Francia o Svezia? Citroën e Peugeot vs. Saab!

I tempi erano migliori in passato? Dal punto di vista automobilistico, erano più diversi. L'illusione angolare sotto forma di SUV era ancora lontana, ma era possibile l'individualità. È diventato davvero colorato nei primi anni '90 quando Citroën XM e Peugeot 605 erano in ottima forma. Saab si oppose a loro con il CD 9000. Riesci a confrontare questi tre personaggi molto diversi?

Due francesi e uno svedese nel 1991 sull'anello Anderstorp
Due francesi e uno svedese nel 1991 sull'anello Anderstorp

Ricordo ancora la prima dell'89 all'IAA e all'agenzia Citroën locale. Il mio tempo Saab era ancora davanti a me, il CX Turbo era una realtà. L'XM polarizzato. Non solo rispetto a Saab, ma anche alla clientela tradizionale Citroën. Era un'auto del futuro, con una forma a cuneo pronunciata, come Saab successivamente inclusa nella 9000 CS, attenuata. Gli elementi futuri continuarono negli interni, il che ne fece soffrire la facilità d'uso. Ma non importava, l'XM era un'auto in missione. E tutto il resto non era così importante.

Nel confronto diretto, la Peugeot 605 si è rivelata arbitraria. Saab lo chiama blando, puoi anche dire conservatore. Il suo design è piacevole, ma anche privo di significato. In ogni caso, il gruppo PSA è riuscito a creare due personaggi completamente diversi su una base. È dubbio che entrambi i marchi competano nella classe medio-alta. Se guidavi una 605, la Citroën era troppo l'auto di domani. O dopodomani.

Come sempre, i redattori di Spotlight sono molto onesti con i modelli dei loro concorrenti. In molte discipline, i due contributi francese e svedese sono allo stesso livello. Migliore operatività nella Saab, elevato comfort nella Citroën e nella Peugeot grazie all'idropneumatica o una sospensione convenzionale ma controllata elettronicamente. L'XM è più facile da caricare grazie al suo portellone, purtroppo la redazione omette il secondo lunotto posteriore della Citroën. Ha impedito ai passeggeri interni di essere infastiditi da argani a tiraggio quando il deflettore era aperto. Tanto amore per il comfort era normale per il marchio con il doppio angolo.

I punti deboli dei concorrenti gallici sono chiaramente definiti. Saab segna con il forte turbo. L'Europa V6, che può essere trovata anche su Volvo, non può farci nulla nonostante lo spostamento di 3 litri. Il motore Saab ha una coppia maggiore ed è più efficiente con i carburanti. I motori a quattro cilindri non furono ben accolti. Senza ricarica, hanno un pescaggio debole e non rientrano nella classe di veicoli superiore. Sicuramente osservato correttamente e ancora valido oggi. L'XM è ora diventato un amante, il 605 è più o meno scomparso, ma i motori di base rimangono impopolari. Ciò è cambiato solo un anno dopo il test di confronto. Un turbo da 2 litri con una potenza iniziale di 141 CV era ormai il mezzo d'oro nella gamma dei motori e accompagnava i modelli francesi fino alla fine della produzione.

Alla fine del confronto, Saab vede davanti la 9000 CD Turbo e la valuta come l'auto più moderna. Se prendi la tecnologia del motore e le competenze chiave come la sicurezza e l'ergonomia, questo vale davvero. In generale, tuttavia, è evidente quanto siano vicini i veicoli in molte discipline, anche se sono tre personaggi molto distinti.

Comune a tutti è il lungo periodo di costruzione. La Saab 1998 partì per la prima volta nel 9000 e la 605 un anno dopo, mentre la XM resistette fino al 2000. Mentre Saab lanciò un altro successo commerciale con la 9-5, i francesi con la 607 e la C6 in Germania non poterono mai tornare ai loro grandi giorni negli anni '90.

18 pensieri su "Francia o Svezia? Citroën e Peugeot vs. Saab!"

  • Citroen, il mio primo amore per l'auto, 2CV, GS e poi una CX alla fine degli anni '70. Che macchina che era! Rilasciato nel 1974 e sembrava un'altra stella. Non ero più così entusiasta dell'XM e quindi sono passato a Lancia, per poi finire alla Saab anni dopo. Oggi sono ancora fedele ai due marchi perdenti Saab e Lancia, anche se sta diventando molto difficile mantenerli in vita.

    Un senso di successo ieri. Con la Lancia Delta HF 1984 a TÜV e fuori senza problemi. L'esaminatore fu stupito dal delta completamente privo di ruggine.

    Buona Pasqua ovunque e in salute!

