Specchietto retrovisore: chi è Kai Johan Jiang?

Lo sguardo indietro: specchietto retrovisore Blogger
Lo sguardo indietro: specchietto retrovisore Blogger

Aggiornamento: 13: orologio 50

L'uomo dietro "National Electric Vehicle Sweden" è Kai Johan Jiang. È l'amministratore delegato designato del consorzio di auto elettriche. TTELA ha esaminato l'assetto proprietario e ha riscontrato che dovrebbe essere anche il principale azionista del consorzio. Possiede il 51% attraverso National Energy Holding e Sun Invest, una società di venture capital giapponese, detiene il restante 49%.

Kai Johan Jiang, di cui sappiamo che è nato 1965 e possiede un passaporto svedese, ha lavorato per il Gruppo Volvo da 1993 a 2000 e da allora è stato attivo nel campo delle energie rinnovabili e ha avuto molto successo. Come cinese straniero, non può agire direttamente come azionista di maggioranza in Cina, controlla le sue società attraverso società con sede a Hong Kong e nelle Isole Vergini.

Ciò che lo porta all'indipendenza dalla mastodontica autorità NDRC, come afferma il TTELA. Per i suoi successi più volte eccellenteVuole comprare la sua casa automobilistica ora.

In Cina dirige lo State Power Group, noto come Dragon Power e, più interessante, Prudent Energy. Prudent Energy produce batterie che sono particolarmente adatte per l'uso nelle automobili. In Svezia gestisce il produttore di biocarburanti NBE Sweden AB.

Per quanto riguarda i fatti. Cosa vuole Kai Johan Jiang? Imballare le batterie in auto e metterle per strada è nel nostro caso nessuna arte. Il concetto di Saab e-power è valido e potrebbe entrare in produzione con alcune modifiche. Un negozio di stampa, un negozio di vernici e una catena di montaggio. Questo è tutto. Ma è abbastanza?

C'è una Saab 9-5 BioPower nel mio parcheggio. L'argomento per acquistare - ed era la cosa più importante - era il concetto Saab BioPower. Una tecnologia Saab che era finalmente qualcosa di diverso, nuovo dopo Turbo. Con Saab Trionic, il miglior concetto sul mercato. Un pezzo di futuro e una tecnologia ponte lontano dai combustibili fossili. Mi piace la BioPower Saab, vedo il concetto come ragionevole e accetto volentieri svantaggi come una sottile rete di stazioni di servizio e piccole deviazioni. Se l'azienda di Trollhättan non avesse interrotto la produzione, anche il 9-3 di mia moglie sarebbe diventato un BioPower. Saab può essere turbo. Ma non deve essere turbo. Saab può anche essere una batteria.

Ma non solo. Se già Saab 2.0 con un nuovo, fresco e verde pensiero, allora per favore anche Saab Hybrid, Saab BioPower e per favore almeno un po 'di turbo. Perché ora arriviamo al problema. Saab è un'offerta speciale, e dividendo la società in diversi pacchetti, gli amministratori non hanno pensato ad una buona idea fino alla fine. Ciò che l'investitore usa intelligentemente. Kai Johan Jiang non ha bisogno di un reparto Power Train e di Saab Parts AB. Vuole, a quanto pare, solo costruire auto elettriche.

Inoltre, non ha bisogno di molte altre cose, e la competenza Saab ancora esistente di Trollhättan, sostenuta da aiuti di stato per la posizione, non gli interesserà. Non può, perché da dove proviene il muscolo finanziario, per costruire un fornitore a tutto campo. L'attuale costellazione assomiglia a piccole quantità molto gestibili. Tesla dalla Svezia manda i saluti.

Ci sono solo due possibilità. Piano A o B. Un investitore industriale come Mahindra, o come un giovane di seconda scelta, rileva Saab e utilizza la tecnologia esistente. Secondo Mahindra, non sembra proprio ora, e Youngman tace sulle fonti. Gli amministratori hanno rafforzato i firewall e c'è un silenzio spettrale.

