Carta

La carta non può difendersi da sola quando viene stampata. Ecco perché alcuni dicono che alcune cose non valgono la carta su cui sono state stampate. Ne vale la pena il piano di ricostruzione NEVS?

Workshop sperimentale NEVS © 2014 saabblog.net
Workshop sperimentale NEVS © 2014 saabblog.net

Michèl ha già scritto a riguardo; Ecco alcuni pensieri dal mio punto di vista. Essenzialmente, ci sono due opzioni che sono in discussione.

Percorso OEM - Piano A - Piano generale

Un grande OEM si unisce a NEVS come nuovo azionista principale con un massimo di 80% delle azioni. Il National Modern Energy Holding di Kai Johan Jiang terrà almeno il 20%. Insieme ad un altro produttore, NEVS gestisce una società di sviluppo in cui entrambe le società hanno un mezzo palo. La nuova società incorpora le strutture di ricerca e sviluppo esistenti e riduce i costi di sviluppo. NEVS progetta di portare nuovi modelli sulla piattaforma Phoenix 4, che vanno dalle auto compatte alle dimensioni della Saab 9-5.

Piano Complementare - Piano B

Una volta completato il tracciato OEM, o Piano A, NEVS avvia la propria attività OEM con il nome NEVS Industrial Services per sviluppare e produrre veicoli per altri produttori. Se il piano A fallisce, il piano di ricostruzione prevede che NEVS sia in grado di sopravvivere come puro produttore e sviluppatore a contratto. La produzione per diversi produttori potrebbe quindi iniziare in un turno di lavoro nel 2016; la capacità massima è di 1 veicoli all'anno. Lo stabilimento di Trollhättan è uno dei più economici in Europa e allo stesso tempo uno dei più flessibili.

Quanto vicino alla realtà funziona il piano?

Le trattative di vendita si trascinano di mese in mese; se guardi più da vicino, è chiaro il motivo. Per quale motivo un nuovo maggiore azionista dovrebbe concedere ai precedenti proprietari almeno il 20% delle azioni al fine di garantire loro influenza e potere? Per trasformare ciò che è disponibile a Trollhättan in un marchio fiorente, sono necessari miliardi. Kai Johan Jiang non è riuscito a fornire milioni di valori a due cifre. È dura, ma non è un partner alla pari.

Mahindra fuori bordo?

Dall'inizio della settimana la gente a Trollhättan ha detto che Mahindra ha concluso i colloqui o che almeno sta per sbarcare. Ovviamente non ci sono conferme sul fatto che la NEVS Mahindra Connection sia stata davvero interrotta. Così come non c'è mai stata alcuna conferma ufficiale dei negoziati.

Tuttavia, la probabilità di fallimento dei negoziati è più alta del contrario. Da quando i colloqui divennero noti, c'erano ovviamente differenze inconciliabili sul valore degli investimenti. E NEVS ha accennato negli ultimi giorni che le cose non vanno come previsto.

E anche l'immagine esterna di NEVS sta dando un'immagine disastrosa al momento. Sono finiti i tempi in cui si godeva della "protezione del cucciolo". Il GT Expressen, non compatibile con NEVS, ha portato la storia di un precedente dipendente che è stato eccezionalmente ben pagato in anticipo e con il background di 155 dipendenti eliminati in una procedura d'urgenza.

2 milioni in 18 mesi.

Karl-Erling Trogen
Karl-Erling Trogen

L'ex-Volvo Karl-Erling Trogen ha fatto buoni affari con NEVS. Per 18 mesi - fino a gennaio 2014 - è stato consigliere e consigliere di NEVS. Durante questo periodo, 18 milioni di corone svedesi, quasi 2 milioni di euro, sono confluiti nella sua società "Elne Consulting AB".

Una remunerazione insolitamente alta per un'azienda di medie dimensioni senza un'attività commerciale riconoscibile. La domanda in Svezia è quindi: per cosa e da dove provenivano i soldi? È venuto da NEVS o dalla Cina? Né Trogen né Kai Johan Jiang hanno voluto commentare. In una e-mail a GT Expressen, Jiang ha detto "eNon ho tempo per rilasciare interviste e sono impegnato con NEVS e le sue aziende in Cina".

