Motor Show di Ginevra 2015

Mark ed io abbiamo rotto con la tradizione quest'anno e non siamo andati a Ginevra. Perché? Forse perché il cuore di Saab batte ancora e perché la speranza di una resurrezione del marchio è meno che mai. Fa male, soprattutto visto che gli altri stanno tornando.

Ginevra 2015 - abbiamo rinunciato.
Ginevra 2015 - ci siamo arresi.

Ciononostante, ci atteniamo alle vecchie abitudini e perdiamo qualche parola su quello che è successo a Ginevra. Soprattutto se abbiamo scoperto un collegamento Saab.

Le auto elettriche?

C'era qualcosa ... Il boom delle auto elettriche stava finalmente per iniziare e la presunta tendenza era un argomento importante nelle passate esposizioni automobilistiche. Quest'anno Tesla ha mostrato la versione P85D della Model S ... non una novità in sé, già nota alla stampa, e solo la versione a trazione integrale della nota berlina.

In qualche modo il tema dell'EV è di nuovo o non c'è nemmeno. Quando si parla di mobilità elettrica, l'Audi R8 e-Tron era un problema. Entra in produzione in serie con dati paragonabili alla Tesla. E poiché è così bello, anche la Q7 e-Tron era a Ginevra. Nonostante tutto, niente di tutto ciò funziona al momento. Forse anche perché il grande pubblico non vede il boom delle auto elettriche.

L'attenzione indiscussa dei giornalisti era sempre su una storia diversa. Perché la gilda degli scritti è sempre alla ricerca di una buona storia.

Borgward

Hmm, il ritorno di Borgward. Circa 1.000 visitatori leggono l'articolo corrispondente sul blog. Non è molto, un articolo Saab viene richiamato più spesso. D'altra parte, è un buon risultato per un marchio che ha preso una pausa di 50 anni. Molte domande sono aperte sull'argomento e ci sono due post per ulteriori informazioni.

Il Direttore del negozio ha concesso a Karlheinz Knöss un'ampia intervista. "The World"Affronta anche l'argomento e pone alcune domande legittime.

Durante i giorni della stampa, Borgward ha acceso la vite dell'aspettativa e ha anche reso potente media mediale. Si può dire che il momento di attenzione è stato usato perfettamente.

Celebrità come Sir Stirling Moss (tra l'altro, il cognato di Erik Carlsson), noti giornalisti automobilistici, rappresentanti della fanbase ed ex star dello sport hanno visitato lo stand. Il direttore del design di Borgward Einar Hareide è stato fotografato mentre disegnava uno schizzo. Con la domanda "disegna un nuovo Borgward ..." questo è stato diffuso anche ai seguaci. Genere.

Stampa del lavoro da parte di professionisti. Karlheinz Knöss era già direttore delle pubbliche relazioni di Saab Germania, capisce il suo mestiere. Ciò che gli altri non fanno con tanta dedizione. Quello alla fine dell'articolo.

Mentre Borgward si prepara a volare, un ex portatore di speranza non è atterrato così dolcemente.

Qoros

Grandi risultati nel crash test NCAP, grandi progetti. Dopo molti allori avanzati, Qoros sta testando la dura realtà. Le vendite sono deludenti e i piani di espansione per l'Europa occidentale sono sospesi. La conquista del mondo è ora più lenta. In primo luogo, il Medio Oriente e l'Europa orientale sono nella lista, anche i compiti a casa in Cina devono essere fatti.

Foto di SUV della città di Qoros: Auto-Medienportal.Net/Manfred Zimmermann
Qoros City SUV
Foto:
Auto-Media Portal.Net/Manfred Zimmermann

Il SUV City mostrato a Ginevra è già sul mercato in Cina, e c'è molto di trollhättan nel DNA. LeanNova e Semcon sono state coinvolte nello sviluppo, intorno a ex dipendenti di 25 e impiegati di Volvo per i cinesi a Shanghai.

Ssangyong e Lotus

Else ha scoperto collegamenti Saab? Altre due cose. Lotus sta lavorando al ritorno. Ha ridotto notevolmente il personale e aumentato i dati di produzione. L'uomo che porta l'inversione di tendenza è Jean-Marc Gales. Per un breve periodo è stato direttore esecutivo di Saab e Opel a Rüsselsheim.

La costruzione leggera è il credo, nonostante le caratteristiche quasi lussuose dell'Evora 400. E ancora lo shock: un SUV può immaginare anche il nuovo capo. Lotus e un SUV. Madness!

Un'ultima cosa! Mahindra è scambiato come potenziale partner per NEVS e la figlia Ssangyong ha presentato il Tivoli a Ginevra. Un piccolo SUV, il primo sviluppo completamente nuovo dall'ingresso degli indiani.

Ssangyong Tivoli. Immagine: Ssangyong
Ssangyong Tivoli. Immagine: Ssangyong

Mentre il nuovo arrivato Borgward ha fatto un ottimo lavoro nelle pubbliche relazioni, Ssangyong ha meno passione da scoprire. Non ci sono state foto stampa dell'aspetto a Ginevra ieri sera né sul portale dei media dell'autoproduzione, né sulla redazione di Sssangyong in Germania.

Sulla pagina di Facebook è quindi, dopo aver cercato sul Web, qualcosa in quella direzione. Dopo tutto. Puoi fare il lavoro dei media con passione. O no.

14 pensieri su "Motor Show di Ginevra 2015"

  • vuoto

    Si vocifera ancora e ancora Mahindra, ma non una singola compagnia nucleare europea.

