Chiamate in auto: quando passerai a un'auto elettrica?

Ora è tornato, il tempo delle conversazioni in macchina. A differenza del 2011, quando tutto ruotava attorno al marchio Saab morente. Ora si tratta dell'auto elettrica. Il bonus ambientale fa cenno in sottofondo e improvvisamente le persone sono interessate alle auto che non ti saresti aspettato.

Il mio vecchio motore a combustione: quando passi a un'auto elettrica?
Il mio vecchio motore a combustione: quando passi a un'auto elettrica?

Come blogger che scrive principalmente di vecchi motori a combustione, apparentemente sei il compagno di conversazione ideale. Non importa dove vada, amici o vicini, a un certo punto è successo. Parliamo di auto.

E quando si passa a un'auto elettrica?

Mi viene posta questa domanda ancora e ancora. Quindi faccio un respiro profondo e ogni volta spiego perché non ho intenzione di cambiare. Corona ha atomizzato il mio chilometraggio annuale. L'auto aziendale è rimasta quasi immobile nel parcheggio da mesi, probabilmente tornerà indietro con molti chilometri in meno alla fine del contratto di locazione. E anche dopo Corona non sarà più come una volta. Il tempo e le circostanze sono cambiati.

Visite pronunciate agli appuntamenti, non tornano mai.

Di conseguenza, guido vecchie auto. Dai 20 anni in su. Mi sembra logico. Con i miei 7 o 8.000 chilometri stimati, che percorro privatamente ogni anno, ottimale. Perché un veicolo che ha 2 decenni è ben oltre la sua vita utile originariamente presunta. Da un punto di vista ambientale, è cancellato e prenotato a causa della sua età. Il consumo di risorse durante la produzione è stato a lungo dimenticato decenni fa.

Carte blanche per la vecchia latta.

Dopo 20 o 30 anni lo stagno diventa carta bianca. Una sorta di assegno in bianco, perché ora conta solo il consumo effettivo. E questo è basso, se non altro a causa del mio basso chilometraggio annuale. Così bassa che lascerei un'impronta di CO2 inferiore con un motore a combustione che con una nuova auto elettrica fino a quando non consegnerò la patente.

L'esperienza ha dimostrato che la mia argomentazione non è sufficiente per sfuggire alla chiamata di un'auto. Se vuoi filosofare sulle auto elettriche, hai il bonus ambientale statale e il salvataggio del mondo nella parte posteriore della tua mente. Nuova tecnologia e un possibile investimento che vorresti sostenere da solo. Non è affatto consigliabile se si presentano controargomentazioni.

Si è rapidamente sospettati di essere un rifiuto di progredire.

E, ad essere onesti, non mi occupo delle auto elettriche. Ma non trovo l'argomento particolarmente stimolante di per sé. Ho software ed elettronica ogni giorno da 30 anni. La sospetta attrazione della novità non esiste per me.

Le conversazioni poi si trascinano e diventano dure come una pessima gomma da masticare. Celle batteria, tecnologia di ricarica, autonomia in estate, inverno e sotto la pioggia. I più intelligenti poi entrano nei dettagli, inondando l'opposto con conoscenze specialistiche read-in, che si collocano in cima alla Top 100 delle cose che non avresti mai voluto sapere.

Come scollegare le conversazioni dall'auto elettrica.

Esiste un metodo collaudato per staccare la spina in tali conversazioni. Il punto nero quando si tratta di auto elettriche che puoi giocare se non hai voglia di parlare di premi elettrici e ambientali.

L'obiezione che sia già chiaro che un'auto elettrica lasci una scia digitale delle dimensioni di un'autostrada californiana a otto corsie è quasi sempre un pareggio. Diversi terabyte al giorno - con un'espressione preoccupata sul viso - e c'è silenzio e inizia il frenetico cambio di argomento.

È strano: quasi nessuno ha la raccolta di dati sulle auto moderne sul proprio radar.

Le persone si arrabbiano quando Google inserisce un cookie sul proprio computer o visualizza pubblicità personalizzata sul tablet. Il fatto che una Tesla possa persino filmare l'ambiente circostante nel parcheggio e caricarla sui server statunitensi in alta risoluzione non è di interesse.

Nemmeno che il Polestar 2 abbia Google a bordo e che l'auto elettrica sia disponibile solo insieme a Google. Non importa quello che fai, ovunque tu vada, tutto viene registrato, tutto finisce su Google. Per cui le persone su Google sono le brave persone dal lato soleggiato della strada.

Ma cosa succede ai dati in dettaglio non è chiaro.

I profili di movimento di oggi sono la miniera di diamanti di domani. Tesla vuole usarli per migliorare il software e l'autopilota, Google l'esperienza dell'utente. La pubblicità personalizzata è il più piccolo dei mali. È possibile molto di più! Presto saranno disponibili set di dati biometrici completi che consentiranno approfondimenti sulla vita quotidiana dei clienti.