La storia di Trogen non va giù bene. Anche le personalità che finora sono state forti per NEVS mantengono le distanze. Fredrik Sidahl dell'Associazione dell'industria dei fornitori svedesi ritiene che 1 milione di corone al mese per "non sorprende“E rappresentativo dell'intero pasticcio NEVS.

Il piano B.

Se la connessione NEVS Mahindra fallisce, verrà il piano B. NEVS sopravviverà come sviluppatore e produttore di contratto. Con questo, l'azienda è in competizione con il gigante Magna. Per me, francamente, non è un piano praticabile. Almeno non a lungo termine. Per i prossimi anni, è possibile raccogliere fondi attraverso il marketing della piattaforma Phoenix. Apparentemente è vicino a essere in grado di consegnare un prodotto. E poi?

Aziende come Karmann hanno avuto problemi perché la produzione a contratto è un'attività difficile con margini bassi. Anche perché erano troppo piccoli per resistere alla pressione competitiva a lungo termine. Perché NEVS, la cui gestione non proviene dall'industria automobilistica, dovrebbe avere successo?

Il piano di ricostruzione include le pagine 47. Molte grafiche colorate, nessun numero concreto. Nessun nome di possibili partner, nessuna dichiarazione vincolante di intenti. Tuttavia, l'avvocato Lars-Eric Gustafsson vede buone possibilità per la sopravvivenza di NEVS. Raccomanda la ricostruzione di 29. Continua a novembre. Presumibilmente, ottiene attraverso i creditori e in tribunale. Per me, il piano è solo una cosa: la carta.

18 pensieri su "Carta"

  • vuoto

    Non ho mai capito perché a NEVS è stata concessa la ricostruzione. Ci sono fatti ovvi:

    1. La situazione legale ora è talmente confusa che senza la bancarotta, un nuovo inizio non è un'opzione per un investitore. In effetti, è estremamente difficile capire cosa rimane delle risorse preziose.
    Poiché non v'è un già venduto da VM e pianta di nuovo-leasing, vuole fare con l'eventuale utile investitori immobiliari locali, i diritti di marchio sono andati, i potenziali prodotti per un periodo di transizione sono gravati da licenze non è più commerciabile e superata, la società di sviluppo è ad una joint-venture in outsourcing ecc ecc ci sono, ma da tutta la società esistono solo frammenti, che solo è molto difficile, se non del tutto possono essere uniti insieme in un insieme significativo se stesso, ancora una volta.

    Inoltre, non bisogna dimenticare che NEVS è una costruzione ventosa: NME Holdings Ltd. è il proprietario 78% di Nevs. La società è stata fondata nel 2004 dal proprietario Kai Johan Jiang. È registrato nelle Isole Vergini britanniche e gestito da Hong Kong. NME Holdings è proprietaria di State Holdings, un'impresa con sede a Pechino che ha aperto la strada allo sviluppo di energia rinnovabile e pulita in Cina.

    Vorrei anche tenere le dita lontane.

    2. Sin dall'inizio, NEVS ha agito come un investitore finanziario. Sin dall'inizio mancava una visione industriale. Si trattava di vendere le attività rimanenti dal tempo della VM redditizia. Ciò è avvenuto anche con la quota di 22% per quasi lo stesso prezzo per il quale uno ha acquistato 100% in una città cinese. Ma quello fu anche l'unico atto ufficiale in cui NEVS ebbe successo.
    Dove sono necessari i miliardi, che sono necessari per lo sviluppo di prodotti commerciabili e una ripresa della produzione automobilistica, vieni da me no. Perché NEVS vuole rimanere coinvolto con 20% in una società futura, nemmeno. Non c'è valore aggiunto. Uno vuole lasciare che gli altri lavori di nuovo e quindi fare un checkout.
    Ecco perché 2. Tempo: è comprensibile, se le parti interessate tengono a bada questa bomba a orologeria e questa impresa ventosa costruisce.

    Anche i progressi nei negoziati, annunciati alla fine di agosto, non sono arrivati. Qualsiasi ritardo di tempo aumenta solo il danno.

  • vuoto

    Saab è storia e rimane storia. Prendiamoci cura dei nostri manufatti e non preoccupiamoci più del denaro sprecato in Svezia.

  • vuoto

    Che cosa ha veramente a che fare tutto questo con SAAB e per quanto ancora dovrebbe durare questa sofferenza? Ci stiamo allontanando dalla produzione automobilistica del nostro amato marchio.

