Gli ottimisti

Non appena avuto l'ostacolo per continuare la ricostruzione, c'era già un tangibile ottimismo nel campo NEVS. Frank Smit ha parlato dei piani con la piattaforma Phoenix e della possibile costruzione di un piccolo Saab 9-2 e un piccolo SUV.

NEVS 9-3 © 2014 saabblog.net
NEVS 9-3 © 2014 saabblog.net

Tutto concretamente, a soli 18-24 mesi dall'ingresso di un nuovo azionista di maggioranza. È in cantiere anche un successore di 9-3, che potrebbe avere una berlina e dovrebbe offrire più spazio sui sedili posteriori. NEVS continua a svilupparsi, non più allo stesso ritmo di prima della ricostruzione, ma a un livello più lento. Parte del denaro arriva dalla Cina, da Kai Johan Jiang. Hmm Da 18 a 24 mesi non è molto tempo.

È realistico? Se i fondi per la continuazione del lavoro sono disponibili, allora sì. Perché condivido l'ottimismo nell'approccio in questo caso è un'altra storia che può essere sostanziata dai fatti. Più sul blog a tempo debito, ma ora torniamo agli ottimisti di NEVS.

Il giorno successivo, il CEO Bergman ha annunciato che i due grandi partner interessati potrebbero entrare a far parte dell'azienda in un breve periodo di tempo. Si aspetta un contratto vincolante durante la fase di ricostruzione, ovvero entro il 29 novembre. I nuovi partner avrebbero fornito i fondi necessari per costruire una gamma di prodotti, miliardi in più di quanto avrebbe mai avuto Saab.

Tutto è possibile, e prima di ricadere tutti nella cacofonia, dovremmo imparare a distinguere. Per classificare meglio ciò che accade, le seguenti regole linguistiche potrebbero funzionare:

C'è NEVS 1.0. La compagnia è nei guai, che per la maggior parte ha causato se stessa. NEVS 1.0 non sembra vitale nella costellazione attuale, dovremmo cancellarlo dalla nostra memoria. Potrebbe essere NEVS 2.0 nel prossimo futuro se non si guasta negli ultimi metri. Un pezzo di carta bianca, perché la versione 2.0 dovrebbe avere poco in comune con 1.0. I nuovi proprietari ridefiniranno la cultura e la direzione aziendale, nulla ha più fascino di un completo riavvio. Forse NEVS dovrebbe rinominare 2.0 come conseguenza, perché il nome NEVS è, piuttosto dispiaciuto per lo Stallbacka, piuttosto bruciato.

NEVS 2.0, con nuovi proprietari, capitale fresco e una gestione che si spera verrà dall'industria automobilistica, potrebbe avere una possibilità ... se dietro ci fossero i partner giusti con il nome giusto e abbastanza soldi. NEVS ha negoziato con le parti da circa 9 mesi, chi ha intenzione di acquistare conosce i fatti fin nei minimi dettagli. Quello che sta arrivando, e gli investitori lo sanno, richiederanno anni di sviluppo. Anni senza prospettive di rendimento. Alla fine, forse dopo un decennio, potrebbe emergere una società altamente redditizia. Volkswagen ha mostrato al marchio con i quattro anelli come potrebbe funzionare. Dopo una lunga fase di costruzione, la filiale di Ingolstadt vende prodotti modulari ottimizzati a prezzi premium ed è la vacca da reddito del gruppo.

In teoria Trollhättan è il luogo adatto per tali piani. La regione di Göteborg ha una delle più alte densità ingegneristiche in Europa, paragonabile solo a Monaco e Stoccolma. La conoscenza delle automobili, supportata dall'UE e dallo stato svedese, è sul posto. La fabbrica è in buone condizioni, all'avanguardia e flessibile. I veicoli 190.000 all'anno dovrebbero essere fattibili, secondo NEVS.

Tuttavia, l'esito della storia è estremamente vago. Quanta sostanza c'è dietro ciò che lascia NEVS 1.0 verso l'esterno, non può essere stimato.

Ci sono chiare differenze qui dal tempo di Victor Muller. Muller ha riconosciuto il potere della stampa e dei blog. Ha usato i media, ha giocato con loro e talvolta ha abusato di loro. Ma c'è sempre stata una certa coordinazione, la stampa e i blogger hanno sempre saputo della direzione generale dello sviluppo. A volte di più a volte di meno. Ciò ha assicurato un seguito fedele ed è stato soprattutto a vantaggio di Muller. Ha avuto il fedele seguito della maggior parte dei fan e dei dipendenti fino alla fine, in alcuni casi anche oltre.

NEVS 1.0 lo rende difficile per i media. Trasparenza, fiducia, apertura, quello che manca. Il potenziale dei social media è poco utilizzato. La disinformazione, intenzionale o meno, proviene dagli edifici dello Stallbacka. Di conseguenza, NEVS sembra piuttosto vecchio nei media e in pubblico e le lealtà si stanno notevolmente sgretolando. Il miglior esempio: gli autori di SU stanno ora scrivendo anche un blog BMW. Bene perchè?

