Il disastro. Quando Talheim diventa Waterloo.

Il Natale è considerato il periodo tranquillo e silenzioso in Baviera. A cavallo dell'anno, Corona sembra ancora lontana e utilizzo il mio tempo libero per pensare al mio progetto 9-5. La Saab è al sicuro a Talheim, prevedo per gennaio. In linea di principio mi piace molto l'equipaggiamento Arc, solo la parte anteriore è un po 'conservativa.

Nessuna Saab di Talheim

Ho in mente una conversione in ottica aerodinamica, farebbe sembrare la berlina svedese più sportiva. Cerco e navigo, scopro su Aero World Germany una maschera anteriore usata. C'è uno sconto speciale nel periodo di Natale, il prezzo va bene a poco meno di € 200,00. Il 26.12 dicembre l'Aero Front è ordinato insieme a un volante. Ricevo la notifica di spedizione il 30 dicembre, l'elaborazione è rapida.

La merce arriva all'hangar pochi giorni dopo. Lo stato del frontale, descritto buono, non è del tutto confermato, la parte è già stata riempita e ridipinta in precedenza. Ma la rapidità di lavorazione e il prezzo speciale a Natale compensano completamente. Tutto bene!

I giorni passano lenti, non vedo l'ora che arrivi la mia nuova Saab. Ogni tanto guardo su internet. Sì, è ancora lì, tutto è come promesso. È infantile, ma gli uomini ei loro giocattoli sono sempre qualcosa di speciale. Il 7 gennaio è finalmente in calendario. Ho preso il sabato successivo e ho assunto un amico come autista per ritirare la Saab.

E poi, all'improvviso, la tranquilla Talheim diventa improvvisamente la mia Waterloo. Il disastro inizia con una telefonata.

Ma nessuna Saab di Talheim

Il primo tentativo. Non riesco a contattare il signor Lobmüller. Il capo non è in casa, mi dice l'impiegato. Dovrei riprovare tra un'ora. Il secondo tentativo. Il capo è qui adesso. Ma non parlare. E inoltre, la signora continua al telefono, la Saab è già stata venduta. A un cliente. Grazie e arrivederci.

Nessun rimpianto, nessuna spiegazione. Riattaccato. Quindi era così. Sono senza parole e piuttosto incazzato. Forse sono stato troppo viziato negli ultimi anni. Finora, il team di Saabblog è stato ben servito dai seminari Saab, a volte anche il tappeto rosso virtuale viene srotolato. Nel caso Lobmüller, ho deliberatamente evitato le cose di Saabblog. Volevo una storia di vita reale. Non filtrato e così via. Ora ho la ricevuta!

Per essere chiari: non c'era nessun contratto tra me e Lobmüller. Basta una telefonata e un accordo. Talheim ha sempre avuto il diritto di vendere la Saab ovunque. E ovviamente puoi dimenticare qualcosa, soprattutto durante le vacanze e il capodanno. Una scusa, un "scusa" al telefono sarebbe stato utile per salvare la situazione. Ma come?

Sono frustrato e arrabbiato

Arrabbiato con Lobmüller e con i modi empi, frustrato perché continuo a cercare e non riesco a trovare nulla. Va così a gennaio, e nel frattempo Corona si sta diffondendo in tutta Europa. Le persone in Germania non lo prendono ancora sul serio. Questo cambierà presto. Alla fine del mese trovo in rete un 9-5 interessante. In linea di principio, è troppo bello per essere reale. Ovviamente c'è di nuovo un problema.

Perché la Saab non è venduta in Germania. E le nuvole nere della corona si stanno addensando all'orizzonte.

Puoi trovare tutti i contributi precedenti al progetto Gentleman qui.

12 pensieri su "Il disastro. Quando Talheim diventa Waterloo."

  • @ Mr Hirsch / Volvaab Driver:
    Non leggo il blog (con molto piacere) per giudicare. Al contrario, il mio commento aveva lo scopo di fornire più relax, proprio perché non conosciamo le ragioni da parte di Lobmüller (che ho avuto modo di conoscere anche come portabandiera calmo e impegnato (e più che "solo")) - molto concreto, molto calmo 🙂

    (Vorrei anche una telefonata se annulli; la comunicazione è ciò che definisce l'interazione umana e, a mio avviso, è uno dei capisaldi dello stare insieme reale e non solo fianco a fianco)

  • @all In linea di principio, non bisogna dimenticare che sono attori come Lobmüller a scrivere la storia. Glielo sto solo dicendo. Se Lobmüller avesse avuto solo un accenno di rimpianto nei confronti del cliente sconosciuto, avrei ricontrollato e (presumibilmente) portato la storia a un risultato intermedio esplicativo e conciliante.

