La montagna di Bilster sta chiamando! (1 / 2)

Due dossi, una rapida svolta a sinistra, poi abbatto con una pendenza del 26%. Questo è seguito da una pendenza con un pieno 21%. Sento la voce dell'istruttore alla radio. Porta con te l'energia di frenata, continua ad accelerare! Il cervello vuole rallentare, la voce avverte di accelerare. Quindi resta sul gas, contro ogni buon senso! La trazione integrale vola su e giù per la montagna, prendo la curva sui cordoli, punto all'aerogeneratore sinistro all'orizzonte e lavoro per mantenere la traiettoria ideale.

La montagna di Bilster sta chiamando
La montagna di Bilster sta chiamando. Ma l'articolo è meno su Saab.

È divertente, sfida e riversa tonnellate di adrenalina. Una giornata al Bilster Berg con benzina, divertimento alla guida, auto fantastiche e vita. Tutto è iniziato, come tante volte, in modo del tutto innocuo ...

Lo scorso venerdì vicino a Bad Driburg. Ralf Muckelbauer e arrivo alla Subaru Driving Experience con la WRX STI e la BRZ a Bilster Berg. Lui nella Subaru, io nella Saab. La sera prima avevamo filosofato in albergo su cosa aspettarci. Un viaggio turistico o uno sport motoristico? L'occasione è chiaramente definita. Subaru sta ritirando la WRX STI, una grande leggenda del rally. Una degna festa d'addio davanti a un pubblico selezionato con cura con l'anteprima mondiale dell'edizione finale.

Orgoglioso di Boxer

Subaru? C'erano collegamenti con Saab. 9-2x basato su Impreza. E il 9-6x, i cui prototipi sono nel museo di Trollhättan. Chiunque legga più a lungo sul blog sa del mio grande cuore per i piccoli marchi. Sono la ciliegina sulla torta della (noiosa) vita automobilistica di tutti i giorni, e mi piace proprio. Subaru si affida costantemente al motore boxer, che posso facilmente soffrire comunque, sia che sia installato nella parte anteriore, nella parte posteriore o come motore centrale. I suoi vantaggi sono un'installazione poco profonda, un conseguente basso centro di gravità e un'eccellente maneggevolezza. Non devo nemmeno parlare della silenziosità e del suono. E, naturalmente, Subaru è a quattro ruote motrici. La più grande marca di tutte le ruote a livello mondiale.

Al mattino c'è ancora pace Montagna di Bilster. Più tardi i motori boxer stenderanno il loro tappeto sonoro sul sistema e non si fermeranno fino alle 20:XNUMX circa. Arriva l'amministratore delegato Christian Amenda, seguito da una breve introduzione di Ralf Muckelbauer. Benvenuto, poche frasi, stretta di mano decisa. Piacevole, rilassato, vicino al cliente. La mia impressione, che si consoliderà nel corso della giornata man mano che conoscerò altri dirigenti Subaru.

Allenamento alla deriva con la WRX STI a Bilster Mountain
Allenamento alla deriva con la WRX STI a Bilster Mountain

Questo è seguito da registrazione, benvenuto e presentazione dell'edizione finale della Subaru WRX STI. Ci saranno pezzi 122, tutti numerati. Collezionabili di valore permanente o crescente. L'omaggio a un'icona del motorsport che non esisterà, almeno in questa forma.

Come conoscere una macchina. Il metodo WRX STI.

Inizia con l'addestramento alla deriva per il WRX STI. Un'area dinamica irrigata, un'auto a quattro ruote motrici, un istruttore. Emozionante, anche perché non mi sono mai seduto su una WRX STI. Prendersela comoda è diverso e l'allenamento alla deriva ti dà un buon assaggio della giornata. In squadre da due, è in pista. Accelerare, inserire, spegnere, il posteriore sta arrivando. Controsterzo, moderato con l'acceleratore. Posso farlo a metà, altri sono più talentuosi e più ambiziosi. La WRX STI gira in tondo, si ottiene un primo sentore delle potenzialità del veicolo. L'area dinamica è un parco giochi per riscaldarsi, e non senza pretese.

Va di stazione in stazione. Deriva con il BRZ. Nessuna trazione integrale, ma un boxer. Trazione posteriore ma niente turbo. Un'auto che non avevo sullo schermo. Fino ad oggi. E fino all'arrivo di Tim Schrick!

Pausa dal WRX. Maggiori informazioni su Schrick e il BRZ.