Cosa succede a chi solleva e macina i diamanti non è ancora chiaro. Ci sono molte possibilità e desideri. Le affermazioni di domani sono meglio puntate oggi. Tesla e BMW-Brilliance lo hanno imparato di recente in Cina. Presumibilmente, al fine di proteggere la privacy dei clienti locali, alle società è stato chiesto di spostare i dati su server cinesi.

La richiesta è stata prontamente seguita.

pensieri 28 su "Chiamate in auto: quando passerai a un'auto elettrica?"

  • @ GP362,

    Grazie per il collegamento. Tutti pensieri validi che il Prof.Dr. GH può pronunciare lì. Ci si chiede, sgomento, perché il palco non era più grande e l'emittente non era pubblicamente legale?
    E puoi indovinare la risposta. Scuola e ÖR? Dov'è la differenza? È solo il gruppo target e il gruppo di età, ma per il resto sei educativamente in linea dalla culla al bar. Già si adatta.

  • @ harald mikschy,

    Temo che questa conversazione sia rappresentativa di un atteggiamento ricercato economicamente e politicamente che sta effettivamente per affermarsi ...

    La sostenibilità è sepolta sotto le parole d'ordine “decarbonizzazione” (politica) e “ZERO” (economia e pubblicità), mentre il consumo e la società dello scarto sono ideologicamente riassegnati.

    Chi consuma elettricità oggi sta decarbonizzando e la sua impronta è ZERO. E coloro che sono troppo riflessivi per accettarlo nel presente possono ancora essere persuasi che hai bisogno di visionari che stanno già aprendo la strada come consumatori oggi per un futuro che potrebbe effettivamente venire come promesso. Perfido e geniale. Funziona.

  • ... una conversazione ripresa, 2 signore, molto consapevoli, ecologiche, sostenibili e diversificate al mio posto nella galleria d'arte:

    ..... mia figlia (che è anche molto ecologica) sta acquistando un'auto elettrica ...

    ... ma è così buono? a causa della durata e della fabbricazione delle batterie?

    ... non è un problema per mia figlia, noleggia l'auto per 3 anni, la batteria dovrebbe durare così a lungo e
    poi l'auto verrà restituita.

  • @ Saab 900 Turbo 16 S,

    ben scritto. Personalmente, non sono affatto contrario alla mobilità elettrica. Piuttosto (a 3.) contro il fatto che è guidato e guidato sulla base della fede e con una certa religiosità, in forme molto strane * rotture motivate economicamente su di noi ...

    E d'altra parte, quella fisica (a 4.) non è più impartita ai nostri figli in modo neutro, ma piuttosto sotto gli auspici di credenze economiche e politiche.

    * Forme strane sono, ad esempio, gli e-scooter, le e-bike e persino gli e-skateboard, che certamente non danno un contributo significativo alla tutela dell'ambiente.

    Ma anche la “classica” EV (e-car) è una forma relativamente strana: lo scrivi tu stesso, in un certo senso, che ci aiuta con una promessa di salvezza.
    La promessa di salvezza è che in futuro non dovrai più preoccuparti del maggiore (!) Dispendio energetico e di uno zaino più grande (!) Di CO2 in corso di produzione, perché in futuro tutto sarebbe comunque prodotto CO2 neutrale.

    Questo è 1. completamente sbagliato e 2. si applicherebbe anche ai motori a combustione, che potrebbero anche essere prodotti in modo CO2-neutral e anche quando fossero nuovi, non avrebbero più uno zaino e con biocarburanti (etanolo e biodiesel - preferibilmente da rifiuti) pure Potrebbe essere gestito in modo neutro di CO2. Ogni pianta è una cella solare naturale e incredibilmente efficace che tecnicamente non è così facile da riempire.

    Senza averlo capito e già notato, l'uomo ha smesso da tempo di parlare di CO2, ma di superfici ..

    Se in futuro tutto può essere prodotto in modo neutrale in termini di CO2, si dovrebbe invece parlare di quanta energia (in definitiva spazio e risorse) l'una o l'altra soluzione tecnica potrebbe o non potrebbe risparmiare rispetto a un'altra nella produzione e nel funzionamento.

    I rappresentanti dell'industria dell'energia eolica hanno scoperto da tempo la foresta da soli e sostengono che una turbina eolica può risparmiare più CO2 rispetto alla superficie necessaria e lo spazio aperto immagazzinerebbe CO2. In altre parole, un'industria di tutte le cose che uno (anche io) volevo annoverare tra quelle buone, sta ora attivamente facendo una campagna per lo sfruttamento eccessivo degli ultimi resti della natura rimanente.

