Uno sguardo alla fabbrica di auto elettriche NEVS a Tianjin

Il mondo sembra essere pieno di startup di auto elettriche. Nuovi produttori si annunciano ogni settimana, sta lentamente diventando inflazionistica. Di seguito troviamo nomi importanti e inaspettati. Come il produttore di aspirapolvere Dyson, che vuole investire più di 2 miliardi di euro nello sviluppo di auto elettriche.

Impianto di produzione. Credito fotografico: NEVS

O motore Alcraft. Una startup con radici che non potevano essere britanniche. Una parte dei fondatori arriva dalla venerabile Morgan Motor Company. E se deve essere che dovremmo guidare nella futura auto elettrica, allora per favore. Con così tanto stile e in uno Alcraft GT.

Chiaramente, pochissime startup sopravviveranno. E non tutti approfittano delle proprie radici. Come NEVS, che ha avuto l'opportunità di costruire sulla storia unica di un marchio leggendario. Il materiale per una storia molto speciale c'era ed è lì. Non è stato utilizzato. Non restava più nulla di promesse e annunci, anzi. Nello Stallbacka, la direzione sta combattendo una dura e solitaria lotta per l'esistenza.

In contrasto con i precedenti tempi Saab, questo funziona senza fan base e supporto dall'esterno. Nessun convoglio, nessuna vista sui social media. Sembri interessato, ma senza empatia e con un occhio freddo su ciò che sta accadendo.

NEVS R&D Center Trollhättan. I banchi sono orfani.

In Svezia la situazione sembra essersi risolta. Almeno per quanto riguarda i dipendenti, perché decidono da soli dove vedere il loro futuro. Il risultato: i banchi vuoti nel centro di ricerca e sviluppo aumentano ogni settimana. Questo non si applica solo ai consulenti che lavorano su una base di progetto e che hanno lasciato completamente NEVS. Anche tra le posizioni permanenti, sempre più sviluppatori scelgono un futuro oltre i vecchi edifici Saab.

La startup spera di poter collaborare con DiDi alla liquidità e al futuro. Il recentemente concordato Cooperazione è un barlume di speranza, non di più! Oltre la Svezia, si stanno già preparando per il futuro. La produzione pre-serie del NEVS 9-3 EV dovrebbe iniziare tra qualche settimana. Ciò che sembra strano per quanto riguarda i problemi di Trollhättan, è abbastanza comprensibile. Un prodotto e una produzione tangibili, forse anche ben fatti, potrebbero aumentare la credibilità e il valore della startup delle auto elettriche.

Produzione pre-serie di auto elettriche nel “Frickeboa” cinese?

Lo stesso stabilimento di Tianjin è ancora lontano dall'essere pronto per la produzione. Ma come a Trollhättan, l'Asian R&D Center ha una versione cinese del leggendario "Frickeboa". Una linea di produzione separata in cui i veicoli potevano essere assemblati in gran parte a mano. Il centro di ricerca e sviluppo NEVS di Tianjin impiega 200 persone e in determinate circostanze potrebbero presto iniziare a produrre auto elettriche pre-serie.

Le parti del corpo devono venire dalla Svezia. In Trollhättan le parti in lamiera sono prodotte e spedite in Cina. Le immagini del tour della fabbrica cinese, scattate a settembre 2017, mostrano uno strano vuoto. Manca ancora la carrozzeria con le sue grandi presse, ma si scoprono componenti noti. Cerchi Saab, il busto di un corpo 9-3 e uno sguardo alla tecnologia delle auto elettriche. Prima dei mesi 12, non avevamo ancora il permesso di fotografare questi dettagli, NEVS li mette online in Cina.

Ci sono dettagli interessanti dallo sviluppo di una startup che poteva essere svedese e unica, ma decisa per la Cina. E questo ha ancora un futuro incerto davanti a sé.