Essa BRZ Fino a venerdì ho pensato che fosse un'auto che sarebbe stata bella davanti alla gelateria. Quindi non di interesse, senza ambizione. E Tim Schrick era noto solo a me come giornalista e moderatore. Schrick è di più, molto di più! Appassionato di sport motoristici, ad esempio, che ha vinto la 24 Ore del Nürburgring 2018 per Subaru con il BRZ della sua categoria. Anche un narratore emozionante, una personalità interessante e polarizzante. Pensa molto al BRZ. Dalla costruzione leggera coerente, l'equilibrio perfetto, il centro di gravità basso. Un'auto che Porsche avrebbe dovuto costruire. Lui dice.

Marketing? Lo porta così credibilmente oltre che il mio interesse è suscitato. Che cosa mi dice nei miei occhi contro il GT: Solo 200 PS, solo su 200 Nm, non un turbo. Come autista della Saab sono abituato alle montagne di Drehmonent. Il BRZ ma si avvia alla velocità.

Va in pista. Guida guidata L'istruttore di fronte, un branco di BRZ che urlava dietro. Briefing alla radio, trova la linea ideale, accelera. Con ogni giro trovo la GT migliore. Si trova come una tavola sulla strada. Le curve sono fantastiche, la coupé non sottolinea. Il boxer da 2-litre gira, la marcia è croccante. Al giro 6.000, viene applicata la velocità massima. Devi abituarti a questo. Certo.

Una versione leggera sarebbe il massimo.

E Schrick ha ragione. Il BRZ è estremamente ben bilanciato e probabilmente unico nella sua categoria. Una bella coupé sportiva economica per Landstrasse di secondo e terzo ordine. Qualcosa che non avrei mai sospettato dietro il veicolo. Tuttavia, le opinioni sono divise. Il mio passeggero dice che un turbo e più cavalli sarebbero buoni, e la discussione va avanti e indietro per tutto il giorno.

La soluzione sarebbe semplice. Una versione leggera della GT sarebbe la macchina definitiva. Sedili più leggeri, meno equipaggiamento. Manovelle invece di finestre e così via. Pertanto, il BRZ avrebbe di nuovo allenato uno o due centinaia di pesi e offrire ancora più dinamismo. Purismo. Porsche suggerisce qualcosa del genere. E Tim Schrick sarebbe ancora più eccitato.

L'attore principale di questa giornata è la WRX STI. Una leggenda intorno alla quale tutto ruota. Sto conoscendo un professionista davvero eccezionale e finalmente posso scendere in pista con la macchina da guida Subaru definitiva. Domani più della montagna che chiama. E in qualche modo alla fine ha qualcosa a che fare con Saab ...

8 pensieri su "La montagna di Bilster sta chiamando! (1 / 2)"

  • vuoto

    Il BRZ / GT36 è una delle pochissime nuove auto, che trovo entusiasmante. Anche e soprattutto perché non fornisce montagne di coppia, ma sul classico Saugertugenden reattività ed entusiasmo in un periodo in cui BMW costruisce anche quattro e tre cilindri turbo (!).
    Coerentemente contro il mainstream ...

    • vuoto

      Anch'io intanto. Emozionante anche gli accessori di STI, disponibili per la BRZ. Cose davvero belle e di alto profilo che probabilmente si possono ottenere solo direttamente dal Giappone. Ho paura che il BRZ sia sulla mia lista.

  • vuoto

    Tim Schrick è già un maiale freddo. Mi piacerebbe incontrare anche questo. Sono già un bisl geloso.

  • vuoto

    La GT o la sua controparte Toyota, la GT86, ho sempre trovato eccitante. Seriamente per un acquisto, non avrei mai pensato, perché non mi piaceva la prestazione del motore.
    Articolo interessante, in attesa di parte 2.

    • vuoto

      Senza Tim Schrick non mi sarei reso conto della GT. La tecnica è eccitante, il boxer è una torta alla crema e la strada è semplicemente divertente. È anche, per un piccolo atleta, puro eufemismo. Mi piace molto Forse dovresti provarne uno?

  • vuoto

    Rapporto molto emotivo e posso entrare in empatia con il tuo entusiasmo. Non vedo l'ora del sequel!

  • vuoto

    L'articolo è un piacere, l'entusiasmo salta sopra. Non riesco a pensare di più. 😀

  • vuoto

    Ottimo articolo! Puoi dire con ogni linea che Tom si è divertito molto! La varietà è buona, la montagna di Bilster deve essere una strada brillante. Non vedo l'ora che inizi il sequel.

I commenti sono chiusi