Il piano B prevede l'acquisizione da parte di NEVS. Una pausa nella storia di Saab, e se i fatti rimangono così come sono, nulla sarebbe lo stesso. Per molti di noi ciò non sarebbe sufficiente. Non sto parlando solo della comunità, ma del mondo Saab. Sarebbe una vera pausa!

Lennart Stahl, CEO di Saab Parts AB a Nyköping, è stato interrogato ieri dal TT sull'imminente vendita. “Vedremo cosa porterà la vendita. Siamo preparati per entrambe le varianti ", ha affermato Stahl. Non solo lui.

Il marchio dovrebbe continuare a vivere: verranno creati posti di lavoro a Trollhättan. Energia verde sì. Auto elettrica sì. Futuro sì, grazie. Ma per favore non solo futuro nella nicchia più piccola.

Testo: tom@saabblog.net

Aggiornare: Opportunamente e senza accordo, i nostri amici Saabsunited hanno scritto un articolo su Sanfumi Sammy Shoji. È l'uomo dietro Sun Investment.

 

14 pensieri su "Specchietto retrovisore: chi è Kai Johan Jiang?"

  • Ciao a tutti!

    Su saabsunited.com, c'è un post che dice che SAAB è venduto, nel suo complesso. Ciò afferma, secondo TTela, almeno il sindaco di Trollhättan.
    Apparentemente dovrebbe seguire un annuncio questa settimana….

    Buone notizie? Speriamo ...

    Un felice saluto dal Lussemburgo,
    Tom

  • vuoto

    Ho paura del peggio.
    Saab deve essere distrutto.
    Imballare questo in pacchetti sarebbe fatto solo in DE se non si vede più alcuna speranza.
    La vendita completa ha la priorità qui. Anche con la produzione sotto la supervisione dell'amministratore in caso di insolvenza.
    Dal momento che ci si lascia tanto tempo che si può solo persone finali, si vuole distruggere Saab. Altrimenti, questo non può essere spiegato. (Anche se è amaro.)

    • vuoto

      Lo sospetto anche io ... :-(
      Ma l'offerta rivista da Youngman era troppo bella da ignorare.

  • vuoto

    Vediamola rilassata, perché poi continuiamo la nostra SAAB e come terza auto (alla quinta vettura di Tom 😉) arriva quindi una E-SAAB.

  • vuoto

    In retrospettiva, i responsabili hanno presumibilmente segnato un autogol dividendoli in pacchetti - almeno per quanto riguarda l'obiettivo originale di una vendita completa. Mahindra rimbalza e attira un investitore pieno di risorse. (Almeno per quanto riguarda le pubblicazioni precedenti.)

    Non ho nulla contro una "Saab elettrica". Probabilmente avrei pensato seriamente a 9-3 ePower. Solo quanto sopra era un prototipo.
    Ma solo impostare su frammenti e rimuovere i pacchetti dal tutto, mi sembra bene (per non parlare delle necessità finanziarie per il periodo asciutto lungo probabilmente tutti) non sono vitali e ha poco a che fare con la recente storia svedese. Al momento non riesco a immaginare che il proprietario dei diritti di denominazione dia il suo nome. Ma forse non è questo il piano, ma rotola a volte un Jiang EV 2000 dalle sale del Trollhattan (l'originale EV Saab probabilmente moltiplicare il naso per la corsa muro museo di questa denominazione). Aspetta da quanto tempo le persone responsabili aprono ancora le porte alla speculazione (come questa).

  • vuoto

    solo con l'auto elettrica hai bisogno di un respiro molto lungo per un pezzo anche ragionevole
    paghi per vendere e poi abbiamo il problema, da dove viene l'elettricità (eccetto dalla presa ...) quando il 10-20% delle auto sono auto elettriche.

    • vuoto

      È esattamente come sembra. E non è probabile che le quantità siano raggiunte ai prezzi attuali per le batterie corrispondenti (VOLVO 16.000 €) prevedibili. Quindi rimane l'ulteriore (fondamentale) domanda, da dove verrà l'elettricità. Difficile da immaginare sullo sfondo dell'attuale dibattito sul potere.

