AIPS affiliato di NEVS. Nuovo inizio a Tidaholm

Buone notizie sono state scarse sul blog ultimamente. Qui il blog racconta una storia che ha preso una buona svolta. A Tidaholm, IAC produce da anni cruscotti e parti interne per Saab e Volvo. Poi è arrivata la vendita di entrambi i produttori, la IAC ha chiuso il sito e si è concentrata sugli stabilimenti di Skara, Göteborg e Färgelanda.

Cruscotto NEVS 9-3 di Tidaholm
Cruscotto NEVS 9-3 di Tidaholm

Swedfoam ha azzardato un nuovo inizio sul vecchio sito. Sono stati creati 28 posti di lavoro, gli interni e il cruscotto della Saab Aero 2014 provenivano dalle ex sale IAC. Con i problemi di Trollhättan, anche la giovane azienda entrò inesorabilmente in crisi. Un processo di ricostruzione è stato avviato e annullato a causa della mancanza di prospettive di successo. Alla fine tutto ciò che restava era il fallimento e la conseguente perdita di tutti i posti di lavoro. Le luci si sono spente a Tidaholm.

Nuovo inizio: Automotive Interior Parts Sweden AB

Anche se la situazione sembrava cupa, non era ancora finita. Nel 2015 NEVS ha rilevato le macchine e ha iniziato a pianificare il ritorno. Automotive Interior Parts Sweden AB (AIPS) è stato riavviato negli ex padiglioni IAC. L'azienda è una controllata al 100% di NEVS, la produzione del cruscotto e di parti degli interni dell'auto elettrica NEVS per la Cina inizierà nelle prossime settimane. Quest'anno a Tidaholm verranno creati più di 40 posti di lavoro, più di prima del fallimento di Swedfoam. 8 dipendenti sono già sul posto, altri 33 saliranno a bordo dopo le vacanze estive. Non solo i componenti per la prima auto elettrica provengono da Tidaholm, ma anche le parti interne per la futura generazione di veicoli elettrici vengono prodotte presso l'AIPS.

Centro di sviluppo Tidaholm

Buone prospettive per Tidaholm e per una località che in realtà non aveva futuro. Come l'altra grande azienda automobilistica di Göteborg, NEVS sembra concentrarsi sulle piccole e medie imprese svedesi. A Göteborg, la percentuale di componenti svedesi è aumentata continuamente da quando Ford si è ritirata. Qualcosa di simile potrebbe essere pianificato a Trollhättan, il che sarà positivo per la Svezia e per l'immagine dei veicoli.

Il nuovo marchio NEVS ha piani ambiziosi con AIPS. A Tidaholm verranno costruiti un centro di sviluppo per la sicurezza dei veicoli e sistemi di airbag. Lo sviluppo dei primi nuovi componenti per una nuova generazione di veicoli è in corso, dopo le vacanze estive inizieranno le prove e le prove. Entro l'autunno 2017 fornirà AIPS con piena capacità produttiva.

7 pensieri su "AIPS affiliato di NEVS. Nuovo inizio a Tidaholm"

  • vuoto

    va bene ! (mi dispiace io, m americano e mein deustlander non va bene) ora posso PER FAVORE avere la parte # 5124458! quale azienda ha fatto quella parte? - è lo sportello di accesso al piccolo jack sul lato anteriore sinistro sul rivestimento inferiore di un cv viggen 2002-9 del 3! nessuno ha questa parte! possiamo convincere l'azienda a produrne un lotto? o chi conosce un tipo intelligente con una stampante 3D in grado di stamparne alcuni? - non è certo una parte strutturale e qui non abbiamo nessun TUV fastidioso! ah libertà d'america! grazie, neil dale 2660 s marito ave. Tucson, Arizona 85730-1666 Stati Uniti

  • vuoto

    Hmmm…. non possono semplicemente farlo ...
    … Non che in qualche modo inizierò a trovare NEVS “simpatico” dopotutto… 😉

  • vuoto

    In realtà, NEVS avrebbe potuto acquistare le macchine e spedire in Cina. Quale sarebbe quello che molti qui si aspettano da NEVS. Al contrario, si basa sulla longevità e produce nel paese ad alto salario sovrastimato Svezia. I pregiudizi non sono solo ciò che erano in passato. Anche un pollice in su per NEVS!

  • vuoto

    Soddisfare che si faccia affidamento sui fornitori nazionali, anche se una produzione in Cina sarebbe stata probabilmente molto più economica. Complimenti per NEVS.

  • vuoto

    NEVS si stabilisce in Svezia e fa l'opposto di quello che mi aspetto. "Made in Tidaholm" invece di "Made in China". Non riesco a crederci, grazie per la segnalazione!

I commenti sono chiusi