Dongfeng ha negato

Possiamo eliminare un nome dall'elenco dei potenziali partner di NEVS. I motori di Dongfeng hanno negato ieri a Pechino che è in trattative con NEVS o ha mai eseguito tale.

NEVS SAAB
NEVS SAAB

Un problema o una battuta d'arresto? Difficilmente, e per essere obiettivi, il nome Dongfeng non venne da NEVS, ma fu scambiato in circoli di stampa svedesi e poi solidificato come un dato di fatto. Se l'opinione dei cinesi è corretta, la probabilità è alta, allora sorge la domanda, chi siede con il produttore Saab NEVS al tavolo dei negoziati.

Mahindra è stato contattato una settimana fa dal giornale locale per i colloqui con NEVS e non ha fatto commenti. Nessun commento è qualcosa di un'affermazione un po 'cotta su acquisizioni o partecipazioni come queste. Oggi non è stata rilasciata alcuna dichiarazione da Trollhättan, così come NEVS non ha rivelato i nomi dei partner negoziali da mesi.

Chi sono i partner negoziali, quindi è ancora aperto. Mahindra è probabile, Dongfeng fuori, il secondo nome così completamente al buio. Dallo Stallbacka è arrivata la mattina solo così tanto: NEVS sta ancora negoziando con due importanti produttori asiatici, i negoziati stanno andando bene. E non puoi nominare nomi e fatti prima che i negoziati siano completati.

Ad ogni modo, non sto ricevendo la parola di pazienza dalla falena in questo momento. Il tempo scorre e lei corre più veloce che mai.

Testo e immagine: tom@saabblog.net

23 pensieri su "Dongfeng ha negato"

  • Mi chiedo se l'abbiano davvero negato. Il testo è da qualche parte? Il collegamento con la Svezia è già forte grazie a TEngineering.

    • vuoto

      Il testo è nell'originale.

  • vuoto

    Penso che il tempo sia scaduto. Non ci sarà più una nuova Saab. Troppi soldi e prestigio furono bruciati senza significato e ragione.

  • vuoto

    Esiste ancora un partner negoziale? Chi dovrebbe crederci qui? È tutto così segreto che è finita presto. Il denaro è in sospeso, la produzione è morta, i modelli sono vecchi di anni, Phoenix non è più una borsa a sorpresa, così lentamente nessuno può essere più interessato. A meno che un frullatore non voglia fare qualcosa di importante. Di quali aspetti tecnici degli ultimi anni al SAAB stiamo ancora parlando? Il sito di produzione sta invecchiando. Il personale, i fornitori / rivenditori / clienti sono appena usciti. L'IMMAGINE e la reputazione non durano per sempre, nonostante la nostra resistenza! Ma alla fine devi accettare la sconfitta con decenza, altrimenti raccogli la pietà.

  • vuoto

    La Corea è anche in Asia e le loro case automobilistiche non hanno molta sovrapposizione con SAAB, o potrebbero usare il know-how SAAB ...

  • vuoto

    Sono un po 'meschino e dico un cinese in meno in questo caso, secondo l'esperienza non può essere una perdita.

  • vuoto

    Nevs, è una specie di Victor Muller 2.0, un sacco di fumo per niente. Ovviamente, tutto riguarda i diritti sui marchi e una fabbrica. Questo non ha avuto nulla a che fare con Saab per molto tempo. Questo mi ricorda società come Telefunken o Grundig. Anche loro non sono in giro da anni, ma producono ancora dispositivi con questi nomi. Tuttavia, ciò non ha nulla a che fare con i marchi tradizionali del passato.
    Dovrebbero chiudere il negozio, questo avanti e indietro è indegno e un onere per i dipendenti. Chi, al di fuori della molto gestibile Saabworld, comprerebbe una nuova auto lì, se non si può essere sicuri che il gioco non inizi ogni due anni dall'inizio.

    • vuoto

      Solo gli investitori GIUSTI devono essere coinvolti - quindi c'è pace nella scatola.

      Diverse case automobilistiche ormai altezzose erano sull'orlo del baratro: nessuno ne parla più ei veicoli vengono venduti come delle frittelle!

    • vuoto

      In contrasto con NEVS, Victor fumava più chiaramente ... finché non rimase senza soldi. Con i nostri amici di NEVS, preferisco parlare di vapore caldo! 🙂 Zio Victor non era poi così male: ce l'avrebbe quasi fatta se si fosse occupato di amministrazione aziendale!

  • vuoto

    Mi sto tormentando da mesi, chi potrebbe essere il secondo grande produttore asiatico:
    Escludo coraggiosamente tutti i costruttori cinesi (il desiderio è il padre del pensiero) Con i giapponesi non vedo la necessità di una nobile propaggine con Toyota, Honda e Nissan (cfr. Lexus, Acura, Infiniti). Penso che Suzuki possa essere escluso, Subaru è un produttore di nicchia simile, anche se di maggior successo, come Saab e non riesco nemmeno a immaginare una collaborazione con Mazda.

    Quello che avrebbe senso per me, sarebbe una collaborazione con Hyundai: una volta avevo letto che Bergman lungo tempo in Corea è stato attivo e Hyundai / Kia non ha ancora una divisione e piani di coreani di fascia alta sono più di ambitioniert.Technisches know-how è disponibile e se Saab potrebbe servire da ponte per rafforzare il business indiano, certamente sarebbe non essere contrari.
    Ma temo che anche qui il desiderio sia il padre del pensiero… Di cosa anch'io non mi rendo conto: perché Mahindra non osa farlo da solo? È più che insolito che una (piccola) casa automobilistica venga acquistata da due grandi case automobilistiche.