    A loro piace anche spazzare sotto il tappeto che oltre (alla superficie) hanno bisogno di una strada agricola larga 10 me di qualsiasi lunghezza per il montaggio, le riparazioni e la manutenzione di ogni turbina eolica, e che hanno bisogno di due o molte volte più aree di traffico nella foresta che devono essere liberate , perché questo è l'unico modo per ottenere l'argomento desiderato, se misurato rispetto all'attuale mix di elettricità.

    La lobby è la lobby e il denaro è denaro. Comunque sia, i combustibili fossili sono la biomassa di ieri. Entrambi sono depositi di CO2. Quando ne versiamo uno alla volta, non abbiamo una preoccupazione in meno, ma una o due preoccupazioni in più.

    Questo dovrebbe e dovrebbe essere chiaro a tutti ed è stato a lungo parte dei libri di scuola.

    Include anche il fatto che avevamo veicoli ibridi 70 e 80 anni fa. Autobus, posta e smaltimento rifiuti, completamente elettrici senza terre rare nei centri storici e nei centri storici (linea aerea e anche solo per il fatto che gli edifici storici non sono inquinati da fuliggine) e solo negli ultimi metri e in zona periferica con piccoli bruciatori erano in arrivo. Anche le navi e gli aeroplani elettrici hanno una storia di oltre cento anni.

    Quando i libri di storia e persino di fisica - generalmente considerati oggettivi e neutri - vengono riscritti, ciò non fa parte della soluzione, ma parte del problema.

    Ovviamente abbiamo bisogno dell'elettromobilità. Solo per via del treno. Nessuno inizierebbe nemmeno a dubitarne dopo più di 100 anni.

    Ma altrettanto naturalmente abbiamo bisogno di un discorso aperto sul fatto che questo includa inevitabilmente le terre rare per gli skateboard e altre forme di trasporto privato, comprese le automobili. Vorrei anche vedere solidi equilibri generali sull'argomento.

    L'ipotesi che in futuro sia la produzione che il funzionamento sarebbero neutrali in termini di CO2 e che il fabbisogno energetico (e il fabbisogno di spazio !!!) non avrebbero quindi più un ruolo nel complesso è tutt'altro che reale.

    Pertanto, sono interessato ai bilanci di CO2 (abbelliti), di qualsiasi lobbista, in cui la biomassa e l'area non sono considerate o non sono prese in considerazione in modo equo
    non più.

    Quello che mi piacerebbe davvero vedere sarebbe un equilibrio complessivo coerente dell'auto a emissioni zero, comprese le sue - a seconda del concetto di guida (elettrico o bio) - forse o certamente diversi requisiti di spazio.

    Qui e solo qui (in superficie) la musica suonerà in futuro e temo che le terre rare e l'aumento del fabbisogno energetico nella produzione saranno altrettanto dannosi per l'ambiente domani come lo sono oggi. L'attuale mix di elettricità o meno.

    La discussione sull'area, tuttavia, è stata da tempo nuovamente occupata a livello lobbistico - come mostra l'esempio dell'energia eolica - prima ancora che il consumatore medio Otto la comprendesse come rilevante.

    Invidio tutti quelli che sanno ancora esattamente dove andare, che pensano di essere in buone mani e parlano persino alla coscienza presumibilmente impura di altre persone.
    E mi dispiace per tutti coloro che un giorno dovranno riempire questa cosiddetta conoscenza (a mio parere intellettualmente sottofinanziato solo una convinzione dei buoni credenti).

    Un unico, coerente bilancio (CO2 E area) e cambio subito cavallo. Promesso.

    Ma nessuno ha bisogno di venire da me con la foresta contro qualunque cosa. Preferisco stare vicino alla foresta e cercare di nuovo i funghi presto ...

  • Dopo aver dedicato molte ore da ieri alla mia vecchia Saab - ancora una volta -, che dovrebbe finalmente ottenere la sua approvazione H nella prossima settimana, voglio solo notare prosaicamente alcuni aspetti perché non riesco proprio a smettere:
    1. Non riesco a pensare a nessuna ragione comprensibile per cui tu come appassionato di auto vorresti staccare la spina ai "discorsi sulla benzina" sulla mobilità elettrica, mentre sei sempre disponibile per quelli sui motori a combustione, preferibilmente Saab.
    2. Se l'altra persona l'ha letto, tanto meglio. Sono a metà strada, non solo il mio, e di conseguenza ci sono gli ingredienti per una conversazione basata sui fatti al di là delle ideologie.
    3. In un settore del genere, in particolare, contano solo gli argomenti. Chi vuole parlare in base alla fede?
    4. Le mie auto hanno terminato i loro "zaini di produzione" e soffiano solo i gas di scarico dal tubo di scarico (la BMW 635 CSi ne ha anche due) che si verificano durante il funzionamento. Dato che attualmente percorro solo circa 5000 km all'anno, i veicoli nuovi, indipendentemente dal fatto che si tratti di motori a combustione o di azionamenti elettrici, non sarebbero secondo me più rispettosi dell'ambiente. Tuttavia, come abitante di città, so che il passaggio improvviso all'elettromobilità rappresenterebbe una liberazione per molti della mia specie, anche se, come tutti sappiamo, a volte significa solo uno spostamento dallo scarico al camino, ma con il progressivo cambiamento del mix elettrico nazionale verso le energie rinnovabili - nel libro di fisica sopra citato questo è già corretto, almeno a livello dell'ottavo anno - si sta rimpicciolendo.
    5. Sono convinto che non siamo "completamente pazzi per le restrizioni", ma che a questo proposito, la maggioranza dello spirito pubblico predomina e questi, in nome o nel quadro della loro moralità, hanno un po 'della loro libertà individuale da qualcosa al servizio della libertà di qualcosa rappresenta, nello spirito di Kant, Arendt o Gauck, che qui non hanno reinventato la ruota, anche se torneremmo su uno dei nostri soggetti preferiti, l'automobile.

