NEVS costruisce un altro stabilimento a Shanghai

A giugno NEVS inizierà a costruire un'altra fabbrica di automobili in Cina. I contratti per questo sono stati firmati e dopo Trollhättan e Tianjin sarebbe il terzo stabilimento della startup di auto elettriche. Si potrebbe respingere questo messaggio in quanto non così importante. Ma questa volta tutto sembra diverso e vale la pena dare un'occhiata più da vicino.

Fabbrica di Tianjin di NEVS
Fabbrica di Tianjin di NEVS. Credito: NEVS

Nel frattempo l'ex stabilimento Saab di Trollhättan non è più produttivo. Parti delle strutture furono smantellate e trasportate a Tianjin. La fabbrica dovrebbe entrare in funzione in estate. È ancora incompleto a causa della cronica carenza di capitali. L'inizio della produzione è stato nel frattempo rinviato alla fine dell'anno.

Da alcune settimane NEVS è straordinariamente attiva nei media. Nell'edizione online del quotidiano locale sono apparsi fino a 4 articoli sull'azienda in due giorni consecutivi, quasi sempre oltre la barriera dei pagamenti digitali e quindi con un raggio d'azione limitato. I lettori potrebbero interrogarsi sul significato, lo scopo e il contenuto degli articoli. Perché le notizie nel vero senso della parola non venivano trasmesse. Più manutenzione e lucidatura del panorama dei media per la reputazione offuscata.

Pochi giorni dopo, NEVS ha invitato i rappresentanti della stampa svedesi a visitare la Cina. Oltre allo stabilimento in costruzione a Tianjin, meta della visita è stata la sede di Pechino. Le foto del lavoro sono state pubblicate su Instagram, Victor Jensen di Sveriges Radio ha parlato con il fondatore Kai Johan Jiang. Inizio di una nuova apertura, o anche un cambiamento di cuore?

Breakthrough Grazie a GSR Capital?

La recente partenza di NEVS potrebbe avere molto a che fare con il nuovo stabilimento di Shanghai. La costruzione dovrebbe costare circa mezzo miliardo di euro e sarà principalmente dal nuovo principale finanziatore Capitale GSR pagato. GSR si è fatta un nome negli ultimi anni con l'acquisizione di miliardi nel settore delle batterie di NISSAN, l'acquisizione di Osram Licht AG e l'acquisto della divisione di illuminazione di Philips. Con Boston Power, GSR Kapital è attivo con un secondo produttore di batterie. NEVS, come produttore di auto elettriche, si inserisce perfettamente nel portafoglio di investitori.

Per l'avvio cronico dell'indebolimento, GSR potrebbe ora essere il salvatore e il tanto atteso passo avanti. La fabbrica di Shanghai entrerà in funzione alla fine dell'anno 2019. Si dovrebbe presumere che la costruzione funzionerà senza intoppi e senza ritardi, come è consuetudine in Cina. La capacità dei veicoli 200.000 all'anno è impressionante. Insieme a Tianjin e Trollhättan insieme, NEVS avrebbe, teoricamente, raggiunto un volume di auto elettriche 500.000 all'anno.

Anche questo è impressionante, soprattutto perché negli ultimi 6 anni non è stata consegnata ai clienti una sola auto elettrica. Nuova era o no? Molto è in movimento, niente è certo. Ma per il vecchio impianto Saab e per la località di Trollhättan, potrebbe essere di nuovo eccitante. Se la produzione in Cina si svolgerà nel 2019 e NEVS avrà successo, anche il sito di produzione europeo di Trollhättan tornerà al centro dell'attenzione.

18 pensieri su "NEVS costruisce un altro stabilimento a Shanghai"

  • vuoto

    Caro Tom.
    Lo capisco anche io. Ma quanti investitori e partecipazioni dovrebbero ancora apparire in questo groviglio così che Nevs possa finalmente produrre? La stessa Nevs è un consorzio di diversi investitori. Cosa dovrebbe uscire da questa situazione di disastro? Ancora altri investitori o investimenti che promettono denaro di nuovo? Volevo indicarlo e solo allora. Non vedo alcuna strategia significativa qui, ma assolutamente nulla. Volevo solo esprimerlo (emotivamente).

    • vuoto

      Senza le emozioni rivolte alla “cara gente” lo avrei capito subito.

      La strategia non si rivela neanche a me. Tuttavia, una cosa sta diventando sempre più chiara. A NEVS piace fare i bagagli. Forse la strategia è "troppo grande per fallire"?

      Più capitale è legato, maggiore è la capacità produttiva, maggiore è l'interesse degli investitori, maggiore è forse la loro influenza e più probabile diventa la benevolenza politica cinese?

      Non mi piace questo. Ma è l'unico modo in cui posso iniziare a spiegarmi la "strategia". Se non si aprisse, lo preferirei e il mondo sarebbe un po 'meglio ai miei occhi.

      Pensa al SAAB 9000. Un buon prodotto è arrivato prima. La capacità di produzione? Sbagliato! La domanda inizialmente ha superato la fornitura e, occasionalmente, sono stati scambiati inizialmente, anche sulla nuova vettura. NEVS è (o è) l'esatto opposto.

      • vuoto

        PS

        Parlando del contrario, è possibile che NEVS (se sta per costruire qualcosa) lancerà ANTI-SAAB sul mercato.

        • vuoto

          Quello con l'anti-SAAB probabilmente non accadrà - KJJ pensa molto a ciò che SAAB è agli occhi degli intenditori. Il fatto che il suo cuore batte per la mobilità elettrica non esclude altri criteri come qualità, sicurezza e design, per citare solo alcune cose essenziali.

