Continua la crisi di liquidità e i problemi a NEVS.

L'avvio della macchina elettrica cinese nella vecchia fabbrica di Saab è ancora alle prese con problemi. I colli di bottiglia della liquidità continuano, l'ingresso di un nuovo azionista importante è in ritardo. E il futuro nella stablebacka non sembra roseo al momento.

NEV. Aziende in crisi.

La crisi è iniziata in estate 2016

La crisi era già iniziata la scorsa estate. Teamun ha lasciato il gruppo degli azionisti di NEVS. Questo non fu pubblicato, il silenzio prevalse all'esterno. Secondo le nostre informazioni non ufficiali, l'azionista non ha adempiuto agli impegni finanziari nei confronti di NEVS. Un grosso problema per l'azienda. Perché il requisito patrimoniale è enorme.

Da allora, la liquidità si è deteriorata di mese in mese. Le bollette non potevano essere pagate in tempo, i consulenti esterni non erano più nel rinnovo del contratto estivo. Come ulteriore battuta d'arresto, i top performer lasciarono la compagnia. Per mesi, Stallbacka ha avviato un severo programma di austerità.

In agosto 2017, è stato annunciato l'ingresso di un nuovo azionista, combinato con un conferimento di capitale. Anche qui tutto è vicino. Non c'era nessun comunicato stampa, solo uno Notiz nel giornale locale. Gli sfondi del nuovo arrivato? Non essere chiarito. Alla Beijing Zhigan Shenghuo Technology, non è necessario determinare né il proprietario né lo scopo dell'azienda. Ugualmente poco chiaro è la quantità di azioni che devono essere prese in consegna.

Se vengono rilevati ... L'iniezione di capitale di 91 milioni di euro avrebbe potuto risolvere i problemi peggiori. Ma il denaro non è ancora arrivato in Svezia, o solo parzialmente. Come motivo chiamata Intervista con il CEO di NEVS, Stefan Tilk. Problemi nel trasferimento di fondi in Europa. Cosa può essere possibile, perché l'amministrazione di Pechino ha più volte rafforzato le linee guida per la gestione dei cambi negli ultimi anni.

I negoziati con Didi sono in ritardo

La situazione è tesa e dura da mesi. Un azionista si è dimesso. Un altro ha problemi con il pagamento. La crisi si intensifica in una fase con requisiti patrimoniali molto elevati. Nel frattempo, la concorrenza sta investendo e vuole inondare il mercato di auto elettriche. E nemmeno le trattative sull'ingresso del rivale di Uber Didi come azionista di maggioranza non si stanno concludendo. Originariamente previsto per la fine della pausa estiva, NEVS ora spera di poter comunicare il completamento nella prima settimana di ottobre.

La situazione sembra grottesca. In Cina, NEVS sta formando il personale, in Svezia ora potrebbe essere sull'esistenza. Il saldo dopo gli anni 5 è cupo. Il sanguinamento personale persiste, il progetto Tübitak per l'auto elettrica turca è fallito. Anche la produzione a contratto nell'ex stabilimento di Saab non è avvenuta. Oltre al noleggio di strutture di prova e alla produzione di parti del corpo non si generano entrate. Non c'è traccia di produzione di veicoli in Svezia. E che le auto elettriche NEVS dovrebbero avere lo status di maturità in serie, possono essere considerate con un certo scetticismo.

La startup, una volta esuberantemente descritta dall'ex CEO Bergman come il "più grande progetto industriale in Svezia", ​​sta affrontando grossi problemi. Le prossime settimane mostreranno se ci sarà un futuro in Svezia.

18 pensieri su "Continua la crisi di liquidità e i problemi a NEVS."

  • vuoto

    Almeno i cinesi sono riusciti a sbarazzarsi del concorrente VOLVO SAAB ... era abbastanza - niente di più!

  • vuoto

    Che triste stato di cose. Ma non è certo una sorpresa. Entro mesi dall'acquisizione di SAAB da parte di NEVS è evidente che queste persone non avevano idea o interesse a mantenere SAAB come lo conoscevamo. Avevano un piano sconsiderato per produrre auto elettriche sulla base di una promessa finanziaria traballante da una città in Cina. Non avevano idea del valore di SAAB come marchio amato da molti in tutto il mondo, inclusa una forte presenza in Nord America (e mi scuso per aver vissuto in un paese con un leader folle e infantile). Avrebbero potuto facilmente riprendere la produzione e continuare nella direzione stabilita da Victor Muller mentre faceva ricerca e sviluppo di veicoli elettrici. Ma hanno lasciato la fabbrica e la forza lavoro appassire, hanno perso la loro rete di concessionari, la loro reputazione e tutto il resto. È meraviglioso mantenere un sogno che questa volta un angelo benevolo interverrà e salverà SAAB da una fine così ignominiosa, ma così improbabile che sia vero.

