Come sono arrivato a Saab?

L'efficacia della pubblicità automobilistica è generalmente sopravvalutata. O no? Per Uli c'era una pubblicità e la Saab 99 la scintilla iniziale per molta passione Saab. Ed è rimasto con esso fino ad oggi. Un'altra storia di Saab per la nostra azione lettori.

Prima di Saab 99 in Germania. Il Viking è qui.
Prima di Saab 99 in Germania. Il Viking è qui.

La preistoria:

Verso la fine dell'anno 1968, le prime auto del Nord apparvero provvisoriamente nella mia patria dell'Alto Palatinato. Tra l'altro, sul parcheggio insegnante della scuola superiore, che ho visitato poi. Il nostro insegnante di inglese è stato il primo pensatore laterale che è uscito dall'incessante uniformità della solita VW, Opel e Ford con un Volvo 144. L'etichetta "Sicurezza da Swedish Steel" allettati noi curiosi scolaro in momenti di debolezza per fare i campioni bussare alle porte, tetto e cofano: Invece del solito metallico "sport acquatici" fiducia impressionato ci ispira il corpo, solido suono "pop" Volvo.

Il primo interesse per la tecnologia svedese è stato destato, almeno per me.

Il salto del tempo - a volte in estate 1969:

Tre eventi - e tutto questo in un solo giorno - dovrebbero avere un'influenza decisiva sul mio interesse ormai più avanzato per le auto. Sfortunatamente, il primo evento è stato scioccante fino al midollo e indimenticabile fino ad oggi: mio padre ed io eravamo sulla A 3 con la nostra Renault 16 sulla via del ritorno da Francoforte verso l'Alto Palatinato. Poco dopo Würzburg una Citroen DS si è ribaltata non lontano davanti a noi. Mio padre si fece strada con attenzione oltre il campo di macerie. Porte, paraurti, cofano, persino il tetto di plastica avevano salutato la cellula occupante crollata della DS, i montanti A e B in filigrana si erano staccati come fiammiferi. Negli anni '50, la sicurezza passiva non faceva ancora parte delle specifiche dell'industria automobilistica. La mia macchina dei sogni finora assoluta ha perso qualcosa del suo splendore mistico precedente in questo giorno ...

Ci sono "coincidenze"?

Guardando indietro, non ne sono più sicuro. Comunque, due di loro sono accaduti proprio in questo giorno memorabile.

Poche ore prima di questo terribile incidente, ho comprato uno dei miei primi giornali per auto, l'allora daz (Deutsche Automobil-Zeitung). Per inciso, ho scoperto una mezza pagina pubblicitaria "Saab 99 - la spalle larghe svedese", in cui è stato messo in evidenza la sicurezza passiva della mia auto prima sconosciuta. "Scompartimento passeggeri resistente alle increspature, travi a V in acciaio 2,7 spessore sezione", ecc. Tutto ciò sembrava interessante. Se i pietrosi detenuti del DS avessero scelto la Saab, sarebbero sicuramente sopravvissuti all'incidente.

La seconda coincidenza quasi due ore dopo, questa volta sul bypass di Fürth. Abbiamo avuto la lasciare un 3 a causa della costruzione e impostare subito nel traffico inevitabile, proprio accanto alla ex Quelle. All'improvviso un oggetto blu scuro e sconosciuto apparve accanto a noi. Arrotondato griglia anteriore cromata senza una stella o renali, parabrezza semicircolare, forma a cuneo lato, elegante posteriore inclinato - no, non era una NSU Ro 80, 2000 non Rover TC, anche estraneo Erl King. Tuttavia, questa forma tozza mi sembrava in qualche modo familiare.

Giusto, questo Saab 99 ha attirato la mia attenzione nella pubblicità poco prima. Ora potevo guardare la Saab per la prima volta da tutte le parti, no, piuttosto divorarla con i miei occhi. Questa macchina sembrava davvero molto meglio in Natura che nella pubblicità! I miei gesti e gli sguardi, certamente strani, hanno restituito al guidatore della Saab un sorriso sereno, apparentemente abituato a tali reazioni nel suo ambiente.

"Questa sarà la mia auto del futuro", mi sono sentito dire dopo questa prima sorpresa.
Fino ad allora, ci sarebbero voluti alcuni anni, perché avevo solo 13 anni.

Uno dei primi Saab 99 in Germania, costruito in 1969 (fonte foto: SAAB les voitures du pays des trolls, Xavier Chauvin, ETAI)
Uno dei primi Saab 99 in Germania, costruito in 1969 (fonte foto: SAAB les voitures du pays des trolls, Xavier Chauvin, ETAI)

Un altro salto temporale - Novembre 1971:

Il tempo delle lezioni di danza tesa e adolescenziale. Ognuno di questi giovedì era pieno di formicolio nervoso, curioso e incerto, almeno per me. Avrei calpestato i piedi innocenti dei compagni di ballo, come è successo troppo spesso? Sarei venuto con complimenti dal suono affascinante al momento giusto?