    E nessuno si rammarica più di me che non abbiamo una storia positiva di Saab da Talheim sul blog. Perché nelle visite precedenti ho avuto un'ottima impressione di una piccola concessionaria di auto impegnata.

    3
    1
  • L'Alta Corte (@ Saabansbraten e Roland)

    Ho capito diversamente l'articolo di Tom. Certamente non si trattava di screditare un rivenditore o un servizio Saab per far sembrare un altro ancora più affascinante.
    Ce ne sono troppo pochi per questo e la repubblica è troppo grande.

    Ogni concessionario di auto ha garantito che ci sono anche acquirenti inaffidabili e sgradevoli.
    E senza un acconto e un contratto di vendita firmato, una prenotazione non vale molto, in ogni caso meno di uno specifico acquirente che sventola contanti, in piedi davanti alla porta con pressione positiva.

    Ma in quale altro modo avrebbe dovuto essere descritta l'esperienza? E cosa ha impedito esattamente al dealer di investire una breve telefonata nell'ultima prospettiva concreta?
    Sarebbe stato carino e giusto, no?
    Ne più ne meno ...

    4
    1
  • Mentre le persone leggono, non conosciamo le ragioni da parte di Lobmüller e sarebbe avventato giudicarlo ulteriormente. Penso che ogni rivenditore, compresi quelli che continuano a sventolare le bandiere SAAB, sia felice di un acquisto e di un budget reali con cui poter lavorare. Nel caso di un cliente che ha effettuato un acquisto definitivo e quindi eventualmente rimane nella propria azienda (così come un cliente di officina), questo è lo stato desiderato. Sfortunatamente, Tom aveva le carte non così buone a questo punto 🙂

    4
    1
  • Anche se non è stato carino, forse puoi dare una brutta giornata a un rivenditore Saab.
    Altrimenti questo è un concessionario molto gentile e competente che ti porta in un viaggio indietro nel tempo fino al tempo in cui Saab aveva più o meno successo.
    Ci sono anche storie molto brutte su un mercante nell'estremo nord del nord che è sempre menzionato qui come molto lodevole ...
    Dove c'è molta luce, c'è sempre l'ombra

    4
    2
  • Se l'acquirente fosse un lettore di blog ... segnalerebbe qui?

    5
    1
    • @ Ken-Daniel A quanto pare non lo è. In ogni caso, ha un arco 9-5 molto bello e pulito. Lo do a lui.

  • Questo è davvero estremamente fastidioso. Se anche un acconto non serve a dimostrare la tua intenzione di acquistare, allora non lo so più. D'altra parte, non voglio sapere quanto spesso gli acquirenti di auto agiscono con le telefonate e poi non si mettono mai in contatto o almeno hanno la decenza di annullare.

  • Quando lo sento così (Tom & Aero-9-3), sono davvero contento di non averlo provato io stesso. O ho appena represso con successo un'esperienza del genere? Potrebbe anche essere ...

    5
    2
  • Incredibile questo comportamento. Dan si arrabbia davvero.

    5
    3
  • È stato molto carino ………. Sensazione. Che crudele.
    I “senza contratto” si sono vendicati amaramente… sono solo (auto) concessionari. La parola anseatica probabilmente si applica solo ai mercanti.
    Ho anche attraversato una situazione come questa: ho effettuato una prenotazione vincolante per il SAAB presso il rivenditore, ho persino offerto un deposito, che è stato gentilmente rifiutato e ha annunciato la mia venuta per il sabato successivo. Il mio istinto mi ha detto il venerdì prima (3 giorni dopo), chiama di nuovo e annuncia il tuo ritorno (!) Per domani. Risposta: il SAAB è venduto. Un commerciante con un rimorchio era lì ieri e ha immediatamente portato via il SAAB. Parla presto con te. Punto, fuori dal mouse. Ero incazzato. Probabilmente simile a Tom ...

  • Oh caro, questo può essere davvero frustrante. Vera compassione, ma forse seguirà qualcosa di meglio?

I commenti sono chiusi