Volvo avvia la produzione. Trollhättan rimane in modalità Corona

Nella settimana 4 il blocco contatti si applica ancora in Baviera. Da lunedì il regolamento si rilasserà moderatamente. I concessionari di automobili aprono le loro sale di vendita, ma a condizioni rigorose. Mentre la Baviera rimane severa, gli svedesi adottano un approccio completamente diverso. Contrariamente ai suoi vicini, il paese gestisce abbastanza facilmente la crisi della Corona. Ristoranti e caffè rimangono aperti e la vita pubblica non è soggetta a restrizioni.

Produzione di Volvo XC90 su Torslanda
Produzione di Volvo XC90 su Torslanda. Immagine: Volvo Cars

Anche il Museo Saab a Trollhättan, come altre istituzioni culturali, è rimasto aperto ai visitatori senza restrizioni. Il corso non è indiscusso nel Paese ed è considerato un esperimento con esito aperto. Le grandi aziende industriali del paese inizieranno la produzione nella nuova settimana, ma rimarranno nel mezzo della crisi.

La Volvo inizia a Gand e Torslanda

Il principale stabilimento Volvo di Torslanda inizierà la produzione lunedì prossimo. Prima di ciò, la società fa un po 'di lavoro. Prima del ritorno dei dipendenti, i luoghi di lavoro erano stati puliti intensamente negli ultimi 5 giorni e le singole aree di lavoro erano state esaminate dal punto di vista della protezione della salute. Laddove il distanziamento sociale non è possibile, sono state prese misure di protezione. Alle entrate principali ci sono controlli volontari di saturazione di temperatura e ossigeno (pulsossimetro).

La produzione inizia lentamente, l'obiettivo è circa il 60% della capacità del periodo pre-Corona. Inizia la Volvo Cars vista, controlla gli obiettivi settimana per settimana. Gli impianti dipendono dalla domanda, il cui sviluppo è incerto e dal funzionamento delle catene di approvvigionamento internazionali.

Trollhättan rimane in modalità Corona

Un giorno dopo Volvo, Scania riprende la produzione. Il produttore di autocarri, precedentemente parte di Saab-Scania, è un po 'più cauto di Volvo. I primi giorni sono descritti come giorni di prova. Una sensazione di come reagiscono le catene di approvvigionamento e dove sono i punti deboli.

Mentre Volvo e Scania stanno lavorando a una normalizzazione, Trollhättan rimane in modalità Corona. Il lavoro di breve durata è in vigore nella vecchia fabbrica Saab dal 14 aprile. NEVS ha inviato a casa circa 400 dipendenti e lavora solo con una capacità dal 40 al 60%. Il lavoro di breve durata è valido fino al 30 giugno e quindi fino alle vacanze estive svedesi. A Trollhättan, l'obiettivo è mantenere i costi sotto controllo; gli sviluppatori di Stallbacka sono particolarmente colpiti dalla crisi con i loro stretti legami con la Cina. Le attività di congelamento a Evergrande nei mesi precedenti sono ormai pienamente sentite in Svezia.

9 pensieri su "Volvo avvia la produzione. Trollhättan rimane in modalità Corona"

  • Penso che ogni produttore stia attualmente controllando molto attentamente. Molte innovazioni si muovono all'indietro, l'industria è sotto tiro da ogni parte. Volvo conserva parecchi dipendenti e competenze, quindi le cose rallentano.
    Ci sono nuove alleanze per questo oggi. AB Volvo (quelli con il camion) stanno lavorando con Daimler sulla cella a combustibile.

  • @ Tom,

    che (fine della joint venture) è interessante. Non avevi già pensato ad alta voce alle possibili influenze di Corona su car sharing, guida autonoma e co in un vecchio articolo?

    È emozionante il fatto che Volvo stia partendo esattamente da dove in precedenza si pensava che avesse localizzato in modo ragionevole il futuro dell'automobile.

  • @ StF,

    Finalmente so dove vanno a finire tutta la carta igienica e da cucina, la farina, il lievito, la pasta e simili.
    Qualcuno si è confidato con me. I bambini sono fuori casa e due stanze erano vuote. Erano ...