Non mi importava tutto questo giovedì di novembre. Di sicuro, sono stato il primo a uscire dalla sala dopo la lezione di ballo in questo tardo pomeriggio. No, non c'era una data successiva sul programma. Piuttosto, non vedevo l'ora di acquistare la nuova edizione dell'auto, del motore e dello sport, che uscirà questo giovedì. E questo problema è stato particolarmente emozionante visto che la Saab 99 E è stata finalmente testata. Quasi nessuna altra linea del titolo di "Burgfrieden" potrebbe esprimere meglio le eccellenti prestazioni della Saab. Il testo di questo rapporto di test insolitamente esteso per un'auto straniera, presto ho imparato meglio di tutti i dati noiosi del libro di storia ...

La lunga strada verso la prima Saab:

Sfortunatamente mi resi subito conto che la mia Saab rappresenta per me una fantasia lontana e irraggiungibile. Il ferro risparmiando la paghetta mi avrebbe permesso al più presto dopo 450 di possedere un nuovo 99. Illusoria e scoraggiante!

Ma l'alternativa era 1973 pronta sotto forma di un coleottero VW. Era un 53 Ovali che aspettava il suo restauro. Saldatura e altri lavori necessari che avevo appreso in precedenza a metà strada, che erano necessari per il successivo restauro di due anni.

Solo - non era Saab.

Ma l'idea scintillante non tardò ad arrivare. La "versaabung" del coleottero fu decisa. Per ogni 55 DM a Saab Germany a Nieder-Eschbach sono stati ordinati quattro poggiatesta Saab, gli schienali rinforzati da colpi aggiuntivi.

La forma originale del poggiatesta Saab - ma solo con l'inserto del cuscino imbottito comodo e sicuro.
La forma originale del poggiatesta Saab - ma solo con l'inserto del cuscino imbottito comodo e sicuro.

Ho anche utilizzato le mie capacità di saldatura per stabilizzare le porte e i pannelli laterali con numerosi controventi in acciaio, come il prototipo Saab 99. Se altri impressionassero i loro compagni umani con il suono dei loro motori, la non-macchina che si avvicinava al suono simile a una volta delle mie porte di Beetle si stava avvicinando.

Oltre a quattro in quel momento non cinghie automatiche evidenti, il tutto è stato incoronato dal famoso adesivo troll: "Saab - made in Trollhättan". Doveva essere facile.

Solo 1980 era il momento: il primo Saab 96 usato era l'inizio di una passione Saab finora ininterrotta. A questo giorno sono seguiti altri due 96, tre 900 e uno 9-5. ,

Quale pubblicità poco appariscente non può innescare tutto ?!

8 pensieri su "Come sono arrivato a Saab?"

  • vuoto

    Ciao Johann,

    sì, l'errore esiste ancora, è con un mio amico, il fan del coleottero è. Almeno una volta ogni tanto posso accarezzarlo con una lacrima nei miei occhi 🙂

  • vuoto

    Anche il mio OStR per Tedesco / Storia ha guidato una Volvo, ma il 240 in azzurro. Solo il mio insegnante di chimica era già entusiasta del turbo allora e da lui ho imparato per la prima volta che esiste una cosa come un turbo lag. Purtroppo non possedeva una 99 Turbo, ma una Toyota Supra V6 Turbo, con la quale ha tragicamente avuto un incidente mortale un anno dopo che mi sono diplomato al liceo…. ;-(

  • vuoto

    Splendido! Questa storia SAAB è anche di buon umore! 🙂 GRAZIE!
    Il tema della "sicurezza" ha ottenuto punti con alcuni SAABians….

  • vuoto

    Bella storia! È solo interessante che, sebbene la Saab 99 apparentemente ti abbia impressionato così profondamente, apparentemente non hai mai posseduto questo modello ...

    saluti
    Gerald

  • vuoto

    Se lo leggo, devo condividere anche la mia storia di Saab qui? Per me era simile, solo senza pubblicità ...

    • vuoto

      Le storie di Saab sono sempre benvenute. Ce ne sono ancora alcuni nella mia casella di posta, la domenica arriva una storia particolarmente lunga. E lunedì avrò finalmente voce in capitolo 😉 Buon fine settimana a tutti i lettori!

  • vuoto

    ottimo reportage, eccitante e informativo. Incredibile che quasi processi si svolgono nelle nostre teste per illustrare il Saabverbundenheit!
    Ottimo, grazie

  • vuoto

    Grande storia! Cosa è successo al Saab Beetle?

I commenti sono chiusi