    • vuoto

      Spero che la ricostruzione verrà interrotta.

      Se questi "numeri aerei" vengono mantenuti, non ci saranno nuove automobili SAAB, né ci sarà produzione a contratto permanente per altri produttori - per quali produttori in realtà? Con l'eccezione della Cina, è probabile che le vendite globali delle auto di tutti i giorni diminuiscano e il NEVS non è necessario per il mercato cinese stesso!

      Sfortunatamente, anche se la ricostruzione fosse interrotta, il fallimento di NEVS non si verificherebbe subito dopo, perché presumibilmente si riceveranno diversi milioni per la vendita della piattaforma PHOENIX. È probabile che la lenta morte a Trollhättan continui per il momento, ma interrompendo la ricostruzione, il tribunale potrebbe chiarire che NEVS è dichiarato inadatto a trovare una soluzione permanente!

      Se Mahindra in realtà non mostra più alcun coraggio (simile alle trattative di vendita di Jaguar), questo gruppo si sarebbe squalificato da solo.

      Il tribunale e una società disposta ad acquistare dovrebbero effettivamente essere superiori a questi sognatori di NEVS e inaugurare un futuro più promettente - ovviamente, il tutto con nuovi modelli SAAB e non con alcuna produzione immaginaria di contratto!

  • vuoto

    Si parla sempre del platfform di Phoenix come un incantesimo curativo, ma non è più roco?

  • vuoto

    Sono curioso di sapere se ci sono novità in 8 October dei diritti di nome SAAB non più esistenti.
    La mia ipotesi è che tu sia all'8. wiedermal sente più dichiarazioni vaghe che notizie vere.

  • vuoto

    http://hamilton.sidvisning.se/reorganisationplan/ Pagina 28 - se il Piano A riesce ... Teoria pura ...
    Vediamo cos'è 8.10. porta. Allora sì, le carte devono essere messe sul tavolo. Supponiamo che nessun investitore voglia buttare soldi fuori dalla finestra, solo perché il nome Saab ha una reputazione così buona. E che nessuno stampa pagina per pagina, perché è così divertente, ma qualcuno pensa: dovrebbe funzionare! (La variante molto molto ottimistica, ammessa 😉):

    NEVS e i loro vari partner negoziali sembrano avere una cosa sul loro radar: con un solo modello con un motore e una forma del corpo (il 9-3 con il motore a benzina troppo assetato con la forma a tre volumi, che è impopolare in Europa), non vinceranno un vaso di fiori a lungo termine. Si pensa a una 9-2, 9-2x, una 9-3 detta anche “super cabriolet”, una 9-4x e una 9-5: di tutte le forme e dimensioni. Il sistema MINI o VW - o la variante Renault Smart Mercedes: servi quanti più gusti e portafogli possibili su un'unica piattaforma. E questo con vari modelli elettronici ibridi benzina / diesel. Perché lì il mercato si sta gradualmente sviluppando. Questa idea non è completamente gaga. L'unica domanda è: c'è più spazio per un marchio di nicchia oltre a una Citroen DS5 o Jaguar XE per puzzare contro i prodotti standard della BMW Serie 3, Audi A4 e Mercedes Classe C o VW Passat, Ford Mono e Opel Insignia? Dovrebbe davvero funzionare, anche con molti soldi dall'Estremo Oriente?

    Da parte mia, purtroppo ho dovuto sbarazzarmi della mia Saab tempo fa - troppo spesso troppo costosa in officina - e ora guidare una BMW perché purtroppo non è stato più costruito alcun 9-5NG SC. Per me, Saab non è ciò che è alla porta, ma ciò che è attualmente in fase di negoziazione in Svezia.

  • vuoto

    Chiamata generale!
    Acquista (fintanto che è ancora in uso) il libro di Rolf Bleeker "The Spirit Of SAAB - more than a car"
    Il miglior memorandum per il nostro marchio.

  • vuoto

    E non dimenticare - nessuno, né VM né KJ, ecc. Ha perso soldi qui - al contrario - le borse PERSONAL sono cresciute….

    • vuoto

      Veramente ? Ci sono altri dettagli ...? Sarei interessato! Come hanno infine finanziato tutto questo?

      • vuoto

        Il libro di Jens B Nordström afferma che VM non è andata a mani vuote. A KJJ il conto finale è ancora in sospeso.