          • vuoto

            "Non esclude" non significa molto ...

            Produrre per sempre un vecchio derivato 9-3? E questo in abbondanza? Questo non sarebbe successo a SAAB in un sogno e questo da solo è anti-SAAB per me. Non riesco a distinguere uno spirito SAAB in lungo e in largo ...

            • vuoto

              Penso che non puoi scommettere su niente a NEVS. Devi vedere cosa sta facendo GSR Capital e se l'investitore continua ad espandere la sua influenza. Se lo fa, può portare a un nuovo inizio completo e tutto torna a "Start".

  • vuoto

    Una fabbrica a Tinjan che non acquisisce slancio a causa della mancanza di capitale, e allo stesso tempo un nuovo stabilimento a Shanghai ????
    Caro popolo. Prima di mettermi di cattivo umore o di iniziare a ridere. Per favore non credere nelle fiabe. Siamo tutti cresciuti giusto?

    • vuoto

      Caro popolo? ? ?

      Né nell'articolo né in nessuno dei commenti posso distinguere fantasie di resurrezione. SAAB non è più un problema in relazione a NEVS e NEVS incontra distanza e scetticismo. Tutto bene con la "cara gente" qui ...

    • vuoto

      Caro Björn, per favore vedi la questione in modo abbastanza concreto: dietro il progetto di Shanghai c'è un altro finanziere. Non ha niente a che fare con Tianjin, questa è una joint venture diversa.

  • vuoto

    C'era il concetto di costruire navi dell'aviazione qui nel Brandeburgo. A tal fine, la sala più grande del mondo è stata costruita con un'altezza di metri 107, che può essere vista anche dallo spazio. La sala del carico originale. Non è stato costruito un singolo dirigibile. La sede era la Potsdamer Platz di Berlino con gli affitti più alti. Alla fine, solo il denaro è stato bruciato. La società globale è fallita per 2001. Gli amministratori di insolvenza sono ancora attivi. I dipendenti stanno ancora aspettando gli ultimi salari da 2001. Questo sta succedendo anche qui in Germania, le aziende startup stanno scomparendo. Sebbene Saab fosse meglio conosciuto, il concetto di Cargolifter era estremamente efficace ai tempi. Sono anche curioso di sapere se un EV andrà fuori linea. Penso di sì in Cina. Come è successo in Germania con il CargoLifter, le cose sono andate avanti dal coinvolgimento di Saab e l'acquisizione dei resti da parte di NEVS in Svezia. Politicamente non succederà nulla qui. Questi sono interessi parziali puramente economici. Qualsiasi azienda guadagna sempre. Simile all'aeroporto di Berlino-Brandeburgo.

  • vuoto

    ... senza un concetto, senza soldi ... è emozionante! Sono entusiasta di vedere cosa potrebbe venire fuori dalla cintura!

  • vuoto

    Immense di nuovo nuovi investitori. Ma sembra normale ora.
    Quello che non capisco è che i politici svedesi lo accettano così facilmente. Sono colpevoli del fatto che ci sarà una fabbrica vuota a Trollhattan e che il numero di posti di lavoro sarà così evoluto negativo. Che in qualche modo in Cina le auto elettriche siano costruite è chiaro; ma questi non sono Saabs.

    • vuoto

      È giusto Questo ha sempre meno a che fare con SAAB.

      Ancora bene che abbiamo anche questa informazione. E chissà, una seconda fabbrica in Cina è già ambiziosa. Forse NEVS alla fine creerà alcuni posti di lavoro a Trollhättan? Molti (ex) impiegati Saab hanno da tempo cambiato orientamento o saranno già in pensione. Anche così, questo ha sempre meno a che fare con SAAB.

      I "presunti" lavori in Svezia, se dovessero diventare una realtà, sarebbero ancora OK. Non si può sperare di più da NEVS per molto tempo ...

  • vuoto

    Forse ci sono ora professionisti sui dilettanti? La lista della spesa di GSR Capital non è senza.

  • vuoto

    Citazione: NEVS, come produttore di auto elettriche, si inserisce perfettamente nel portafoglio di investitori.
    Scusa, ma questa frase mi salta totalmente su: Nella frase sopra mi manca la parola piccola ma significativa: produttore "futuro" ecc.
    Finora tutto è stato "aria calda" nella realtà. 🙁
    Se dovesse cambiare, come!
    Con questo argomento significa solo: aspettare FATTI.
    In allegato: poiché la Cina promuove e richiede la mobilità elettrica statale, i dati di vendita possono teoricamente diventare realtà ... Nel settore degli autobus, la Cina è già un passo da gigante: in alcune megalopoli ci sono già intere flotte elettriche di autobus! Mentre MAN (VW) e Daimler Benz gestiscono ancora diesel ...

    • vuoto

      Forse avrei dovuto definire NEVS come un produttore "sospetto". Ciò colpirebbe abbastanza bene la situazione attuale 😉

      • vuoto

        Lui è buono. Una risata al mattino!

  • vuoto

    Tesla ha problemi finanziari al momento e in generale le auto elettriche vendute non sono molto alte tra gli altri produttori, tranne forse in Cina.
    Dal momento che puoi davvero essere curioso di sapere come un negozio non professionale come NEVS vuole vendere tanti veicoli.
    Vediamo come andrà in futuro a Trollhättan.

I commenti sono chiusi