    Ora sono stipati sul soffitto e dopo Corona è stato presentato il divorzio.

    La buona notizia è che solo poche famiglie hanno effettivamente accumulato. Non tutti i membri hanno partecipato. Questo mi riconcilia con i miei concittadini ...

    Mi dispiace per le (poche) persone disturbate e i loro parenti, nonostante la mancanza personale di lievito. Ci sono drammi in corso, che potresti essere in grado di leggere statisticamente al divorzio e al tasso di natalità.

    Forse tali effetti di Corana svaniscono anche sullo sfondo dell'industria automobilistica e non scopriremo mai nulla al riguardo?

    Comunque sia, non vedremo una carenza di nuove auto. Indipendentemente dal virus, ho riscontrato una carenza di nuove auto che volevo davvero da molto tempo ...

  • La produzione di veicoli è probabilmente l'esercizio più semplice, che ovviamente può essere abbastanza difficile in periodi di filiere globali. Affinché tu ne abbia qualcosa, devono essere venduti, che attualmente vedo come il problema più grande.

    In tempi di lavoro di breve durata e possibili guasti della società, gli acquirenti privati ​​saranno probabilmente riluttanti, poiché i viaggi di lavoro non avvengono, i pool di società non dipendono realmente dai nuovi veicoli e anche l'attività di noleggio auto e car sharing è sul campo.

    D'altro canto, è probabile che i produttori abbiano interesse a spingere sul mercato ibridi plug-in e veicoli elettrici (come immatricolazioni giornaliere o altro) in modo da non rischiare sanzioni per non aver rispettato i limiti di emissione più severi.
    Se la politica non ha già segnalato segretamente che qualcosa può essere fatto lì ...

    Quindi rimane eccitante, per tutti e per il quadro generale.

    PS: Proprio come un pensiero, forse le auto sono la nuova carta igienica e saranno martellate in futuro.
    Mi sorprenderebbe, ma è anche il caso di carta igienica, farina e lievito 😉.

  • Il processo di pensiero è in corso. Volvo, come tutti gli altri produttori, deve prestare attenzione ai costi. Tutti i progetti sono sotto esame e ci sono già stati effetti iniziali. La joint venture con Autoliv per la guida autonoma è terminata e solo una parte del personale rimane con Volvo.

  • Senza essere davvero in grado di giudicarlo, penso sia positivo che la produzione venga riavviata. Oltre al lavoro di breve durata dovuto a Corona, sorge la domanda se sia anche una pausa di riflessione per i responsabili di continuare a fare affidamento esclusivamente sugli azionamenti elettrici?

  • S perseguita molto attraverso l'ÖR. Non sono sicuro di cosa tu voglia fare con questo confronto con D nel trattare con Corona?

    La realtà e le condizioni di vita difficilmente potrebbero essere più diverse all'interno dell'UE. Naturalmente, ciò influisce anche sulla diffusione.

    Quando ricordo la mia visita al Museo Saab (alta stagione 2019), noto che tutti i visitatori si sono tenuti più distanti l'uno dall'altro rispetto a qui e oggi in un supermercato - per cortesia.

    Tutti hanno permesso a tutti di vedere indisturbati i Saab e di fare foto senza persone.

    Anche in Corona-D si può solo sognare tanta “privacy”. E come devo mantenere una distanza di 1,5 m in corridoi larghi 2 m con traffico in arrivo?

    A nessuno viene in mente l'idea di strade a senso unico nei supermercati. Sarebbe così semplice ed efficace guidare tutti i clienti dall'ingresso alla cassa in una coda attraverso l'intero negozio.

    Chissà quante vite in D sarebbero state salvate con pochi metri di nastro barriera?

    Non riesco più a sentire l'autoadulazione in Germania e i paragoni internazionali che la politica ei media stanno cercando di realizzare ...

    7
    1
  • Orio ha lavorato a breve in Svezia per 2 settimane

  • Che aspetto ha avuto Orio?

I commenti sono chiusi