Riunione di Saab nei Paesi Bassi 2019

A partire da metà novembre, stiamo insieme alla griglia davanti a una birra fresca e rivediamo l'ultimo incontro della stagione. La classica città di Francoforte aveva invitato alla fine della stagione, ovviamente con la partecipazione di Saab, che, come sempre, ha attirato l'attenzione sotto la macchina per un pubblico entusiasta. Partecipa all'ultimo incontro con il bel tempo e poi riponi i 900 nel garage per un meritato letargo. Almeno questo era il piano, il vecchio svedese avrebbe avuto la sua meritata pausa. O no?

Molte belle viste posteriori. Scopri il bug!
Molte belle viste posteriori. Scopri il bug!

Spontaneità olandese

No! Perché i colleghi della Saab olandese sembrano avere qualcosa contro l'arresto temporaneo del veicolo svedese e attirare una riunione della Saab alla fine del mese vicino a Utrecht. Ci scambiamo due sguardi l'uno con l'altro e annullo il 900 che avevo promesso di riposare. Il 900 dovrebbe quindi essere di nuovo sulla strada - ma solo con il bel tempo, un uso così tardivo a temperature gelide non deve essere l'eventuale sale sulle strade.

Ci annunciamo tramite Instagram, prenotiamo un hotel adatto e realizziamo solo in seguito quanto sia pazza la decisione rapida in realtà. Cinque ore in auto per un "piccolo" incontro con gli amici che abbiamo incontrato al festival - ci sono sicuramente idee migliori. I giorni passano, il 30.11 si sta avvicinando.

Il bollettino meteorologico ora deve sputare gli ultimi dati meteorologici ogni ora, e in effetti: sole e cielo blu invece di tristezza grigia e pioggia. Eppure sto lentamente lottando con la mia decisione affrettata di torturare di nuovo la vecchia Saab in Olanda. Certo, il tempo è giusto, ma non è meglio prendere il chilometro 9-5 in una situazione del genere? Il diesel ha raccolto diligentemente nuovi chilometri per mesi, ce la fa senza problemi ed è affidabile. Ma sarebbe anche felice di una pausa. Una scelta difficile che alla fine cade a favore dei vecchietti.

L'ultimo giorno

È sabato mattina, la sveglia mi lancia dal letto alle 5:45. Il mezzo addormentato è pieno di provviste e attrezzatura per la macchina fotografica e parte per il 900. Quando apro la porta, il tipico odore di Saab mi colpisce, che noto dopo una settimana di auto aziendali. Il francese conosce solo i tipici odori di plastica, niente che possa tenere il passo con una Saab di 30 anni.

La chiave viene estratta e atterra abilmente tra i due sedili anteriori, pochi secondi dopo il rumore della 900 illumina le strade strette - con grande dispiacere dei vicini che ormai sono abituati al ronzio dell'8V.

Con il pensiero in mente che ora metà della strada è probabilmente in piedi in verticale sul letto, sorrido con la prima marcia e sorrido verso l'autostrada.

Le altre 4 ore di auto passano senza incidenti rilevanti e attraversiamo il confine in sicurezza e atterriamo qualche tempo dopo in una piccola città vicino a Utrecht, che ha un parcheggio ancora più grande. Con la puntualità tedesca siamo sul luogo dell'evento alle 11:55 - 5 minuti prima dell'inizio. E anche se arriviamo in tempo, non siamo i primi. Sono già apparsi diversi veicoli che attirano la nostra attenzione, come il 99 Turbo verniciato viola o la Porsche 911, che è tra i due 900.

A peggiorare le cose, troviamo che le persone nei Paesi Bassi amano cospargere di sale, perché il parcheggio è stato rifornito eccessivamente di piccoli cristalli. Il sale è il veleno assoluto per un'auto classica che dovrebbe essere risparmiata dalla 900. Ma almeno le previsioni del tempo fanno quello che dice sulla scatola, e con le temperature intorno allo zero, nel parcheggio arrivano sempre più auto classiche.