Cosa ha a che fare tutto questo con Saab a lungo termine? Anche se NEVS 2.0 dovesse esistere e il proprietario avesse la sostanza necessaria, anche allora ci sarebbe ancora la questione dei diritti di marchio. Sembra che NEVS 1.0 stesso non abbia dubbi sull'uso futuro del marchio. Il logo è stampato sui giornali per la ricostruzione e alla gente piace parlare del futuro della Saab nel 2014.

Ad esempio, mercoledì prossimo alle 15:15 sul grande palco. I fornitori dell'industria automobilistica svedese tengono il loro congresso annuale a Göteborg. Il primo oratore sarà il CEO di Volvo Håkan Samuelsson, che parlerà dalle 09:20. L'ultimo oratore della giornata, per favore non vedere alcun simbolo, Mattias Bergman di NEVS 1.0. Il suo contributo al futuro della Saab: "Lancio di Nevs di Saab con un nuovo piano aziendale e una nuova visione". La stampa è lì. Altro sull'argomento mercoledì prossimo.

24 pensieri su "Gli ottimisti"

  • vuoto

    Anche se lavorassi come appaltatore e lavorassi come sviluppatore, potresti sviluppare i tuoi veicoli allo stesso tempo e farli fabbricare successivamente "per conto tuo". Ma restiamo incuriositi.

  • vuoto

    Un SUV più piccolo, nel formato CX60, da SAAB, prodotto in Svezia, comprerei immediatamente! Sta venendo?

      • vuoto

        Aspetta e divertiti! (Cosa c'è sulla soglia di casa.) Sai. 😉)

  • vuoto

    Il più puro mistero. Da tutti questi messaggi non sarai più intelligente di prima. Una cosa è certa: ogni direzione è concepibile. Solo gli addetti ai lavori conoscono fatti, dati, ecc. Esempio: piattaforma Phoenix. Cosa è veramente in vendita qui?

    Può sembrare un po 'controverso: ma supponiamo che un'azienda tedesca non voglia più perdere il treno dell'elettromobilità. Una piattaforma per auto elettriche made in Europe ... Può essere un prodotto geniale o può essere la più pura delle imposture. Chissà?

    Quanto più si tratta di e-mobility, tanto più chiaro diventa per me un grande argomento futuro. Non puoi ancora guadagnare denaro in questo continente, ma i cinesi lo stanno facendo. Forse NEVS ha un grande burlone nelle sue mani, ma solo gli addetti ai lavori lo sanno.

    Ad un certo punto verrà il momento in cui lo scopriremo….

  • vuoto

    Grazie a NEVS, il marchio SAAB è diventato il giocattolo di un giocatore d'azzardo cinese che non si preoccupa davvero della produzione di veicoli. I molti piani poco convinti e mal pensati che sono falliti per colpa loro hanno confermato questo sospetto. Il vero obiettivo dell'investitore dell'Estremo Oriente è fare soldi senza costruire auto e quindi viene utilizzata la leva che altri (ad esempio Mahindra) vogliono effettivamente riattivare Saab. Sono fermamente convinto che la rivendita della 9-3 Sedan avrebbe funzionato se il pacchetto fosse stato adeguato (attrezzatura, prezzo, rete di concessionari, ecc.). L'acquisto di un veicolo è (per la maggior parte) un investimento elevato. Questo bene deve essere protetto, ha bisogno di fiducia e questo non può essere raggiunto con mesi di silenzio. Infine, non sarei sorpreso se un pubblico ministero indagasse sull'allora curatore fallimentare per sospetto di corruzione. Non credo a niente dei piani attuali, niente di niente, non una frase. Si dovrebbe porre fine a questa farsa e mettere alla prova il tutto a novembre. SAAB ha bisogno di un futuro, perché questo marchio è un peccato per il museo e un peccato per gli investitori che vogliono solo incassare. Inoltre, il governo svedese dorme con gli occhi aperti: se chiedi a BMW, VW, Fiat & Co e fornisci finanziamenti, allora potrei immaginare che una soluzione così portatile risulterebbe.

  • vuoto

    Cosa senti riguardo al tema delle auto elettriche? I nuovi, se esistessero, guiderebbero elettricamente?

    • vuoto

      Zio Kai non lo sa ancora ... e nemmeno lo vuole sapere ... la strategia è completamente diversa ... vedi sotto ...

    • vuoto

      Presumo che continuerai a guidare sia convenzionale che EV in futuro. Il concetto degli avvocati della ricostruzione lo conferma, e Trollhättan è il miglior sito di sviluppo per l'e-mobility.

      • vuoto

        Nonostante tutto il suo affetto per Saab, perché Trollhättan dovrebbe essere il miglior sito di sviluppo per veicoli elettrici? A causa delle temperature, dei fornitori e dei fornitori di servizi circostanti? Allora perché il Trollhättan è migliore di Monaco, Stoccarda, Ingolstadt, Wolfsburg, Palina Alto o Parigi, Dearborn e Detroit?

