Tag SAAB: notizie miste dalla Svezia

Le cattive notizie si diffondono più velocemente delle buone notizie. Perché è? È l'impulso per la sensazione? In Svezia ci sono buone notizie per l'altra casa automobilistica di Goteborg. E anche per gli ex fornitori di Saab, non tutto è perduto. E impariamo di nuovo: Saab non è Volvo. Iniziamo con i Göteborg.

Saab non è Volvo
Saab non è Volvo

Un po 'di buone notizie per Volvo

Volvo è piuttosto aperta riguardo alla crisi. Presumibilmente, uno ha deciso di attaccare internamente ed è meglio andare in stampa che aspettare che i media attacchino la compagnia. Ieri era il capo delle vendite di Volvo sul treno, ammesso di aver commesso errori grossolani in Cina. Sì, la rete di distribuzione è stata istituita troppo velocemente e diversamente dalla concorrenza, uno non è riuscito ad andare nelle città centrali ed è rappresentato solo nelle metropoli. Di conseguenza, il disastroso risultato della Cina è spuntato medialmente.

Oggi il CEO di Volvo Håkan Samuelsson era nei media che hanno ammesso che Göteborg ha costruito 25.000 auto in meno rispetto al previsto nell'anno in corso. E ha immediatamente annunciato che se le vendite continueranno a diminuire, come presume, i dipendenti a tempo indeterminato dovranno andarsene nel prossimo anno. Il che probabilmente influenzerà molti ex dipendenti Saab. Che Volvo attualmente abbia un flusso di cassa negativo e che qualcosa deve cambiare, non ci sono dubbi. I problemi sono in cantiere ei media sono pieni di comprensione.

Confrontando Volvo vs Saab, si può vedere quanto la stampa consideri ingiustamente entrambe le case automobilistiche. Durante la crisi di Saab, c'erano rapporti giornalieri a Dagens Industri. I media portano una certa complicità alla fine del marchio di culto, che a un certo punto nel tempo non ha avuto possibilità mediatiche. Una parte di esso, naturalmente, aveva dipendenti sleali che prendevano il telefono immediatamente quando qualcosa accadeva nella stablebacka.

Se Volvo fosse stata Saab, la scorsa settimana ci sarebbe stato il seguente titolo: "La Volvo può rimborsare il prestito della BEI?". Ma Volvo è Volvo e il livello di lealtà è superiore a quello di alcuni ex dipendenti Saab. La stampa non ne ha scritto una parola, anche se la situazione avrebbe potuto facilmente diventare critica. Buone notizie prenatalizie sono arrivate dalla Cina, dalla China Development Bank, che è stato approvato un prestito parziale per Gothenburg. 922 milioni di euro o 8 miliardi di corone affluiscono nei conti e il prestito BEI può essere rimborsato in tempo utile. Si tratta di circa il 10% dell'importo sperato che Göteborg sta negoziando con la banca.

Allo stesso tempo, i cinesi stanno segnalando la disponibilità per ulteriori crediti e Volvo potrebbe affrontare la ristrutturazione e gli investimenti. I prossimi anni critici alla soluzione completa delle licenze Ford sarebbero garantiti. Almeno a questo proposito buone notizie per il futuro dell'industria automobilistica in Svezia!

Qualche speranza per i fornitori Saab

Gli amministratori di Saab sono nei media e nei fornitori, e non solo lì, in aspre critiche. Uno vuole pagare 129 milioni di corone per il lavoro precedente. Allo stesso tempo, alcuni fornitori devono restituire i fondi che sono stati illegalmente ricevuti come favoritismi dei creditori. 290 milioni di corone dovrebbero essere, General Motors porta il grosso di 23,6 milioni di dollari USA. Opel, Magna e Delphi sono anche a bordo. Chiaro che queste cose non incontrano entusiasmo.

Eccitante la questione se GM, Opel o Magna trasferiranno denaro o la scrittura di avvocati pari al proprio dipartimento legale su. Se le affermazioni sono veramente consegnate, si trova la corte che ha l'ultima parola in questa materia.

