L'elettromobilità. Il futuro è a Guangzhou.

Guangzhou, la metropoli sul delta del fiume Pearl con 14 milioni di abitanti, è anche conosciuta come la fabbrica del mondo! Un nome che devi ricordare, perché giocherà un ruolo importante nel futuro della mobilità. L'azionista principale di NEVS Xu Jiayin ha ritirato il grande libretto degli assegni in città il 12 giugno e sta gradualmente diventando chiaro in quale lega NEVS e Evergrande Group intendono operare.

NIO ES8
NIO ES8. Immagine: GAC

Perché sembra piuttosto in alto. Sperimentiamo in prima persona quanta energia gli investitori cinesi usano per acquistare un gruppo. Con acquisizioni spettacolari e nuovi entranti, Xu Jiayin sta costruendo un impero della mobilità mondiale a un ritmo mozzafiato nel più breve tempo possibile. Devi guardare attentamente per non perdere di vista i dettagli. L'ultimo sviluppo dal 12 giugno: a Nansha, un distretto di Guangzhou, ci saranno edifici di ricerca e sviluppo e tre fabbriche per un milione di auto elettriche ogni anno. Jiayin sta anche costruendo una fabbrica di mega-batterie in loco con una capacità annuale di 50 GWh. È giusto che il gruppo Evergrande abbia la propria tecnologia e produzione di batterie con CENAT.

La nuova fabbrica di batterie super a Guangzhou avrà circa la metà delle dimensioni del Gigafactory 1 di Tesla. La loro capacità è stimata almeno il doppio di quella. Ma Evergrande celebra con gli investimenti recenti un enorme successo che vale poco più di 20 miliardi di euro.

Mobility Hotspot Guangzhou

Evergrande ha scelto con cura la location di Guangzhou. La metropoli è un punto focale dell'industria automobilistica in Cina. Con Honda, Nissan e Toyota, hanno sede i rappresentanti della "vecchia" industria. Innumerevoli fornitori più piccoli e fornitori internazionali producono componenti per quasi tutti i marchi in tutto il mondo. E la regione è anche un hotspot per l'elettromobilità.

GAC produce la sottomarca sul sito NIO, Certo, i numeri sono ancora bassi, a maggio c'erano solo 1.089 NIO ES8 consegnato, Ma tra le startup 486 che cercano di costruire auto elettriche in Cina, NIO è uno dei pochi marchi che potrebbe avere successo a livello internazionale. GAC vede ES8 come un concorrente diretto per l'Audi Q8 e-tron. Più economico, più veloce, un po 'più leggero, con un design gradevole e progressivo e una tecnologia sorprendentemente innovativa. Il NIO ha una caratteristica unica di una batteria rimovibile, che può essere scambiata solo in 5 minuti. Per il momento, perché GAC promette che la sostituzione della batteria sarà ancora più rapida in futuro. Ovviamente, come qualsiasi altra auto elettrica, ES8 può sfruttare la sua potenza nella stazione di ricarica rapida. Il SUV sta già guidando autonom secondo Level2, il sistema operativo dell'NIO viene sviluppato in Cina e negli Stati Uniti.

La costruzione di gruppo con la buona volontà di Pechino

con Pony.ai Un'altra startup di fama internazionale si è stabilita a Guangzhou. L'azienda è un pioniere della guida autonoma e collabora con molti produttori. In questo ambiente, con brevi distanze, rapida crescita e innumerevoli innovazioni, il Gruppo Evergrande si aspetta di trovare la base ottimale per i loro piani ambiziosi. il annuncioIl desiderio di costruire un milione di auto elettriche all'anno in 3 anni dovrebbe essere preso sul serio.

Piani di produzione NEVS in tutto il mondo
Piani di produzione NEVS in tutto il mondo

Certamente, i piani ambiziosi non possono essere realizzati senza la benevolenza espressa dell'amministrazione di Pechino. Si dice giustamente che Xi Jiayin abbia legami con i vertici del partito e la leadership dello stato. I commenti critici sui media locali, che potrebbero essere letti all'inizio con il produttore di batterie CENAT, sono passati in silenzio.

