Specchietto retrovisore: la svolta del secolo

Lo sguardo indietro: specchietto retrovisore Blogger
Lo sguardo indietro: specchietto retrovisore Blogger

Per una volta, non parliamo solo di Saab oggi! Parliamo anche di Volvo e quindi dello stato dell'industria automobilistica in Svezia. Brutte notizie sono arrivate ieri da Torslanda. Dopo che il tasso del ciclo di produzione è stato ridotto da 1 a 57 carrelli l'ora il 50 ° ottobre, la produzione verrà interrotta completamente per una settimana. Volvo sta rispondendo al calo della domanda in Europa.

Un altro aggiustamento addizionale del personale non è pianificato, così come riportato ieri, l'addetto stampa. Tuttavia, può aver inteso solo l'impianto di Torslanda, dove i dipendenti 300 torneranno alla fine dell'anno. Perché nel pomeriggio è stato annunciato che nello stabilimento di Olofström i contratti dei lavoratori temporanei 50 non vengono rinnovati. Volvo è alle prese con diversi problemi. Il V70, un driver chiave per le entrate, è nel suo ciclo di vita definitivo e dovrebbe essere rinnovato il prima possibile. Le licenze per la tecnologia Ford sono scadute, Volvo deve d'ora in poi prendere le proprie gambe e finanziare tutti gli sviluppi stessi. I nuovi impianti in Cina non funzionano ancora, tutti i Volvo, che sono fabbricati in Cina, sfilano nelle fabbriche Ford.

Sebbene Volvo abbia ottenuto il terzo miglior risultato di vendita nella sua storia lo scorso anno, tutto ciò che può andare storto ora sta andando storto con l'aumento delle esigenze finanziarie. Il CEO di Volvo Stefan Jakoby è ancora in ospedale dopo un ictus, non è chiaro per quanto tempo. Nella prima metà del 2012 si è registrata una perdita di 254 milioni di corone svedesi dopo un utile di 1.2 miliardi nello stesso periodo dell'anno precedente. La forte corona svedese è un ostacolo all'esportazione verso l'UE e le vendite sono diminuite del 5% nei primi otto mesi dell'anno. A settembre, le vendite di veicoli Volvo nell'UE sono diminuite del 17.1%. Non c'è dubbio, Volvo ha una violenta tempesta autunnale che soffia in faccia. La stampa svedese sta già scrivendo di un "dystra år" in Volvo.

Fredrik Sidahl dell'Associazione dei fornitori automobilistici svedesi considera la situazione molto seria. Non intende solo Volvo. Perché i suoi membri, per lo più piccole o medie imprese, sono già stati colpiti dal fallimento di Saab. Le società hanno crediti inesigibili perché non ci saranno quote. Niente di tutto ciò sarebbe poi così male - come si sente più e più volte dal magazzino del fornitore - Saab sarebbe rimasta come cliente. Ma così com'è, hai una situazione in Svezia di cui tutti avevano paura. Una singola casa automobilistica che ora è in un punto debole. Il fatto che i fornitori internazionali non investano più nelle loro fabbriche svedesi a causa di questa situazione o le chiudano completamente rende le cose ancora più difficili.

Saab e Volvo sono sempre stati rivali. Saab era senza dubbio la società più piccola, ma più innovativa. Le buone idee venivano da Trollhättan, perché il piccolo deve essere sempre un po 'più veloce del grande vicino. Se Saab andava male, Volvo era in grado di bilanciare la domanda e viceversa. Una buona situazione per i fornitori, che garantiva quasi la stabilità. Questo è passato! In primavera si sperava ancora un investitore con il nome Youngman. I cinesi hanno visitato le piante e hanno presentato i loro piani. Youngman, tuttavia, è storia. Degli investitori di auto elettriche, i fornitori non hanno ancora sentito nulla. Questo dovrebbe cambiare in questi giorni. Per avviare la produzione alla fine dell'anno, 2013 sta creando una rete di fornitori. I vecchi fornitori tradizionali di Saab dovrebbero ricevere un trattamento preferenziale, si dice. I colloqui dovrebbero iniziare ora.

Volvo è in mano cinese. Anche quello che è rudimentale di Saab, appartiene ad un investitore dalla Cina. A sua volta negozia con altri investitori a lungo termine di vari paesi. Ieri Dongfeng, uno dei pesi massimi della Cina, è apparso a Trollhättan e ha acquistato T Engineering. NEVS è solo un piccolo junk shop contro Dongfeng. Cosa succede in Svezia?

Stiamo vivendo un'era di cambiamento nelle condizioni più difficili. Volvo sta lottando, ma se il proprietario dalla Cina, come annunciato, non vuole riempire i soldi, allora sarà stretto. Con Saab o ciò che ne è rimasto, tutto è di nuovo pronto. Prima con una batteria, nella seconda fase con la tecnologia ibrida. Ma solo se riesce a ispirare altri azionisti per il business plan. Molto dipende dal primo studio che dovrebbe convincere gli investitori. Funziona alla massima velocità. Il primo prodotto con il nuovo proprietario dovrebbe essere diverso non solo verso l'esterno, ma anche nel design degli interni del precedente 9-3.

Trollhättan è la sede di una colorata cultura di startup. Molte piccole aziende sono sorte, alcune sono dei veri gioielli. Dongfeng l'ha riconosciuto. Da gennaio 2012 si lavora a Trollhättan per i cinesi che sono ora acquisti avere. Tutto è possibile in questa situazione. Dongfeng può utilizzare l'esperienza di sviluppo in Svezia e, in teoria, far funzionare le automobili fuori dalla catena di montaggio. Ci sarebbe una fabbrica abbastanza flessibile da produrre diversi prodotti su un singolo nastro.

