Saab. La via è l'obiettivo.

Nei 52 anni della mia vita, tutto ha sempre ruotato intorno alle auto. Fin da bambino, amavo far dondolare la Citroen DS con mio padre con noi a Vienna per l'epoca, che all'epoca era esotica, per la città e osservavo le altre auto.

Saab 900 di Roland
Saab 900 di Roland

Ricordo la Volvo Amazone e la Saab 96 e 95, che sono insolite per me. Quando ho iniziato a collezionare opuscoli per auto negli anni '90, ero in quasi tutti i concessionari Saab nel raggio di 100 km e mi piaceva stare seduto in macchina.

Ma per me queste auto erano sempre inaccessibili in termini di prezzo all'epoca. Nel 2002 mi sono riavvicinato a una Saab attraverso un buon amico che ha organizzato un'auto per la stampa. Era un 9-5 Aero in nero con attrezzatura completa. L'abbiamo volata al Salone di Parigi.

Ha lasciato Vienna alle 22:0.15, il confine tedesco alle 4.30 e il confine francese alle 210:265. Fino ad allora non ho mai guidato un'auto che accelera a 12 km / h tanto quanto l'Aero, le velocità continue di 100 km / h secondo il tachimetro non erano un problema, né dal telaio né dalla temperatura dell'olio e dell'acqua. Per quanto riguarda le prestazioni, non abbiamo trovato alti i XNUMX litri per XNUMX / km.

Nel 2004 avevamo una station wagon diesel da 9-5 3 litri come macchina per la stampa dove eravamo a Budapest in Ungheria. Prestazioni eccellenti con consumi ridotti. Negli anni successivi ha avuto frequenti contatti con il marchio in occasione di fiere automobilistiche e con i concessionari. Ma sono rimasto fedele al mio marchio automobilistico francese. La situazione è cambiata nel 2011 quando ho avuto un problema tecnico peggiore con la mia Citroen C5, 4 anni e 60000 km, e nessuno ha detto che fosse responsabile, e non c'è alcun rimborso dei costi.

Quindi 25 anni di lealtà si sono conclusi con un marchio automobilistico. Dopo alcune settimane ho comprato la prima Svezia:

Volvo S80 2,4 170 PS, 70.000 Km, BJ 99 proprietà per la prima volta con pochi soldi.

Dopo che ero così eccitato, nel novembre 2013 l'idea di una decappottabile non sarebbe stata male, preferibilmente una di Saab. Una rapida occhiata su Internet e sabato siamo andati ad Hartberg, dove era parcheggiata una 902 decappottabile blu Le Mans in versione americana con interni in pelle chiara.

Acquistato dopo un breve giro ad un ottimo prezzo invernale, e dopo molte vacanze ed estati con una sensazione di cabriolet, è già nel garage in letargo. Tra 9000 acquistati nel 2014. Venduto di nuovo dopo 4 mesi, è stato un disastro. Poi ha acquistato 9-5 Turbo, purtroppo è morto per un incidente. Poi alla fine del 2015 ho trovato la migliore Saab per me.

Saab 900CC del 1992 con 130 CV, automatico, tetto apribile elettrico, 4 finestrini elettrici e aria condizionata che abbiamo riempito e che funziona alla grande. Percorri 2 km in 14000 anni con costi di manutenzione relativamente bassi e divertiti. La 901 ha ancora davvero qualità e sicurezza, che ho imparato ad apprezzare a gennaio quando un camion ha urtato una lastra di ghiaccio sul cofano e una lastra di ghiaccio sul lato destro del parabrezza in autostrada a 100 km / h. E niente è stato rotto.

Spero di poter viaggiare per molti anni con la mia Saabs senza incidenti.


Grazie a Roland per la sua storia di Saab! Questa è una delle nostre esclusive File di imbarco Saab nel viaggio. Hai anche qualcosa da raccontare su Saab?

La storia di un'indimenticabile vacanza, un restauro o un altro evento nella vita con il marchio cult di Trollhättan?

Qualunque cosa sia, scrivici. Non vediamo l'ora!

3 pensieri su "Saab. La via è l'obiettivo."

  • Ciao, ho bisogno di un contatto con te!

  • Ciao Roland!
    Grazie per la tua storia su Saab, mi è piaciuto leggerlo.
    Ci vediamo venerdì, 1.12. a Wiener Neudorf alla festa di Natale?
    Saluti Martin

    • Ciao Martin,
      Ci conosciamo ??
      In realtà, non nel club.
      Non so se possiamo passare da questa parte.
      Saluti Roland

I commenti sono chiusi