Sede strategica Trollhättan

Trollhättan è in questo gioco con i soldi grandi avamposto strategico, e di più. Situato in un paese politicamente stabile nell'Unione europea garantisce la NEV AB libero accesso a uno dei più grandi mercati di singoli in tutto il mondo. L'ex stabilimento Saab di Stallbacka sarà aggiornato a una capacità annuale di unità 200.000. Dall'anno 2020 verranno costruite in fabbrica anche le auto elettriche di Sono Motors e le auto sportive ibride di Koenigsegg.

Ma questo è solo l'inizio. NEVS e il Gruppo Evergrande mancano ancora del loro prodotto, che sarebbe competitivo a livello internazionale. 9-3 EV, la cui produzione sarà posticipata al prossimo anno, avrebbe solo opportunità esclusive nei mercati europei. A medio termine, tuttavia, Trollhättan potrebbe svolgere un ruolo simile nel gruppo come Göteborg per il gruppo Geely. La progettazione e lo sviluppo di auto elettriche di alta qualità potrebbero provenire dalla Svezia, forse dalla loro produzione. Le grandi quantità hanno poi prodotto lo stabilimento di Guangzhou.

24 pensieri su "L'elettromobilità. Il futuro è a Guangzhou."

  • vuoto

    eMobility non fa male. Non devi averne paura. Ci siamo separati dalla nostra Saab 95 due anni fa e abbiamo aggiunto un Tesla Model X alla famiglia. La 93 Aero Convertible che abbiamo tenuto una volta, ma è molto senza essere spostata. Chiunque abbia mai guidato un'auto elettrica ne viene mangiato. Ho seguito le notizie per un po 'ora a NEVS, con il nuovo proprietario. Vorrei assolutamente dare un'occhiata a un NEVS sulla piattaforma Phoenix 3.
    Cella a combustibile: a seconda di come viene recuperato l'idrogeno, è inefficiente o un sottoprodotto. L'efficienza della riconversione è di nuovo cattiva. Generare idrogeno con l'elettricità e non chimicamente è in realtà una pazzia. Costruire una rete di stazioni di rifornimento per H2 è un'impresa, anche la fornitura di questo. Posso ottenere l'elettricità da un sistema solare a casa, ho l'elettricità a Nordkapp. Non otterrò mai H2 così largo.
    La densità energetica delle batterie farà un altro salto. Con la potenza di ricarica ora aumentata (anche retroattivamente a Tesla), le interruzioni di carica sul Supercharger si sono ridotte ancora una volta. Le nuove batterie offriranno una potenza di carica ancora maggiore in pista e offriranno anche una maggiore autonomia grazie alla loro maggiore densità di energia. La gamma è, a seconda del veicolo, non è più un problema. La discussione dovrebbe concentrarsi sulla rete di ricarica e sulla velocità di ricarica.
    Un NEVS con e-drive sarebbe un vantaggio ..

    1
    1
    • vuoto

      Tutto bene e giusto, ma tutto scritto molto dal punto di vista dell'utente ...

      Si potrebbe anche dire dal punto di vista di un consumatore. Il che sarebbe quasi irrispettoso visti i nostri problemi causati dal consumo. D'altra parte, anche altrettanto applicabile ...

      Non si tratta di valutare se un EV con uno sforzo tecnico corrispondente per il veicolo e la struttura di ricarica possa essere adatto per tutti i giorni e persino per i viaggi. Certo che può

      La questione è se lo sforzo richiesto sia ecologicamente ed economicamente ragionevole. Per trarre in primo luogo una conclusione positiva e in secondo luogo sostenerla, dovresti spiegare da quali fonti (o sistemi di accumulo) neutri dal punto di vista ambientale dovrebbe provenire l'elettricità per i tuoi veicoli elettrici durante una carica notturna ...

      Lei stesso ha escluso l'idrogeno come utile mezzo di memorizzazione. Posso aggiungere che di notte e senza accumulo, non c'è energia solare disponibile per un processo di ricarica. E visto che menzionano Capo Nord, aggiungo che le notti lì possono essere molto, molto lunghe ...