        Tutti questi luoghi hanno la stessa infrastruttura e i produttori testano i loro veicoli lo stesso e almeno hanno già veicoli elettrici o ibridi in offerta.

        • vuoto

          Coloro che leggono attentamente sono avvantaggiati 😉 L'Innovatum di Trollhättan è un hotspot sovvenzionato dallo stato per la mobilità elettrica, per molti anni. Ecco perché le aziende straniere, anche dalla Germania, si stanno sviluppando lì.

          • vuoto

            Grazie per la risposta, non potevo immaginarlo. La promozione è ovviamente un aspetto importante. Ed è vero che non ho sempre letto o dimenticato tutti gli articoli. = D

            Saluti da Zanzibar

  • vuoto

    Sarebbe bello se venisse come descritto. Ma dopo gli ultimi anni, credo che solo quando vedrò una nuova Saab al rivenditore. E se hai imparato una cosa negli ultimi anni, non fidarti mai di un cinese.

    • vuoto

      Credo che non si dovrebbe generalizzare! SAAB solo sfortuna, ma che può andare diversamente, puoi vedere su Volvo!

  • vuoto

    Grazie Tom, per l'obiettività di Wo.-end.
    Cina e trasparenza? Comunque non va bene! sto aspettando Guido SAAB. Vediamo cosa porta con sé il tempo a Trollhättan ...
    Fine settimana soleggiato SAAB 🙂

    • vuoto

      Fade fuori la Cina, potrebbe anche essere una nazionalità diversa nella versione 2.0er. O 🙂

      • vuoto

        Chi fa non importa. La cosa principale è farlo bene. Ad esempio, vedi? a VOLVO.

        • vuoto

          È molto giusto Qualche anno fa avrei messo soldi sul fatto che Volvo non lo facesse sotto la guida della Cina.

          Ma hanno dato a Volvo tempo, denaro e spazio. Se il nuovo investitore di SAAB fa lo stesso ...

          • vuoto

            Un piccolo dettaglio sul bordo…. Volvo è stata venduta da Ford nel 2009. Non perché Volvo stesse andando male ... nessuna Ford voleva concentrarsi sui propri marchi Ford, Mercury e Lincoln ...
            Volvo era ben piazzata al momento della vendita !!

  • vuoto

    Anche se, cosa non credo, ci sarebbero di nuovo veicoli con il logo Saab in 18-24 mesi, quale normale umano comprerebbe quelli?
    Non si compra una macchina nuova se non si sa se il negozio è ancora mezzo anno dopo. Quanti fallimenti negli ultimi anni è questo ora? Dal momento che Lada ha ora una reputazione migliore di questo negozio

    • vuoto

      Daniel, Daniel, cosa posso dire ... Se qualcuno acquisterà i veicoli dipende da chi subentra. (Se NEVS segue con successo i negoziati ...). Il nome corretto e le carte vengono quindi rimescolate, c'è una possibilità.

  • vuoto

    Grazie per tutte queste informazioni.
    Spero che NEVS 2.0 abbia un po 'più successo.

  • vuoto

    Ora, dopo che tutto è finito, posso dire di sì: per me, il nome era NEVS e tutto dietro un panno rosso scuro. Dal primo minuto
    "Nazionale" e "Svezia" sono pura impostura. E nessun cinese si chiama "Karl".
    Scusa, ma doveva uscire.
    Speriamo che finalmente trovi persone rispettabili e solventi che salvano questo marchio. Ne vale la pena al prezzo corrente.

  • vuoto

    Ciao Tom.

    Grazie per le molte informazioni.

    Bene. Sfortunatamente la mia speranza è scesa al minimo. Sarebbe bello, se davvero nei 18-24 mesi i nuovi modelli di Trollhättan rotolassero, che portano anche lo spirito SAAB in sé.
    Ma NEVS1.0 lo fa davvero? O sta morendo sulle tariffe? La speranza muore per ultima e abbiamo pazienza. E se non ne esce niente? Bene, visto che non c'è quasi più speranza, e lo contiamo tutti comunque, non è poi così male.
    Ma se NEVS2.0 ci sorprende con i nuovi modelli SAAB, allora è ancora meglio !!!
    Per me ha sempre più senso che Mahindra voglia entrare in Trollhättan! Hanno ancora un grande cantiere con SsangYoung. Questo non può essere risolto da solo con i soldi. Con SsangYoung probabilmente esistono ancora alcuni problemi nello sviluppo finale dei loro modelli.
    Quindi, Mahindra (si spera) raccoglierà più denaro e comprerà (o subentrerà) un'infrastruttura automobilistica esistente, e avrà una delle più alte densità ingegneristiche automobilistiche davanti alla sua nuova porta d'ingresso.

    Quindi, si spera, il mercoledì porterà ancora più fatti sul tavolo, che farà crescere ulteriormente la nostra speranza.

    Un bel sonni ci saabiges che desideri

    Andre

I commenti sono chiusi