Questo è quando le auto di NEVS vogliono colpire le strade svedesi

Il CEO di NEVS Mattias Bergman in un'intervista con EFN, una società sussidiaria alle banche commerciali svedesi.

EFN Nyheter. Ellinor Beckett e Mattias Bergman. Credito: EFN

Ellinor Beckett (EB): In Svezia, la compagnia di veicoli elettrici NEVS, è principalmente nota per l'acquisizione della proprietà fallimentare da Saab. Hanno rilevato la fabbrica a Trollhattan. È qui che le persone 1,000 stanno lavorando in questo momento, ma in realtà non stanno costruendo automobili. Mattias Bergman, CEO di NEVS, puoi riassumere chi sono NEVS?

Mattias Bergman (MB): Come hai detto, stiamo costruendo una Saab e le risorse che abbiamo acquisito. Ma siamo concentrati sui veicoli elettrici e stiamo facendo il passo per fornire servizi di mobilità.

EB: EV NEVS 9-3 a Shanghai il mese prossimo, ma questa vettura non è prodotta a Trollhättan. Su cosa stanno lavorando le persone 1,000 di Trollhättan?

MB: A proposito di 700 di questo 1,000 le persone sono ingegneri. Il che significa gran parte dello sviluppo delle auto. Ora stiamo passando dallo sviluppo all'industrializzazione. Ci sono circa i fornitori 200 con cui iniziamo. Stiamo costruendo un nuovo stabilimento a Tianjin, supportato dal nostro team di Trollhättan. Abbiamo acquisito un'altra società automobilistica nel sud della Cina e ora iniziamo la produzione. Quindi stiamo preparando un'industrializzazione delle auto che usciranno durante l'estate del prossimo anno. Il telaio e diversi sottosistemi saranno costruiti da Trollhättan, ma l'assemblaggio finale avverrà in Cina.

EB: Iconiq, e vuoi condividere la tua piattaforma - che ha molto da sviluppare - con loro, cosa comporta?

MB: C'è un sacco di soldi necessari per sviluppare una nuova piattaforma e creare gli strumenti necessari per realizzare nuovi sistemi di auto. Ciò significa che possiamo entrambi iniziare prima e condividere i costi. La macchina di Iconiq vuole essere prodotta nella nostra fabbrica in Cina, il che significa che questo è un buon caso di business per noi. Ma contribuiscono anche con un sacco di partnership e innovazione.

EB: NEVS sta quindi lavorando con la produzione a contratto. Puoi parlarne ancora, dato che non hai il logo NEVS ad esso allegato. Puoi condividere come appare la situazione?

MB: La nostra fondazione è di produrre veicoli elettrici con il nostro marchio, come parte di un servizio di mobilità. Inizialmente ci concentreremo sulla Cina, poi sulla Svezia e sul mercato globale. Ma in più stiamo dicendo che vogliamo mettere le nostre risorse al lavoro. Abbiamo una capacità di produzione a Trollhattan dalle auto 200K. Quindi abbiamo una grande capacità in Cina, quindi possiamo fare lo sviluppo del contratto e la produzione a contratto sia per le case automobilistiche esistenti che per le start-up. E per le start-up siamo così bravi a condividere la nostra piattaforma.

EB: Ti è stata recentemente concessa una licenza di produzione per EV in Cina. Cosa significa questo per te?

MB: Questo significa molto. Non possiamo costruire automobili in Cina se non abbiamo una licenza di produzione. Se vuoi vendere auto in Cina, dovrebbero evitare di pagare tasse elevate sulle importazioni. Quindi, se il governo cinese sceglie NEVS dalle circa 200 start-up come uno dei possibili licenziatari di 12, significa che sono nel nostro piano aziendale e nella nostra tecnologia, e ne siamo davvero felici.

EB: Ci sono stati problemi in precedenza con le aziende che hanno ricevuto sussidi in Cina e che esiste un mercato EV surriscaldato. Come vedi quel rischio?

