La fine silenziosa dei presunti soccorritori di Saab

Il fatidico 2011. Una voce ha fatto il giro. Il CEO di Saab Victor Muller ha lasciato che il contratto con la compagnia statale BAIC esplodesse a favore di Hawtai. Ma c'è un'altra variante. Dice che Muller si è basata sull'ingresso del banchiere scandalistico Vladimir Antonov e quindi ha ignorato il diploma BAIC.

Saab inizia la produzione nell'era Spyker
Saab inizia la produzione nell'era Spyker

Qualunque cosa fosse, la risposta poteva essere fornita solo dallo stesso Muller, ma rimase in silenzio. Allora come oggi, in Cina esiste un numero enorme di case automobilistiche. Si dice che siano più di 100, compresi marchi di cui nessuno in Occidente ha mai sentito parlare. Per molto tempo i principi provinciali e i magnati industriali hanno considerato il possesso di un marchio automobilistico vantaggioso per la propria immagine. Tuttavia, le quantità prodotte sono generalmente gestibili ei veicoli non soddisfano gli standard internazionali. La competitività è un concetto estraneo e il governo centrale di Pechino è una spina nel fianco del governo centrale. Per anni ha cercato un rimedio, ha cercato di forzare la fusione in unità più grandi o la chiusura di impianti non redditizi. Senza successo - finora.

Con la graduale eliminazione delle sovvenzioni per le batterie e i veicoli ibridi in connessione con un mercato complessivamente in difficoltà, il tanto atteso aggiustamento sembra ora avvenire. L'ondata di fallimento è in corso e colpisce anche i marchi che hanno fatto la loro grande comparsa nel 2011 come presunti salvatori della Saab.

Sospettato salvatore Saab Hawtai Motors

Fino alla primavera di 2011, quasi nessuno conosceva Hawtai Motor. Semmai, i cinesi erano i produttori di una Porsche Cayenne piuttosto sfacciata Kopie si accorse. A maggio Saab Automobile AB ha firmato una partnership strategica, una delegazione ha visitato Trollhättan, ma non c'è mai stata una stretta collaborazione o l'acquisto di azioni. Ad agosto, Hawtai si è allontanata da Saab e si è rivolta a Proton, una società che ora fa parte del gruppo Volvo-Geely.

Hawtai avrebbe potuto salvare Saab? Probabilmente no, perché Hawtai era decisamente troppo piccolo. 2011 ha prodotto il marchio solo vetture 56.364, con una possibile capacità di veicoli 300.000. 2017 ha raggiunto il massimo storico di unità 129.232. Nella primavera di 2019 è stato progettato un altro impianto in Kenya, a luglio è scoppiato uno legame oltre $ 218 milioni, la società ha dichiarato bancarotta. Oggi la natura si riprende le opere di Hawtai.

Il soccorritore Saab, cavalcato dallo scandalo, Lotus Youngman

Victor Muller e Pang Quinghua
Victor Muller e Pang Quinghua

Contemporaneamente a Hawtai, Lotus Youngman è salito sul palco come parte del China Youngman Auto Group. Il fondatore Pang Quingnian ha guadagnato miliardi con le mine e aveva visioni ambiziose. Nel 2009 voleva costruire 10 stabilimenti automobilistici in Cina e sviluppare veicoli con l'aiuto di Lotus. Solo una piccola parte dei piani è diventata realtà ea Trollhättan Pang ha giocato un gioco on / off. A volte Youngman era dentro, a volte fuori. Anche dopo il fallimento, nel 2012 sono stati fatti tentativi di chiudere i resti di Saab acquisto, ma fallito. Il piano è seguito, insieme a Muller e Spyker veicolo premiume basato sulla piattaforma Phoenix. Il piano non è stato attuato perché Pang non è riuscito a rispettare i suoi obblighi finanziari. Negli anni successivi, Youngman ha lasciato una scia di sangue sui suoi investimenti europei, che sono finiti in bancarotta poiché Pang non ha mai rispettato i suoi impegni finanziari.

Youngman Lotus non è mai stato in grado di affermarsi con successo nel mercato cinese. Nel 2011, l'anno del previsto ingresso in Svezia, sono state costruite 35.335 vetture. Quattro anni dopo erano solo 11.581, poi l'associazione nazionale dei produttori ha rimosso l'azienda dalle statistiche perché i dati sulla produzione erano a malapena determinabili.

