Una giornata quasi storica nella vecchia fabbrica di Saab.

Nell'ultima settimana a Trollhättan sono successe cose strane. La televisione era sul posto, sia sul giornale locale che su SVT potresti leggere su un inizio di produzione. La svolta per NEVS? O cosa era successo?

Officina per auto elettriche NEVS 9-3 nella vecchia fabbrica di Saab. Credito fotografico: SVT

In effetti, nella vecchia fabbrica di Saab, i gusci sono stati effettivamente realizzati per un tempo molto breve. Pezzo 112, per la precisione. La metà di loro rimane in Svezia, il resto è andato in Cina. Lì, a partire da dicembre, inizierà la produzione pilota delle auto elettriche NEVS 9-3. I dipendenti svedesi supportano i colleghi cinesi locali.

Dall'estate 2018 dovrebbe essere pronto allora. NEVS quindi lancia (finalmente) la produzione di serie così spesso annunciata. Nel primo anno verranno costruite le auto elettriche 10.000, quindi 50.000 all'anno. Per la Cina, 1.500 sarà collegato a nuovi posti di lavoro. Per Trollhättan 70.

Una giornata quasi storica. NEVS disincantato.

Dal punto di vista del cronista di lunga data, l'evento può essere descritto come quasi storico. Perché mostra che NEVS è finalmente arrivato nella realtà. Secondo la loro stessa valutazione, "il più grande progetto industriale della Svezia" si è ridotto al livello delle aziende di medie dimensioni. Dopo che per anni ci erano state fornite visioni ambiziose, il risultato è estremamente deludente.

La situazione attuale: a Trollhättan, la forza lavoro si è ridotta a meno di 800. In estate saranno creati 70 nuovi posti di lavoro per fornire componenti per l'auto elettrica NEVS 9-3 in Cina. Da molto tempo non si parla di nuovi modelli e produzione nell'ex fabbrica Saab. Nel 2020 o nel 2021 la produzione potrebbe riprendere a Trollhättan, si dice. Ma ammette che non ci sono piani concreti per questo.

Con i veicoli 50.000, lo stabilimento di Tianjin è ben lontano dall'esaurimento. E non redditizio. Come promemoria: in Trollhättan la capacità è di unità 170.000, in Cina 200.000 all'anno. Con le auto elettriche 50.000, NEVS rimane un giocatore di nicchia che non avrà alcun ruolo nel mercato. Inoltre, tutti i gusci del corpo devono essere fabbricati a Tianjin. Un lavoro di stampa non esiste ancora, il finanziamento non è garantito. Ma la licenza di produzione dipende dal valore aggiunto locale.

Disillusione per Trollhättan.

Le prospettive per Trollhättan stanno facendo riflettere. Oltre ai nuovi posti di lavoro 70 previsti per l'estate 2018, non ci saranno nuovi assunti a lungo termine. NEVS si sta trasferendo in Cina e sta tentando la fortuna con una piattaforma che proviene in gran parte dall'anno 2002. Lavori di sviluppo su nuovi veicoli NEVS, di cui uno può presumere a causa della continua scarsa capitalizzazione, ci sarà il massimo in un back burner.

Nel frattempo, la "vecchia" industria automobilistica reagirà. I dinosauri di VW and Co annunciano investimenti miliardari. Inonderanno il mercato con molti nuovi prodotti a partire dal 2020. L'amministrazione cinese vuole auto elettriche in massa? Nessun problema. Lo otterrà. Da GM, VW, Daimler e Co.

13 pensieri su "Una giornata quasi storica nella vecchia fabbrica di Saab."

  • vuoto

    Immaginate che prima o poi le macchine per la produzione delle scocche in Svezia verranno smantellate e spedite in Cina. Non ha senso altrimenti. Ad un certo punto, il lavoro è solo un guscio vuoto.

    • vuoto

      Suppongo che porterò gli strumenti urgenti alla Cina solo quando la fabbrica sarà pronta. Le vecchie presse e linee di produzione rimangono a Trollhättan. Usare la roba vecchia in Cina non ha senso secondo me. I robot ABB nell'immagine non sono più privi di rugiada.
      NEVS dovrebbe parlare con Tesla. Hanno bisogno di capacità di produzione per il modello 3.

      • vuoto

        Anche molti veterani di Saab hanno questa ipotesi. La probabilità è alta. Il lavoro ovviamente non è più fresco. Da anni "dorme". Tesla tenderà a mettere un impianto in campo verde, un'azienda cinese di certo non produrrà. Anche con il nuovo stabilimento in Cina, i partner cinesi sono tenuti fuori, anche se ciò comporta alcuni svantaggi fiscali.

  • vuoto

    sai qual è la differenza tra te e Volvo?
    Volvo ha suddiviso più auto testate di quante ne abbiate prodotte da 2012, incluse parti, componenti, saab 9-3, ecc.

  • vuoto

    Si è parlato di DiDi Chuxing anche per lo sviluppo di auto E. in futuro. La situazione finanziaria non dovrebbe essere così grave.

  • vuoto

    Probabilmente NEVS sta tentando (ancora) di produrre qualcosa, quindi probabilmente farà saltare tutti gli investitori finanziari.
    Speriamo che il teatro finisca presto ...

  • vuoto

    Quando NEVS costruisce il primo veicolo, altri produttori hanno da tempo conquistato il mercato. Sono incapaci. Cosa fanno effettivamente i proprietari tutto il giorno, a quanto pare nulla è successo da anni. Ottimo lavoro.

  • vuoto

    Super!
    Sono tornato!
    Ma la VW costruisce solo piccole auto su base elettrica, quindi nessuna concorrenza.
    È bello sentire che qualcosa si sta finalmente spostando nella fabbrica di Saab. Ma nessuno l'ha immaginato.

    Posso solo dire: che il grifone ci riscatta e che Saab Scania sia fatta risorgere, i veri capolavori della produzione automobilistica a Trollhattan sorgono di nuovo.
    Imitate!

  • vuoto

    E passeranno anni per questa decisione ...
    Si scopre che gli ingegneri cinesi hanno apparentemente più probabilità di essere in grado di ricreare che di sviluppare in modo innovativo ...
    Se i "dinosauri" di UE e USA riuscissero a gestire la mobilità elettrica in Cina, sarebbe un successo! Quasi incredibile...
    Grazie per l'articolo difficile / realistico.

  • vuoto

    Quindi per i lavoratori e gli impiegati dell'ex stabilimento Saab a Trollhattan.
    Questo lavoro dovrebbe tornare in azione il più presto possibile, così come la ricerca di un proprietario realista che possa utilizzare di nuovo la piena capacità in modo così saldo.

  • vuoto

    E 5 anni per quello? I ragni ...

  • vuoto

    Difficile ma giusto. Grazie per l'informazione (che fa riflettere).

  • vuoto

    Les résultats sont modestes, je ne désespère pas de les voir monter, car en Chine tout semble possibile.

I commenti sono chiusi