MB: Esatto. In Cina ci sono stati grandi sussidi disponibili. E quando hai grandi sussidi e grandi profitti, tutti si attraggono. Ci sono state alcune aziende cinesi che hanno abusato delle sovvenzioni. Hanno incassato i sussidi, ma non hanno consegnato le auto ai clienti. Ora le regole sono state rafforzate, quindi questo sta scomparendo dal mercato. Quindi il fatto che in Cina ci sia un governo che sta davvero abbassando il livello delle nuove tecnologie è importante. Ci vogliono alcuni anni prima che ci sia una sovracapacità per gli EV, che è quindi collegata a componenti chiave come le batterie.

EB: Quanto sei dipendente da questi sussidi, specialmente quando stanno per essere eliminati, come ho già letto in 2020?

MB: La nuova tecnologia spesso richiede sovvenzioni per sfondare. Ma dopo dobbiamo stare da soli, senza sussidi. E in quella fase possiamo abbassare i nostri costi e attraverso quello. Ma questo è il primo, per i primi due anni, davvero importante per noi.

EB: Hai appena fatto riferimento alla disponibilità di batterie. Di recente hai firmato un contratto con una fabbrica di batterie a Tianjin. Qual è la situazione in Svezia, in quanto vi è una fabbrica di batterie situata vicino a Trollhättan?

MB: No, non c'è, ma inizialmente avremo un unico fornitore. Questo fornitore si trova nel sud della Cina e il loro nome è CATL. Le auto che vogliamo avere in Svezia vogliono le stesse batterie. In futuro, tuttavia, siamo favorevoli a più fornitori, con le nostre nuove piattaforme. Ma in questo momento stiamo avendo un produttore di batterie cinese per tutte le nostre auto.

EB: Quindi è un problema dipingere una fabbrica di batterie a Trollhättan?

MB: È importante capire che il pacco batteria deve essere montato vicino al sito di produzione dell'auto. E questo è il caso del livello successivo, i moduli, ma le celle della batteria non devono essere prodotte localmente. Va bene spedire. Ma a lungo termine, cioè, vengono utilizzate le due parti dell'auto e le altre parti dell'auto fornitore di batterie e componenti tra Svezia, Cina e Stati Uniti. Avremo bisogno di vederlo dopo.

EB: Quando pensi a NEVS, molte persone vogliono identificarti con Panda New Energy. Che aspetto ha realmente questo ordine? C'erano alcune persone che vorrebbero essere giornalisti che non erano in grado di rintracciare la compagnia.

MB: Panda New Energy è una società appena avviata. Quando firmammo il contratto e il giornalista iniziò la ricerca, la società aveva un indirizzo registrato in uno spazio ufficio condiviso. Eppure c'è una società dietro Panda, che si chiama Hasun Investment. Investono in società europee, posseggono condomini 500K, quindi questa è un'azienda forte. La Cina è importante Se in Europa si chiama Uber, poi in Cina si chiama Didi Taxi. Quindi sono il mercato che vogliono indirizzare, insieme alle nostre macchine e ai nostri servizi.

EB: Quindi questo è un ordine enorme. Quante di queste auto hai consegnato?

MB: questo è un accordo quadro per le auto 250K. Di questi 250K, 150K sono 9-3 e inizieremo a consegnare la prossima estate. Tuttavia, abbiamo avviato la consegna di piccoli veicoli elettrici commerciali dal nostro stabilimento di Longyan. 20K di queste macchine a loro.

EB: Diamo un'occhiata a chi possiede NEVS. Abbiamo un grafico su questo:

Proprietari di NEVS. Credito: EFN

Prima di tutto questo è National Modern Energy Holdings, che è lo svedese-cinese Kai Johan Jiang. Quindi è la città di Tianjin, la sede della nuova fabbrica. Quindi Qingbo Investment, che è un fondo di investimento statale e China Unicom, e quindi il proprio 5% della società è anch'esso di proprietà statale. C'è una parte molto importante nelle mani dello stato e dei comuni cinesi; perché c'è una fabbrica e un centro di sviluppo a Trollhättan? Non vuoi spostare tutto in Cina?

