Pronto EV di Phoenix 3.x pronto per 2018

NEVS a Trollhättan ha ricevuto questo fine settimana una delegazione dal loro più grande cliente fino ad oggi: Panda New Energy. Il suo proprietario e presidente Chao Ma ha visitato il Museo SAAB e ha preso parte a diversi incontri presso la fabbrica di Stallbacka. L'azienda ha confermato di essere impegnata in una partnership a lungo termine con NEVS e di essere interessata a molte più auto rispetto al 150,000 SAAB 9-3-based EV hanno ordinato già, compresi gli EV basati interamente sulla piattaforma Phoenix 3.x.

National Electric Vehicle Sweden

Mega-ordine solo un inizio?
Parlando con il quotidiano regionale TTELA, Chao Ma ha affermato che sta capitalizzando le tre questioni più importanti che il governo cinese sta cercando di affrontare: scarsità di petrolio, abbondanza di elettricità e forte inquinamento dell'aria. L'ordine di Panda New Energy è valutato circa EUR 10B e besteht di 150,000-basati SAAB 9 3 EV, diversi servizi, 50,000 EV mini-bus e 50,000 EV mini-furgoni.
Il telaio verniciato per l'EV basato su 9-3 vuole essere prodotto a Trollhättan e l'ulteriore assemblaggio avrà luogo nel nuovo stabilimento di Tianjin. Gli altri 100,000 EV vogliono essere prodotti in Cina, insieme ai partner locali. Un ordine molto significativo già, ma c'è un chiaro desiderio di più: "Auto 100,000 o un milione"Dice Chao Ma. Panda New Energy ha pagato 2017-2020 per un anno di anticipo.

La Fenice sta sorgendo
Il presidente della NEVS, Mattias Bergman, ha confermato a TTELA che la Stallbacka è attualmente installata in fabbrica. Inoltre, un maggior numero di addetti alla produzione sarà reclutato durante l'estate, in modo che le consegne possano iniziare in autunno.
Mentre il primo 150,000 EV è a Panda's New Energy e il 20,000 a Huateng sarà basato sulla piattaforma MY14 SAAB 9-3, Bergman ha confermato a TTELA fatto veicoli elettrici basati sulla piattaforma Phoenix di nuova concezione sono progettate per essere pronto in 2018.

In diversi media, il termine "Phoenix"È stato usato, tuttavia è importante distinguere i diversi sapori, poiché sono fondamentalmente diversi l'uno dall'altro:

  • Phoenix 1.x = MY14 SAAB 9-3 basato, compresi gli adattamenti di NEVS per EV.
  • Phoenix 2.0 = Lavori avviati da SAAB Automobile AB, non compatibili con EV.
  • Phoenix 3.x = La piattaforma EV di nuova concezione, che offre flessibilità in lunghezza, larghezza e altezza.

Quindi, entrambi i primi ordini cinesi e il accordo di licenza con il turco TÜBITAK sono basati su Phoenix 1.x.
La piattaforma Phoenix 2.0 non ha ottenuto applicazioni reali, a parte il Concept car PhoeniX (da non confondere con il nome della piattaforma stessa) e alcuni prototipi sviluppati sotto SAAB Automobile tra 2010-2011.
Il prossimo grande passo avanti nello sviluppo è Phoenix 3.0, la piattaforma EV su cui NEVS sta lavorando da 2012. La piattaforma 3.x offre una flessibilità senza precedenti in termini di lunghezza, larghezza e altezza, fornendo la base per quattro diversi modelli annunciati da NEVS 2018 in diversi mercati in tutto il mondo.

WP_20151210_15_27_55_Rich__highres

Gli accordi sono seguiti attraverso
Lunedì, Mattias Bergman confermato alla radio svedese che l'accordo con il due nuovi azionisti SRIT e la città di Tianjin hanno fatto all'inizio dell'anno scorso sono ora definitivi. Nel fine settimana è stata registrata una nuova emissione di azioni a Bolagsverket e Bergman ha confermato che la città di Tianjin ha pagato un importo residuo di 60 milioni di dollari e che entrambi gli azionisti hanno ora adempiuto ai loro obblighi finanziari. Secondo Bergman, la città di Tianjin ora possiede il 30%, la società IT SRIT il 27% e il restante 43% è di proprietà del fondatore di NEVS Kai Johan Jiang.

12 pensieri su "Pronto EV di Phoenix 3.x pronto per 2018"

  • Saab consente l'uso del nome
    è importante per loro e per la Svezia ...
    Non riesco a capire perché Saab Cars

    • Sono d'accordo! Il design frontale della Saab PhoeniX di 2011 si adatta molto bene al portafoglio NEVS in arrivo. Le auto potrebbero essere chiaramente identificate come Saab. Quindi il design dei corpi laterali è già in genere Saab. Mostra i bellissimi 9-5NG e 9-4x.
      SAAB AB sta caricando NEVS per la licenza del nome. Supponendo che sarà 1000 € per unità, con una produzione annua di 100000 di auto per lo stabilimento di Trollhattan sarebbe 100Mio € soldi in più solo per le licenze il nome. SAAB dovrebbe pensarci

  • Questa non è una modalità accettabile, non è stata modificata fino ad ora, la piattaforma Saab Phoenix, ora chiamata Phoenix 2, non è sufficientemente modificabile per essere utilizzata come EV. I requisiti sono molto diversi, in particolare per quanto riguarda lo spazio enorme per il motore / piccolo spazio per lo stoccaggio di energia (serbatoio) rispetto a uno spazio ridotto per i motori / spazio enorme per le batterie.