Il Saab Festival si collega

Uno degli ultimi turbo in arrivo è quello dell'organizzatore, i suoi 900 rotolano nel parcheggio con il tipico gorgogliamento turbo. Corre verso di noi intenzionalmente, ci saluta calorosamente ed è molto contento di aver impiegato così tanto tempo e chilometri per il suo incontro piuttosto spontaneo. Una frase che ascolteremo più spesso quel giorno. Il parcheggio si sta riempiendo sempre più, da 99 Turbo, 96, oltre 9-5 NG e 900 raccolgono in questo giorno quasi tutti i principali modelli prodotti dal piccolo marchio di Trollhättan. E sebbene nel parcheggio ci siano quasi solo auto d'epoca, quasi tutti i proprietari e partecipanti hanno meno di 25 anni.

Una vera rarità, poiché l'età media è spesso significativamente più alta. Passeggiamo tra i veicoli e facciamo molte conversazioni fantastiche. Un incontro spontaneo ma molto rilassato con il bel tempo. È questo Saab Spirit che appende in tutto il parcheggio questo pomeriggio. Quando vogliamo rotolare di nuovo verso la pista, alcune facce familiari ci parlano di nuovo. Ci conosciamo dal festival di Trollhättan e Instagram, quindi la gioia di rivederci dopo tanto tempo è grande e poco dopo ci troviamo in un ristorante adiacente. È passato molto tempo dal festival, le persone si sono scambiate idee sui progetti attuali e sui veicoli di nuova acquisizione e hanno permesso ai ricordi del passato di rivivere.

Il frugale svedese

Sulla via del ritorno in albergo faccio una piccola deviazione, la Saab ha sete. Dopo più di 500 chilometri, l'indicatore di livello carburante nella cabina di pilotaggio segnala e richiede nuovo carburante. Quindi va al prossimo miglior distributore di benzina. Lentamente il serbatoio dello svedese si riempie, i litri si precipitano attraverso il rubinetto e nei miei pensieri penso al consumo di carburante quasi allarmante. L'8 V è molto economico, ma dovresti scegliere 8 V o 16 V nella scena, quest'ultimo probabilmente vincerebbe senza problemi.

Ma perché? Giungo alla conclusione che probabilmente non lo scoprirò mai, e il tintinnio metallico del rubinetto mi fa uscire dai miei pensieri. Saab si mostra saturo, paga rapidamente e quindi calcola il consumo. Come temuto è basso, nelle ore di punta posso concordare con i miei 900 a 6,3 litri / 100 km. Non male per uno svedese di 32 anni, giusto?

L'ultimo momento clou di questa sera mi aspetta in hotel, perché il 900 otterrà eccezionalmente un parcheggio in un parcheggio sotterraneo e non si trasformerà in un parco delle lanterne come temuto per una notte. La porta a rulli si alza, tira su i primi due ingranaggi un'ultima volta, un robusto suono da 8 V riempie il parcheggio sotterraneo. Parcheggia, esci e lascia cadere la massiccia porta nella serratura. Un altro inconfondibile suono Saab. Svoltare di nuovo sulla strada verso l'uscita, un'ultima occhiata. Ho un sorriso sul mio viso.

Che bella macchina.

5 pensieri su "Riunione di Saab nei Paesi Bassi 2019"

  • vuoto

    Grazie Justus,

    ora ci sono già X contributi di 5 autori il 14 gennaio.
    È incredibile come il blog inizi il nuovo anno ...

  • vuoto

    Bel rapporto! Cosa fa la Porsche Carrera tra così tante Saab?

  • vuoto

    Immagini e report = 1a! È stato divertente da leggere, grazie!

  • vuoto

    Ebbene, i giovani guidano per la zona. Svezia, Olanda, Assia ... Quanto è bello?

  • vuoto

    Ottimo rapporto Justus, bello che il blog fosse già pieno di così tanti articoli diversi di vari autori a gennaio, sono curioso di sapere cosa verrà.
    Secondo me, la 900 è un'auto così speciale, in realtà non deve essere un turbo.
    Sono stato fortunato a non aver iniziato a nevicare.

I commenti sono chiusi