MB: È importante rendersi conto che la maggior parte delle aziende cinesi attualmente non hanno le competenze e le conoscenze per sviluppare auto di alta qualità. Ecco perché Geely ha acquisito Volvo e Dongfeng acquistando parti di PSA. Quindi c'è una competenza per la quale hanno rispetto. Detto questo, il mercato cinese vuole avere luogo in Cina. La produzione per il mercato europeo vuole rimanere in Svezia. Il nostro principale proprietario è un giocatore privato e l'altro sono giocatori di proprietà statale, sia a livello centrale che a livello comunale. Questo è il modo in cui il governo cinese sostiene la direzione, ma sempre più investitori privati.

EB: Stiamo parlando di veicoli elettrici, stiamo parlando di ambiente, ma si parla molto di auto a guida autonoma. Quanto ti stai concentrando su questo?

MB: La piattaforma che vogliamo sviluppare insieme a Iconiq vuole essere pronta per essere completamente autonoma. C'è un livello 1 attraverso 5, e con il livello 5 non hai più nemmeno una sedia a rotelle. Quindi ci stiamo preparando per essere completamente autonomi, ma i quadri legali richiesti non sono di supporto, scenderemo su uno o due livelli. 2020 e 2023 saranno fuori per le strade.

EB: E infine: quando potremo vedere le auto di NEVS in viaggio in Svezia?

MB: Stiamo effettuando numerosi test con diversi tipi di clienti. Ma si spera entro la fine di 2018.

EB: Ma un consumatore ordinario può comprarne uno?

MB: Non la comprerai come un'auto, ma la comprerai come un servizio. E se sei fortunato puoi partecipare ai primi test di flotte che stiamo pianificando per 2018.

EB: Grazie.

6 pensieri su "Questo è quando le auto di NEVS vogliono colpire le strade svedesi"

  • vuoto

    Interessante! Grazie per le informazioni!

  • vuoto

    Oh ... questa è una brutta notizia.
    Bisogno. Capace. Per. Acquistare. A. Nevs. Macchina….
    Che uso ho di un'auto se non ne ho il controllo al 100%? Condividendo l'auto con ... chi? E quanto sono interessati gli "utenti" a mantenere l'auto in buone condizioni? E mi vedo come un semplice utente con accesso a un mezzo di trasporto?

    No all'inferno!

    Questo suona come un pool di macchine, ma con una svolta.

    Nemmeno il leasing o l'affitto ... solo un servizio? Un canone mensile? Dove l'auto può essere sostituita ogni volta che Nevs ne ha voglia?
    Può essere più avarege joe?

    Sono troppo vecchio per trovare questo interessante. Spero che questo vada bene per Nevs. Ma non posso essere un futuro fuori dalle grandi città. Questo è solo per coloro che vivono in spazi senza posto auto e ottenere una sostituzione di un taxi.

    Non sono il cliente che stanno prendendo di mira. È ora di andare avanti.

    Grazie per il blog interessante, sito interessante e voglio controllare questo ora ogni tanto.
    Ma per la prima volta, Nevs sta facendo. Fino a questo articolo ho potuto leggere di Nevs.
    Questo vuole finire al momento.

  • vuoto

    ci vorrà molto tempo prima che io voglia comprare di nuovo un'auto fabbricata da Trollhättan, sospiro. Un servizio? Pardon? Che ne dici di trainare rimorchi per cavalli?

  • vuoto

    Tom, grazie mille per la traduzione di questa intervista.

  • vuoto

    Cose interessanti hanno detto, come al solito in tutte le comunicazioni NEVS, apre nuovi cassetti pieni di ulteriori domande.
    Spero solo che vadano nella giusta direzione.

  • vuoto

    Se sei fortunato puoi partecipare a un test?
    Stai provando una cabina Didi per la Cina? Beh, non è esattamente Natale ...
    E non la chiamerei nemmeno fortuna.

I commenti sono chiusi