  • vuoto

    Gli svedesi trattano la divisione automobilistica SAAB in un modo molto strano. Persino SAAB AB non aveva abbastanza fegato per sviluppare un marchio conosciuto e apprezzato a livello internazionale e quindi mantenerlo in vita - si sono completamente separati dalla divisione auto quasi 20 anni fa (vendita a GM).

    Dopo il fallimento degli americani, lo Stato svedese ei suoi grandi amministratori fallimentari sono stati completamente sopraffatti - il risultato preliminare sotto NEVS non ha davvero bisogno di essere commentato. Ma forse otterranno la curva - questo dovrebbe finalmente cristallizzarsi entro i prossimi mesi.

    Il desiderio di un nuovo investitore, che si lega con SAAB AB e poi fa tutto bene, credo nelle fantasticherie.

  • vuoto

    Il biglietto da visita positivo è il vecchio di lunga durata, e più recente ancora SAABautos sopra la media!

    Il mio sogno sarebbe che i soldi provengano da Apple Il signor Wiedeking è il capo e l'innovativo, chic iSAAB è uscito dalla linea di produzione a Trollhättan. ... e dopo 10 anni GM viene rilevata!

  • vuoto

    Per quanto stupido possa sembrare, ma il fallimento potrebbe essere buono per un ritorno di Saab. Così un imprenditore intelligente potrebbe acquisire la proprietà fallimentare per una piccola somma simbolica e farla rivivere con garanzie statali Saab.
    Ma questo è possibile solo con un concetto sostenibile. L'azienda dovrebbe essere un'azienda piccola e gestibile che vuole servire una clientela che non vuole cedere al mainstream. Ma sfortunatamente non vedo alcuna volontà nella continuazione di un marchio di veicoli sostenibile. E per essere onesti, la reputazione di Saab e della sua gestione non è esattamente un biglietto da visita positivo. sfortunatamente

    • vuoto

      Non c'è più niente che potresti (o dovresti) acquisire ...
      Il treno è partito!

      E quanto ci vorrà per un ritorno? E questo avrebbe qualcosa a che fare con i nostri (vecchi) SAAB?

      No grazie, mi piace rinunciare a questo sogno e anche a NEVS.

    • vuoto

      Anche io lo sogno, anche se so che non lo sarà, e certamente non prima che la Cina sia di nuovo fuori:
      L'aeromobile Saab assume la fabbrica con garanzie statali, presse per il da
      https://i2.wp.com/saabblog.net/wp-content/uploads/2013/02/2014-Saab-9-3.jpg (grazie Tom)
      e poi offre come ancora una volta il costruttore svedese il nuovo 9-3 con tutte le forme del corpo come elettrico, ibrido o solo con il magnifico 2.0 Turbo.
      Come concessione per la nostra giovinezza sempre in grado di vivere senza vita con il loro cavo ombelicale per smartphone, allora un autista elettronico è integrato nel nome di Dio, che può essere ordinato per app.

  • vuoto

    Puoi essere davvero felice che i diritti di denominazione siano stati ritirati per evitare ulteriori danni al marchio Saab. Saab ha avuto molte discese durante la sua vita. Questo processo di sviluppo NEVS è stato apparentemente riconosciuto abbastanza presto da Saab AB. Questo su e giù con l'attuale proprietario è una tragedia. Al momento non sono un fan dei veicoli elettrici perché l'autonomia è inaccettabile e l'infrastruttura non è ancora adatta e Saab come auto elettrica… ..mai, ma questo è il mio atteggiamento personale. A volte le notizie sospette stanno andando in malora, oso dubitare che ci sarà un nuovo investitore che rileverà questo vecchio stabilimento per costruire auto lì. Saab è sempre stato un marchio di nicchia per i pensatori laterali e non penso che questo marchio stia vivendo un revival, anche se lo merita.
    Cercalo, un driver convertibile Saab 9-3 II soddisfatto.
    Saluti Ralf

  • vuoto

    Perché le aziende straniere dovrebbero investire in Cina se non possono utilizzare il profitto derivante dalla vendita di beni lì o dal fare affari con le aziende cinesi
    Non può essere vero

    • vuoto

      È reale! Un problema per tutte le compagnie cinesi di investire fuori dalla Cina!

  • vuoto

    Dopo 5 anni un tale risultato? Lentamente la delusione sta crescendo. All'inizio pensavo che tutto ciò potesse essere interessante, (anche se personalmente non penso molto alle e-car) speravo che nel prossimo futuro vedrete di nuovo l'eredità di Saab nelle strade. Ma così ?? Ma i cinesi sembrano aver perso il loro desiderio per il loro nuovo giocattolo.

