Intervista SAAB. Conversazione con Inka Spira.

Davanti al suo ufficio c'è una Saab 96 rossa, non a caso, si potrebbe pensare. Perché il paffuto svedese è stato guidato da sua madre Theresia Kunert ed è stata anche la prima Saab a cui Inka Spira è stato permesso di muoversi. È cresciuta con Saab, la concessionaria è stata fondata dai suoi genitori e gestisce con successo l'attività tradizionale nella seconda generazione.

SAAB a Bonn: Inka Spira, Kunert Automobile AG
SAAB a Bonn: Inka Spira, Kunert Automobile AG

La rappresentanza Saab in Saab è uno dei più vecchi partner Saab in Germania, e anche nei difficili anni di Saab, le bandiere non sono mai state superate. In modo generoso, il rappresentante Saab di Saab sostiene il nostro progetto Saab-Charity. Un'opportunità per una conversazione Saab a Bonn, a cui Inka Spira ha preso tempo.

Tom: La tua concessionaria sta letteralmente respirando Saab. Young Saab Usato e classico nello showroom, foto sui muri. L'area di servizio piena di auto da Trollhättan. Tuttavia, i tempi sono difficili. Dove trovi la motivazione per lottare per il marchio e per i tuoi clienti ogni giorno?

Inka Spira: Sono cresciuto con Saab e ho gestito l'attività in 2. Generazione. Qui a Bonn abbiamo già attraversato alcune crisi. Come risultato del trasferimento del governo a Berlino, abbiamo perso circa il 30 percentuale dei nostri clienti, giornalisti, diplomatici e associati. Dopo che la crisi finanziaria e ora la crisi di Saab. Non facile, ma ora siamo provati dalla crisi. Il nostro cuore è attaccato a Saab. Quasi tutti i dipendenti guidano una Saab in privato. Penso che tu possa dire che viviamo il marchio. Inoltre, abbiamo clienti estremamente leali e simpatici, e paga combattere e perseverare ogni giorno.

Tom: Nel laboratorio è un classico Saab 900 dalla mano del cliente, che viene ripristinato. I guidatori di Saab si limitano ai loro classici e non possono davvero separarsi. Cosa offre Saab Zentrum Bonn ai proprietari di Saab più anziani?

Inka Spira: Siamo partner Saab dal 1977. Alcuni dipendenti sono presenti fin dall'inizio. Si accumula un'enorme quantità di esperienza, conoscenza e competenza. I veicoli più vecchi sono particolarmente importanti per noi, perché vogliamo preservarli e anche "restituire loro qualcosa". Offriamo riparazioni con un valore equo e cerchiamo alternative economiche come l'installazione di parti usate.

Per i veicoli più vecchi di 10 anni, i nostri modelli Classic, offriamo lo sconto percentuale 10 sulla fattura dell'officina completa per i lavori di manutenzione e riparazione (eccetto carrozzeria, controlli del veicolo, offerte a prezzo fisso, pneumatici e cura del veicolo). Lo sconto aumenta annualmente di 1% a max. 20 percentuale di veicoli dagli anni 20, che non è un'età per Saab. Prerequisito è una manutenzione annuale con noi.

Tom: Il negozio online di ricambi Saab è stato ben accolto dalla comunità Saab. In Germania, è una delle pochissime fonti di parti originali, ora è bilingue e quindi internazionale. Qual è il prossimo nell'agenda di sviluppo?

Inka Spira: Il negozio online è il "bambino" del nostro addetto al magazzino Gert Waldorf. Lo ha sviluppato completamente da solo, e nel frattempo ha implementato sempre più nuove idee. La gamma di prodotti viene continuamente ampliata. Quindi vale la pena dare un'occhiata lì regolarmente. Da maggio vogliamo sviluppare ulteriormente ed espandere il focus sulle “parti usate”.

Tom: Oltre a Saab e Volvo, i veicoli usati del marchio Mini ora scendono dall'offerta. A Trollhättan, con il nuovo proprietario, i cartelli hanno un nuovo inizio. Qualche settimana fa, ai partner Saab tedeschi è stato chiesto se volevano salire a bordo per il ritorno di Saab. Kunert Automobile AG è pronta per Saab 2.0?

Inka Spira: Stiamo aspettando con grande aspettativa e speranza per Saab 2.0 - ci siamo!

Tom: La tua preferita Saab, signora Spira?

Inka Spira: La mia Saab preferita? Difficile da dire. Ho ancora un bellissimo, vecchio Saab 900 1991 300.000 con quasi XNUMX km, primo motore e prima marcia su cui appendo molto. I miei figli sono molto desiderosi di accettare questa volta quando la patente è nella borsa. L'auto è culto, è la ragione. Ovviamente, il gene Saab è salito anche alla prossima generazione

Grazie per l'intervista!

Intervista: tom@saabblog.net

Addendum: Inka Spira è morta il 19 novembre 2019. È partita troppo presto. Una donna impressionante e un'imprenditrice coraggiosa. Non li dimenticheremo.

 

3 pensieri su "Intervista SAAB. Conversazione con Inka Spira."

  • Guidare un'auto diversa da una Saab sarebbe solo un aiuto! Nel frattempo, guido la mia ottava Saab (attualmente Zt.9-3, il mio primo era un 96). All'Autohaus Kunert sarò competente, equo e servito con la massima soddisfazione. Il personale è cordiale, cortese e si sente in buone mani come cliente. Signora Spira, vorrei un felice
    Gestisci la concessionaria e divertiti in futuro, con SAAB.

  • Ebbene che dire ... due modelli estremamente chic in una foto 🙂

    Si vorrebbe che più rivenditori SAAB mostrassero questo impegno. Il mio ha già salutato nel 2009 e ha trasferito i dipendenti nella vicina concessionaria Opel. Nel frattempo nel reparto vendite di Daewoos sotto i loghi SAAB sono in giro - un peccato.

  • Bella intervista, ma penso che Inka starebbe molto meglio se abbandonasse la gonna / l'abito con le auto GM. Non è popolare tra i fan di SAAB. 🙂

I commenti sono chiusi