La morte del diesel

"I dati di vendita dei modelli diesel sono aumentati di nuovo da mesi per la prima volta" - Così o qualcosa di simile, la notizia è stata letta la scorsa settimana su qualsiasi giornale. Lo scandalo del diesel. Già quasi quattro anni, era quasi dimenticato fino alla scorsa settimana. E che, nonostante il fatto che, originario di Amburgo, ho avuto la prima zona di divieto di circolazione della repubblica praticamente sulla mia porta di casa. Ma gratuitamente.

Non importa dove guardi
Lo stesso dado, non importa dove guardi


A quel tempo, quando lo scandalo è diventato pubblico e sono sorti dei bonus ambientali, ho già intuito che questo non avrebbe lasciato il marchio svedese senza lasciare traccia. Sebbene un motore turbo a benzina abbia i suoi meriti, molti modelli 9-5 e 9-3 hanno anche un motore diesel sotto il cofano. A quel tempo temevo che molti di loro sarebbero scomparsi dal mercato, scambiati per qualche migliaio di euro premium, e quindi essere sostituiti da una nuova marca di VW, BMW o Mercedes.

I premi andarono così, secondo VW più fabbricanti di auto furono smascherati e la storia fece il suo corso. I riciclatori automatici sono stati sopraffatti per ottenere le prove di demolizione presumibilmente così ecologiche.

All'improvviso, i team di stampa e TV si interessarono agli sfasciacarrozze della nazione, che non sapevano più dove andare con tutti i modelli diesel. Una coincidenza che a due passi dalla più grande discarica in Germania, forse anche dall'Europa settentrionale. Per anni non gli ho fatto visita. Perché era quello?

Nonostante le sue dimensioni, è stato raramente trovato, i modelli SAAB sono stati ricercati invano negli ultimi anni e, in tal caso, sono stati rapidamente macellati. Ottenere buone parti significava cercare l'ago in un pagliaio. Ma torniamo all'inizio. L'aumento delle vendite mi ha permesso di meditare su un giro in 9000.

Visita alla più grande discarica della Germania

Non ho mai verificato se le mie paure fossero confermate. Sperando di sbagliarmi Ma cercavo la conferma finale, volevo convincermi se - come sempre - non avrei trovato nessun SAAB se avessi fatto nuovamente visita al posto dopo anni.

Quindi sulla via di casa una partenza prima presa, con la 9000 in direzione Norderstedt, appena fuori Amburgo. Poco prima della chiusura, 9000 è parcheggiato vicino a un Volvo 850. Oltre alla vecchia Opel e ai VW Lupos con tubi di scarico sovradimensionati, non voglio spegnere 9000, quindi parcheggia vicino ai vicini svedesi.

Corri velocemente attraverso la piazza, oltre le innumerevoli file di Audi, Mercedes, BMW e VW. I marchi tedeschi dominano chiaramente. Già notevole: i veicoli sembrano molto giovani. La strada per l'angolo svedese è fiancheggiata da file di auto da Wolfsburg. Vari modelli Caddy, Touran e Golf. Anche se attribuisco al marchio di Wolfsburg il minimo di attenzione possibile, è sufficiente dire che la maggior parte dei modelli non sono vecchi di 10. I residui dell'adesivo delle denominazioni del motore indicano: 100% Diesel.

Nell'angolo più lontano troverai te stesso. L'angolo degli esotici. Volvo e SAAB mescolati. Insieme a Rover hanno trovato il loro posto. E quello che vedo qui mi rende più che sbalordito. Sono completamente sconosciuto con una foto. E la mia paura si è avverata. Puoi contare vari SAAB, almeno pezzi 15-20. Come negli ultimi anni 10 insieme, perfettamente allineati.

Lo stesso dado, non importa dove guardi

E anche qui: quasi 100% diesel. Diverso 2.2 TID Diesel 9-5, sia berlina o station wagon, lo stesso con il primo modello 9-3. Stanno diventando sempre più rari nel panorama, qui improvvisamente vedo i modelli 5-6. Una SE argentata crea varietà a breve termine. Anche un 9-3 con equipaggiamento completo è atterrato qui. Quando si tenta di espandere il SID dividere il raro Carbon Dashboard. Un 3.0 TID o un occhiale cromato. Sentirsi tutti i colori e le forme si trovano. Quasi tutti i veicoli possono ancora attestare una buona condizione.

Il rivestimento in pelle è stato appena consumato, i cruscotti in carbonio o in legno sono stati installati o distrutti durante il tentativo di rimuoverli. I tachimetri elettronici impediscono - con mio dispiacere - di dare un'occhiata al chilometraggio. Mi sarebbe piaciuto sapere di quanti chilometri sono stati spostati gli svedesi.

Ne ho visto più che abbastanza dopo pochi minuti, e ricomincia a pensare. Non solo ho quasi scioccato gli interi modelli SAAB, ma metto in discussione l'intero sistema delle classi di sostanze inquinanti, guidando divieti e premi ambientali.

Divieti di circolazione, bonus ambientali - consumo?

