164 anni di tradizione - GM seppellisce Holden

Un grande marchio, una lunga tradizione. Holden è stata fondata nell'Australia meridionale nel 1856 come produttore di selle per cavalli. Le automobili sono state costruite dal 1908. Gli americani salirono a bordo nel 1931 e la compagnia appartenne a GM per 89 anni. La fine finale ora arriva nel 2021. Non sorprende che il declino incombesse. La produzione in Australia è stata interrotta nel 2017, quando 2.900 dipendenti hanno perso il lavoro.

Holden Commodore - un grande nome. Ma solo una Opel Insignia
Holden Commodore - un grande nome. Ma anche solo una Opel Insignia. Immagine: Holden

Da allora, i veicoli Holden sono stati solo importati e GM ha costantemente perseguito l'ingegneria dei badge. Un Holden Commodore una volta orgoglioso è ora solo un derivato basato su Opel / Buick, i propri sviluppi sono una cosa del passato. Il marchio ha perso una quota di mercato enorme dalla fine della sua produzione locale. Il motivo della fine è un ulteriore ritiro dai mercati dei veicoli con guida a destra. Le quantità vendibili sono gestibili, ma il lavoro per l'omologazione dei nuovi veicoli è elevato a causa di normative incoerenti. La Gran Bretagna ha già lasciato GM con la vendita di Vauxhall al gruppo PSA, e l'Australia è ora seguita da altre regioni con Nuova Zelanda e Thailandia. L'impianto Thai GM sarà venduto al produttore cinese Great Wall, che consoliderà ulteriormente la sua posizione di mercato in Asia. Detroit prevede di raggruppare i fondi così liberati in investimenti in tecnologie future.

Holden e Saab sono stati a casa insieme sotto il tetto GM per molti anni. La prima collaborazione è iniziata nel 1993. Gli australiani stavano cercando una guida per il nuovo Holden Commodore. Si sono imbattuti nelle trasmissioni turbo di Södertälje, che rappresentano la costruzione del motore più moderna. Sono stati allestiti due veicoli di prova, ma i motori non sono mai entrati in produzione in serie. Opel ha sabotato la cooperazione Holden - Saab, il corso del dramma è stato un anno fa pubblicato.

Motori Holden per Saab

L'uso del motore Holden V6 nel mondo Saab ha avuto più successo. Il motore di base, prodotto in Australia, è fondamentalmente una guida robusta e onesta. Saab era il centro di competenza turbo del gruppo GM negli anni 2000 e ha ottimizzato il motore di base per l'uso nella Saab 9-3 II e in altri veicoli. Prima con 250, poi con 280 CV, la guida era un modo assetato di guidare un'auto svedese a 6 cilindri, ma sempre con una parte di divertimento di guida in sottofondo. Nello stretto vano motore del 9-3, la potenza di fabbrica da 280 CV rappresentava lo stadio di espansione più elevato.Una potenza aggiuntiva era consigliata solo con un intercooler più grande in considerazione della salute della macchina.

L'ultima volta che la tecnologia australiana è stata utilizzata nella Saab è stata nel 2011 con la nuova 9-5 e la Saab 9-4x. 300 CV è stato il più potente stadio di espansione dei motori revisionati. Solo il sintonizzatore Saab Hirsch ha versato un po 'più di potenza.

Con Holden, gli americani seppelliscono un altro marchio tradizionale. Non senza miliardi di dollari di tasse australiani nel corso degli anni subventionen aver ricevuto. I paralleli con Saab e Svezia, dove lo stato ha investito miliardi in infrastrutture per garantire la posizione, difficilmente possono essere trascurati. Ci sono ancora 185 agenzie con il logo Holden sull'edificio, il cui futuro è ormai incerto. Anche 600 dei restanti 800 dipendenti Holden perderanno il lavoro. I restanti 200 dipendenti si occupano della lavorazione e della fornitura dei ricambi. Il leggendario Lang Lang Proving Ground, che è stato ammodernato solo due anni fa con un milione di dollari a doppia cifra, è stato abbandonato ed è in vendita.

GM riporta Hummer 2021

GM sembra essere un dinosauro industriale che sta costruendo la sua spirale discendente. Il risparmio sui costi è sempre seguito dalla perdita di quote di mercato e dal conseguente abbandono di intere regioni. Una situazione triste per un'azienda orgogliosa e vecchia che un tempo aveva diritto a una presenza globale.

Non sembra avere una risposta definitiva per il futuro. O forse lo è, ed è molto americana. Dopo la fine di Pontiac, Saab, Saturn, Oldsmobil e la separazione di Opel e Vauxhall, Detroit riporta in vita un marchio morto. Il marchio Hummer di tutte le cose deve essere rianimato secondo i piani di Detroit. L'etichetta del gruppo, probabilmente la meno persa dai fan, dovrebbe prendersi cura del futuro dal 2021. Con un camion elettrico maturano i sogni di vivere la sostenibilità e la mobilità senza emissioni.