  • Personaggi scherzosi (@ Hans S.)

    Le risate mi si bloccano in gola, ma spero che in futuro le persone oggi si divertiranno molto con le persone.

    Il mondo sopravviverà a noi in qualche forma. Se questo include l'umanità, chi è interessato alla storia può raccontare mille aneddoti su di noi. Della società dello scarto che ha buttato via tutto quello che aveva già prodotto per non essere più una società dello scarto.

    A proposito di risparmiatori di energia, che hanno regolamentato e limitato legalmente le prestazioni dei loro aspirapolvere, con l'effetto che ora dovevano aspirare il doppio del tempo e consumare più elettricità di prima durante l'aspirazione.

    A proposito di risparmiatori di energia che hanno pulito l'interno di veicoli elettrici con una potenza di 500 kW in questo modo - che richiede tempo ed energia.

    A proposito di salvatori del mondo della politica e degli affari, che concordavano sul fatto che le terre rare e la crescita illimitata non erano in contraddizione con se stessi, ma il santo e anche logicamente il santo graal.

    Sul fatto che, tra tutte le cose, abbiamo elettrificato la mobilità senza un'infrastruttura esistente con violenza e grande sforzo e nell'area dell'immobilità (spazi di vita e di lavoro completamente sviluppati in termini di infrastrutture) non l'abbiamo semplicemente riscaldata con l'elettricità. Senza terre rare o batterie.

    Sul fatto che avremmo potuto fare quasi senza tutto e avremmo potuto risparmiare CO2, costi operativi e di costruzione a vantaggio delle persone e dell'ambiente. Ma cosa direbbero l'industria delle costruzioni o la corporazione degli spazzacamini? O Schröder e Putin, se avessimo solo i radiatori elettrici su una presa Schuko?

    Sarebbe troppo semplice. Se salvi un locale caldaia, Gazprom e serbatoio dell'olio, chiudi gli spazzacamini e gli idraulici, allora almeno le celle solari devono essere sul tetto e una grande batteria nel seminterrato o nel ripostiglio. Inoltre, un EV davanti alla porta e un aspirapolvere senza potenza di aspirazione. Allora forse il bilancio sarà di nuovo, l'economia e il bilancio nazionale saranno salvati.

    Spero sinceramente che le generazioni future rideranno di noi di cuore e ad alta voce, perché davvero non può e non deve andare avanti così.

    7
    2
  • @Volvaab Driver, in ottimi termini! Sfortunatamente, è esattamente così! L'inettitudine o l'imperturbabilità di alcuni politici è semplicemente terribile. Come puoi resistere a un fienile così a lungo è un mistero per me. Tanta incapacità su una mente così piccola, devi essere in grado di farlo prima.
    Temo che sulla scia di questo e-hype e rottami, a un certo punto non sarò più in grado di guidare la mia vecchia Saab e Lancia. Sarebbe un vero GAU per me.

    Quindi aspettiamo le nostre vecchie auto il più a lungo possibile!

  • Economia pianificata capitalista

    I libri scolastici sul tema dei sistemi sociali, il loro carattere economico e politico, i loro effetti e impatti sociali e ambientali sono stati da tempo riscritti.

    Gli effetti della ridistribuzione appartengono a questo. Ad esempio, quando i lavoratori a basso salario e altri contribuenti guadagnano bonus di demolizione e sovvenzioni per veicoli elettrici.
    O sussidi agricoli per i più grandi preti suini
    con la maggior parte delle scrofe in uno spazio ristretto.

    I libri di fisica sono già stati riscritti. Fisica di tutte le cose! ! !

    L'introduzione al tema dell'energia non inizia più con la distinzione tra energia cinetica, termica e potenziale.
    No, soprattutto si ipotizza che esistano forme di energia “illimitata” e “finita” e che in definitiva l'umanità stia per passare all'energia illimitata, per aprire possibilità illimitate / crescita illimitata.

