell'aria e sulla terra. Questo ha a che fare con il prossimo inverno, con il blues di novembre, che si ha più o meno ogni anno. Ciò che aiuta è correre. Esci nella natura ogni volta che puoi. Con qualsiasi tempo e indipendentemente dall'ora del giorno.

Cane Frieda con giubbotto di sicurezza - per ogni evenienza
Frida il cane con un giubbotto riflettente - per ogni evenienza

Mi piace correre in prima serata. Quando arriva il crepuscolo, la nebbia si insinua dalle valli. È il momento della quiete. La maggior parte degli escursionisti è scomparsa e si trova a casa nei suoi caldi appartamenti. Allora hai il mondo quasi tutto per te. Un uomo, un cane e spazi infiniti.

Allontana la malinconia di novembre

La corsa aiuta. Cancella la tua mente e raddrizza la tristezza di novembre. Il nostro tempo è tutt'altro che facile. Questo è chiaro. I contatti sociali non possono essere ridotti in modo permanente. L'uomo è un animale da branco. Solo pochissimi possono essere soli con se stessi.

Inoltre, potrebbero esserci paure economiche, preoccupazioni per la salute e per amici e familiari. Ad un certo punto ti sorprendi a sognare maschere e distanze minime di notte.

Un'auto esce dalla valle, altrimenti è solo a quest'ora del giorno
Un'auto esce dalla valle, altrimenti è solo a quest'ora del giorno

Per superare il tempo, è utile riconoscere ciò che hai. Quasi tutti hanno avuto momenti bui nella vita che sono stati più difficili di quello che dobbiamo affrontare oggi. Le sfide personali, la sensazione di stare al limite.

Sono passati esattamente 10 anni da quando ho avuto un simile momento. Ero all'ospedale. Un'operazione importante dietro di me, una lunga prova davanti a me. Non grandi prospettive. Accoppiato con una sensazione di impotenza e impotenza. Al mattino, quando il giorno passava lentamente la notte, potevo guardare i lavoratori sul tetto dell'edificio di fronte al mio letto.

Novembre - solitudine - libertà
Novembre - solitudine - libertà

Si stava appena facendo buio quando erano già lì. Fuori faceva freddo, c'erano spifferi. Novembre in Alta Franconia, che è più duro e più aspro rispetto al Lower Main, rovinato dal clima. Gli operai, che probabilmente provenivano dai Balcani o dagli stati orientali, hanno ristrutturato il tetto opposto. Un lavoro massacrante e non quello che vuoi davvero fare.

A quei tempi per me era il miglior lavoro del mondo. Perché avrei dato tutto se fossi stato in grado di lasciare la stazione e rimettere a nuovo il vecchio tetto malato.

E oggi?

Ebbene, i miei contatti privati ​​sono limitati. Mangiare fuori, incontrarsi al pub, bere un caffè. Tutto è obsoleto. Ma sono libero. Un uomo, un cane e spazi infiniti. Al tramonto nella campagna dove la volpe e la lepre danno la buonanotte.

E visto in questo modo, è incredibilmente buono.

5 pensieri su "Un uomo, un cane e spazi infiniti"

  • Provincia contro città (@ Bergsaab),

    possiamo essere felici che ci siano grandi città e persone che non vogliono vivere in nessun altro modo. Culturalmente, scientificamente ed economicamente, saremmo provinciali solo senza aree metropolitane ...

    E in Germania con 233 abitanti per chilometro quadrato è fondamentale impilare le persone l'una sull'altra. Questo è solo poco meno di 4.292 metri quadrati pro capite. Conosci persone che ne hanno di più. Puramente privato.

    Sono i cittadini accatastati che ci lasciano spazio per tutto ciò di cui abbiamo assolutamente bisogno, che si tratti di infrastrutture, economia o natura. Puoi rifiutare personalmente questo stile di vita (lo faccio anche io), ma dovresti tenere presente che la provincia in cui vivi venditore sarebbe abbastanza densamente popolata senza città e cittadini e completamente priva di natura ...

    4
    1
  • Ciao Tom,
    Immagini molto belle, molto empatiche, scritte sentimentali positive, molto private e tuttavia
    tutti possono identificarsi con esso perché hanno vissuto qualcosa di simile. Aiuta fuori dal
    Esperienza sapendo che la vita cambia sempre. Aiuta anche
    per poter apprezzare di nuovo le piccole cose. Aiuta a mostrare il lato carino di
    per ricordare la vita passata.

  • Sì, dopo aver sorvolato a lungo sulla città densa, stiamo imparando di nuovo ad apprezzare i vantaggi della provincia!

  • Immagini scritte in modo sensibile e coerenti!

    Ho vissuto in Africa per alcuni anni, Ghana e Kenya, a volte abbastanza solo, un cane era sempre con me!
    Sono semplicemente dei veri compagni.

    12
  • Ciao Tom,
    bene che possiamo andare fuori e andare a correre o camminare lì! Non voglio vivere nella città costruita. Passerà anche il tempo senza contatti social!
    Lg,
    Charles

    12

I commenti sono chiusi