  • vuoto

    Con un documento del genere non puoi davvero fare ricostruzione! Ridicolo. Ciò dovrebbe far esplodere la rabbia di ogni piccola azienda. Naturalmente, sempre più fan di SAAB dovranno assumere un nuovo marchio (ad esempio Volvo). Non supererai la realtà dopo tanti anni di patchwork.
    L'8 ottobre è il punto finale. Qualsiasi altra cosa sarebbe uno scherzo. La credibilità è scomparsa da tempo. In ogni caso, non voglio un SAAB a nessun prezzo. Il progresso tecnico sta ora volando oltre il nostro marchio. Phoenix non salva più nulla. Sfortunatamente ! Le altre marche non hanno sonno profondo.

  • vuoto

    Non vedere un piano serio qui. Sono solo curioso di poterlo fare.
    Ascoltiamo 8. Ottobre.

  • vuoto

    Il piano B infatti corrisponderebbe più o meno al modello di business di Magna Steyr. Che NEVS, per dirla senza mezzi termini, dal nulla potrebbe diventare un serio concorrente di Magna Steyr dal nulla (che è un prerequisito essenziale per la sopravvivenza), è probabile quanto l'intenzione originale di NEVS, Diventare uno dei principali produttori di veicoli elettrici e praticamente dal nulla (anche qui: perché non si poteva più costruire sul know-how che una volta era disponibile in SAAB o le precedenti partnership e brevetti e simili) un serio concorrente nel frattempo stabilito e Diventare produttori leader come Tesla, BMW ecc. Nel segmento dei veicoli elettrici ...

    • vuoto

      Il piano B riguarda l'acquisizione di qualcosa dalla piattaforma Phoenix, a quanto pare c'è un cliente che paga per questo. Il punto critico in entrambi i concetti è il denaro che devi investire per stabilirti. Come NEVS vuole fare questo non viene rivelato.

  • vuoto

    Kai Johan vuole far uscire di nuovo il suo capitale con tutti i mezzi - se non lo ha già - o comunque fare buoni affari con l'impianto... Non vedo alcuna attività imprenditoriale qui, solo sfacciate speculazioni... è ha ragione, ma poi sarà Rimarrà più delle macerie fumanti di una fabbrica di automobili? Molti ex clienti SAAB sono passati a Volvo - belle auto, ma nessuna SAAB - la sofferenza di un uomo, la gioia dell'altro - il divario del SAAB è ancora aperto, nessun produttore lo colma! Forse il manager della Volvo era lì per rassicurare le banche? Non posso credere in una "ristrutturazione all'ultimo sangue" di SAAB a favore di Volvo! Kai Johan farebbe bene a prendere i soldi offerti e lasciare il campo ad altri. Per ogni forma di cambio ovviamente ha bisogno di soldi, che non ha! E il nuovo concetto non funzionerà di nuovo, perché semplicemente non ha idea della costruzione di automobili ... anche i consulenti esterni non aiuteranno ...

  • vuoto

    Esatto ... la carta è paziente, puoi stamparci sopra come vuoi ... se lo fai bene sembra sempre buono ... ma se Saabinen scapperà di nuovo dalla band nel prossimo futuro ??? Sfortunatamente, non sembra 🙁 ora tutto ruota intorno a guadagnare denaro con cose che hai già piattaforma Phoenix bla bla bla ma scrivere numeri mentre si è produttivi nessuno ci pensa ...

  • vuoto

    Forse mi sbaglio, ma penso che i segni di un ritardo di fallimento possano essere visti sempre più chiaramente.

    Invece di prevedere un'estensione della ricostruzione, l'avvocato incaricato dovrebbe cercare un possibile candidato all'acquisizione dello stabilimento - questo candidato dovrebbe anche avere ciò che serve per ottenere il marchio (perché con ogni probabilità NEVS non sarà più questo ostacolo creare).

    Noi, come gli appassionati di SAAB, non ci aspetteremmo assolutamente nulla in un piano B che sta attualmente emergendo (produzione a contratto per altri produttori).

    La possibilità di rifornimento SAAB è più probabile se NEVS fallisce e poi un successore (M&M o un'altra società con mamma) ricostruisce il marchio, perché NEVS come produttore a contratto non sarà in grado di mantenersi sul mercato a lungo!

I commenti sono chiusi