    È davvero così nel libro di fisica per l'ottavo anno del livello intermedio del liceo. A riprova di questa ripida tesi si afferma che presumibilmente l'idrogeno viene già prodotto in quantità illimitate ed è liberamente disponibile ...

    In effetti, combattiamo da tempo per le foreste e la terra, senza già produrre idrogeno su scala significativa.

    Naturalmente, nulla su questo pianeta è disponibile a tempo indeterminato, nemmeno il vento e il sole, per il cui raccolto, stoccaggio e trasporto abbiamo solo aree e risorse limitate.

    Non ci sono soldi per libri scolastici ragionevoli, ma metteremo fuori combattimento € 9.000 per ogni singolo EV? Allora il mondo si salva e noi siamo sulla strada giusta? Ancora. Come sempre. Devi solo volerci credere ...

    Non sappiamo tutti da molto tempo che non c'è limite al numero di modi sani che possiamo produrre e consumare? Che il frenetico passaggio da Euro 4 a Euro 5 o 6, da aspirapolvere o frigorifero con A o A + ad A ++ o A +++ non sia la soluzione, ma parte del problema?

    Parlando di frigoriferi, anche un tale dispositivo elettronico, il cui ritiro anticipato è già stato sovvenzionato dallo Stato.
    Non sarei sorpreso se i veicoli elettrici che vengono immessi nel mercato oggi con sussidi statali dovessero essere demoliti domani con sussidi statali a beneficio della prossima generazione.

    Ufficialmente in nome dell'ambiente - sullo sfondo la lobby, l'economia pianificata capitalista, gli investitori e il mercato azionario ma non un singolo libro di testo che sia sorprendente
    contrasterebbe la follia vissuta apertamente anche lontanamente con un solo pensiero ...

    11
    1
  • Buongiorno cara comunità SAAB
    Con i costi che dovrei investire per guidare un'auto elettrica, posso far funzionare i miei due SAAB 9000 per anni.
    Ho appena investito nella mia SAAB 9000 2,3 turbo con 285.000 km, 3000 euro nella carrozzeria e 3000 euro nel motore. In media pago circa 500 euro per un tagliando annuale, ma qualcosa è veramente riparato.
    In un'officina di marca (VW, AUDI, BMW, ecc.) I miei colleghi pagano da 700 a 800 euro senza riparazioni solo per guardarli.
    La febbre SAAB ci ha davvero catturati.
    Mio figlio ha appena acquistato la sua prima decappottabile 16 SAAB quando aveva 9.3 anni e mia figlia di 14 anni ha ricevuto solo di recente una SAAB 900. Era un'offerta una tantum.
    Ora le tettoie per auto devono essere estese.
    Inoltre, una nuova auto per 4 persone non è più abbordabile rispetto al prezzo della nuova auto, indipendentemente dal fatto che la benzina o l'elettricità siano semplicemente troppo alte. Il nostro meccanico Mario a Himberg manterrà in funzione la nostra flotta SAAB per anni.
    Nelle nostre varie escursioni, c'è sempre un'auto elettrica vicino alla strada e il fumo.
    Non ne ho bisogno.
    Saluti da Vienna

    10
    2
  • Un grande contributo che spicca dai già fantastici articoli di questo blog! Grazie Tom.
    È lo stesso per me, anche il mio chilometraggio si è ridotto così tanto che devo passare consapevolmente da un alce all'altro in modo che tutti abbiano il diritto di essere sufficientemente esercitati. Un problema di lusso, ovviamente. Ma non credo di aver bisogno di una nuova auto in questa vita finché la fornitura di pezzi di ricambio è in corso.

    Nessuno ha ancora calcolato il consumo energetico effettivo del Data Octopus, indipendentemente dall'azionamento. Internet consuma la stessa quantità di energia del traffico aereo globale prima di Corona!
    Per inciso, non mi manca nemmeno il traffico aereo, ho aspettato con impazienza il cielo incredibilmente pulito e limpido per tutta l'estate.

    11
  • @Franken Troll Parli con l'anima e chi finanzia il quarto dell'auto elettrica - ovviamente, il contribuente senza chiedere ...

    È ora di pensare, giusto?

    7
    1
  • Tom, grazie mille per questo articolo: questo punto di vista è più che corretto, ma difficilmente appare sulla stampa quotidiana perché tutti si sono concentrati sui pro e contro delle auto elettriche.

    Va detto, tuttavia, che la raccolta di tracce digitali o profili di movimento non dipende dall'unità. Tutti i nuovi sistemi multimediali per auto raccolgono dati. Che cosa esattamente, quanto, cosa succede ai dati? Ho chiesto al mio concessionario Volvo di fiducia. Scrollata di spalle. Indipendentemente dal fatto che sia a benzina, diesel o elettrico, tutti sono uguali di fronte al polpo dei dati, non discrimina. Dopotutto.