    Ci si può abituare all'idea della grande azienda indiana o no. Alla Jaguar, sotto l'egida dell'India, funziona abbastanza bene. Perché la tecnologia, il design e la qualità (comprese le dimensioni del divario, ovviamente) dovrebbero essere peggiori rispetto a Jaguar - questi criteri continuerebbero ad avere lo standard raggiunto tra gli investitori indiani di SAAB. Altrimenti non avrebbe senso neanche l'intera faccenda: nel frattempo gli indiani o anche i cinesi hanno sicuramente capito come produrre auto di alta qualità per il mercato globale.

    Da parte mia, sono curioso dei risultati che NEVS pubblicherà nelle prossime settimane: scommetto ancora sull'ingresso di Mahindra.

    • vuoto

      Il passo successivo per NEVS è l'estensione della ricostruzione, che non è stata ancora approvata. Una decisione è attesa questa settimana.

  • vuoto

    Sempre più ho l'impressione che per noi fan di Saab ci debbano essere solo due punti di vista in Trollhättan: a) fine sigillata di Saab o b) acquisizione da parte di una società capace (europea) di grandi dimensioni che comprenda il mercato.
    Tutto il resto è un pio desiderio e troppo ottimismo, il che è sempre stato dannoso in passato. Vedi Spyker e ora NEVS.
    Per inciso, non vedo nemmeno Mahindra lì, nella posizione di soddisfare i nostri bisogni di Saab. Hai già abbastanza problemi con Qoros. Il pacchetto complessivo di una Saab deve essere giusto, non dobbiamo dimenticarlo. E un nuovo proprietario va cercato secondo questo punto di vista e NON secondo il criterio che altrimenti non c'è più futuro.
    Per Mahindra sarebbe un grande scherzo, ovviamente, ma cosa sarebbe per noi? Non so se potrei identificarmi con un veicolo Mahindra: noi europei in qualche modo abbiamo una visione diversa dell'automobile: lacune, qualità, design, innovazione, gestione del marchio.
    E per acquistare tutto questo esternamente, penso che Mahindra sia troppo piccolo per quello. Sono scettico: meglio usare la variante a) di cui sopra rispetto a Mahindra. Solo i miei 2 centesimi.

    • vuoto

      Ad ogni modo, spero che Saab AB non possa mai dare il suo nome per gli esperimenti. Secondo me, M. sarebbe uno.

    • vuoto

      Qoros non è Mahindra, probabilmente vuoi dire Ssangyong. Sono anche scettico, non mi siedo più su Mahindra.

  • vuoto

    Ciao Tom, cari Saab Lovers, sono stato a Ginevra per 2 giorni e ho potuto raccogliere le mie impressioni. Per quanto riguarda le sue affermazioni su Borgward, sì, è corretto, molto TamTam è stato fatto, vedremo quanta verità c'è in esso, sono scettico. Per Qoros, non sorprende che non escano correttamente dai buchi, con questa qualità di lavorazione! Sono convinto che ci saranno innovazioni in Lotus. Simon Wood Chiefengeneer è tornato dopo aver visitato Lamborghini e Bugatti. Come ex GM'ler impari molto

    • vuoto

      Grazie per il feedback e il commento su Qoros. Questo spiega già molto. Con Borgward il test delle unghie arriverà abbastanza presto. L'orario è: IAA, primo modello di produzione, non molto dopo la presentazione nelle mani del cliente. È già ambizioso

    • vuoto

      Borgward è solo un guscio; tutte le trattative sono condotte da Foton. Poiché Foton lavora a stretto contatto con Daimler, potrebbe anche diventare un "marchio economico" nel gruppo Daimler, il che spiegherebbe anche che Foton vorrebbe rilevare l'ex quartier generale IBM dalla città per Borgward a Stoccarda. Dati gli alti costi nella regione, la posizione non è per il resto davvero comprensibile. Daimler fa lo stesso con Smart. Sede a Böblingen, in vista dello stabilimento e della produzione di Sindelfingen dove costa poco.
      È anche interessante che Daimler stia negoziando in modo massiccio con produttori indipendenti, anche nel Nord Europa.
      Forse questo è il piano B di NEVS? Montaggio di Fotonteilen a buon mercato poi Borgward.

      Altrimenti, non esiste attualmente alcun produttore delle capacità acquistate.

  • vuoto

    È un argomento diverso dalla frustrante cosa NEVS. Non posso e non mi piace più sentire. Si adatta bene al blog, come nel mezzo di SAAB 😉 I Borgwardiani sono davvero coraggiosi ...

  • vuoto

    Le prime auto dovrebbero essere consegnate subito dopo l'IAA. Sarebbe fantastico 🙂 Tom per favore e resta sintonizzato, è eccitante!

  • vuoto

    Ammiro il coraggio degli investitori per il nuovo inizio di questo marchio nostalgico Borgward. Sarà interessante, se questo prodotto può esistere sul mercato automobilistico. C'è molta fiducia in questo.

  • vuoto

    Ciao Tom,
    Grazie per l'ottima relazione del Salone di Ginevra. i resoconti sulla resurrezione di Borgward nel div.Zeitungen sono di nuovo interessanti ed effettivamente tipici. Bene per Borgward, vediamo cosa succede.

  • vuoto

    Conosco Borgward della mia gioventù, ma conosco ancora meglio Saab perché, nonostante tutte le difficoltà degli ultimi anni, ci sono ancora molti fan che vogliono restituire la Saab.
    Ma se è così facile per Borward, gli 50 anni sono già sul mercato?
    Considero questo ritorno con un certo scetticismo. Ma il coraggio c'è e quella potrebbe essere la cosa più importante?

I commenti sono chiusi