    • vuoto

      Secondo le informazioni finora raccolte, uno dei due produttori è interessato solo alle licenze per la piattaforma PHOENIX e vorrebbe utilizzare questa piattaforma variabile per i propri prodotti. Non vuole unirsi alla produzione NEVS e quindi SAAB. Il denaro dovrebbe essere pagato a NEVS solo per l'acquisizione delle licenze, sempre a condizione che questi rapporti siano corretti.

      Il nome SAAB sarebbe ovviamente riservato solo ai prodotti di Trollhättan: qui, gli azionisti di NEVS / SAAB (o forse anche gli acquirenti) sono sempre scambiati come M&M.

  • vuoto

    Vedo ancora speranza lì, NEVS sembra essere in contatto diretto con il blog, che è anche una cosa molto positiva. Tengo le dita incrociate per tutti i dipendenti di NEVS e per noi stessi che la situazione si risolve presto!

  • vuoto

    L'intera faccenda mi sembra così: Kai Johan Jiang ha giocato d'azzardo. Invece di rendersi conto di aver sperperato la sua fortuna, cerca di salvarne una parte conducendo le cosiddette "trattative" al fine di ottenere qualcosa in cambio del denaro che ha speso in gran parte senza risultato. Rischia che Saab non solo superi di nuovo il Joha ... ehm Jordan, ma continui anche a perdere la sua immagine, mentre i dubbi partner negoziali possono facilmente aspettare che il frutto maturo cada loro in grembo senza contaminazione di Jiang. Probabilmente ci vorrà ancora qualche settimana.

    Anche triste, come pochi avvocati come amministratori di insolvenza capiscono i costi di sviluppo per le nuove tecnologie.

  • vuoto

    Grazie per l'aggiornamento, Tom!
    Per quanto riguarda la regione “Asia” vorrei sottolineare che questo continente non comprende solo i paesi Cina, Giappone e India.
    Anche paesi come la Malesia e l'Iran hanno una produzione automobilistica e produttori significativi.
    Soprattutto a Proton (Malesia) mi fiderei di un interesse per un marchio europeo e per il mercato europeo, in quanto sono già stati coinvolti in Lotus in passato e almeno in Gran Bretagna hanno già un punto d'appoggio nel mercato ...

    • vuoto

      Può darsi che ci sia qualcuno in Asia che non la pensa così in fretta. Anche la Russia è in gran parte in Asia. Ci sono z: Es. il gruppo di gaz con molti oligarchi C'era già un Saabbegeisterten russi. Ricordiamo il compagno del signor Muller. Anche Magna voleva prendere il controllo di Opel con soldi russi qualche tempo fa. Quando si espandono i russi sono solo molto occupati.

      • vuoto

        Jo, e cosa ne è stato di Vic's Buddy, hai anche letto ... Sarebbe bello se i soldi puliti fluissero in NEVS / SAAB ...

  • vuoto

    Grazie Tom, come sempre veloce, entusiasmante e aggiornato.
    In realtà, dovrei lavorare efficacemente qui alla scrivania, ma come con messaggi del genere ??????

  • vuoto

    Moin.
    Finché c'è ancora un negoziato c'è ancora speranza! La domanda qui è ciò che possiamo sperare.
    Quale certamente sarebbe interessante: Mahindra ha cooperazioni con altre case automobilistiche dall'Asia.
    E che dire di Toyota, avrebbero dovuto essere già stati visti lì allora.

    Ma se i salari non sono pagati:

    La situazione continua a crescere!

    Saluti da Oldenburg.

    Andre

    • vuoto

      È facile: devo pagare gli stipendi per i dipendenti 600. Se prendiamo una media di euro 2.500, è probabile che siano dovuti milioni di pagamenti mensili 1,5 al mese. Da dove dovrebbero venire? Mi dispiace, ma la vendita di automobili da scorte Svezia in Germania o altrove non aiuterà.
      La situazione continua ad affinare fino a quando questo punto non sarà chiarito.

  • vuoto

    Mi sono sempre chiesto perché solo Dongfeng dovrebbe essere interessato a Saab. I produttori asiatici possono essere solo cinesi o indiani che vogliono entrare in contatto con Saab in Europa. Dongfeng ha già lasciato un'impronta in PSA in Francia.

    • vuoto

      Posso dirti perché Dongfeng è stato trattato come un "partner" e questa ipotesi era già ovvia. Molte cose sembrano essere presto dimenticate. Ad eccezione di Saab Parts, tutte le divisioni aziendali Saab, ovvero Saab Automobile AB, Saab Automobile Tools e Saab Powertrain AB, hanno dovuto dichiarare bancarotta. La società T-Engineering AB è emersa dall'ex Saab Powertrain AB, responsabile, tra le altre cose, dello sviluppo del motore / dei sistemi di trasmissione in Saab. L'azienda con circa 35 dipendenti (sviluppa motori ibridi ed elettrici, tra le altre cose) ha sede non lontano dal museo dell'auto Saab nel sito Innovatum. Dongfeng detiene una quota del 2012% in T-Engineering dalla fine del 70 e il restante 30% dovrebbe essere rilevato nel 2014/2015. Il centro di ricerca e sviluppo europeo di Dongfeng si trova già a Trollhättan.

  • vuoto

    C'è molto da dire sulla condotta discreta dei negoziati a NEVS, ma un po 'più di dettaglio non mi renderebbe così tortuoso.

  • vuoto

    GRAZIE Tom, per le informazioni concrete sul fine settimana. Adesso vado nello stesso modo, con bei pensieri in testa 🙂! Un saluto a tutti ...

I commenti sono chiusi