    Le attuali discussioni sull'unità, soprattutto in Germania, sono inattive. L'auto elettrica è già lì, se VauWeh vende le cose allora Michl si calma e comprerà. E possiamo ancora guidare SAAB per tutto il tempo che vogliamo e possiamo permetterci. Questo è già certo (credo). Gli autopiloti della California genereranno più incidenti e poi discuteremo se tre incidenti con autopilota sono ancora meglio di milleduecento incidenti umani. Tutti i produttori sosterranno che questo è esattamente ciò per cui hanno bisogno dei dati. Per proteggerci da noi stessi e per rendere la guida più sicura, ecc. Poi, a un certo punto, la società con sede a Wolfsburg attiverà il pilota automatico e lo commercializzerà bene e il gruppo target penserà che se l'autopilota proviene da Wolfsburg, allora è decisamente meglio di così Pilota automatico hippie californiano.

    Ma l'affare di dati privati ​​contro app colorate, QUELLO è l'affare del secolo (millennio?). Ciò avrà un impatto maggiore sulla società futura rispetto a diesel vs. Benzina vs. Elettrico.

    cristiano

    13
  • Non voglio entrare in ciò che è pulito e impuro adesso, la cosa più pulita per l'ambiente sarebbe camminare a piedi nudi, ma al momento non è questo il problema. In termini di profilo di guida, un'auto elettrica potrebbe adattarsi, ora sarebbe bello ottenere l'auto premium da € 5000 E in Austria, ma poiché ho solo un parcheggio coperto senza presa, dove c'è già una delle Saab, non posso fare molto con un'auto elettrica qui. Se vivessi in campagna e dovessi fare il pendolare, prenderei in considerazione l'acquisto di un'auto elettrica piccola / compatta. Carica a casa tramite PV e usalo per andare al lavoro per proteggere le Saab e tenerle solo per pochi viaggi di piacere all'anno.

  • @ Daniel (cambio e guasto al motore),

    pensiero romantico che in futuro potresti essere sulla strada in elettrizzati giovani e anche vecchietti ...

    Ma vedo gli stessi punti interrogativi dietro questa visione come vedo dietro la mobilità elettrica nel suo insieme. La batteria non diventa più pulita e l'infrastruttura non si crea da sola solo perché le terre rare e il lavoro minorile vengono inseriti in un vecchio invece che in un nuovo corpo.

    E cosa significa guasto al motore?
    Una riparazione potrebbe non essere più una cosa ovvia per noi (lo era una volta), ma sarebbe comunque ecologicamente corretta, quasi CO2 neutra.

    I nostri problemi, le loro cause e la nostra attuale, piuttosto folle soluzione in una frase:

    Per fare tutto in modo diverso d'ora in poi, la società dello scarto prima butta via tutto.

    12
  • Se qualcuno che conosco preferisce i veicoli più vecchi e sta cercando di interrompere una conversazione sull'auto elettrica con l'argomento della raccolta dei dati (che in realtà non parla contro i veicoli elettrici, ma contro tutte le auto più recenti), chiederei se vorrebbero acquistarlo una Citroen Saxo electrique (o un parente PSA corrispondente, o un concorrente Renault dell'epoca).

    Oh, non avrei dovuto annunciare pubblicamente questa strategia adesso? Ebbene, poiché quasi nessuno conosce questi veicoli, è piuttosto improbabile che ciò accada ;-).

  • Moin,

    prima di tutto grazie per il leggibile contributo. In questi giorni ho affrontato il tema dei campi elettromagnetici e dei loro effetti sull'ambiente. Risparmierò i dettagli, ma è chiaro che più tecnologia è incorporata, peggiori saranno gli effetti sulle persone che vi siedono. L'auto elettrica sta andando in modo esorbitante. Per non parlare della raccolta dei dati. Ho comprato un cavallo da lavoro Diesel per il nostro nuovo luogo di residenza in California, più legato allo scopo che all'estetica. Con il trasloco, ridurrò drasticamente il numero di chilometri che percorro ogni anno. Contrariamente al piano originale di vendere tutte le auto in Germania, abbiamo deciso di mantenere una vecchia Saab e ci sono buone probabilità che la porteremo ancora qui. Nessuna raccolta dati, 31 anni, percorsi 1500 km all'anno e nel 2 ° stato. Probabilmente potrò guidare qui ancora per qualche anno, a condizione che la carrozzeria sopravviva alle estati atlantiche dopo un trattamento intensivo di prevenzione della ruggine; in inverno entra nella hall.
    In questa vita probabilmente non sarò più un automobilista elettrico e lo sconsiglio vivamente per molti dei motivi qui citati e anche per motivi di salute. Perché al più tardi quando la parte viene guidata in modo autonomo con l'aiuto della tecnologia 5 G, molto probabilmente l'aspettativa di vita diminuirà drasticamente! Non dal veicolo elettrico, ma dagli occupanti.
    I migliori saluti dalla Atlantic Bubble