La Svezia è un paese insolitamente trasparente per molte cose. Ma non quando si tratta delle procedure di insolvenza nei dintorni di Saab. Poi improvvisamente cadono tutte le barriere che non hai mai sospettato. Per chiarire le cose, l'amministratore Hans Bergqvist ha rilasciato una breve intervista su Radio PV 4 Väst alcuni giorni fa. I creditori Saab possono aspettarsi una quota, quindi l'annuncio. Ci sono 1.5 miliardi di corone nel piatto dell'amministratore, che è un buon 170 milioni.

Ovviamente meno i costi che gli avvocati vogliono approvare. L'ultima parola ha il tribunale, che su 11. Gennaio decide.

Non è chiaro chi riceverà cosa e quando dai creditori. Perché il processo continua e nessuna conclusione è visibile. Con solo 170 milioni di euro nel piatto dell'amministratore, ti chiedi involontariamente la domanda su quanto - o quanti soldi - l'impianto e Saab Powertrain siano stati venduti ai cinesi. Compresi i diritti su 9-3 e la piattaforma Phoenix.

Purtroppo il processo non è trasparente, ma arriveranno la relazione finale e le risposte alle nostre domande. A volte…

Testo: tom@saabblog.net

Immagine: saabblog.net

3 pensieri su "Tag SAAB: notizie miste dalla Svezia"

  • vuoto

    Come può davvero affrontare tutto?

    Youngman avrebbe messo molto di più sul tavolo della casa per la fabbrica SAAB e SAAB Powertrain di quanto NEVS abbia con ogni probabilità fatto - perché la stampa e il pubblico svedesi dormono così tanto su SAAB che lentamente ti arrabbi!?

    Dal momento che NEVS non è nemmeno riuscita a ottenere nulla fino ad ora, la pressione sanguigna non torna esattamente ai valori normali: quali giochi vengono effettivamente giocati qui a spese degli ex dipendenti e fornitori di SAAB? Non c'è una personalità ben nota in Svezia che parla Tacheles qui?

  • vuoto

    ciao!
    Non mi libererò della sensazione stupida che è l'unica via di mezzo
    persona rispettabile, in questo teatro provinciale, v. era muller war.der
    Anche se non odiato, ma aveva almeno il sangue del cuore
    la cosa e ha combattuto come una grande.
    Per il resto auguro buone vacanze.

    saluto più verde
    (Saab driver since sept.1982)

  • vuoto

    È davvero deludente che tali somme dovrebbero fluire per un lavoro così opaco e per l'assegnazione del marchio di culto.
    Da questo si può vedere: "ognuno nella propria causa è un mite giudice".
    Ci scusiamo per la Svezia e l'immagine.

    E per quanto riguarda la stampa, non c'è nulla di nuovo, che viene spesso misurato due volte, a seconda di ciò che porta più titoli o dove la lobby è più grande. Non importa in quale paese.

    Qualsiasi artigiano che non fa il suo lavoro correttamente deve aspettarsi che qui in Germania
    egli deve riparare senza difetti o in accordo con il cliente dà una percentuale di sconto.
    Altrimenti, sarà migliorato o eventualmente riprodotto fino a quando la qualità non sarà corretta.
    Bisogna mostrare a questi signori in "giacca e cravatta" che ci sono molti che lavorano con le loro mani e lo fanno con passione - e poi si assumono la responsabilità quando qualcosa va storto. Puoi vedere da esso: perdita assoluta di realtà.
    Nel caso di Saab, ciò significherebbe attenersi ad esso con le proprie risorse o lavorare fino a quando un concetto ragionevole e trasparente - soprattutto finanziariamente sostenibile - non sarà sul tavolo.
    Ma poi il salario orario non sarebbe più 15.000 a 20.000 Euro, ma un massimo di 7, 50- come per un addetto alle pulizie!

    Triste, triste.

I commenti sono chiusi