  • vuoto

    La mobilità elettrica è sicuramente il futuro. Ma se NEVS è ora il partner finanziariamente forte che sfrutta al meglio il potenziale di SAAB?!?!?
    Non sembra così al momento ...

  • vuoto

    NEVS sarebbe la fine di ciò che amiamo dei SAAB (e dei SAAB) - come ho detto, non comprerei una lavatrice con le ruote, e se il mondo intero cetrisse con essa…. Voglio una macchina! Bene, se dovesse esserci una tecnologia "verde" in grado di offrire prestazioni simili a quelle a cui sono abituato dal mio SAAB, per favore, perché no.

    ... ma siamo onesti, le tecnologie odierne e il loro stato attuale sono tutt'altro:

    elettrica:
    nessuna gamma, che il concetto stesso di macchina chiama in causa - da dove la maggior parte del potere dovrebbe arrivare non conosce nessuno, e non abbiamo bisogno di parlare di dati sulle prestazioni.

    Ibrido:
    bel tentativo, ma non ho bisogno di schiuma nel motore - per quanto riguarda la questione dello smaltimento (batterie)

    Biofuel / alcoli:
    aumento del consumo, la prestazione sarebbe ok - ma onestamente, il cibo non è sul tavolo nel serbatoio

    idrogeno:
    Beh, forse, ma non è stato perseguito dall'industria

    … ho dimenticato qualcosa? Quindi nessuna delle alternative è stata pensata fino alla fine e tecnicamente non completamente sviluppata ... perché dovrei comprare qualcosa del genere? Preferisco andare in giro con un "vecchio tempo" e non sono così "verde" - onestamente ...
    ... e in realtà non mi importa se qualche cinese vuole vendere il suo carburante o il suo carburante - ci sarebbero abbastanza marche cinesi, che sarebbero migliorate da esso ... se poi chi compra nella buona vecchia Europa - discutibile ...

    • vuoto

      L'idrogeno è anche ad alta intensità energetica. Chi non lo conosce più, il test dei gas esplosivi nelle lezioni di chimica: l'elettricità rilascia l'idrogeno dall'acqua.
      Altri metodi sono ad alta intensità energetica: http://de.wikipedia.org/wiki/Wasserstoffherstellung

  • vuoto

    Bene, in poche parole. Solo i NEV sarebbero semplicemente troppo pochi e semplicemente non approfitterebbero delle opportunità esistenti. C'è più potenziale in SAAB 🙂

  • vuoto

    Non sono sicuro che sarebbe così male se Saab andasse a NEVS. Quello che oggi consideriamo una nicchia potrebbe presto diventare un mercato completo, anche se finora è stato difficile immaginarlo. Il mercato automobilistico è in uno stato di sconvolgimento, come si può vedere in nuovi concetti come la Peugeot BB1 e la Renault Twizy: sta diventando più elettrico, sta diventando più piccolo e la mobilità viene "ridefinita".
    Forse sarà presto di nicchia essere un pilota di lunga distanza. Se avessi la scelta tra Mahindra, Youngman e NEVS come compratori Saab: sceglierei NEVS (ma probabilmente solo perché non ho tutte le informazioni).

    così a lungo,
    vicenda lente

  • vuoto

    Solo le novità più recenti a partire da circa 2006 / 07 (?) Lie con GM. Uno dei motivi per cui 9-3 II è quasi privo di licenza. Tuttavia, i vecchi motori Trionic furono venduti in Cina. Tutto questo appartiene al BAIC ??? 🙁

  • vuoto

    I diritti di BioPower, DI e Trionic sono purtroppo di proprietà della società di licenze di GM.
    Saab Parts è anche un distributore per altre società in Svezia. Il post-vendita è redditizio, perché non prendere il sopravvento? Il concetto di NEVS non è chiaro. Saab è solo un hub per l'Europa e l'America?

I commenti sono chiusi