    Erik 900

    11
    2
  • Come guidatore abituale, non posso permettermi il lusso di un'auto di 20 anni. Ci sono semplicemente troppi KM sull'orologio per questo. Da qui la stagione decappottabile per passione. Il problema con l'auto elettrica è che, come utente finale, in realtà non posso formarmi un'opinione, poiché i rapporti sono generalmente colorati ”nel senso del giornalista. In termini di logica, potrebbe essere un ibrido, un'auto puramente elettrica è attualmente alle prese con autonomia, tempi di ricarica e, ultimo ma non meno importante, opzioni di ricarica. Quindi nessuna alternativa al momento. Fondamentalmente, tuttavia, non lo ignorerei.

    11
  • Hmm.
    Nel 2011, ad esempio, ho acquistato consapevolmente uno degli "ultimi e, soprattutto, nuovissimi" modelli Saab: una nave e uno dei miei tre, quattro, cinque "Drömbils" generali. E anche allora con la prospettiva di poter guidare questa macchina il più a lungo possibile - il piano è di circa 12-15 anni.
    E penso che con questo atteggiamento sono ancora molto più rispettoso dell'ambiente nel complesso (anche con un consumo di carburante "leggermente" superiore) rispetto a un passaggio anticipato alle auto elettriche o ai "soliti periodi di sveglia" per le auto. 😉

    Con l'eccezione di Apple Carplay, la Saab ha tutto ciò che voglio / di cui ho bisogno in un'auto.

    Non voglio tutti questi cinema multimediali in movimento oggi o nei prossimi anni. Orribile! 😉
    Inoltre, non voglio un "localizzatore GPS personale" che pesa tonnellate in futuro.
    E se un'auto elettrica sia davvero migliore di una "mangia carburante" o semplicemente sposti il ​​carico, non lo so per certo.

    Al momento ho percorso a malapena più di 4000-5000 km negli ultimi anni.
    Quindi spero di essere in grado di guidare la mia spessa nave per almeno tanti anni in più come prima (il destriero d'argento è stato nella "fattoria del benessere" per un "MakeOver" visivo da oggi)!

    Non so cosa succederà dopo l'attuale 2011.
    Ma in realtà ne "ho paura" (tra le altre cose a causa dell'acquisizione dei dati e degli schermi e della "tecnologia intelligente" in macchina ... non voglio nemmeno iniziare con l'aspetto di molte delle auto "intelligenti" di oggi).
    Forse allora per necessità diventerò un "appassionato di auto d'epoca". 😉

    11
  • A che serve un prodotto che deve essere promosso e spinto in questo modo? Se immagino la spesa pubblicitaria che il Gruppo VW sta facendo con la mobilità elettrica, ad esempio, allora devo chiedermi a cosa serve effettivamente il prodotto dietro? Chi comprerebbe un'auto elettrica se non fosse per enormi sussidi? Pochissimi, pochissimi e di certo non sarei uno di loro.
    Finché la mia Saab mi darà così tanta gioia e soddisfazione la guiderò. E sono abbastanza sicuro che sarà per molto tempo!

    13
  • Anekdoten

    Non ha necessariamente a che fare con la mobilità elettrica e la raccolta di dati, ma penso comunque che valga la pena dirlo.

    L'altro giorno qualcuno mi ha riferito che il portellone della sua nuova auto si era già aperto automaticamente tre volte nel momento sbagliato. In un parcheggio quando si è assenti e anche in movimento su un'uscita autostradale. Il produttore e l'officina non hanno spiegazioni / nessuna soluzione.

    Un altro è stato coinvolto in un tamponamento assolutamente evitabile con il suo assistente alla frenata, perché la sua auto ha applicato automaticamente un arresto di emergenza, che ha sorpreso e travolto l'uomo dietro. Il pilota assistito davanti era stato tagliato, ma secondo la sua testimonianza, in questa situazione gestibile, non avrebbe nemmeno premuto il freno.

    Tutto questo mi sta solo dando sui nervi. Le auto nuove con un'abbondanza di sistemi di assistenza, le cosiddette funzioni di comfort e un'ampia corsia dati non entrano in casa mia. Non elettrico ma nemmeno come motore a combustione ...