  • Grazie Martin Schmuki,

    È davvero divertente. A differenza del francese moderno del film, ha il suo massimo. Coppia anche a 2.500 giri / min.

    Switch + overdrive = vivace + frugale

    Pelle nera e originariamente azzurro metallizzato, purtroppo riverniciata con un colore RAL dal precedente proprietario ...

  • Una 164E, ne ho avuta una anche io una volta, in blu-verde metallizzato e pelle color cognac, vetture molto belle.
    Posso solo congratularmi e augurarti tanto divertimento!

  • @ Old Swede

    Grazie per l'ottimo link: ora posso anche visualizzare questo extra estremamente interessante di Zitro-eeen!

  • @ Martin Schmuki,

    Mi sento come te. Mi piacciono anche le auto a sinistra ea destra di Saab e riconosco i loro rispettivi punti deboli e vantaggi ...

    Ma è esattamente quello che mi piace così tanto di questo blog. I rapporti hanno sempre un aspetto corretto fuori dagli schemi. Lo stesso blogger mi sembra prima di tutto un felice automobilista con un orizzonte molto ampio e in secondo luogo un pilota Saab convinto.

    Inoltre, tutti i contributi sono effettivamente corretti fino a ben oltre il 90%. Se l'ÖR avesse questa quota da sogno, la loderei dalla mattina alla sera ...

    Se vieni con le 400 Volvo e la loro trazione anteriore, dovresti anche menzionare che tecnicamente nulla di queste auto proviene da Volvo e che sono piccole auto. Queste cose sono tanto Volvo quanto un 9-2 sarebbe uno sviluppo interno Saab ...

    Se l'850 viene scambiato come una grande e moderna lettiera di Göteborg, non troverò una mosca in questa zuppa. Tutto corretto e buono. E questo scrive qualcuno che è molto esperto di Volvo e che attualmente possiede una 164E ...

  • Beh, non lo chiamiamo bashing ma swipes ...

    Com'è stato di recente in un post che hai scritto di recente….
    “Il 740 GLE era obsoleto e ci volle fino al 1991 per trovare una risposta agli sfidanti di Trollhättan. Poi è arrivato ancora più convincente sotto forma di 850, che è nato con l'aiuto di ingegneri Saab in camicia".

    No, la Volvo 740 non era obsoleta, aveva un asse rigido, giusto, questa era una costruzione molto complessa con un telaio ausiliario separato, i vantaggi dell'asse rigido sono ben noti, carreggiata costante, campanatura costante, che è anche noto dai SAAB 900 e 9000 😉
    Il 740 (940) revisionato sopravvisse fino al 1998, quindi non poteva essere così male.

    Dubito anche che la 850 potesse essere creata solo con l'aiuto di ingegneri SAAB assunti, dal momento che il produttore di Göteborg aveva avuto veicoli a trazione anteriore nel programma di consegna dal 1985 (440/460/480).

    Ho anche letto che questo articolo riguarda la Citroen XM, la Peugeot 605 e la 9000er di SAAB, quando ho scoperto che il motore PRV, il motore SAAB, stranamente, Volvo è tornato comunque in gioco 😉

    Dal momento che il mio cuore batte per altri marchi svedesi e oltre a SAAB, l'ho notato.

    A questo punto vorrei anche lodarti, il blog è sempre molto leggibile e informativo. Soprattutto in questo momento, è sempre una gradita pausa dalla vita quotidiana quando appare di nuovo un nuovo contributo!

    PS
    Ho posseduto varie SAAB, oltre alle classiche 900 (ne ho ancora tre oggi) anche due 9-3 e diverse 9-5, le ho apprezzate tutte, anche queste vetture avevano i loro pregi e difetti, così come i veicoli della Volvo e ogni altro produttore ha 😉

  • All'epoca pensavo che l'XM fosse eccezionale. Si distingueva dalla massa come la BX, anche se di una taglia più piccola. Come un GTI ma un dispositivo caldo. Ecco un link al 13 ° disco dell'XM https://www.bxig.net/die-dreizehnte-scheibe-oder-was-unterscheidet-einen-citroen-xm-von-anderen-autos/
    Ho trovato la 9000 piacevole solo dopo il lifting e poi come una berlina. La Peugeot e il suo successore erano anche macchine molto buone e non del tutto senza successo. Si appoggiavano pesantemente ai loro concorrenti tedeschi.

    3
    1
  • Volvo colpisce ...

    deliberatamente o anche sistematicamente, non l'ho mai trovato qui sul blog. Ma Martin Schmuki ha ragione su questo.

