Settimana di Saab: Northmen nella tempesta

Con l'ingresso nella ricostruzione ho sperato in una maggiore pace per Saab. Fuori dai titoli, per le cose veramente importanti. I nuovi partner dalla Cina stanno adempiendo ai loro obblighi, trasferendo un buon numero di milioni. La ricostruzione è in corso, i creditori sono soddisfatti. Poi getti i nastri e finalmente una nuova Saab è rotolata dopo l'altra dal nastro.

Immagina, Saab è di nuovo nel bel mezzo di una violenta tempesta. Ha iniziato con i milioni promessi che non sono venuti. Con il poker per un prezzo più basso delle azioni è andato avanti e ora minaccia un'enorme nuvola nera all'orizzonte. Deep Geely dalla Cina si trasferisce e vuole prendere in consegna la nostra nave.

Il lupo ha mangiato il gesso e parla di sinergie e vantaggi per entrambi i marchi. Sento le parole, ma mi manca la fede ...

Il mio giornalista preferito dalla Svezia, Jonas Fröberg, ha riassunto brevemente e sinteticamente perché l'alleanza tra Saab e Volvo non dovrebbe venire.

- Saab e Volvo hanno sviluppato nuove piattaforme. Due anni fa entrambe le società consideravano lo sviluppo congiunto, ma interruppero i colloqui senza alcun risultato. Volvo non ha bisogno né della piattaforma Saab né della Saab PhoeniX. Volvo ha il suo, che costa un sacco di soldi.

- Volvo ha due nuovi stabilimenti in Cina, in cui Geely ha investito molti soldi che nemmeno Geely ha. Arrivo a quel punto. Geely non necessita di capacità aggiuntiva in Svezia. Chiudi le piante lì e dipingi gli strati. La futura sede di produzione di Volvo è la Cina. Un impianto per l'Europa in Svezia, impianti cinesi per il resto del mondo.

Voglio dire, le ideologie dietro entrambi i marchi sono totalmente diverse. Volvo è il fanatico della sicurezza grande, un po 'calmo ma non asettico, le cui automobili possono persino frenare automaticamente. Saab, d'altra parte, è il più piccolo, più vivace, più veloce (perché naturalmente turbo-ventilato and) e più sofisticato con più fascino. Purtroppo anche colui che mi preoccupa di più.

Geely rischia di distruggere Saab, i reparti di sviluppo subentrano, inclusa l'attività di pezzi di ricambio. La produzione a Trollhättan è senza interesse. Nel migliore dei casi, Saab diventa un'etichetta del Gruppo Volvo, nel peggiore dei casi, non c'è più produzione di veicoli.

Jonas Fröberg dice abbastanza chiaramente: "... c'è pericolo". Jonas Fröberg, proprio come nota, è uno dei giornalisti che scrivono per il nostro marchio automobilistico. L'uomo è preoccupato.

La domanda è: che succede con Youngman? Ci sono due possibilità. Da un lato potresti giocare a poker, dall'altro potrebbe essere che non ti è permesso. O non può e non può.

"Pensi che i ragazzi siano miliardari?", Ha chiesto ieri un giornalista economico a proposito di Geely e Youngman. Per aggiungere subito: "Nessuno di loro è miliardario, non hanno soldi propri". Dobbiamo imparare a capire i cinesi.

Geely ha investito miliardi in Volvo.

Denaro che Geely non aveva, ma che scorreva su strutture cinesi che non possiamo capire, Geely. È lo stesso con Youngman. Lotus Youngman non ha i soldi necessari. Lo stato ha i soldi. Le potenti province hanno i soldi. Lo rendi disponibile a Youngman o no.

Potrebbe essere che l'aiuto provenga dall'amministrazione di Stoccolma. Sarebbe un segnale da Stoccolma a Pechino. Comunque, tu fai il gioco lì, un passo avanti, mezzo indietro. L'intervento statale per il rimborso del prestito della BEI è stato negato con mezzi termini ieri. Lo stato non è un rifugio sicuro.

Avrebbe tutte le ragioni per farlo. Perché l'industria automobilistica svedese sta erodendo. Molto lentamente, solo una piccola erosione strisciante. Ma è sempre così. Inizia lentamente e finisce in una grande frana.

Volvo chiude lo stabilimento di Uddevalla. Fa male alla città, il ristorante nello stabilimento chiuderà, probabilmente anche il centro congressi. A causa di Uddevalla da solo, nessun fornitore morirà. Ma Uddevalla non è lontano da Trollhättan. Chiudi la pianta a Trollhättan e la pianta a Undevalla, è dura.