Valori che Hummer ei veicoli limitati socialmente compatibili non hanno mai rappresentato. Uno qualsiasi dei marchi GM fuori produzione, inclusa Saab, sarebbe stato più adatto per una rinascita completamente elettrica. Circa 2,2 miliardi di dollari andranno alla ripresa. Gli acquirenti decideranno se il denaro verrà investito in modo intelligente.

10 pensieri su "164 anni di tradizione - GM seppellisce Holden"

  • vuoto

    Se un grande pickup elettrico è particolarmente intelligente o sostenibile è probabilmente visto diversamente in Europa e Nord America.

    Il fatto è che i produttori statunitensi in Nord America dominano il mercato dei grandi pickup e probabilmente possono ancora guadagnare relativamente facilmente.
    Ma anche i giapponesi sono coinvolti lì e gli europei lo stanno già osservando. E c'è anche una tendenza verso le auto elettriche, Tesla ha introdotto il suo cyber truck, Ford ha annunciato un F-150 elettrico e due startup, Rivian e Bollinger, sono ai blocchi di partenza.

    Non era prevedibile che GM avrebbe lasciato volontariamente il mercato sul quale sono ancora ragionevolmente grandi per la concorrenza. Resta da vedere se avranno la freccia destra nella loro faretra con GMC Hummer EV.

    E probabilmente non salverà nemmeno GM, prima o poi anche negli Stati Uniti, dovrai accettare che c'è di più oltre a convertire le auto in una diversa forma di energia.
    Vediamo se il gruppo, che tra l'altro ha portato il turbocompressore nelle autovetture di grandi dimensioni (forse avrebbe potuto collegare maggiormente il negozio con Saab), avrà un'altra idea sostenibile ...

  • vuoto

    Gli americani hanno capito gli europei ad un certo punto ???
    Non mi manca nessun veicolo GM (al giorno d'oggi).
    Quindi, posso guardare il dramma ...

  • vuoto

    Mi chiedo quanto presto GM sia diventata una semplice società di servizi finanziari, ovvero: 'Noi prestiamo soldi', poiché Onestamente, hanno tradito l'essenza stessa della produzione di veicoli in questo mondo …… ..

  • vuoto

    Non credo che i cinesi stiano facendo così bene Volvo e sarà solo una questione di tempo prima che i cinesi si sbarazzino della questione Volvo.
    Per quanto riguarda GM, una società che non voleva capire l'Europa e non l'ha mai compresa.
    Lontano da me con te.
    Sì, anche se Opel dovrebbe benedire i tempi, questo è molto più che paragonato al marchio Saab.

    2
    1
  • vuoto

    GM non avrebbe mai dovuto gestire Saab. I cinesi dimostrano in modo impressionante il potenziale dei marchi automobilistici svedesi presso VOLVO. I prezzi che VOLVO chiama ora sono una guancia, ma lo fanno perché possono farlo. Anche Saab avrebbe avuto questo potenziale.

    10
  • vuoto

    Ad un certo punto, la felicità di ogni azienda cessa di esistere nonostante se stessa.

  • vuoto

    ... ed è buono ...
    Non c'è nulla da aggiungere.

  • vuoto

    Come sempre perspicace e informativo. Grazie Tom.

    Sebbene l'articolo mi sembri equilibrato, potrei non riuscire nel trucco di costruire una strategia GM comprensibile ...

    Trovo al massimo un po 'di comprensione e un po' di indulgenza per l'uno o l'altro ritiro negli angoli più remoti del mio cervello.

    Comunque sia, mi dà una certa consolazione. Se GM fosse sulla strada del successo dopo la vendita di Saab, mi farebbe molto più male. Che ora vedi un e-Hummer come l'ultima ancora di salvezza, che consideri una copia (presumibilmente cattiva) del (stupido) Cybertruck un grande successo, questa è una certa soddisfazione. Possa il gruppo GM seguire semplicemente i marchi che finora li hanno spinti nell'abisso e sono bravi ...

    15
    1
  • vuoto

    Dal momento che la Opel è stata in grado di lasciare GM, sono stati di nuovo nel nero. Perché solo ?!

    13
  • vuoto

    Triste, triste, ma per me un'altra prova di non aver mai, mai, mai comprato nulla dalla produzione GM. Questo è già successo in passato. L'altro veicolo era più costoso ma decisamente non buono.In generale, negli ultimi anni ho sentito parlare di chi vuole comprare il "grande pasticcio" a tutti. Aragosta elettrica? Davvero una decisione brillante, anche se la parte ha spazio per una centrale elettrica. Se vedi una centrale elettrica a carbone o petrolio che produce elettricità, si adatterebbe al resto della tecnologia. Ma è assolutamente necessario per un viaggio via terra nella terra delle possibilità illimitate. Oppure, dal punto di vista di GM, ogni città dovrebbe essere coperta con gli e-mobile Hummer.

I commenti sono chiusi