I politici scommettono su spinte alternative. Ancora e ancora sentiamo la frase "non puoi lasciare il campo ai cinesi". Trollhättan e gli sviluppatori si considerano le punte di diamante di questa tecnologia. Ancora una volta.

Decenni fa, nella piccola città di Göta Älv, le locomotive furono costruite e vissute bene. Quando non c'erano più locomotive a vapore, arrivarono pesanti locomotive elettriche. Dopo che la domanda è crollata, è stata trovata una nicchia temporanea di mercato nell'Unione Sovietica.

Quando non funzionava, costruivano automobili con turbocompressore. Un'idea allora non convenzionale, ma oggi guida quasi ogni VW con un turbo più o meno ben fatto sotto il cofano del mondo. Quindi ora e-mobility. Gli svedesi rimettono tutto su una mappa. Questo è coraggioso, ma come ho detto, stiamo vivendo una svolta degli eventi. Ciò richiede coraggio e decisioni. Se hanno ragione, vedremo tra qualche anno.

Testo: tom@saabblog.net

Immagine: saabblog.net

 

 

 

8 pensieri su "Specchietto retrovisore: la svolta del secolo"

  • Si prega di smontare gli occhiali del ventilatore ...
    Sono davvero un grande fan di SAAB ... un fan della Svezia deve anche guidare l'altro marchio dal paese! ... è così che è iniziato con me e dopo diversi Volvo delle serie 140, 240, 700 e 900 ho ottenuto il primo SAAB 901 acquistato per non dover guidare la mia Volvo 960 in inverno (non che non avesse trazione su strade innevate, anzi con l'ASD era l'auto invernale perfetta ma volevo proteggere la Volvo)
    Bene, ora ho avuto il mio primo SAAB, virus SAAB scoppiata in tempi relativamente brevi, ora abbiamo due 9-5 9 SC un 3 901 convertibile e due uno CC e una cabriolet! ma anche una Volvo si trova nel nostro garage, una meravigliosa Volvo V90, l'ultima nave reale, un buon compagno per i nostri viaggi in Svezia !!
    Ovviamente Volvo non è mai stata innovativa .. Sono stati i primi con parabrezza in vetro stratificato, cinture di sicurezza a tre punti, marmitta catalitica a 3 vie controllata da lambda…. eccetera.
    Il mio cuore batte per entrambi gli svedesi ... e se le cose vanno storte con Volvo Bach, almeno per me personalmente, sarà una giornata nera!

  • A proposito ... .. spero che ti piaccia :-))) Un caro saluto Sam
    ...
    "Una bionda, cercando di guadagnare qualche soldo in più, ha deciso di offrire i suoi servizi come "donna a portata di mano" e ha iniziato a fare propaganda in un benestante quartiere vicino.

    Andò alla porta della prima casa e chiese al proprietario se aveva qualche lavoro per lei.

    "Beh, immagino che potrei usare qualcuno per dipingere il mio portico", ha detto, "Quanto mi vuoi addebitare?"

    La bionda ha risposto rapidamente: "Che ne dici di $ 100?"

    L'uomo acconsentì e disse che erano nel garage.

    La moglie dell'uomo, ascoltando la conversazione, disse al marito: "Si rende conto che il nostro portico fa tutto il giro della casa?"

    Ha risposto: "Era appena quassù, come ha potuto perderlo?"

    Poco dopo, la bionda è venuta alla porta per ritirare i suoi soldi.

    “Hai già finito?” chiese il marito.

    "Sì", rispose la bionda, "e mi era avanzata della vernice, quindi ho dato due mani".

    Impressionato, l'uomo ha preso in tasca il $ 100 e glielo ha consegnato.

    "E a proposito", ha aggiunto la bionda, "non è una Porsche, è una Lexus".

  • Grazie per l'articolo! Sono curioso quando NEVS ti darà le prime intuizioni per il successore 9-3 e non vedo l'ora di ulteriori dettagli!

  • Bene, questo non vale solo per Volvo. E non si può assolutamente parlare di "stretti". VW, Audi, Mercedes e co. utilizzare misure uguali o simili. Questo ha a che fare con lo stesso mercato automobilistico europeo e non con una fase debole di Volvo. E se Saab fosse più innovativa di Volvo (ed è ancora rispetto alla Saab in bancarotta), resta da vedere ..... Non capirò mai questa visione di disapprovazione di Volvo qui.

    • Non riguarda specificamente Volvo, ma lo stato dell'industria automobilistica in Svezia. Non intorno a Ingolstadt, Wolfsburg o Monaco. Questo non va bene e quindi non è un cattivo aspetto.

    • Ciao Finchen,

      Solo un piccolo esempio: in SAAB, subito dopo i primi modelli a trazione anteriore (dal cosiddetto SAAB originale), la trazione anteriore era lo standard tecnico normale anche per i veicoli più grandi e più pesanti - Volvo arrivò solo molto più tardi negli anni '80 con il modello di fascia media Tipo 440 per trazione anteriore. I modelli Volvo più grandi (S 80 / V 70) erano dotati di trazione anteriore solo negli anni '90! Fino ad allora, i conducenti Volvo a trazione posteriore erano stati lasciati liberi dall'umanità in inverno, un'aspettativa irragionevole, specialmente nelle regioni coperte di neve della Svezia. Non si può davvero parlare di progresso o innovazione qui, ma è meglio seguire l'esempio tardi che per niente (vedi BMW e altri)!

  • Dopo le prime locomotive a vapore, le locomotive diesel (elettriche): il leggendario NoHAB AA16 con l'American Rundnase.
    Le locomotive elettriche pure erano solo una nota a margine di NoHAB ...

  • C'è davvero molto da fare in Svezia. Spero che sarà meglio della storia con i cantieri negli anni 70.

I commenti sono chiusi