L'angolo del SAAB è emblematico del consumo eccessivo e mostra ancora una volta in quale spudorata società usa e getta viviamo. I SAAB erano tutti in una condizione che sarebbe stata sufficiente per uno o più diecimila chilometri. Invece, eliminato e molto probabilmente per qualsiasi premio e quindi una macchina di nuova produzione scambiata. La situazione è simile ai vicini svedesi ha quasi un effetto confortante. Ciò che è sostenibile, ecologico ed ecologico è per me incomprensibile come sempre.

Indietro nel parcheggio, mi capita di incontrare i proprietari di Volvo, brevi occhiate vengono scambiati, si guarda in avanti in alto sopra il corso curato la Svezia, un breve saluto, il pollice. Il quasi tipico. Ciò che rimane è solo la coscienza pura, non di far parte di questa società, che può essere tratto in inganno dai premi appariscente per l'acquisto di qualsiasi società di materie prime o di discesa che fanno affari con la speranza di clienti, ancora una volta con la coscienza pulita attraverso le zone ambientali guidare le città tedesche.

Invece, 9000 è tenuto in funzione, le parti usurate vengono sostituite per mantenere l'auto il più a lungo possibile. Un'attitudine che sembra effettivamente sostenibile ed ecologica. Ma con la vista di Diesel potrebbe essere completamente ingannato, sembra quasi come se la sostenibilità fosse definita con un veicolo a motore di nuova acquisizione.

Non importa come. Per i SAAB è un peccato aspettarli in poche settimane e mesi l'ultima passeggiata verso la stampa. Poi se ne sono andati e con loro una piccola parte del patrimonio culturale storico.

53 pensieri su "La morte del diesel"

  • @ Ebasil,

    Penso che non sia così estremo, non così unilaterale e inequivocabile ...
    Stretti collegamenti con lo stato sono mostrati da grandi compagnie automobilistiche in diversi paesi.
    Le politiche di finanziamento, il protezionismo e la corruzione hanno molti modi di giocare a calcio. Il bonus di demolizione in D era controproducente in molti modi. Anche nel senso che il denaro delle tasse tedesche era distribuito sul mercato interno, ma al di sopra dell'industria automobilistica globale. I finanziamenti mirati sembrano diversi.

    Chiedi a Trump o Xi Jinping se sottovalutano il ruolo chiave della loro industria automobilistica e se possono imparare qualcosa dai politici tedeschi. La domanda è o interpretata come uno scherzo o come un insulto personale, si raccoglie la risata o un sacco.

  • @StF

    Grazie per il link, articolo interessante. Se questo è vero, ovviamente, la domanda, ma in ogni caso vale la pena leggerla. Posso solo essere d'accordo con la seconda parte del commento, un approccio molto differenziato.

    Ma ciò che può essere più che fiduciosamente messo in dubbio è il presupposto che il governo tedesco "non getterebbe un bastone tra le gambe" dei produttori stranieri per paura di rapporti con l'estero. Ovviamente è vero il contrario: in nessun altro paese al mondo l'industria automobilistica nazionale è ancora vista, sovvenzionata e promossa dal governo come un "settore chiave" tanto quanto in Germania (2 volte il premio di rottamazione, ecc.). Nessun governo tedesco scherza con i tre grandi tedeschi (alcuni dei quali sono di proprietà statale), la cui mano raggiunge il Ministero dei Trasporti e oltre. In nessun luogo la lobby automobilistica nazionale è così forte come in D. Se potesse, i politici tedeschi "getterebbero così tanti bastoni tra le gambe" dei produttori stranieri che non possono più camminare per rimanere nel quadro. Con la sua "industria chiave", D non evita nemmeno i suoi migliori amici dell'UE. Basta ricordare il dramma dell'etichettatura delle auto per quanto riguarda consumi ed emissioni. Ripetutamente rinviato da D, annacquato, messo in discussione - per far sembrare le macchine PS tedesche e i toner SUV buoni rispetto alle piccole auto francesi.

    Diverso deve essere il contesto in relazione ai diesel esteri, che noi - purtroppo - non tutti conosciamo.

    1
    1
  • Per quanto riguarda le nuove Saab perché i vecchi anni 6 vecchio, vero, la maggior parte di noi vorrebbe così, che nelle auto Trollhattan sono costruite di nuovo e poi si spera comprarli meno che non hanno i mezzi e le opportunità. Se si è convinti del marchio e il sequel è migliore di quello vecchio, è comprensibile che si desidera migliorare. Per quanto riguarda i moribondi diesel, così ho parlato di recente con un amico e anche Saabfan che ora probabilmente molti combis diesel 9-5NG con Euro 5 e 9-4X se sarebbe anche ottenere un diesel € 5, avrebbe dato se Saab non sarebbe andato in bancarotta e che avrebbero dovuto essere ora probabilmente venduti a prezzi bassi in Germania a causa dei divieti. Naturalmente questo è puramente ipotetica e teorica, ma questo onestà ho voluto installare. Ma se cerchiamo l'esistente nel miglior modo possibile per mantenere e mantenere.

I commenti sono chiusi