Le vendite di Saab in Cina iniziano in autunno

La consegna di nuove auto è iniziata in Svezia la scorsa settimana. Il prossimo mercato ufficiale è la Cina. Lì, NEVS sta lavorando duramente per creare le strutture, una sfida per l'azienda. Perché NEVS-Saab è ancora più startup lì che in Europa.

Saab 9-3 con nuovo logo. © 2014 saabblog.net
Saab 9-3 con nuovo logo. © 2014 saabblog.net

Jonas Hernqvist, direttore vendite e marketing di NEVS, ha parlato con Victor Jensen di Sweden Radio in merito alle attività in Cina la scorsa settimana. Attualmente vengono reclutati partner di vendita e vengono create le infrastrutture e l'amministrazione necessarie. Per Saab un inizio completo di quasi zero, perché il marchio è relativamente sconosciuto e non ha mai venduto più di 1.000 veicoli all'anno nella Repubblica popolare.

Con il nuovo proprietario e il grande azionista Quingdao alle spalle, Hernqvist vede maggiori opportunità per Saab rispetto alle vecchie strutture. Hernqvist era già responsabile per la regione Asia-Pacifico di Saab Automobile AB e conosce i mercati. Gli acquirenti cinesi, dice, sono molto interessati ai marchi europei, e Saab ha una grande storia sul lato del credito. Ma finora non esiste una rete di concessionari, i concorrenti europei hanno investito ingenti somme di denaro nel corso degli anni, Saab arriva molto tardi sul mercato.

Jonas Hernqvist non ha illusioni. Nella conversazione ha detto: “...la competizione è dura per NEVS". Dopo il lancio sul mercato in Cina - il partner Quingdao ha già ordinato 200 veicoli elettrici - l'Europa è al centro delle attività.

Secondo Hernqvist, NEVS quest'anno vuole tornare in diversi mercati europei. Abbiamo contatti con circa 10 mercati e saremo sorpresi di ciò che accadrà.

Ancora più pazienza di quella che dobbiamo portare i nostri amici americani Saab. Il mercato statunitense esclude Hernqvist, a causa dello sfavorevole rapporto di cambio, per il prossimo futuro. Ma a lungo andare, Saab tornerà negli Stati Uniti. Perché Saab dovrebbe diventare di nuovo un marchio internazionale.

Testo e immagine: tom@saabblog.net

6 pensieri su "Le vendite di Saab in Cina iniziano in autunno"

  • La mia Saab 93 Cabriolet ha 13 anni e in ottime condizioni. Quindi aspetto che riesca a guidare il SAAB elettrico. Farò di tutto per mantenere la mia decappottabile per molto tempo.

  • vuoto

    Finalmente, senti qualcosa di vernunfftiges di Nevs. Finora, si parlava sempre della Cina e dell'auto elettrica. Finalmente una frase sull'Europa. E chi vuole vendere auto in Europa, non può permettersi di andare senza un diesel frugale e pulito all'inizio.

  • vuoto

    Il mio TTiD è GIOVANE di 5 anni, ha visto il mondo oltre 155000 km ed è al suo apice 🙂! Ho ancora pazienza…. e aspetta 😉.

  • vuoto

    Anche il mio TTiD ha 5 anni: spero che resisterà ancora per qualche anno, poiché in realtà sto ipotizzando che il mio prossimo SAAB sarà alimentato elettricamente!
    I collegamenti di ricarica nel garage, davanti al garage e anche sulla strada sono già disponibili!

  • vuoto

    Ciao Tom,

    Buone notizie, la mia 9-3 Cabrio è ora 5 anni, quindi può essere qualcosa con un successore! 🙂

    • vuoto

      Sì, penso di sì 🙂

I commenti sono chiusi