  • vuoto

    È tutto molto confuso ea volte non capisci più il mondo. Ottieni informazioni da diverse direzioni e non puoi effettivamente assegnarle. È vero o no? Non importa quale tecnica prevale, una cosa è certa, il costo di andare in giro aumenterà la tua auto nel garage potrebbe diventare una rarità e acquistare il gas per i nostri troll di valore in farmacia. Trovo triste e penso che nel nostro mondo ci siano cose molto più importanti che meritano attenzione e azione.

    • vuoto

      FARMACIA

      Quando arriva il momento, Maptun, in collaborazione con un produttore svedese di stufe, lancia un gassificatore del legno. Sarà quindi distribuito e installato esclusivamente nel pacchetto Stage 9. Un intero set di Gränsfors (martelli spaccati, ascia e ascia di guerra) fa anche parte dello Stage 9, così come i pistoni più stabili e un turbo più grande. È inclusa anche una motosega Husqvarna.

      Quindi acceleriamo tutti con legno di betulla in 4,3 secondi da 0 a 100 e guidiamo fino a 302 km / he giriamo video divertenti su YouTube ...

      Ma a parte gli scherzi, hai assolutamente ragione. Ci sono cose più importanti solo in termini di politica ambientale ed energetica. Non è necessario iniziare con le questioni relative ai diritti umani e all'acqua potabile, di cui mancano 2,2 miliardi di persone, per interrogarsi sulle priorità che sono state fissate ...

      2
      1
  • vuoto

    Leggendo l'articolo, mi sono passate per la testa le stesse domande di Ebasli. In particolare per quanto riguarda la nuova tecnologia mobile, sarebbero richieste capacità di pensiero laterale e ingegneristiche "saabiane". Ma questo è esattamente ciò che sembra essere zero in NEVS. Al massimo vanno bene per gli annunci da campioni del mondo! Spero che risparmierai i soldi per comprare il marchio. Sarebbe il passo finale nella scomparsa del marchio ...

    • vuoto

      Devi solo aspettare e vedere cosa succede. In effetti, non c'è un singolo prodotto da NEVS fino ad oggi. Registratori di cassa imbottiti, e la possibilità di realizzare un prodotto interessante (possibilmente nella tradizione Saab) esiste solo dall'entrata di Evergrande. I prossimi anni potrebbero essere eccitanti per Trollhättan. Ma non obbligatorio.

      • vuoto

        Casse complete, probabilmente per la prima volta nella storia di NEVS. Emozionante e in qualche modo drammatico. La società avrebbe potuto costruire SAAB se avesse i soldi. Ma i forzieri erano sempre vuoti e i piani più grandi di quelli del conto.

        Passato…

        Le auto elettriche possono essere sviluppate rapidamente Forse ci sarebbe spazio per un piccolo ibrido dall'impianto di Saab? Ci sarei!

  • vuoto

    Bello per NEVS e forse buono per lavori a Troll Town (vicino a Sion e Koenigsegg). Questo ha qualcosa a che fare con SAAB come lo amiamo (i veicoli)? Porta qualcosa al nostro amato marchio? Porta di nuovo veicoli simili belli, perfettamente progettati e autoevidenti, tecnicamente aggiornati e con il coraggio del pensiero laterale e della sobrietà?

    Non la penso così. A parte le più che discutibili condizioni quadro umanitarie, politiche ed economiche della politica e dell'offensiva economica cinese - quando guardo gli altri cinesi "svedesi", mi volto con orrore dall'esterno e dal design interno senza alcuna linea, con molto di ostentazione e bling- Bling e menu di controllo annidati!

    Tuttavia, ovviamente, grazie a Tom, che ci tiene aggiornati su NEVS!

    17
    • vuoto

      IL CAVALLO DI TROLLJAN

      Sì, sarà interessante vedere come NEVS sa come utilizzare questa posizione. E devi stare attento. Grandi soldi e grande produzione saranno in Cina. Qui vengono perseguiti anche tutti gli interessi finanziari, economici e geopolitici. E sarà un interesse personale ...
      Non si può escludere che un Sion e una manciata di Koeniggseggs finiranno per essere il legno per un cavallo tro (ll) Jan e poco più di un piccolo balsamo di tigre per l'anima europea ...

