Coraggio e speranza

La riunione annuale dell'industria automobilistica svedese si è conclusa ieri. Un evento che non possiamo ignorare, anche se non si tratta di Saab. Non su Saab? Questo è inaspettato, perché NEVS aveva annunciato la comparsa del CEO Bergman.

NEVS © 2014 saabblog.net
NEVS © 2014 saabblog.net

L'altro marchio svedese aveva prenotato per sé il grande spettacolo ben piazzato. Il CEO di Volvo Hakan Samuelsson ha annunciato 1.300 nuovi dipendenti nello stabilimento di Torslanda, un ulteriore terzo turno e 50.000 nuove Volvo XC90 da costruire e vendere il prossimo anno. Göteborg puntava a un nuovo record di produzione già nel 2014. Entro la fine dell'anno dovrebbero esserci 470.000 nuove auto Volvo vendute, mentre il record di 458.000 veicoli del 2009 dovrebbe essere stabilito. Secondo il piano, dovrebbero esserci 2020 unità in tutto il mondo entro il 800.000.

Sembra tutto buono ed è popolare in Svezia. "Accelerazione completa“Ho scritto un grande quotidiano a riguardo. Soprattutto, è una cosa: coraggioso! Volvo sta uscendo dalla crisi, ma è soggetta a battute d'arresto. La nuova XC90 deve prima superare il test pubblico e Volvo deve tenere sotto controllo il suo problema di margine. La resa è solo dell'1%, l'obiettivo è dell'8% entro il 2020. La concorrente BMW, con cui ci si ama confrontarsi, si aggira intorno al 10%. Qualsiasi irregolarità nel ciclo economico può trasformarsi in un rischio; se uno dei nuovi modelli fallisce, il sogno di successo e di crescita è in pericolo.

L'offensiva Volvo è particolarmente positiva per i dipendenti di produzione cessati a Trollhättan. Per loro, la speranza di una nuova occupazione è soddisfatta. 15 giorni dopo aver perso il lavoro, 131 dei 155 ex dipendenti NEVS avevano già un nuovo lavoro. La navetta per pendolari Trollhättan - Torslanda è ora utilizzata da pochi passeggeri in più. Come ho detto, ieri a Göteborg c'è stato uno spettacolo di Volvo e Hakan Samuelsson, nobilitato da una visita reale, perché il principe Carl Philip era tra gli ospiti.

Nessun rappresentante di NEVS è stato visto. Il CEO Bergman ha deciso all'ultimo minuto di "in direzione est"Rompere. Le intense trattative richiederebbero la sua presenza e le sue nuove visioni per il futuro della Saab rimarranno inedite e inascoltate. Forse non è una cattiva decisione. Prima consegna, poi visione. O?

7 pensieri su "Coraggio e speranza"

  • @ Marco

    Lo vedi completamente sbagliato.
    SAAB è lontano dalla storia !!!!
    Ci sono ancora troppi che attraversano l'area.

  • A causa dei negoziati apparentemente in corso, ora dovrebbe essere presa in considerazione la ripresa della produzione di veicoli SAAB a Trollhättan.

    Senza sufficienti prospettive di successo, il futuro maggiore azionista si sarebbe probabilmente allontanato dopo più di sei mesi di trattative - un vicolo cieco non sarebbe certamente passato inosservato (almeno questo vale per Mahindra - in questa società ben gestita, non c'è davvero nessun sogno).

  • Saab è storia. Qui è bruciato solo con grandi risparmi.

  • È stato registrato se si tratta di un biglietto "solo andata"? ?

    • Ad un certo punto tornerà già. L'unica domanda è cosa porti allora.

  • Buone notizie per i dipendenti e una buona decisione da parte del signor Bergman. Comprare un biglietto aereo è meglio che raccontare storie che non può (ancora?) Riscattare.

    • Raccontare visioni.... Citazione: "Se hai visioni, dovresti andare dal dottore"!
      NEVS può (e deve) consegnare solo! La protezione dei cuccioli è decisamente finita!
      Sono felice per i vecchi "SAABians"! Possa la prospettiva prendere piede in VOLVO.

I commenti sono chiusi