Fornitore Lear chiuderà il suo piccolo stabilimento a Trollhättan. Anche questo non è poi così male, solo i dipendenti di 163. A Udevalla, a Volvo, mancano ora alcune parti in plastica. Non proprio male, dicono. Plastal potrebbe essere il prossimo a chiudersi. Questo continuerà. Quindi è brutto, è troppo tardi. Va fino a quando la Svezia ha completamente perso il magnetismo per l'industria automobilistica.

Ma i nostri svedesi a Trollhättan non si arrenderanno facilmente. I Northmen sono testardi e ragazzi duri. Saab ha superato così tante tempeste e non riesco a immaginare ora che puoi liberare le vele e lasciare Saab Geely senza cuscini.

Martin Larsson, l'uomo che funge da nuovo CEO di Saab, viene da Trollhättan. Guy Lofalk, l'amministratore, ha consapevolmente integrato Larsson, era con lui in Cina. Mi fido della sua responsabilità sociale per città, regione e marchio. Lui e i responsabili di Saab prenderanno le giuste decisioni.

Affronteremo anche questa tempesta, perché siamo tutti, anche in Germania, sottoposti a una tempesta. Il lunedì inizia una nuova settimana. Vedremo cosa lei porta.

Spero che le buone notizie. Ad una estremità della tempesta. Forse, ma arriverà una nuova tempesta. Ma questo non può farci tremare. Perché sono fermamente convinto che Saab sia sopravvissuto alla tempesta. Sia con Youngman, Pang Da, Geely o con una terza parte che ride. Non importa. La cosa principale è di costruire presto nuove auto a Trollhättan. Turbocharged, un po 'migliore e più intelligente rispetto al resto, sicuro e fresco. Saab solo

Allen Saab guida e fan con le loro famiglie un buon weekend ovunque tu sia.

Testo: tom@saabblog.net

6 pensieri su "Settimana di Saab: Northmen nella tempesta"

  • Davvero molto ben scritto di nuovo, Tom. Grazie mille.

    Per quanto riguarda Saab e Volvo, penso che anche i gruppi di clienti siano completamente diversi. Prima in ogni caso, solo dall'inizio degli anni '90 Volvo "ha fatto" il suo design e la sua dinamica, prima che fosse sempre dominio di Saab. In termini di reddito, collocherei i conducenti Saab molto più in alto rispetto ai conducenti Volvo. Per me, Volvo è il marchio di insegnanti senior con pantaloni di velluto a coste o quello delle famiglie nella nuova area di sviluppo con un po 'più di soldi rispetto alla maggior parte degli altri conducenti VW e Audi (Audi è VW in un abito firmato, che è disponibile in diverse taglie, a seconda delle condizioni sociali Rank, da A1 a A8 ;-), se ti va di indovinare, guidi questo marchio). Con i fuoristrada Volvo, tutto è cambiato un po ', ma purtroppo anche l'indistruttibilità iniziale, che è stata poi persa da Ford.

    Saab era ed è il marchio completamente moderno e progressista di spiriti liberi e individualisti e rappresenta i valori occidentali liberi, non c'era nulla del conservatorismo dei conducenti Volvo, al contrario ...

  • vuoto

    Grande scritto Aiuta davvero solo una buona energia a trasmettere a Trollhättan.

    Il blog e la settimana di Saab hanno quasi lo status di culto con me. Ogni sabato non vedo l'ora di leggere la colazione da Saabhausen.

    Per favore continuate così!

  • vuoto

    Se lo tieni a mente. Un buon inizio d'anno, un buon umore per il Salone di Ginevra, poco dopo una sosta di produzione e ora, come temporaneo punto debole, forse anche per affiancare le fantasie di Geely.

    Lentamente mi mancano le parole, quindi per prima cosa girerò un giro con la mia Saab. I pollici rimangono premuti nella speranza di una buona soluzione.

  • vuoto

    Ciao a tutti!

    La nostra famiglia spera che ci sia davvero una terza parte che ride (come descritto anche da Tom) che mette SAAB in acque più calme.

    In qualche modo la cosa con i cinesi sta diventando sempre più confusa e la direzione verso Geely è apparentemente estremamente rischiosa. Ci si deve aspettare che SAAB alla fine verrà "smaltito" solo sotto Geely, a meno che i sistemi di sicurezza intelligenti non siano costruiti contrattualmente in modo da consentire la futura interazione con Volvo.

    Julie

  • vuoto

    mi parli dall'anima….

    • vuoto

      si, anche io ..!

I commenti sono chiusi