    15
  • L'auto elettrica si comporta come se non avesse bisogno di energia e nessuno deve guardare i bambini poveri nei paesi in via di sviluppo che scavano alla ricerca di terre rare. Un fenomeno di cintura di pancetta e status symbol che conta da 190.00 km dal bilancio ambientale e per via dell'autonomia ha uno o più motori a scoppio in background di proprietà.
    Finché non ho un cavo di ricarica che pende dalla finestra della mia camera da letto della parrocchia, niente per me.
    Non devo più costruire una nuova auto, se non altro a causa della perdita di valore. Una volta ho acquistato una S8 e ho perso 4 euro in 51.000 anni. Tutta la mia vecchia Saab non vale più di tanto e ho più divertimento e compatibilità sociale con tutti che con la borsa ruggente a 10 cilindri di Audi, anche se una nuova Tesla dovrebbe perdere solo 6000-8000 euro all'anno: ogni anno l'equivalente di una buona vecchia Saab.

    17
  • Macchina elettrica? Non a casa mia.
    A partire dall'estrazione delle "terre rare" su intervalli limitati e dalla raccolta di dati. Non vedo NESSUN VANTAGGIO quando acquisto un'auto sponsorizzata da un premio.
    Penso anche: la mia macchina attuale è già stata prodotta, consuma in media 5-6 litri di benzina, ha uno spazio infinito (station wagon).
    Il mio chilometraggio annuale è basso, quello delle mie biciclette (sommato ;-)) notevolmente più alto. Il mio consulente fiscale mi mostra da decenni i costi annuali dell'auto. Quindi so VERAMENTE quanto costa un'auto al mese ...
    Cosa devo fare con un nuovo veicolo ???
    Immagine di un'auto nel posto auto coperto? Sono fuori età.
    Per anni, il mio comportamento di acquisto / consumo ha avuto la tendenza a essere un SOSTITUZIONE quando qualcosa manca / si rompe.
    Quindi: la mia macchina marcia in modo affidabile nell'ottavo anno, ha 8 unità. Continuo a raccogliere km con l'auto attuale.
    Auto elettrica, no grazie!

    11
    1
  • Penso che la domanda stessa sia stupida: "Quando passi all'elettro?". Per prima cosa devi differenziare. Ci sono auto elettriche e c'è Tesla. Guidi una Tesla perché ti fa venire voglia di sentire questa potenza e la risposta diretta se tocchi solo leggermente il pedale di potenza. E non c'è un solo pilota Tesla che abbia paura dell'autonomia, grazie alla rete Supercharger e alle batterie gigantesche.
    E poi ci sono tutte le auto elettriche come Zoe, i3, Ioniq e co. Ci sono altri motivi per acquistare queste auto.

    "Cambiare" implica rimanere nella stessa classe di veicoli e passare a un motore a combustione per un motore elettrico. Perché dovresti farlo quando hai una bella macchina funzionante? Perché dovrei passare da una Saab 9-5 a un'auto elettrica? Questo ha solo degli svantaggi, oltre a pagare 40.000 €, che è anche uno svantaggio.

    Quello che, secondo me, è un vero cambiamento sarebbe convertire il suo amato youngtimer in elettrico se il suo amato youngtimer avesse un guasto al motore. Quindi puoi continuare a guidare la tua solita macchina, altrimenti perfetta, non perdi più olio, non devi andare a fare un controllo e sei silenzioso sulla strada, che è particolarmente attraente con le cabriolet.

    Cosa ne pensi?

    11
    1
  • … e un'altra cosa:

    Sono un campeggiatore da quando ricordo: cosa devo fare con una roulotte sul gancio con un'autonomia di circa 150 km?

    7
    1
  • Lo ammetto: sono incline allo stress e ho avuto problemi in passato quando non ero del tutto sicuro di poter raggiungere la stazione di servizio prima di fermarmi.
    Una volta che l'idea dell'orrore si è avverata, con una roulotte al gancio e tre bambini dietro. Fortunatamente, la stazione di servizio era in vista ...
    Non ho più bisogno di niente del genere, mai più.
    Non devi sopportare questo stress nella vecchiaia e non devo pensare se attivare il riscaldamento o l'aria condizionata e quindi ridurre ulteriormente la mia portata.
    Pertanto, un'auto elettrica è fuori discussione e posso solo sperare e fare di tutto per garantire che la mia 900 classica duri finché posso guidare l'auto.
    Auto elettriche per la città - fantastico! Ma per il resto un punk di prim'ordine

    Ma siamo davvero pazzi per le restrizioni su come puoi leggere e ascoltare in vari modi ogni giorno ..

    21
    3
  • Bonus ambientale di 9000 euro. Poi escono di nuovo e comprano macchine che non possono permettersi né di cui hanno bisogno. La mobilità elettrica è sulla bocca di tutti, anche sul posto di lavoro. I tanti € fanno gola. Uso questo articolo come modello per frenare un po 'le conversazioni quotidiane 😉

    Grazie!

    15
    2

Scrivi un commento

Questo sito Web utilizza Akismet per ridurre lo spam. Ulteriori informazioni su come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.