L'ambizioso piano del 2009 di costruire 1.5 milioni di veicoli all'anno è stato chiaramente mancato. Negli ultimi mesi sono entrate sempre più le società del Gruppo Youngman insolvenza, l'incursione nell'industria automobilistica sembra finita. Pang Quingnian è considerato scandaloso nel suo paese d'origine. È stato inserito nella lista nera più di 20 volte per "disonestà" set. Saab difficilmente sarebbe stata in buone mani con lui.

 

12 pensieri su "La fine silenziosa dei presunti soccorritori di Saab"

  • Anche il mondo è cambiato molto dopo i> problemi finanziari del 2008 ...

  • I BAIC hanno anche acquistato i vecchi diritti 9-3 e 9-5 da GM …….

  • Ancora una volta, questo è un post molto interessante e informativo con tutti i dettagli.

  • È emozionante vedere cosa è successo a queste aziende. In retrospettiva, probabilmente non è un buon partner. Sarebbe stato di nuovo difficile al più tardi con la crisi del diesel e i cambiamenti nelle idee di mobilità.
    Cosa sta facendo Rachel Pang? 🙂

  • @ Tom,

    Grazie per l'illuminante AW. È un peccato che non abbia funzionato con VM e BAIC ...

  • Inquired (PS)

    Com'è stato di nuovo con le licenze e GM? Lo ricordo in modo che GM avesse in mano VM e avrebbe rifiutato gli investitori cinesi (come BAIC) ...

    Se fosse così, VM aveva le spalle al muro e l'ingresso di BAIC sarebbe stato comunque la fine per 9-4X e 9-5 SC ...

    • BAIC era il principale partner GM in Cina all'epoca. Non ci sarebbero stati problemi, anzi. È stato ufficiosamente diffuso che sarebbe stato desiderato un "passaggio" da Saab a GM. Qualunque cosa sia successa, non ne è venuto fuori nulla.

      Anche il rapporto BAIC - GM è storia. Ora i cinesi stanno per aumentare la loro partecipazione in Daimler al 10% e ottenere un posto nel consiglio di sorveglianza.

  • Sembra che BAIC sia stata l'opzione migliore. Ma chissà quali progressi e false promesse sono state fatte dalla pecora nera?
    A questo proposito, mi piace anche leggere i loro fallimenti con un certo piacere. Grazie Tom.

    Ovviamente è un piacere smorzato. Il pensiero del 9-5 SC estremamente mancato e cos'altro potrebbe essere accaduto, risuona con ...

  • Puoi davvero spaventarti se leggi le scappatelle dello stato cinese o delle società sub-statali. Il nostro ordine economico dell'Europa centrale può davvero esistere ancora contro queste società comuniste / capitaliste di stato? Il know-how è già passato molto e ora i lavori potrebbero continuare così.

    L'attuale discussione sul clima in questo Paese dovrebbe farci riflettere, perché molte aziende locali "fotovoltaiche" credono davvero di aver fatto qualcosa di buono quando hanno "pepato" i loro tetti con celle solari. Purtroppo, spesso dimentichiamo che l'80-90% degli elementi fotovoltaici proviene dalla RPC e non dall'Europa. Temo che lo stesso accadrà con i veicoli “climaticamente neutri”.

    Anche VW ha m. E. strategicamente sopravvalutato con il suo eccessivo impegno in Cina. Altri potrebbero seguire.

    12
  • Non penso che tu possa incolpare la VM da sola. Chissà cosa avrebbe fatto BAIC alla fine. Piuttosto, il numero di parti interessate era gestibile perché Saab non aveva davvero una buona dote.
    Continuo a pensare che la VM fosse l'unica a voler salvare e sviluppare il DNA di Saab.

    • Questa è sempre la domanda. Cosa ne avrebbe fatto BAIC - e ci sarebbe piaciuto? Volvo è guidata da un guinzaglio abbastanza lungo e non ha danneggiato il marchio. Anche Saab sarebbe stata così fortunata?

  • Direi una decisione sbagliata. BAIC esiste ancora e probabilmente ci sarebbe ancora SAAB in qualche forma se VM non avesse scommesso. È un peccato.

I commenti sono chiusi