Un Saab 99 come un veicolo anfibio

"Stiamo cercando te e il tuo Saab" concorso per lettori. Posiziona 4.

In realtà, la storia della mia passione Saab inizia intorno a 44 anni fa. Mio padre guida una deccapottabile Nash Metropolitan. Gli innumerevoli precedenti proprietari lo hanno spinto senza pietà a vergognarsi, in inverno nevica dentro forte quasi quanto fuori e lo spazio non è esattamente eccezionale.

Saab 99 © 2014 Gerald Niederpold
Saab 99 © 2014 Gerald Niederpold

Forse questo è il motivo principale per cercare una nuova auto, perché è qui che passo in scena.
Dovrebbe avere spazio per la nuova famiglia, dovrebbe essere nuovo, sicuro ed economico, robusto e, naturalmente, non dovrebbe nemmeno essere troppo costoso. Diversi test drive con auto usate sono deludenti; Quindi una nuova macchina.

Ma cosa c'è in questa fascia di prezzo?

Uno scarabeo? Sarebbe robusto, ma il riscaldamento ... Avevamo già neve e ghiaccio all'interno.

Volvo Amazon? Potrebbe arrivarci, ma il consumo ...
In questo momento Saab lancia il nuovo 99. Anche se il marchio Saab non è ancora ben consolidato e quindi il 99 viene confrontato in vari test con altri "esotici" come la Skoda, ma in ogni caso, fa una grande figura.

Quando finalmente l'auto arriverà a 1970 (sono ora 13 mesi) a febbraio, la gioia è grande. Ma non per molto! Perché la macchia d'olio sotto la macchina, che era già stata notata al momento del ritiro dal concessionario, è tornata all'improvviso.
Un difetto di fusione nel blocco motore risulta essere il colpevole - beh, a cosa serve la nuova garanzia per l'auto? Quindi nuovo motore.

Proprio così semplice, è un po 'più tardi, quando un meccanico utilizzato poco costoso olio standard quando l'olio del cambio, invece di costosi Hypoidöls e il (dimostrato di non esattamente robusta) ruota libera forte dura adottate, ma non di più, perché la garanzia è scaduta.

Fortunatamente, la fabbrica Saab mostra il suo lato accomodante (sei abituato a gestire reclami permanenti dai tempi a 2 tempi) e ha donato gratuitamente un cambio sostitutivo. Presumibilmente la trasmissione Saab più robusta di tutti i tempi, purtroppo ora senza ruota libera. A quel tempo, non mi importava minimamente di tutte queste cose, ma presto dovrebbe cambiare.

Mio padre saggio dall'esperienza, ha portato da lì per quanto possibile il lavoro self-service, e mi sono sentito come se potessi camminare a metà strada, naturalmente ci. Ho fatto i miei primi esercizi di guida non appena ho potuto, in piedi sui pedali per guardare finalmente sopra il cruscotto.

Dopo undici anni da coraggiosa macchina di tutti i giorni, la Saab, grazie alle amorevoli cure di mio padre, ha ancora inviato nello stato 1-2, in pensione. Si siede nel garage, viene accarezzato e guidato un po 'e in caso contrario ha una vita molto tranquilla.

Dovrebbe essere su 7. Luglio 1997 cambia drasticamente!

Quando 4: 00 suona fuori durante la notte, niente cambia per me.
Se voglio guardare il diluvio, mi chiede mio padre. Io vorrei non doverlo fare, ma a quanto pare è il disastro che era già stato annunciato nel corso della giornata, ma nessuno voleva credere adesso, ma si è verificato.
Dopo essere salito attraverso una finestra, l'intera estensione della devastazione diventa visibile. L'intero giardino e il cortile un metro e mezzo sott'acqua.

Al centro si trova un piccolo garage in lamiera e all'interno ...

Tenuto con cura da mio padre per 28 anni (con tappetini di gomma sui tappeti per proteggerli - sai; ma poi con carta di giornale sui tappetini in modo che non si sporchino ...) e ora appena allagato. Passo su e giù come una tigre in una gabbia. Dal portico alla cucina e ritorno, come se qualcosa nel frattempo fosse cambiato.