  • vuoto

    IMPRESSIONATO ...

    … Lo sono anche io. Tom scrive sempre in modo così elettrizzante. E non c'è dubbio che molto, moltissimo, sia in movimento e in agitazione. Vuoi quasi unirti, diventare parte dell'hype e dell'isteria che circonda EV ed essere uno dei primi a ottenerne uno. O almeno essere la seconda o la terza persona del quartiere a sentirsi semplicemente come un trendsetter ...

    Ma poi le vecchie domande si ripresentano nella testa ...

    • Perché non riscaldiamo solo a basso costo ed ecologico con l'elettricità?

    • Perché i nuovi sistemi di riscaldamento a olio (gasolio per riscaldamento = diesel) sono sovvenzionati dallo stato?

    • Come può essere che un Koenigsegg con E85 nel serbatoio e 1140 PS sotto il cofano emetta meno CO2 fossile per km rispetto a un EV medio nel mix energetico tedesco?

    • Chi ha le materie prime per i veicoli elettrici (batterie) e quasi un monopolio su di esse?

    Non voglio nemmeno iniziare con domande aperte sull'infrastruttura e sulla struttura di tariffazione o sull'equilibrio ecologico generale (ecc.). Solo questo: qualche tempo fa ho sentito un professore XY che, in un'intervista all'ÖR (InfoRadio RBB) finanziato dalla GEZ, ha fatto un'affermazione molto plausibile che la Cina avrebbe perseguito principalmente interessi geopolitici e finanziari con l'aiuto dell'elettromobilità. Ha avvertito esplicitamente delle dipendenze che sorgerebbero in futuro se non andassi per la tua strada, non cercassi alternative, ma ti rendessi dipendente dalle materie prime cinesi ...

    Il povero deve affrontare un dolore quasi fisico di fronte alle notizie sull'argomento, agli annunci domestici, alle tendenze e alle esigenze politiche. E lo capisco molto bene. Il fatto che non abbiamo piani B e C, che non stiamo percorrendo e testando più percorsi in parallelo, è semplicemente irresponsabile - geopoliticamente ed ecologicamente irresponsabile.

    Ogni idiota fa backup regolari delle sue foto delle vacanze. Ma quando si tratta di importanti questioni ambientali e geopolitiche, le nostre auto-proclamate élite perseguono una strategia a binario unico senza sostegno? Non può e non deve essere, ma è sempre esattamente lo stesso e non diverso ...

    20
    1
    • vuoto

      Il riscaldamento con l'elettricità è e non sarà (ancora) fattibile. Se si guarda al consumo lordo di elettricità in Germania in relazione alla produzione netta di elettricità, non sarebbe nemmeno possibile elettrificare completamente il trasporto con le capacità odierne. Paesi come la Francia ecc. Possono riscaldare a buon mercato solo con l'elettricità perché qui (in alcuni casi) oltre l'80% del mix di elettricità proviene dal nucleare, ma in Germania è noto che è finita.

      La promozione del riscaldamento a olio ha il (principale) motivo di modernizzare la tecnologia dei bruciatori, talvolta estremamente obsoleta. Tende ad avere senso, dal momento che il passaggio ad un'altra tecnica spesso si rivela difficile.

      Spero che aiuti!

      • vuoto

        Grazie per il tuo AW Jan_HH,

        ma ad essere onesti, non mi aiuta a capire il corso politico, né aiuta l'ambiente ...

        Siamo esportatori di campioni del mondo. Strom è anche da tempo un bene esportatore tedesco. Abbiamo già più elettricità oggi di quanto consumiamo, ma manteniamo i prezzi artificialmente alti. E non sono solo le nazioni a fare affidamento sull'energia nucleare, in cui viene spesso usata l'elettricità. Anche Danimarca e Norvegia sono in queste gare.

        Quello che mi manca è un uso intelligente e un controllo politico corrispondente per l'uso di risorse date e diverse, possibilmente tutte.

        Restiamo all'elettricità e al gasolio per non sfuggirci di mano ...