    Il che a sua volta significa che in realtà non vedremo presto le auto a combustione di NEVS. Destra?

    • Non sono sicuro su dove basi questa conclusione poiché il mio articolo sta più o meno affermando il contrario: entrambe le piattaforme Phoenix 1.1 e 3.x sono "pronte per EV", e dove la 3.x fornirà la massima flessibilità per consentono più stili e configurazioni del corpo. Non ci sono auto pianificate basate sull'architettura Phoenix 2.0 per quanto ne so. Quindi, per rispondere all'altra domanda, NO, non ci sono auto con motori a combustione (ICE) in arrivo, ma non è più una notizia poiché questo è stato confermato da un po' di tempo.

      • Questa ipotesi si basava sulla discriminazione tra Phoenix 2 e 3. Phoenix 2 è la cosa originale e il datore di nomi, "Lavoro iniziato da SAAB Automobile AB". Se Phoenix 2 fosse stato EV ready, come lo chiami tu, perché dovrebbe esserci un Phoenix 3? Otoh, sappiamo che Phoenix 1 non è Phoenix, ma Epsilon, e che ci sono state alcune misure per mettere le batterie in luoghi dove non sono ottimali, come il bagagliaio.

        • Grazie per il chiarimento, ora capisco il tuo ragionamento.
          Immagino che nonostante l'intento di chiarire le cose sono ancora un po 'di confusione.

          I nomi "Phoenix" e "PhoeniX" sono stati introdotti nel 2010 e 2011 da SAAB Automobile AB rispettivamente per la nuova piattaforma e la nuova concept car (basata sulla piattaforma che porta lo stesso nome).
          Quando NEVS rilevò 2012, il loro piano era di sviluppare, produrre e commercializzare veicoli elettrici. 1 non è ancora pronto per la produzione e 2 non è pronto per i powertrain elettrici.

          Quindi, cosa supporterebbe e sarebbe abbastanza flessibile da supportare più stili, modelli e configurazioni del corpo. Mattias Bergman ha detto nell'intervista che ho citato - dovrebbe essere completato in 2018.

          NEVS ha anche iniziato a lavorare in parallelo su prototipi di veicoli elettrici che potrebbero essere pronti prima. A tale scopo, è stata utilizzata come base la piattaforma Epsilon. Poiché hanno apportato modifiche significative alla piattaforma, hanno scelto di rinominarla internamente in Phoenix v1. La MY14 Saab 9-3 Aero 2.0T si basa su questa piattaforma Phoenix 1.x, così come i prototipi 9-3EV che sono stati prodotti finora. La tua dichiarazione sui pacchi batteria nel bagagliaio (e all'interno) è vera per i prototipi EV che sono stati sviluppati con SAAB Automobile AB. Tuttavia * non * è vero per gli sviluppi realizzati da NEVS: i loro pacchi batteria sono integrati sul pavimento del telaio.

  • A proposito del nome Saab.
    Ci rendiamo conto che il nome Saab in Cina potrebbe non essere così importante in modo che NEVS cerchi un altro marchio lì, ma se NEVS sta pianificando di ottenere gli EV anche nel mercato europeo e statunitense, riteniamo che il nome Saab avrà un merito .

    Ma alla fine sono perlopiù felice che i posti di lavoro vengano nuovamente creati a Trollhattan. Trollhattan vuole ottenere il nome Saab oppure no.
    Potrebbe sembrare sciocco o sentimentale, ma è importante.

  • Ciao Michèl,
    chi e quando ha iniziato a chiamare la piattaforma del MY 14 9-3 Phoenix 1? Questa è una vecchia piattaforma GM, vale a dire Epsilon I Svezia, quindi non so perché e chi l'aveva ribattezzata. Ma forse ci sono alcune cose legali riguardo alla vecchia denominazione GM.

    • Penso che il punto principale che stanno cercando di raggiungere sia fornire chiarezza (almeno internamente) sulla piattaforma su cui stanno sviluppando i diversi prodotti. Non credo ci sia alcun problema legale.
      Hai ragione nel dichiarare che la piattaforma sottostante a Phoenix 1.x è effettivamente la piattaforma Epsilon sviluppata durante l'era GM. Tuttavia, NEVS apportò modifiche alla piattaforma originale quando subentrarono in 2012, incluse le modifiche per il MY14 SAAB 9-3. Phoenix 1.0, mentre i loro ulteriori miglioramenti che consentono ai powertrain elettrici sono ora di marca Phoenix 1.1.

  • Notizie interessanti!
    Quindi ... dovremo ancora aspettare e vedere cosa succede ... con il nome delle auto MY18 fuori dalla Cina. Avranno un ibrido o solo un ev? Quando e come mostreranno il linguaggio di design per le auto basate su phoenix3.x ... potrebbe accadere presto, se si pensa all'anno che abbiamo adesso.
    evviva

    • Le auto saranno FEV (Full Electric Vehicles), eventualmente con range extender. Niente ibridi e niente ICE (motori a combustione interna = benzina o diesel).
      Per quanto riguarda il linguaggio del design: poche novità su questo fronte, a parte i diversi stili di carrozzeria che stanno attualmente progettando. Detto questo, le dichiarazioni di diverse fonti suggeriscono che "svedese", "semplicità" e "distintivo" saranno gli ingredienti chiave. Sarà emozionante vedere quando verranno mostrati i primi disegni!

I commenti sono chiusi