9 pensieri su "Uno sguardo alla fabbrica di auto elettriche NEVS a Tianjin"

  • vuoto

    Potremmo ancora vedere alcune sorprese e sul mercato delle pantofole alimentate a batteria appariranno aziende che davvero non ci aspettavamo. Bukki ha menzionato le società di logistica, ad esempio. Dai un'occhiata all'ufficio postale tedesco. Senza ulteriori indugi, costruiscono semplicemente i loro trasportatori elettronici e ora stanno portando sul mercato una versione "civile" per tutti. Trovo anche Dyson eccitante, chissà, penso che in un lontano passato ci fossero anche auto e moto di Miele. In realtà mi chiedo perché più aziende elettriche ed elettroniche non si stiano occupando di questo argomento. Siemens, ad esempio, costruisce veicoli elettrici da molto tempo, ma solo su rotaia. Sarebbe certamente eccitante e porterebbe molto colore nel panorama dei veicoli se in futuro ci fossero veicoli Panasonic, Sony, Bosch, Siemens o Philips sulle strade.

  • vuoto

    Ottime informazioni Grazie. Ma mostra di nuovo l'incapacità di NEVS. Puoi solo guardare gelosamente a Volvo e Landrover.

    • vuoto

      Ma non hanno nemmeno delle "auto ecologiche" davvero fantastiche!

  • vuoto

    Ho anche "amato" l'articolo di Bob Lutz. Molto interessante e basato sullo scenario teoricamente logico, il viaggio probabilmente andrà davvero nella direzione descritta da Lutz. La possibilità di design per i produttori di automobili classiche diminuirà rapidamente nei prossimi 10 anni. Le persone il cui sangue è più del 50% di benzina, anche se possono essere brillanti "ingegneri automobilistici della vecchia scuola", non saranno più in grado di seguire questo sviluppo. Questo z. Alcune persone che sono molto esperte nella tecnologia automobilistica sospettano naturalmente anche di essere già mutate in "fossili" oggi, ma a causa della loro socializzazione nel vecchio mondo automobilistico, non possono più accompagnare o addirittura dare forma alla rivoluzione descritta da Lutz. È tragico, ma non si può tornare indietro.

    Questo nuovo tipo di mobilità "parzialmente individuale" non può ancora essere realmente immaginato da molti conducenti ordinari. Ma sospettano anche che le cose cambieranno enormemente nei prossimi 10 anni.

    Come cittadino normale, che è ancora nel mondo dei motori a combustione interna da localizzare, si dovrebbe continuare a guidare i suoi consumatori di combustibili fossili per un po ', perché forse un pansicher avventato passa a un'automobile a batteria (nessun ibrido!) È solo una soluzione provvisoria.

    La visione che forse tra 20 o 25 anni saremo spostati in completa autonomia da A a B in “treni cabinati modulari” è m. E. nessuna fantascienza confusa ma il vero cambiamento in relazione alla mobilità personale.

    Anche un pioniere come Tesla sarebbe presto diventato obsoleto in questo mondo. Le società di logistica e altri pionieri che non conosciamo ancora saranno in anticipo e daranno il tono.

    La mia macchina più nuova ha dieci anni e il mio più vecchio e succinto 20. Dovresti solo aspettare e vedere, fare rifornimento nel modo più economico possibile e goderti occasionalmente strade senza traffico.

    Tutto andrà bene!

  • vuoto

    Grazie Tom per questo articolo. NEVS dovrebbe finalmente vendere le capacità di Trollhättan insensatamente bloccate e appendere una cassetta della posta a Trollhättan con i loro nomi (in modo che tu possa mantenere il tuo nome "New Electric Vehicle Sweden").

    In allegato un articolo interessante del noto Bob Lutz (in realtà, NEVS non è abbastanza sulla strada sbagliata):

    http://www.autonews.com/article/20171105/INDUSTRY_REDESIGNED/171109944/bob-lutz:-kiss-the-good-times-goodbye

    • vuoto

      In teoria, NEVS aveva sempre ragione. Avrebbero avuto la stoffa di un pioniere europeo delle auto elettriche. Ma solo dalla teoria
      L'articolo di Bob Lutz è di prima classe. È possibile firmare con 100%. Questo è il futuro.

  • vuoto

    La carriera diventa un po 'più chiara attraverso la serie di foto. Si dovrebbe semplicemente continuare ad aspettare e vedere come si sviluppa la produzione di veicoli - forse ci sono anche veicoli elettrici "made in Trollhättan" per il mercato europeo oltre alle serie di veicoli cinesi.

I commenti sono chiusi