Quando a mezzogiorno l'acqua comincia ad affondare, nulla mi impedisce. Scendi con i vestiti e nella marea.
Quello che vedo non mi rallegra. Ovunque l'acqua si sia ritirata, uno strato marrone di argilla ha coperto l'interno.
I prossimi giorni trascorro con l'espansione degli interni, in modo che l'umidità non possa continuare il loro lavoro distruttivo ancora più lontano. Quindi è lì, l'ex gioiello, derubato dei suoi sedili e dei suoi tappeti, senza cruscotto; Cavi, minuterie e strumenti distribuiti informalmente all'interno, un'immagine di sofferenza.
Anche mio padre deve averlo visto così, perché alla sua vista ha finalmente gettato la spugna. "Portalo con me!" Ho sentito (quanto mi sarebbe piaciuto negli ultimi anni dirlo) "Non ho più nervi".

Ma prima di poter soddisfare questo pio desiderio, devo prima rimettere in moto il motore. Prima di tutto, scarica l'olio motore: ho la vite sbagliata
catturato? Dopo dieci litri d'acqua esce finalmente nero.

Lo stesso gioco al serbatoio, ancora una volta.

Dopo che le candele sono state rimosse e ho spinto l'auto avanti e indietro in 4a marcia, anche lì spuntano fontane marroni. Al posto dell'olio motore, per prima cosa riempio l'olio da riscaldamento per lavare gli ultimi pezzi di fango.

Lo starter risponde ai primi tentativi di partenza con una riluttante "virata" prima di essere finalmente convinto a impazzire (a proposito, sono già vicino). Ma a parte altre fontanelle - questa volta dallo scarico - non succede nulla. La bobina di accensione deceduta viene rapidamente esposta come colpevole. Fortunatamente, la sostituzione è asciutta a poche strade di distanza nel mio garage.

Il suono del motore allora veramente acceso è musica celestiale nelle mie orecchie. Per risparmiare i nervi di mio padre, ho prima preso l'auto dal suo cortile al mio garage (inoltre, non si sa mai che potrebbe farlo
ripensaci alla donazione ...)

Il più "Restauro" si rivela essere dura battaglia con pennello e spugna contro il fango secco-ora. I pannelli e coperture sembrano avere il bagno involontario abbastanza bene sopra, solo pochi interruttori e contatti dove anlag corrente ha reso l'anima.
Ai rubinetti, che somigliavano piuttosto ad un acquario, dovevano prendersi cura di un'impresa specializzata.

Le settimane passarono, lo scheletro in lamiera divenne un'auto rispettabile nonostante tutte le paure.
Era quindi ancora un baratto dovuto, il cambio di olio di attrezzo urgente fu fatto e poi, sì, poi seguì molti anni felici con Saab risorto.

Nel frattempo, ero anche un membro del Saab Club Austria. Ho sentito lì un Saab, ne ho comprato un altro lì. Buoni e veicoli da battaglia. Più tardi, i forum su Internet sono arrivati ​​più tardi ... Le offerte e i contatti con gli altri amanti di Saab erano sempre più estesi. A volte ho avuto fino a 17 Saab nello stesso momento nel cortile. Impressionante, ma non proprio per sondare. Nel complesso, ci sono stati finora 52 in numero. E non c'è fine in vista.

Il mio cuore appartiene ancora ai modelli più vecchi. Saab 92B, 95 e 96 2-clock, 95 e 96 V4, una Sonett III, vari 99, 900I, anche un 900II e ora anche più 9000 tra di loro.
Nel frattempo, mi sono calmato. La mia flotta include "solo" più Xnumx Saabs (anche se ovviamente c'è di nuovo qualcosa nella boscaglia), il mio magazzino ricambi è ben pieno.

Ma il mio Saab Nr.1, l'70er 99 è ancora lì.

Testo e immagini: Gerald Niederpold

 

 

 

11 pensieri su "Un Saab 99 come un veicolo anfibio"

  • vuoto

    Abbiamo già disegnato auto alle elementari: la tua è sempre stata una Saab! "Decolla" che questo entusiasmo ti è rimasto. lg Bernardo

  • vuoto

    Madness! Il mio rispetto per l'approccio al Katastophe. C'è davvero succo di SAAB nelle vene. Divertiti con il buon pezzo! Grazie per la storia commovente.

  • vuoto

    Un vero fan.

    Rispetto !!!

  • vuoto

    Grande storia, altre auto sono state certamente demolite.

  • vuoto

    Ottimo articolo, questo è Saab Life 🙂

  • vuoto

    La grande storia è molto divertente da leggere tutto questo !!

  • vuoto

    Ogni volta che viene menzionato 99er, deve essere Gerald 😉
    LG di Vienna

    • vuoto

      Esattamente il mio pensiero 🙂

  • vuoto

    La passione di Saab si presenta molto bene - congratulazioni! Attendo con ansia i prossimi post.

  • vuoto

    Storia molto bella, grazie all'Austria!

I commenti sono chiusi