    Il tanto rimproverato Euro V6 era originariamente un'unità da 2,7 litri ed è stato installato da Volvo nel 1975 nei modelli 260 e successivamente in 760.

    I percorsi si sono separati più tardi. I francesi aumentarono la cilindrata e Volvo aveva perso tutto l'interesse per le cose.

    Non è mai esistito nel 900. All'inizio degli anni '1990, invece, Volvo faceva sempre più affidamento sui turbo (4 cilindri) e sugli aspirapolvere a 6 vasi sui propri progetti e motori in linea. Tutti i motori a benzina nel 900 hanno una buona reputazione.

    Anche il telaio. E il valore delle station wagon non ha eguali ...

    Ma comunque
    Film e articoli sono un piacere. La pronuncia di Zitroh-eN da sola vale il suo peso in oro. Grazie Tom! ! !

    PS
    I motori francesi erano in realtà irrimediabilmente inferiori al momento. 122 CV in un'auto che è stata attribuita almeno a livello nazionale alla classe superiore?

    È un po 'sorprendente quanto cortesemente il film lo affronti. Oggi lo sfrutteresti senza pietà.

    Il mio vincitore personale oggi è chiaramente il 9K. Che altro?

  • ... ovviamente, prima che i passeggeri salissero, ho detto ... ts ts 🙁

  • Uli Beitel

    Grazie per questa risposta informativa e divertente - Sto solo immaginando l'uomo verde dopo la doccia Citroën. Bello! 🙂

  • @ ebasli

    Dalla mia esperienza posso solo parlare della Xantia:

    Verniciatura eccellente, in particolare sul telaio ausiliario anteriore su cui è installato il gruppo motoriduttore. Molto meglio dei miei due 9-5 I, dove ho dovuto applicare una serie di strati di vernice protettiva per evitare la sgradevole ruggine superficiale.
    Nonostante i fogli relativamente sottili della Xantia (di conseguenza c'erano risultati miserabili dei crash test NCAP, ma questi erano altrettanto cattivi con il 900 II o 9-3 I, che erano entrambi basati sulla struttura debole della Opel Vectra) non c'erano assolutamente problemi di ruggine.

    L'unico punto critico con Xantia e XM: gli attacchi superiori dei montanti anteriori, che hanno richiesto un'attenta conservazione. In casi estremi con corrosione molto forte in quest'area, i montanti potrebbero allentarsi e persino deformare il cofano.

    L'idropneumatica, spesso vista con scetticismo, è assolutamente priva di problemi, a patto che il liquido verde venga cambiato almeno ogni due anni e il contenitore di stoccaggio venga pulito. Un lavoro di routine che richiede solo 30 minuti, a condizione di conoscere la posizione della vite per consentire la fuoriuscita dell'alta pressione del sistema di sospensione.
    Se non conosci questa posizione, allora c'è la famigerata "doccia Citroen": sembri un maschio verde (o marrone - con vecchio liquido) perché sei stato annaffiato dall'alto verso il basso :-).

    Peccato che Citroen abbia abolito questo sistema idropneumatico per ragioni di costo. Questo sistema non esiste nemmeno per il "DS", che è caratterizzato dal marketing, sebbene qui avrebbe potuto essere sistemato molto meglio in termini di calcolo. Persa l'occasione.

  • Uli Beitel e Tom

    Grazie per questa interessante risposta. Ed è quasi incredibile quanta finezza abbiano escogitato alcuni designer o ingegneri. (Da parte mia, però, di solito carico e scarico l'auto prima che scendano i passeggeri o dopo che sono scesi. Ma è sempre divertente.)

    Molto interessante è anche la vivida descrizione di come sei andata sul sedile posteriore della Citroën e di quanto fosse resistente. Ciò non corrispondeva all'opinione comune (tedesca) sulle auto francesi.

    Come se la cavò quando arrivò alla ruggine rispetto alla Saab?

  • @Ebasli

    Dal momento che apprezzo molto anche Citroen oltre a Saab (ho avuto una Xantia che non ha causato assolutamente problemi fino alla fine, 470.000 km) e anche particolarmente come la XM, posso rispondere alla domanda del secondo lunotto posteriore. Quando il portellone posteriore è aperto, rimane fisso nella sua posizione, cioè corre parallelo al finestrino posteriore quando è chiuso.
    Naturalmente, questo secondo vetro interno può essere aperto manualmente, cioè piegato verso l'alto, ad esempio per scopi di pulizia - o naturalmente può anche essere rimosso se è necessario l'intero bagagliaio con i sedili posteriori e la piastra di copertura ripiegati verso il basso.
    Una buona idea, ma questa costruzione può tendere a scuotere i veicoli più vecchi, ma il rimedio è molto semplice.

