Dopo tanti anni da pedone ...

Benjamin e la sua Saab "Knut" sono a casa nei lunghi viaggi. I lunghi tour sono nella lista dei desideri, l'Irlanda e il Mar Nero sono allo studio. C'è un'auto migliore di una Saab per questo?

Di fronte al Saab Bilmuseum
Di fronte al Saab Bilmuseum

L'estate scorsa, ho potuto festeggiare il mio quinto anniversario come un vero cavaliere SAAB e vorrei presentare la mia storia SAAB qui:

Cominciò negli ultimi (sempre più duri) anni prima della longeva patente di guida: The Autobild era una lettura regolare - da qualche parte dovevi iniziare con la preparazione regolare alla fine e Internet con la larghezza economica ed inesauribile non era lì nella sua forma attuale.

Ad un certo punto nella rivista è apparso un rapporto sul SAAB 93 Viggen. Prima come nota a margine con una piccola immagine, poi come confronto con qualsiasi coupé di Monaco. Automobili come la 93 non sono mai esistite nella provincia della riva sinistra del Reno. L'atteggiamento dell'outsider con dettagli interessanti, differenze ponderate e ai miei occhi lo sguardo bello lontano dal mainstream ero molto simpatico.

Questi hanno risvegliato ricordi profondamente ancorati. Ricordi di una diapositiva che mio padre ha realizzato dal nostro cantiere di costruzione a metà degli 80. Sul lato sinistro dell'immagine c'era il retro di un Combicoupé marrone scuro. Che si tratti di un 99 o di un 900, non posso dire, dal momento che purtroppo la diapositiva è andata perduta nella vastità della collezione paternal Dia. Tuttavia, la linea di questa vettura, adattata allo spirito dei tempi, è lanciata in una forma più rotonda sul 93 della prima generazione.

Infine, durante il mio servizio civile, ho guidato 2003 da Mittelmosel nel centro nord della Germania in un fine settimana di novembre. Per il sabato mattina avevo già effettuato l'accesso al sito Web SAAB per un mix di addestramento alla sicurezza di guida e test drive. Dato che le date più vicine sono state prenotate, doveva essere l'aeroporto di Hildesheim, dove sono stato finalmente in grado di guidare il mio primo SAAB: un espresso nero 9-5 Aero Sportcombi con pelle pieno automatica e beige. Poi è arrivato il nuovo 93II come 2.0t (interruttore manuale). Questo era nocturnblau fuori, nero dentro e una macchina soggettivamente molto più agile, ma i sedili del 9-5er, non ho trovato nessun posto uguale o migliore. Un'esperienza impressionante che ha plasmato gli anni a venire.

Dopo alcuni anni di studio connessi di Fußgängertums dove la mia parte autoaffiner di volta in volta provato velivolo alieno, mi sono avvicinato SAAB inizialmente geograficamente: è andato a studiare nella città natale di un altro costruttore automobilistico svedese. Da lì ho intrapreso alcuni viaggi di un giorno a Trollhättan e visitato anche la fabbrica, il museo e l'area circostante con diversi visitatori. In 2009 primavera ho anche avuto la possibilità di vedere una fabbrica di automobili in silenzio dall'interno negli ultimi mesi sotto GM: le auto Half-finished, alcune persone che dormono, abbastanza scuro. Era spettrale, ma affascinante.

Tornato in Germania nel corso dell'anno, mi aspettavano uno stage e un appartamento in Bassa Sassonia, la cui relazione spaziale rendeva necessaria un'auto. Un Cayenneroter 93 si trovava convenientemente a Treviri-Pfalzel. Ben tenuta, parcheggiata in garage e con un chilometraggio di 53.534 km simile a quello di un'auto di un anno. A causa della data della prima immatricolazione sulla "Knutsdagen" svedese nel 1999, questa vettura ora si chiama Knut e viaggia regolarmente su varie autostrade.

Saab 9-3 di Benjamin
Saab 9-3 di Benjamin

L'equipaggiamento era scarso a prima vista, ma dopo il recente studio del prospetto si è rivelato molto solido: aria condizionata, sedili riscaldati, vernice metallizzata, AS2 con lettore CD e cerchi in lega (10-Spoke in 15 ").

Nel corso del tempo, la portata di attrezzatura era, tra le altre cose ulteriormente rafforzata dalla visita del Festival SAAB in THN in 2010: fendinebbia, cruise control, spoiler posteriore (per il completamento delle linee esterne) e telecomando per la chiusura centralizzata.

In autunno 2013 ho avuto un compleanno e questo ha causato a una certa signorina una cura molto ampia e segretamente organizzata: Alu8 aka Viking aka alce pale.

Esternamente ha l'aspetto che è stato usato in quel momento per le foto dell'opuscolo. Il resto dello stato è abbastanza ordinato, tuttavia, ora è solo in un garage tenda cielo e deve fare tutto l'anno (per lo più lungo) percorso. Nell'interesse dello stato della lamiera, è stato quindi ri-preservato e ottiene il chilometraggio annuale due volte all'anno per l'olio fresco.

Nel frattempo Knut e io abbiamo percorso insieme oltre 110.000 km e spero davvero che questo numero possa essere moltiplicato. Ci sono abbastanza destinazioni: i viaggi su strada ad alta intensità di chilometri in Svezia (2010 e 2014) e Inghilterra / Scozia (2012) mi hanno fatto leccare il sangue. Il festival SAAB di giugno sarebbe una destinazione utile per il fine settimana, l'Irlanda e il Mar Nero sono considerati ...

6 pensieri su "Dopo tanti anni da pedone ..."

  • La forma di 9-3 I, soprattutto come look Viggen a tre porte, è qualcosa di perfetto, non c'è nulla di paragonabile a mio parere. E che 93 I sia robusto, ben funzionante e solo un piacere da guidare non è uno svantaggio!

  • Senza tempo come 902 / 9-3I non è proprio così, anche con i sucker veloci, pratici e quasi delicati per il suo spazio esterno!

  • Il rosso di Cayenne è un colore fresco e raro, un 9 3 davvero bello.
    Continua il tuo viaggio con Knut.

  • Anche avere 2

  • Finalmente qualcuno che trova un 900 II buono!

  • Prima scritta; una bella lettura per la pausa pranzo. Grazie per questo e le parole vere per la conclusione del tuo quinto paragrafo. Posso solo confermare queste esperienze.
    Buon divertimento con "Knut" e tutto il meglio.

I commenti sono chiusi