        Anche il più moderno di tutti i possibili bruciatori è obsoleto e non dovrebbe essere idoneo perché utilizza solo l'energia termica del gasolio. L'energia cinetica si dissipa completamente inutilizzata. Basta dare un'occhiata ai dati prestazionali di un cervo 2,0 TTid 9-5 da 190 CV, allora sai cosa andrà sprecato.

        Con un impianto di cogenerazione che sarebbe diverso e sono già eterni e per tre giorni e per molto tempo piccoli e silenziosi da installare in ogni casa. L'energia cinetica viene trasformata in energia elettrica e l'energia termica viene utilizzata per l'acqua calda e il riscaldamento. L'efficienza e l'efficienza sono quindi migliori nell'intervallo percentuale a due cifre.

        Ora il potere: avevamo sempre tecniche di memoria e avevamo diversi tassi di elettricità per il giorno e la notte.
        A quel tempo si trattava ovviamente del fatto che le centrali elettriche non potevano essere aumentate e ridotte a piacimento e che l'energia notturna non doveva spegnersi inutilizzata. Pertanto, i riscaldatori ad accumulo notturno erano in voga ed economici ...

        Ciò si adatta anche all'energia eolica come un pugno sugli occhi. Cosa facciamo con il flusso notturno quando le ruote girano di notte? Sarebbe bello riscaldare il serbatoio dell'acqua calda per il giorno successivo. Non si poteva solo fare la doccia e lavarsi con esso, ma anche eseguire il riscaldamento.

        L'acqua nel mio impianto di riscaldamento è di soli 35 ° C.Nella casa in legno ben isolata dal moderno design scandinavo, questo è sufficiente per 10 ° più la temperatura ambiente anche a -23 ° di temperatura esterna ...

        Ma non CO2-neutro, ma con un Gasbrennwerttherme, perché il tempo nunmal ora è chiaramente più economico di un eccesso di elettricità da fonti rinnovabili nazionale di autoconsumo.

        Questo capisce chi vuole. Non lo capisco. E mi sento come il giorno in cui capisco che sarebbe il giorno in cui alcune sinapsi mi hanno fallito.

        • vuoto

          Certamente, il avanti e indietro politico riguardo alla transizione energetica sembra illogico (cosa che per lo più è). Oggi abbiamo un problema simile a quello di alcuni anni fa: le prestazioni delle centrali elettriche. C'è troppa elettricità nella rete o troppo poca. L'energia elettrica rinnovabile in eccesso è solo parzialmente (o per niente) adatta a coprire il carico di base. Questa immissione in rete estremamente volatile è uno dei motivi per cui non è (ancora) possibile un uso ragionevole dell'energia in eccesso da sole e vento.

          Certamente questo è solo un aspetto molto piccolo di questo problema: troviamo la causa principale sul lato economico. Ma ne riparleremo ad un certo punto: siamo su un autoblog qui, e non su una pagina per domande energiche 😉

          • vuoto

            BILBLOG

            Sì, è vero 😉

            Ma gli aspetti immobile e automobilistico dell'energia stanno diventando sempre più simili. L'unica eccezione è la benzina. Questo è e rimarrà riservato alla mobilità. Altre fonti di energia e tecnologie di accumulo vengono utilizzate, testate e discusse, sia mobili che fisse. Che si tratti di gas, idrogeno, gasolio / gasolio o batterie ...

            Forse non è un caso che al momento ci sia una corsa con benzina e auto d'epoca?

            Non salveranno il mondo, ma non faranno false promesse.
            Sono pelli oneste (valgono anche qualcosa) e, soprattutto, se ne parla da tempo ...

  • vuoto

    I cinesi stanno calpestando il gas, o meglio l'elettricità ... Cosa verrà comprato e noi guardiamo. NEVS sta giocando con un sacco di soldi e puoi essere curioso di cosa porta a Troll-Town. Tengo le dita incrociate!

  • vuoto

    Mi chiedo perché la maggior parte dei paesi si concentrano esclusivamente sui veicoli elettrici?
    Perché non vengono condotte molte ricerche sulla cella a combustibile (ad es. Corea del Sud o Giappone) o su combustibili alternativi?