    Circa 17 anni fa ho avuto un giorno fortunato personale in Svezia quando sono stato prelevato dall'aeroporto dal nostro rappresentante con un XM. Mi è piaciuta questa super sospensione (come con la Xantia), purtroppo ero seduto sul sedile posteriore e ho dovuto "navigare" il percorso verso la tipografia da visitare utilizzando una mappa, poiché non c'era ancora il GPS. Il risultato: sono uscito dall'auto con la pelle verde e pallida, perché questa sospensione estremamente comoda e guardando la mappa non faceva bene al mio stomaco. Nei sedili anteriori, invece, con una visuale libera in avanti, questo sistema idropneumatico è insuperabile e quasi nessun altro veicolo può eguagliare.

    La via del ritorno all'aeroporto: ora con una Saab 9000 CS, sospensioni relativamente rigide, ma qui non ho avuto problemi sul sedile posteriore.

    Ciononostante, la XM è in testa alla 9000 nella mia valutazione. Naturalmente ha un aspetto diverso rispetto alla 900 I, le mie precedenti tre 900 i (volutamente senza turbo) coprivano ciascuna 560.000 km.

    Una combinazione di idropneumatica Citroen con il corpo solido di una 900 I o 9-5 sarebbe la mia auto ideale. Ma entrambi non sono più disponibili….

    Saluti,
    Uli

    7
    1
  • Rapporto interessante, qualcosa mi ha colpito più e più volte ultimamente, qualcosa di Volvo bashing ovviamente sembra sempre necessario, quindi il testo recita "Il V6 europeo, che trovi anche da Volvo, non può fare nulla per contrastarlo nonostante la cilindrata di 3 litri" questo è un peccato e in realtà non è degno del blog, è sbagliato comunque.
    Il confronto risale al 1991, quando la 960 della Volvo era il fiore all'occhiello, ma era alimentata da un 3 cilindri in linea da 24 V in alluminio a 960 cilindri. Un motore moderno con un funzionamento estremamente regolare e una buona coppia. Inoltre, la XNUMX era dotata di un asse posteriore multi-link che, oltre all'elevato comfort, portava anche il miglior comportamento di guida.
    Nell'autunno 1990, Technikens Värld dovette scoprire che la SAAB 9000 rispetto alla Volvo 960 l'aveva esaminata. Quindi la SAAB è stata attestata da più sportività, ma la Volvo ha convinto con più scorrevolezza e comfort di guida!

    4
    4
    • Questo post riguarda solo l'Euro V6, che può essere trovato anche da Volvo, tra gli altri. Non un qualsiasi modello Volvo, ma Citroën e Peugeot. Mi chiedo dove sia possibile individuare i colpi di Volvo.

      10
      1
  • Mille grazie al blog per la distrazione e l'intrattenimento quotidiano (!) Sotto forma di una bella dose di Saab! Questo film è anche un viaggio di successo in tre macchine del tempo. Fantastico che il blog non abbia risparmiato tempo o sforzi per digitalizzare questi vecchi video!

    A parte le prestazioni e il consumo: mi piace di gran lunga il 9000 per il design degli interni, ma dall'esterno lo "Zitro-eeen" 🙂 (pronuncia meravigliosa della voce del doppiaggio!). Probabilmente, come giustamente afferma Tom, perché era un'auto “dal futuro” e quindi si avvicina di più al gusto di oggi.

    Pertanto, la XM non avrebbe dovuto essere migliore rispetto alla 9000 CC (berlina), che probabilmente era anche il modello più popolare tra i fan di Saab?

    E poi purtroppo ho bisogno di un piccolo tutoraggio: dov'era il secondo (!) Lunotto nello Zitro-eeen ??? Con la migliore volontà del mondo io (purtroppo) non posso immaginarlo! Era installato in modo permanente e una parete divisoria in vetro separava i sedili posteriori dal bagagliaio? Potresti ribaltare il sedile posteriore con più carico? Che fine ha fatto il secondo disco? Era anche piegato? Domanda dopo domanda - tutte in realtà completamente irrilevanti, ma molto interessanti! 🙂

    • Il secondo lunotto posteriore era sul cappellino. Se hai sollevato il portellone posteriore per caricare il bagagliaio, è rimasto in posizione. All'interno non c'erano correnti d'aria per i passeggeri. Grande lusso, serie in top model con V6. Se la memoria non mi inganna, il pannello è realizzato in materiale plastico e può essere rimosso. Inoltre tende a generare rumore su strade dissestate. Il sedile posteriore può essere ripiegato.

I commenti sono chiusi