Specchietto retrovisore: la via di Mahindra verso ovest

Lo sguardo indietro: specchietto retrovisore Blogger
Lo sguardo indietro: specchietto retrovisore Blogger

Gli svedesi hanno emesso il loro giudizio. Nel paese di origine di Saab, Mahindra è una delle preferite quando si tratta del futuro dell'azienda automobilistica. Sembra che la finale sarà contesa da Lotus-Youngman e Mahindra & Mahindra. Tuttavia, stiamo ancora aspettando notizie affidabili.

È ora di dare un'occhiata più da vicino a Mahindra e alle attività in corso. La differenza tra i presunti finalisti è evidente. Mentre i potenziali acquirenti della Repubblica popolare cinese traggono la loro forza finanziaria da vecchie industrie come l'industria mineraria e pesante, Mahindra è un conglomerato moderno. Lotus-Youngman si trova dove Mahindra & Mahindra hanno iniziato 65 anni fa.

Gli indiani ora operano in più di paesi 100 in tutto il mondo e impiegano più dipendenti di 144.000. Il gruppo basato su 1945 è impegnato nella costruzione di veicoli, tecnologia militare, agricoltura, soluzioni IT, costruzione di aeromobili e molto altro. È molto espansivo e coerente.

Quello che vediamo è impressionante. Nuove joint venture emergono costantemente e l'impero di Keshub e Anand Mahindra cresce un po 'ogni giorno. Mahindra vuole diventare un fornitore completo nel campo della mobilità. La divisione aeromobili è stata fondata nel 2007, il produttore è diventato due anni dopo Gipps Aero comprato ad esso. La costruzione di SUV robusti, uno dei punti di forza di Mahindra dagli anni 65, è stata l'acquisto del produttore maltrattato Ssang Yong 2011 integrato con una gamma SUV.

Con quello gli indiani hanno un piede nella porta del segmento dei SUV alla moda. Un primo passo, seguito da altro. Il nuovo modello di successo dell'India, con il quale si vuole lasciare il mercato dei fuoristrada fuoristrada dal colpo di un Land Rover Defenders, è il XUV 5000, Per i rapporti Mahindra che vanno quasi nella direzione dello stile di vita, segna la nuova direzione.

La strategia è chiara. Modo con la dipendenza da prodotti semplici, robusti e poco costosi. In nuovi segmenti di mercato più elevati. Con ciò, gli indiani sono fermamente nel mirino dell'Europa. Mentre solo i contadini di montagna e i silvicoltori erano entusiasti dei recenti pickup e terreni tuttofare, la percezione cambierà con XUV5000. Per l'Europa, la nuova ammiraglia è ben programmata. Gli indiani non stanno scherzando, sono già atterrati. Per quanto riguarda i paesi dei Balcani, continua nella vecchia Europa.

Partenza: Mahindra XUV5OO
Partenza: Mahindra XUV5OO

I singoli rami di Mahindra sono già arrivati ​​in Germania. Dal 2011 Tech Mahindra ha un centro di sviluppo a Bonn oltre all'ufficio vendite di Düsseldorf.

La divisione veicoli si sposta a. Nella capitale italiana è stata fondata la Mahindra Europe SRL e il sito Web per Mercato italiano è in costruzione. Spagna e Portogallo, il tradizionale mercato per fuoristrada robusti, sono già stati sviluppati. La prossima è la Francia sulla lista. È solo questione di tempo prima che la Germania e la Scandinavia non siano più macchie bianche sulla mappa di Mahindra.

L'investimento in Saab si adatterebbe molto bene al gruppo. Hai SUV, camion, auto elettriche e da 2009 costruisci anche scooter. Coerentemente come i proprietari sono fondati due anni dopo, una squadra di corse su due ruote, come il primo gruppo del subcontinente di sempre.

L'unica cosa che manca sono limousine, decappottabili, station wagon. L'unica cosa che manca è un marchio tradizionale europeo per coronare la storia di successo. Poiché finora hai solo un'auto piccola in offerta, la divisione auto è il punto debole del gruppo. La volontà di espandersi c'è e non sono mancati i tentativi di espansione. Nella battaglia per Jaguar / Land Rover sei stato battuto in finale dal concorrente locale Tata. Quindi è anche una questione di immagine per Mahindra acquisire il marchio cult dalla Svezia. Per l'espansione in Europa e nel resto del mondo, Saab sarebbe l'aggiunta ottimale.

Anche la filosofia aziendale sembra essere vicina a quella svedese. Pensiero positivo, ricerca di soluzioni alternative e non accettazione di limiti: questi sono i principi del gruppo. Un po '"Muovi la mente" suona così. Le soluzioni di Trollhättan, sempre un po 'diverse da quelle della concorrenza, sembrano qui possibili. Il famoso "Spirit of Saab", non apprezzato dai contabili GM, potrebbe trovare una nuova casa con gli indiani.

Il pensiero alternativo può fare molto. Puoi raggiungere la vetta, diventare il leader di mercato. Lo ha fatto la divisione agricola. Gli indiani hanno venduto 16.000 trattori il mese scorso. Un numero enorme nel segmento agricolo. Il top dog tedesco Fendt probabilmente vende 14.000 unità. Nell'anno.