    18
    • vuoto

      L'impressione è ingannevole. L'amministrazione cinese sta finanziando la cella a combustibile con diversi miliardi di euro all'anno. Oltre agli azionamenti batteria-elettrici, questa tecnologia viene utilizzata da un numero sempre maggiore di produttori. La scorsa settimana, la Cina ha aperto la più grande stazione di rifornimento di idrogeno del mondo. Per NEVS Evergrande, tuttavia, questa tecnologia non sembra (ancora) un problema.

      12
      • vuoto

        L'utilizzo dell'idrogène è un'energia d'avanguardia si la produzione è ecologica. Elle permet beaucoup plus que les batterie seules, faire rouler des voitures mais aussi des camions, voler des avions par les turbines, voguer des bateaux ...

      • vuoto

        Penso che le case automobilistiche pensassero di avere più tempo, fino a quando non è scoppiato lo scandalo delle emissioni diesel e, soprattutto, le persone si sono rese conto che la loro salute poteva essere a rischio nelle città più grandi ecc.
        Silenziosamente lo sviluppo della cella a combustibile sta continuando.

        Le auto a trazione elettrica sono il qui e ora (e circa un decennio nel futuro), quindi la cella a combustibile sarà completamente sviluppata e diventerà la norma nella trazione, nell'energia domestica, ecc ...

        • vuoto

          Ho dei dubbi

          Tutte le celle a combustibile e il combustibile stesso sono ancora terribilmente inefficienti. Soprattutto il volume necessario per fornire quantità significative di energia elettrica è letteralmente un enorme grande difetto ...

          Gli elementi e le sostanze chimiche coinvolte nella produzione di molti e-combustibili conosciuti oggi sono un altro.

          Una produzione, stoccaggio e trasporto su larga scala di quel tipo di carburante non avverrà. Se sono stati compiuti progressi e si è trovato un modo rispettoso dell'ambiente per aumentare la capacità di almeno tre volte, un giorno potremmo vedere le celle a combustibile davvero molto, molto lontano nel futuro ...

          • vuoto

            Scusa, mi riprendo tutto ...

            Ero confuso su celle a combustibile, idrogeno, e-fuel e batteria di flusso ...
            Non tecnicamente ma per lingua. Il mio scetticismo era rivolto a tutti gli e-carburanti e alle batterie di flusso redox, non alle celle a combustibile.

            Tuttavia, l'idrogeno non è ancora completamente padroneggiato. È un elemento dannatamente complicato e molto difficile da domare. Il trasporto e lo stoccaggio richiedono enormi sforzi e grandi quantità di energia. Il miglior uso dell'idrogeno è consumarlo nelle vicinanze e nel tempo e farlo su larga scala. Potrebbe funzionare in qualche modo come cuscinetto per i picchi e i minimi che otteniamo dall'energia solare e dall'energia eolica ...

    • vuoto

      ………… .. questa è esattamente la domanda che mi pongo! Soprattutto perché l'impronta di carbonio di un'auto elettrica è un disastro. Lo studio svedese calcola: un veicolo con un motore a combustione interna convenzionale potrebbe essere guidato otto anni prima che abbia un impatto sull'ambiente tanto grave quanto la produzione di batterie per una Tesla Model S, soprattutto perché il consumo di energia durante la guida non viene preso in considerazione. E dall'estrazione delle cosiddette terre rare per la produzione di batterie sta crescendo. La Cina è responsabile di circa il 2% dei volumi globali di queste importanti materie prime. Le terre rare includono 90 metalli, alcuni motori elettrici contengono neodimio magnetico e disprosio ecc. È davvero importante trovare alternative!

      18
      1
  • vuoto

    I numeri sono impressionanti, nessuna domanda. Ora, se il signor Xi Jiayin raccoglie qualche milione o estrae il libretto degli assegni per concedere in licenza i diritti di denominazione SAAB, allora tutto andrebbe bene.

    13
    3
    • vuoto

      Sarebbe carino L'uomo conosce SAAB? Bene, era nel museo l'altro giorno.

I commenti sono chiusi