Una storia di Saab

Un autore di gialli e gialli guida Saab e lo compra in un momento in cui sta accadendo il più grande thriller sul nostro marchio. La prossima storia Saab del nostro azione lettori.

Quanto è lontana la mia storia Saab? Questa non è una domanda facile a cui rispondere. Solo per cinque anni guido una Svezia e poi anche il "modello di massa" 9-3 Sportcombi.

Saab 9-3 di Peter
Saab 9-3 di Peter

Ma la passione per il marchio mi divampa molto, molto più a lungo in me (ne parlerò più avanti). Perché sono stato così stupido da usare veicoli tedeschi o francesi per così tanto tempo? In retrospettiva, per me è difficile da capire. Per quasi 100 000 chilometri, ora guido il mio vettore 9-3 nero. L'auto non mi ha mai turbato e le spese per il servizio clienti sono piacevolmente limitate. Né l'uno né l'altro si può dire delle quattro Audi che ho posseduto prima, per non parlare delle VW, Opel o Peugeot che mi hanno accompagnato nella mia vita di automobilismo fino ad ora.

È un po 'assurdo: tra tutte le cose, la crisi del nostro marchio mi ha fatto finalmente comprare una Saab. L'offerta era troppo allettante: il concessionario in Svevia, apparentemente sotto pressione per la vendita, ha offerto l'auto dimostrativa completamente attrezzata a circa la metà del prezzo di quella nuova. Naturalmente, la mente rispose: se Saab dovesse scomparire dalla scena, come potrei mai essere in grado di vendere o scambiare di nuovo l'auto? Come sarebbe con la fornitura di pezzi di ricambio? Non importa, ho deciso di prenderlo e realizzare un piccolo sogno. E fino ad oggi non mi sono pentito di un giorno (che in realtà non è una frase).

I 150 cavalli turbodiesel forniscono una propulsione ampiamente sufficiente, puoi riposare perfettamente sui sedili in pelle e il sistema audio Bose fornisce sempre il suono giusto. Le auto di Trollhättan mi hanno affascinato più emotivamente di altre per decenni. Certo, è stato il design che prima di tutto mi ha affascinato di Saab sin dalla giovane età. Non l'ho fatto e non l'ho avuto con la tecnologia. Saab è sempre stata sinonimo di individualità, cosa che mi è davvero piaciuta, dopotutto ho anche la mia mente. Chi nuota controcorrente ha bisogno di forza. Com'è appropriato! Che grande slogan che trasmette giustamente la sensazione di Saab. In quattro dei miei primi romanzi gialli ("Nightmare", "Machenschaften", "Balloon Glow", "Epicenter") ho lasciato che l'eroe, il giornalista Jörg Malthaner, guidasse un modello Saab non specificato. Nella mia mente ho sempre avuto i 9000. I libri sono fuori stampa da tempo, quindi non posso essere accusato di pubblicità surrettizia a questo punto.

Con il mio 9-3, possiedo un'auto che Dio sa che non tutti guidano. No, non voglio scambiare con questi driver di Classe C, A4 o tre posti. Preferirei di gran lunga sostituire il mio combi sportivo con una Saab nuova di zecca un bel giorno, il prima possibile. Sappiamo tutti quanto sia irrealistica questa visione. Ma puoi ancora sognare e, come è noto, la speranza muore per ultima.

4 pensieri su "Una storia di Saab"

  • Posso solo essere d'accordo, una grande storia.

    A proposito, i thriller sono ancora disponibili come ebook, quindi li prenderanno subito.

    • beh, allora passa come pubblicità surrettizia….

  • Bella storia Grazie per quello. L'apprendimento è appena stato appreso e ho persino riconosciuto la storia un po '. 🙂

    • Sono felice!

I commenti sono chiusi