Testo: tom@saabblog.net

13 pensieri su "Specchietto retrovisore: la via di Mahindra verso ovest"

  • vuoto

    Dopo anni di declino del marchio SAAB, l'acquisto del marchio da parte di Mahindra mi sembra l'unica soluzione corretta e promettente. Non ci sono ovviamente dipendenze da altre compagnie automobilistiche. È ovvio che Mahindra, a differenza di altri potenziali acquirenti, non è interessato a un ulteriore sfruttamento del marchio SAAB, ma è simile a Tata / Jaguar che lavora su un marchio forte.

    Alla Lotus Youngman, sospetto ancora che ci possano essere tensioni tra sviluppo solido e tecnologia non matura, ma rapidi successi di mercato che non farebbero del bene al marchio SAAB. MG / Rover sembra essere un esempio vivente di come potrebbe apparire SAAB negli anni 3.

    Spero sinceramente che un nuovo proprietario di questo meraviglioso marchio abbia finalmente capito quali sono questi potenziali e ha il potere finanziario di lavorare con il vento prolungato sul clamoroso successo di SAAB. Tutti i partecipanti lo hanno meritato tutte le volte.

    Henrik900

  • vuoto

    Quando il mio candidato preferito, Mahindra (dal momento che il nome è stato menzionato per la prima volta in relazione a SAAB), ha vinto il contratto, apro una bottiglia di moet e vado in garage per diventare la mia solida Svezia 3 e non vediamo l'ora di un futuro radioso.

    Come incoronazione, lunedì prossimo ricevo un nuovo, ineleggibile 9-5II Aero Turbo nella flotta e conferisco a Mahindra la promessa: resto fedele al marchio SAAB !!!
    Costruisci un bellissimo ramo SAAB 9-4X su base Ssangyong e firmerò a breve ...

    • vuoto

      Una Ssangyong elevata al livello SAAB avrebbe qualcosa, forse anche una trasmissione ibrida 9-4X….

      La precedente collaborazione con la divisione aeronautica SAAB è un ulteriore fattore positivo, e non solo in termini di diritti di marchio. Mahindra è semplicemente un ottimo candidato!

  • vuoto

    Inoltre, Mahindra ha già collaborazioni con SAAB AB nel campo del settore militare / aeronautico ... cioè, i diritti del marchio non dovrebbero essere un problema ...

  • vuoto

    Se siamo Youngman contro Mahindra in finale e speriamo che gli amministratori di insolvenza finalmente lascino il gatto fuori dalla borsa, sarebbe comunque abbastanza interessante scoprire chi era veramente il produttore / offerente europeo sconosciuto e cosa aveva in mente con Saab. Se la fine della procedura è finalmente lì, dovrebbe essere avviato al più presto possibile con il riavvio e sfruttare al meglio. Se lo fosse, sarebbe se non ci fosse, ma sarebbe comunque molto interessante per me come persona curiosa scoprire quali alternative ci sarebbero state. In realtà, si credeva che dopo tutto quello che era stato scritto BMW sarebbe stato l'ignoto. Dicono che volevano solo i loro motori. Allora chi era allora?

    • vuoto

      Secondo me, la cosa è già andata. Gli amministratori dell'insolvenza negoziano con un acquirente i dettagli e mantengono la pressione tenendo il secondo.
      Spero per SAAB che sarà l'acquirente indiano o forse europeo perché la Cina non si adatta.
      Forse arriverà il GRANDE BANG e gli steward lasceranno il gatto fuori dalla borsa questa settimana.
      @ Peter: Tom ci dirà a volte chi è stato perché lo sa per certo. O i ragazzi di SU borbottano. 😉

      • vuoto

        Questa volta non 😛

  • vuoto

    Non dovrebbe avvenire la prossima conferenza stampa domani? Qualcuno qui lo sa, forse Tom?

    • vuoto

      In realtà domani dovrebbe essere una conferenza, giusto. Mancano informazioni concrete. Ma tutti i segni indicano che qualcosa accadrà presto.

    • vuoto

      Secondo SU non ci saranno ulteriori conferenze stampa per il momento. Direi che gli steward non hanno nulla da dire se non chi acquisterà Saab, ma potrebbero volerci alcuni giorni.

      • vuoto

        Ciao RedJ, bello che tu sia tornato. Grazie per le informazioni!

  • vuoto

    Ci siamo visti spesso negli ultimi mesi / anni sul tratto di casa, speriamo che questa volta sia davvero così.

    Informazioni affidabili sulle future visioni dei singoli offerenti sono difficili perché una spada di Damocle di Detroit aleggia su molte, se non tutte le possibili visioni di salvataggio. Quindi speriamo per il meglio. Speriamo che tutte le persone coinvolte abbiano fatto i compiti, non sarebbe dovuto essere per mancanza di tempo….

    PS.:
    Se la sceneggiatura di un romanzo poliziesco svedese continua, il grande sconosciuto uscirà presto dalla copertura ...

  • vuoto

    Bene, speriamo che lo faccia (e al più presto possibile) !!!!

I commenti sono chiusi