    Poiché spero che quasi la bancarotta di NEVS vada, la fabbrica è di nuovo libera e interviene l'ultimo gruppo SAAB rimasto. I diritti di denominazione sono protetti. Più a lungo persistono i problemi monetari di NEVS, prima spero che ci sia qualcosa che si muove in quella direzione. In caso di fallimento, il lavoro sarebbe un po 'più economico di prima degli anni 5.

    Forse avrai poi il coraggio di ricominciare da capo nell'estremo nord ... magari con una versione retrò di una 900? Se guardi l'IAA, sembra essere la tendenza a presentare concetti per modelli di successo in precedenza ...

  • vuoto

    Sarebbe tutto ridicolo se non riguardasse il nostro Trollhättan. Raramente trovi una gestione così maldestra. Fortunatamente, dal momento che il nome SAAB non è nelle mani di Nevs, sarebbe perfetto rilanciare il marchio con il management tedesco e svedese. Una piccola azienda che punta su due modelli promettenti. So cosa pensano molti ora: "Björn è matto?" Potrebbe essere. Ma puoi ancora sognare. O?

    • vuoto

      Anche i sogni devono essere! E penso che "il nostro Trollhättan" sia una grande frase. Li prendo in prestito quando ne ho la possibilità 😉

      • vuoto

        Ciao Tom
        Il sogno non dovrebbe rimanere un sogno. Certo, è difficile da attuare, ma non impossibile.
        La formulazione può essere presa in prestito.

    • vuoto

      Ciao Björn, ho fatto questo sogno per alcuni anni. Davvero non voglio e non mi abituerò al pensiero> di non avere mai più niente dal "nostro Trollhattän" <. Ma sfortunatamente ora ci sono molte gestioni maldestre, ad esempio a Bombardier, BER, ecc. 🙁

      • vuoto

        Ciao Marco. Certo che hai ragione. Siamo sempre più circondati da pasticcioni, yes-men e persone senza spina dorsale. Si vuole così (anche politicamente). Ma ci sono abbastanza eccezioni che guidano le aziende in modo ragionevole e sostenibile. Mi sarebbe piaciuto che lo Stato svedese si fosse assicurato almeno la ricostruzione. Buoni manager avrebbero potuto trasformare Saab in un'azienda piccola e produttiva. Ma guarda le (precedentemente) ben note società svedesi. Non capisco come la Svezia lasci che il suo "knoff hoff" colpisca il muro in quel modo.
        L'argomento "globalizzazione" dovrebbe spiegare molto. Ma è solo una scusa.
        Mi ripeto Ma custodisci e cura i tuoi Saab. Ho appena comprato da sfida una decappottabile (ultimo lifting). Guiderò sempre Saab mentre ci sono Saab mobili.

        • vuoto

          Ciao Björn, parli direttamente dai miei pensieri. La mia speranza era che lo stato / il governo / i partiti si rendessero conto che una delle materie prime più importanti, la conoscenza esistente, non sarà data solo. Ma la realtà ha dimostrato che l'esperienza e le conoscenze nel mondo di oggi non sembrano valere molto. D'altra parte, sarebbe stato estremamente difficile mantenere un piccolo marchio sul mercato in questa follia globale.
          Sfortunatamente, provo molto dalla storia recente di Saab ogni giorno al lavoro e con noi nel gruppo in tutta la Germania. Non capisci il mondo quasi tutti i giorni e abbiamo molto successo nella nostra azienda da quasi 160 anni (soprattutto senza il gruppo). Ma da circa 5 anni sta andando in discesa incredibilmente rapidamente, perché "esperti" in posizioni corrispondenti nella gestione aziendale prendono decisioni MOLTO discutibili. Tra 2 anni sarebbe il 170 ° anniversario e dalla prospettiva odierna sembra impossibile che l'azienda esista ancora. Ecco come appare il futuro 🙁
          Per tornare a Saab. Anche se ho un TTID da 9³, guiderò, manterrò e mi prenderò cura di me con GRÖßTER FERUDE finché il mio stato-padre me lo permetterà e soprattutto mi divertirò !!! Sì, esattamente 🙂
          Saluti dalla Lusazia
          Marco

  • vuoto

    Grazie per l'articolo! È eccitante e drammatico. Sembra che stia per finire dopo anni 5. Perché qualcuno dovrebbe entrare e continuare a bruciare denaro? Dopotutto, c'è una fabbrica in vendita. Forse un vero produttore mi sta picchiando, in realtà ne ho abbastanza di dilettanti.

I commenti sono chiusi